menu

BLOG

HOME

Parchi USA: Goblin Valley State Park

Data: 18/06/2016 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio

Il Goblin Valley State Park è uno dei parchi nazionali dell'Ovest degli Stati Uniti più sottovalutati, benché sia decisamente interessante. Situato all'interno del cosiddetto Grand Circle, si trova non distante dal tratto della Highway 24 che va dal Capitol Reef National Park ad Arches National Park.

 

Uno degli "hoodoos" del Goblin Valley SP - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

La caratteristica principale di questo parco sono gli hoodoos, una parola che contraddistingue anche i pinnacoli caratteristici del Bryce Canyon. Gli hoodoos di questo parco, detti anche goblins (gnomi in inglese, da cui il toponimo), sono diversi da quelli del più famoso parco: là sono delle guglie alte spesso una decina di metri e oltre, più o meno appuntite, qui invece hanno tendenzialmente la forma di funghi alti alcuni metri, spesso con una roccia tondeggiante in cima sostenuta da un una roccia più friabile che va erodendosi, un po' come succede per i famosi “camini delle fate” in Anatolia. A differenza di questi ultimi, irraggiungibili, in mezzo ai goblins ci si può tranquillamente passeggiare in mezzo, temperature permettendo. Sì perché, per quanto sia popolato da queste figure che paiono quasi umane, è pur sempre un deserto.

 

Veduta di una zona del parco con i "goblins" molto fitti - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

Nel parco che si può visitare in un'oretta, ma se avete tempo potete gustarvi con più calma cercando le rocce dalle fogge più bizzarre, si può fare trekking, anche se è vietato salire sui sassi, cosa che spesso i turisti non rispettano, vittime dell'irresistibile tentazione di fotografarsi in cima a qualcuna di queste buffe rocce.

 

Fratelli... - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

Il parco ha zone dove gli hoodoos si concentrano in maniera diversa: la zona più gradevole da visitare, nonché la più fotogenica, è quella dove sono abbastanza distanziati tra di loro, dove è possibile riprenderne le strane fogge, preferibilmente al tramonto quando i bassi raggi del sole donano tinte calde alle rocce rosse. In altre zone i goblins sono talmente ravvicinati che anche gli spostamenti diventano complicati e sembra quasi di essere in un labirinto fatato.

 

Hoodoos del tipo "camino delle fate" - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

“Sembra di stare su un pianeta sconosciuto” si dice spesso in questi casi, ma stavolta non è un'esagerazione. Infatti questo luogo è stato utilizzato come location per un film di fantascienza, benché parodistico, come Galaxy Quest. Molto concretamente, l'amministrazione del Parco utilizzò i fondi ottenuti dalla produzione cinematografica per completare la costruzione di una strada asfaltata che portava al parco.

Un piccolo gioiello, poco frequentato, per chi non si accontenta dei soliti siti.



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up