menu

BLOG

HOME

Le 10 bliblioteche moderne più belle del mondo

Data: 09/04/2016 FINLANDIA - GERMANIA - COREA DEL SUD - NORVEGIA - SVIZZERA - GRAN BRETAGNA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità

Come abbiamo già visto qualche tempo fa per la classifica delle biblioteche antiche più belle del mondo, i luoghi dove vengono conservare le grandi collezioni di libri erano spesso spettacolari, ma nemmeno quelli moderni scherzano. Non di rado opera di famosi architetti, molto spesso le grandi biblioteche moderne meriterebbero una visita anche solo per il contenitore, e non solo per il contenuto. Quelle che seguono sono alcune delle più belle e innovative ma, ai ritmi ai quali vengono costruite, questa classifica rischia di diventare presto obsoleta.

 

Università di Zurigo, Svizzera

Il prestigioso ateneo svizzero, che ha dato al mondo ben 12 Premi Nobel, ha assegnato il progetto della nuova biblioteca della Facoltà di Giurisprudenza all'archistar spagnolo Santiago Calatrava. L'opera, inaugurata nel 2004, riflette il riconoscibile stile dell'architetto che ha fatto realizzare sette piani di gallerie a forma ellittica sostenute da pilastri seminascoti, che viste dal basso sembrano fluttuare nello spazio. Ospita 170.00 volumi e 500 postazioni di lettura e dispone di una cupola in vetro con schermo solare che sfrutta al meglio la luce diurna e riduce il calore in estate.

La Biblioteca dell'Università di Zurigo, opera di Calatrava

 

Biblioteca Nazionale, Sejong, Corea del Sud

Sejong è la nuova città a statuo speciale che il governo ha deciso di costruire e in cui spostare nove ministeri e quattro agenzie nazionali. Quando ci sono progetti del genere, come successe per Brasilia negli anni '50 o più recentemente per Naypyidaw in Birmania, i soldi non mancano e nemmeno lo spazio per realizzare progetti alternativi. La forma dell'edificio, costruito su 4 piani e che ospita più di 3.000.000 di libri e una vasta collezione di opere digitali, è stato ispirato, secondo quanto dichiarati dallo studio di architetti che l'ha concepito, a una pagina di un libro mentre viene sfogliata.

La biblioteca di Sejong, la cui forma ricorda una pagina sfogliata

 

Biblioteca Pubblica, Seattle, Stati Uniti

Nata dall'unione di molte biblioteche Carnegie - le librerie sorte grazie alle donazioni del miliardario scozzese-americano che arrivò a finanziarne oltre 2500 dalla fine del '800 ai primi anni '20 -, il sistema della Biblioteca Pubblica di Seattle è composto da 26 filiali, molte delle quali le antiche librerie già citate, ma l'edificio principale è la moderna Central Library, dalle spigolose forme rivestite di ampie vetrate.

La sede centrale della Seattle Public Library

 

Biblioteca cittadina, Stoccarda, Germania

Un chiaro omaggio a Maurits Cornelius Escher, l'immaginifico incisore e grafico olandese noto per le sue costruzioni impossibili e per le forme geometriche interconnesse che pian piano si modificano in qualcos'altro. Basta ammirare una foto del luminoso e candido interno dell'edificio per riconoscere lo stile dell'artista dei Paesi Bassi, magistralmente coniugato in un edificio perfettamente funzionale. Non da meno è lo squadratissimo esterno, particolarmente godibile di notte quando le luci blu e bianche ne disegnano le forme nell'oscurità.

La Biblioteca cittadina di Stoccarda, un palese tributo a Escher

 

Biblioteca Geisel, Università idi San Diego, California

La biblioteca dell'ateneo californiano, più nota come Dr. Seuss (Geisel) Library, è una biblioteca universitaria terminata di costruire nel 1970 ma concepita nel 1960 dall'architetto William Pereira, nel cosiddetto stile brutalista, lo stesso della Torre Garlasca di Milano, in auge all'epoca e andato in declino nei primi anni '80. L'edificio dalle forme squadrate ma con corpo superiore dell'edificio più ampio della stretta base, pare un gigantesco fungo di vetro e cemento.

La Dr. Seuss Library, dell'Università di San Diego

 

Biblioteca dell'Università di Aberdeen, Regno Unito

Lo squadrato edificio con striature blu e azzurre dell'università della fredda città scozzese, che invece al suo interno nasconde forme sinuose e irregolari, è la dimostrazione di come l'architettura possa avere benefici effetti sulla fruizione degli edifici. Aperta nel 2011 ma ufficialmente inaugurata dalla Regina Elisabetta nel settembre del 2012, nel suo primo anno di vita ha visto i propri utenti esplodere a ben 700.000, un numero enormente superiore a quello che faceva registrare la precedente struttura, costruita nel 1965.

L'interno della biblioteca dell'Università di Aberdeen

 

Biblioteca e Casa della Cultura di Vennesla, Norvegia

Eretta nel 2011 e vincitrice di numerosi premi di architettura, questa biblioteca è costruita in larga parte in legno e la struttura è dominata da 27 enormi archi di legno laminato incollato che danno l'impressione di trovarsi all'interno dello scheletro di una gigantesca balena. La struttura veramente alternativa ha però ricevuto qualche critica, tipica degli edifici progettati soprattutto per fattori estetici, sul fatto che a tanta bellezza non corrispondente altrettanta funzionalità.

Nella biblioteca di Vennesla sembra di stare dentro a una gigantesca balena

 

Seinäjoki, Finlandia

Questa piccola città finlandese si è rivolta al famoso architetto connazionale Alvar Aalto per costruzione del suo centro cittadino. Ultimamente, dopo quasi 40 anni e un significativo aumento della popolazione, ha voluto ampliare la biblioteca, collegandosi al pre-esistente edificio, quindi senza tradirne lo stile originale. Gli edifici esternamente paiono tre distinti ma all'interno si uniscono armoniosamente. Molto graziose alcune nicchie ricavate nelle parete per la lettura.

Le deliziose nicchie per la lettura della Biblioteca di Seinajoki

 

Biblioteca Pubblica di Kansas City, Stati Uniti

A differenza di altri edifici moderni che da fuori non si capisce se siano chiese o palazzetti dello sport, la Biblioteca Pubblica di Kansas non lascia spazio a dubbi sulla sua destinazione. Basta passarci davanti per capire che quello che si vede da fuori è anche quello che, più in piccolo, c'è all'interno. Questo perché esternamente l'edificio appare come una fila di giganteschi libri, alti circa otto metri e larghi poco meno di tre, con tanto di titoli e autori scritto sul dorso. I 22 titoli che costituiscono la facciata della biblioteca sono stati scelti dai lettori.

Kansas City Library: con un facciata così, non può essere che una biblioteca!

 

Biblioteca Filologica, Libera Università di Berlino, Germania

Un'altra realizzazione recente e spettacolare è quella realizzata nel 2005 nel campus della Libera Università di Berlino. Disegnata dal noto architetto inglese Norman Foster nella forma di un cervello umano, è stata portata a termine nel 2005 e, nonostante si trovi ad appena 15 minuti dal centro della città, è circondata da un enorme parco vasto 43 ettari e che ospita circa 22.000 speci di piante diverse.

La futuristica biblioteca della Libera Università di Berlino

 



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up