Iscriviti alla nostra newsletter

BLOG

L'harmattan

Il vento sahariano che caratterizza un'intera stagione
06 Giugno 2020

 

L'harmattan, tecnicamente un aliseo tipico dell'Africa Occidentale, condiziona a tal punto il clima nell'area in cui soffia da essere considerato un disastro naturale e da dare il suo nome alla stagione caratterizzata dalla sua presenza.

 

L'harmattan solleva sabbia da una duna - Copyright Pianeta Gaia

 

Il vento si origina nel deserto del Sahara a causa dello scontro tra zone di alta pressione e bassa pressione e da lì soffia sopra tutta l'area circostante, fino al golfo di Guinea, di norma tra la fine di novembre e la metà di marzo, nel periodo in cui c'è meno sole. È talmente potente che la sabbia trasportata viene trovata anche in pieno Oceano Atlantico, a centinaia di chilometri dalla costa africana, e le navi mercantili che solcano le rotte atlantiche si ritrovano i ponti coperti di sabbia sahariana.

 

La foschia dell'harmattan avvolge l'antico villaggio di Ouadane in Mauritania - Copyright Pianeta Gaia

 

Generalmente è costituito da aria fredda ma in alcune località può anche essere caldo, ma non è l'abbassamento delle temperature a renderlo dannoso quanto il fatto che il suo avvento ricrea condizioni meteorologiche tipiche del deserto: bassissimo tasso di umidità (anche inferiore la 5%) che porta alla completa sparizione delle nuvole e quindi totale assenza di piogge. Inoltre, queste condizioni estreme, danneggiano i raccolti e rendono molto più facile la nascita di tempeste di sabbia e, quando l'harmattan s'incontra coi monsoni, di tornado.

 

Strade ricoperte di sabbia - Copyright Pianeta Gaia

 

Anche gli effetti sulle persone non sono piacevoli: la bassa umidità può causare perdita di sangue dal naso, labbra screpolate, disturbi agli occhi, problemi respiratori e asma. Sarà forse anche per questo che in Niger si pensa che questo vento abbia la capacità di rendere le persone irritabili.

 

A volte serve la ruspa per pulire le strade dalla sabbia - Copyright Pianeta Gaia

 

Come non bastasse, questo fastidioso evento atmosferico influisce anche sull'economia: la foschia, a volte simile a una fitta nebbia di stampo padano in realtà causata dai granelli di sabbia in sospensione, causa milioni di dollari di danni ogni anno alle compagnie aeree, costrette a cancellare o deviare diversi voli ogni anno. Anche il turismo risente dei suoi effetti, non solo per le peggiorate condizioni climatiche - nonostante il suo avvento abbassi le temperature in periodi che altrimenti potrebbero essere molto caldi - ma anche perché la sua presenza abbassa la visibilità e, a volte, anche la fotogenia dei paesaggi.

Tour che potrebbero interessarti

MAROCCO: IL GRANDE SUD IN 4X4

A PARTIRE DA

€ 1700.00

Gruppi con Guida locale
Dettagli
MAROCCO INDACO: CHEFCHAOUEN

20-03-2022

A PARTIRE DA

€ 3180.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
MAURITANIA: DESERTO E CITTÀ CAROVANIERE

SU RICHIESTA

Gaia Native
Dettagli
INDONESIA: CLUB MED BINTAN ISLAND

A PARTIRE DA

€ 1550.00

Villaggi & Resort
Dettagli

Explore