Iscriviti alla nostra newsletter

BLOG

MADAGASCAR

Madagascar, l'isola rossa - I

1° giorno All’aeroporto di Bologna la fila per il check-in della Turkish Airlines non è così veloce, per una volta più svelta la fila di chi ha fatto il check-in on line e deve consegnare il bagaglio, recupero le carte d’imbarco fino ad Antananarivo, d’ora in poi Tana, come la chiamano i malgasci. Ai controlli passaporto comunitari la fila è lunga, chiedendo di aprire i varchi per i passaporti elettronici tutto inizia a scorrere in modo rapido (capire perché li abbiano predisposti ma non li aprano con costanza è impossibile), il volo per Istanbul è puntuale, circa 1.500 km per 2 ore di volo durante le quali è servita una cena anticipata di buona qualità. Possibilità di ricaricare batterie, sche

08 Giugno 2021

MADAGASCAR

GEORGIA

Mondi in bilico: I Duchobory - I

La ricerca di un posto nuovo dove vivere condotta dai Duchobory - in russo Dukhobory o Dukhobostsy, parola che significa “Guerrieri dello Spirito” - non è stata una decisione spontanea. I Duchobory sono una delle tante confessioni non-Ortodosse generatesi in Russia, spesso bollate come sette quando non proprio eretiche. Nacquero nel 1700 come movimento di protesta nei confronti del clero che ritenevano non necessario, alla pari di tutto il corollario di rituali e liturgie connessi con la pratica cristiana. Pertanto rifiutavano di riconoscere i sacerdoti, i frati, le icone, le funzioni religiose, l'autorità del governo dello zar e perfino la proprietà privata. “Dio sta nei cuori della gente, non nelle chiese” solevano ripetere. Nutrivano dubb

01 Giugno 2021

GEORGIA

ITALIA

Perché andare in Sardegna

La Sardegna rappresenta una delle mete più ambite dal turismo italiano e internazionale, per chi cerca spiagge meravigliose e mare dai colori che variano dal verde, turchese al blu intenso, ma la Sardegna è molto più’ di questo. Una terra antica, dal fascino misterioso, dove Natura Tradizione e Cultura si incontrano.Lo si capisce appena si atterra sull’isola, il profumo del ginepro, le intense fragranze del mirto, gli olivi e le querce da sughero, il verde delle piante dei fichi d’india in contrasto con le coloratissime bouganville dalle tinte sgargianti. Un mondo fatto di tradizioni ben radicate, dai costumi tradizionali all‘artigianato locale, dai piatti tipici ai vini dal sapore deciso.Quasi 2000 km di costa, lambita da un mare cristallino, R

28 Maggio 2021

ITALIA

ERITREA

Eritrea, un'insolita Africa - V

... segue  13° giornoColazione in hotel, non a buffet ma a scelta un piatto con uova, pane-burro-marmellata e bevande, e velocemente partiamo per l’escursione della città incominciando dai cimiteri di guerra, prima quello britannico a nord dove riposano molti Sudanesi che combatterono per la Gran Bretagna, a seguire quello italiano più centrale, a sua volta pieno di Ascari abissini al servizio degli Italiani. Non lontano sorge il più celebre dei monumenti religiosi, il San Maryam Dearit, in un ampio complesso il santuario è posto all’interno di un gigantesco baobab. Già, non pensate a una piccola icona, proprio un santuario vero e proprio nella cavità di un baobab della circonferenza di oltre 10 metri, dove leggenda narra

25 Maggio 2021

ERITREA

ROMANIA

Mondi in bilico: I Lipoveni

Proseguono i nostri approfondimenti sui gruppi di Vecchi Credenti in giro per il mondo, stavolta è il turno dei Lipoveni stanzionati nell'area del delta del Danubio, in Romania, anche se piccoli gruppi si possono trovare in Ucraina e Moldova. Un gruppo di donne Lipoveni in abiti festivi Come per tutti i Vecchi Credenti, la data in cui tutto cambiò fu il 1654, quando il patriarca Nikon di Mosca – spalleggiato dallo zar Pietro il Grande - riformò la chiesa russa ortodossa e molti si rifiutarono di seguire le nuove liturgie e prescrizioni, come abbiamo già raccontato con più dovizia di particolari qui e qui. In particolare, i Lipoveni, tradizionalmente pescatori nelle acque dei fiumi Don e Dnepr, si installarono nella Dobrogea, la regione

18 Maggio 2021

ROMANIA

ITALIA

Isole Eolie: Sette sorelle... sette bellezze differenti

Se, come riportato da un anonimo poeta siciliano, “la Sicilia è un diamante posto sul mare da Dio come un dono per gli uomini”, le isole Eolie sono come una collana di perle che si adagia sullo sfondo azzurro del Mediterraneo.Natura selvaggia, vulcani attivi, paesaggi lunari, immense scogliere, calette nascoste, faraglioni, solfatare, bianchissime montagne di pomice, bizzarre formazioni rocciose, acque cristalline, profumi e aromi di tradizioni antiche…tutto questo sono le Eolie!Le “Sette Sorelle”, tutte di origine vulcanica, per la loro posizione geografica, disegnano una “Y” immaginaria: Salina ha alla sua sinistra Alicudi e Filicudi ed alla sua destra Stromboli e Panarea; dietro di essa Vulcano e Lipari.Lo sapevate che secondo la mitolog

17 Maggio 2021

ITALIA

ERITREA

Eritrea, un'insolita Africa - IV

... segue 10° giornoSveglia all’alba con splendidi colori, dopo nottata senza vento, colazione fai da te (le provviste non calano mai, forse avevamo abbondato oltremisura) e partenza per Dur Ghella, che dalle poche note a disposizione è segnalata come una delle più interessanti dell’arcipelago. La si vede ad occhio anche da Dur Gaam, in 20 minuti di navigazione si approda sul lato ovest, quello frastagliato e con costa rocciosa alta tra insenature che farebbero la felicità di qualsiasi pittore psichedelico. Per chi vuole, immergersi in queste acque immagino sia un piacere unico al mondo, ma Dur Ghella proprio in questo periodo offre uno spettacolo assoluto. Il lato roccioso è territorio di nidificazione delle sule leucogaster, e proprio in q

11 Maggio 2021

ERITREA

ESTONIA

Mondi in bilico: I Vecchi Credenti di Kolkja

Continuando nella nostra panoramica sui Vecchi Credenti, stavolta vi parlo di quelli che vivono dalle parti di Kolkja, in Estonia. Li ho incontrati dopo aver trascorso il giorno della Trasfigurazione presso i Seto, un'etnia slava situata a Obinitsa e dintorni, vicino al confine con la Russia. Nonostante il contatto che avevo stabilito prima della partenza mi dia buca qualche giorno prima, raggiungo la località in questione anche se non avrò grandi possibilità di interazione, visto che io non parlo né l'Estone né il Russo e loro, tranne una ragazza che però non può distogliersi dal suo lavoro di commessa, non parlano Inglese. Provo a visitare il museo, che più che altro sembra una casa piena di vecchi mobili ricoperti da c

04 Maggio 2021

ESTONIA

ERITREA

Eritrea, un'insolita Africa - III

... segue 7° giorno In hotel i prezzi sono assurdi, giusto un tè visto che avremo tempo di rifocillarci a dovere sulle isole Dahlak. Partenza alle 10 su di una barca adatta per più di 10 persone dove, oltre a sistemare zaini, cibo e acqua, carichiamo anche due grandi casse di polistirolo colme di ghiaccio che ci faranno da frigorifero durante la permanenza nell’arcipelago. Va tutto sistemato a dovere per evitare problemi in navigazione. Usciamo dal porto dirigendoci a un faro dove dopo lunga attesa si palesa un addetto che ritira i nostri permessi e ci da l’OK a partire. La traversata dura indicativamente 90 minuti, dopo i quali avvistiamo una striscia di terra in mezzo a un acquario, una di quelle visioni sovente scambiate per il paradiso. Nessuno d

27 Aprile 2021

ERITREA

ARMENIA

Mondi in bilico: I Molokan di Fioletovo - II

... segue  Vago da solo per il villaggio di Fioletovo, in Armenia. La strada principale non è asfaltata ma è circondata da deliziose casette in legno con la veranda, spesso dalle colonne intagliate, dipinte con colori pastello. In giro si vedono anziani dalla barba molto lunga (usanza tipica dei Vecchi Credenti), bambini e ragazzi biondi e con gli occhi azzurri. Sembra di essere in Russia o la forse in Scandinavia, certo non in Armenia. Di adulti se ne vedono pochi, gli uomini sono impegnati nel lavoro dei campi, le donne nelle faccende di casa. Passa una jeep con dei pezzi di carne fresca: qualcuno ha macellato un bovino e sta passando nel villaggio per vendere l'eccedenza di quello che non consuma. C'è anche un pezzo d'Italia: una non più

20 Aprile 2021

ARMENIA

Eritrea, un'insolita Africa - II

4° giornoPessima colazione da Massawa Fast Food, buono giusto il makiato poi partenza col minivan destinazione Adi Quala vicino al confine con l’Etiopia, luogo ora raggiungibile con permesso sia per gli stranieri (ottenibile al ministero del turismo) sia per il mezzo (a quello ci ha pensato l’autista, va convalidato presso un terminal dei bus in uscita). Lungo il cammino sosta a Dbarwa presso alcune costruzioni italiane di pregio, sulla strada asfaltata ma in pessime condizioni, quasi solo ciclisti in tenuta da uscita d’allenamento festivo, strada pianeggiate in un falsopiano sempre oltre quota 2.000m. Passato Mendefera peggiora ancora e all’arrivo ad Adi Quala (dopo circa 3 ore) condividiamo la via solo con gente a piedi, qualche carretto e vari animali. Provia

13 Aprile 2021

ARMENIA

Mondi in bilico: I Molokan di Fioletovo - I

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta delle comunità di Vecchi Credenti in giro per il mondo. I primi che ho incontrato di persona sono i Molokan del villaggio di Fioletovo in Armenia. Come già scritto negli articoli precedenti, i Vecchi Credenti sono comunità di Cristiani Ortodossi che nel '600 rifiutarono le imposizioni del clero ufficiale, sostenuto dallo zar, e se ne staccarono, subendo repressioni e persecuzioni. In particolare i Molokan, pastori il cui nome significa “bevitori di latte”, si videro misi al bando perché grandi consumatori di latte e prodotti caseari, anche nella quaresima e negli altri periodi di digiuno (circa 200 giorni all'anno) previsti dalla

06 Aprile 2021

ARMENIA

ERITREA

Eritrea, un'insolita Africa - I

1° giorno All’aeroporto di Bologna la fila per il check-in della Turkish Airlines è veloce, più lunga la fila di chi ha fatto il check-in on line e deve consegnare il bagaglio, recupero le carte d’imbarco fino ad Asmara. Pure i controlli sono veloci, giusto il volo tarda, in 2:40 arrivo a Istanbul (servito un buon pranzo, niente schermo a disposizione e niente possibili ricariche di batterie) dove vado direttamente al gate del volo per Asmara senza più nessun controllo. Va solo vistata nuovamente la carta d’imbarco prima del gate mostrando passaporto e visto. Volo puntuale, durata poco oltre le 4 ore, a disposizione uno schermo personale con vari intrattenimenti o possibilità di utilizzare i propri con l’ingresso usb. Servita una

30 Marzo 2021

ERITREA

INDIA

Kumbh Mela, il più grande pellegrinaggio del mondo

Nel febbraio 2019 ho scelto di fare un viaggio in India, non un classico tour del Rajasthan o del Kerala o di altre zone conosciute dell’India, ma per partecipare al pellegrinaggio sacro: il Kumbh Mela.Il Kumbh Mela del 2019 è stato uno dei più grandi. Svoltosi ad Allahabad, chiamata anche Prayagraj, l’Ardh Kumbh Mela, nel 2019, ha raggiunto 120 milioni di hindu devoti presenti.Cos'è La domanda che molti mi hanno posto, dopo essere tornata dal viaggio, è stata su come si svolge il Kumbh Mela e che emozioni mi avesse suscitato. Lo svolgimento di questo di questo pellegrinaggio di massa durante il quale il devoto hindu si immerge nel fiume Gange è assai complicato. Bisogna percorrere circa tra i cinque e sette km prima di arrivare al lu

23 Marzo 2021

INDIA

BRASILE

Maranhao Incantato - V

...segue  13° giornoColazione in pousada, forse pure più scarsa e meno buona del giorno precedente, con la camioneta attraversiamo due imponenti guadi sul rio Grande, un taglio che ci porta sulla MA320 e da lì si prosegue fino all’incrocio con la MA402 dove cambiamo mezzo, lasciamo la camioneta per un minivan, fino a São Luís è tutto asfalto, anche se la capitale maranhense sorge su di un’isola, in realtà molto più simile a una penisola, durata del trasferimento complessivo oltre 3 ore. Per i nostri standard la città è enorme, oltre un milione di abitanti, arriviamo da villaggi e paesi, il solo percorso per accedere al centro cittadino è lungo quanto un trasferimento tra il nord e il sud del par

16 Marzo 2021

BRASILE

Mondi in bilico: I Vecchi Credenti - II

...segue La maggioranza dei Vecchi Credenti, i più moderati, divennero pretisti, cosiddetti perché riconoscevano l’autorità  di coloro che erano sacerdoti da prima dello scisma, di fatto volendo mantenere la stessa vita parrocchiale di prima. La minoranza più estrema, i non pretisti, si rifiutò di avere sacerdoti, ritenendo che la vera Chiesa di Cristo avesse cessato di esistere sulla terra, profetizzò la fine del mondo, invitò all’ascetismo e alla rinuncia di tutti i sacramenti, ad eccezione del battesimo. Si diffuse l’abitudine di non radersi la barba, si proibì il consumo di caffè, tè e tabacco. Molti Vecchi Credenti finirono per chiudersi letteralmente al mondo, rifiutando tutto quanto fos

09 Marzo 2021
Maranhao Incantato - IV

...segue 10° giorno Colazione in pousada senza fretta, l’appuntamento mattutino prevede il volo sui Lençóis, l’aeroporto dista 2,5km, andiamo con un furgone in nemmeno 5 minuti. Aeroporto essenziale, nessuna istruzione su che fare, il pagamento al rientro (fiducia totale sull’esito positivo) e a caso si sale sul primo piccolo aereo a disposizione, nel mio caso un Piper 4 posti, soluzione forse meno comoda del Cessna ma molto più performante per viste e foto, le ali sono sopra la carlinga e non sotto. Cintura allacciata, finestrino chiuso al momento del decollo e via, si muove pure poco e in un attimo lasciamo la foresta per entrare nei Lençóis sorvolando la foce del rio Preguiça, molto più spettacolare che in

02 Marzo 2021

ARMENIA - ESTONIA - GEORGIA - ROMANIA

Mondi in bilico: I Vecchi Credenti - I

I Vecchi Credenti sono una comunità religiosa scismatica della chiesa ortodossa russa, sparsa in varie ramificazioni in diversi paesi del mondo. Ad oggi ne ho visitate tre: i Vecchi Credenti di Kolkja e dintorni in Estonia, i Molokan di Fioletovo in Armenia e i Duchobory di Gorelovka nella Georgia meridionale e mi sto approntando a visitarne una quarta, i Lipoveni dislocati in Romania, nel Delta del Danubio. Sono fragili pezzi di un mondo antico in via di estinzione, storicamente piuttosto chiusi e quindi non facili da avvicinare. Per questo ancora più affascinanti. La croce ortodossa a 8 punte in un cimitero di Vecchi Credenti in Estonia - Copyright Pianeta Gaia La loro genesi ebbe inizio a metà del Seicento, quando il patriarca greco ortodosso di Gerusalemm

23 Febbraio 2021

ARMENIA - ESTONIA - GEORGIA - ROMANIA

BRASILE

Maranhao Incantato - III

...segue  7° giorno Colazione abbondante, a seguire vista della bassa marea sull’oceano con piccole imbarcazioni incastrate da spettacolo proprio di fronte alla pousada, poi via in camioneta attraverso il parco dei Pequenos Lençóis Maranhenses, la prima vera distesa di sabbione del viaggio non intervallata da lagune, percorso che entra nel parco in maniera anomala attraverso uno stabilimento industriale, lasciando la MA315 poco dopo Paulino Neves. Qui le viste iniziano a farsi fantastiche, tra mare e deserto un percorso disegnato tra enormi tronchi con radici direttamente in spiaggia, così fino al villaggio di Caburé, passando per Praia do Barro Vermelho. Caburé si trova in una sottilissima linea di sabbia tra l’oceano e il

16 Febbraio 2021

BRASILE

CINA

Mondi in bilico: I Miao dalle Corna Lunghe - III

... segue  L'abito indossato è lo stesso col quale stava per andare a fare la bracciante: camicia bianca con spacchi laterali decorata con finissimi motivi geometrici blu ottenuti con la tecnica del batik (in cui le Miao dalle Corna Lunghe sono insuperabili) e una lunga gonna pieghettata a righe orizzontali, sotto la quale porta i pantaloni della tuta rincalzate nei calzini e scarpe da ginnastica. Per la foto aggiunge un coloratissimo giubbotto riccamente decorato (realizzazione che può richiedere un anno di lavoro, indiretta affermazione della bravura come sarta di chi l'indossa e quindi anche buona sposa), una specie di collana con gli stessi motivi e una borsa circolare di feltro nero che porta fissata al collo e alla vita, a sua volta decorata con una st

09 Febbraio 2021

CINA

SPAGNA

Fuerteventura

Hai sempre pensato alle Isole Canarie come un sonnacchioso rifugio per nordeuropei un po’ attempati in fuga dal freddo invernale dei loro Paesi? Bene, oggi voglio parlarvi di un volto completamente diverso di questo arcipelago dell’eterna primavera, sospeso tra Europa e Africa e con atmosfere che richiamano già l’America Latina. Un mix molto affascinante di 3 continenti in pochi km quadrati. Vi porto quindi a Fuerteventura. Arrivarci è semplice ed economico visto che ci sono frequenti voli low cost diretti dall’Italia che in meno di 4 ore ci lasciano nel moderno aeroporto situato approssimativamente a metà dell’isola.  L’isola è lunga circa 130 km da nord a sud e si nota subito che siamo in Europa in questo caso. Le

05 Febbraio 2021

SPAGNA

Explore