menu

BLOG

HOME

I 10 giganti fra gli alberi

Data: 16/04/2016 AUSTRALIA - CAMBOGIA - INDIA - MESSICO - SUDAFRICA - SRI LANKA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità

Non solo sono indispensabili perché producono l'ossigeno che respiriamo, ma possono anche essere incredibilmente grandi, inauditamente vecchi o talmente grandiosi da lasciarci a bocca aperta. Stiamo parlando degli alberi, qualcosa che in alcune destinazioni sono dei "must see". Di seguito vi elenchiamo quelli che secondo noi sono alcuni dei più mirabili esempi di queste straordinarie forme di vita, talmente uniche da avere quasi sempre un nome proprio.

 

1. Jaya Sri Maha Bodhi, Sri Lanka

È un antichissimo esemplare di Ficus Religiosa che si trova nei Giardini Mahamewna, in Sri Lanka. Si dice che sia originato da un ramo del Jaya Sri Mana Bodhi di BuddhaGaya, l'albero sotto il quale il Buddha raggiunse l'Illuminazione nel 530 a.C. circa. L'albero in questione è stato piantato un paio di secoli più tardi, nel 249 a.C., ed è l'albero più vecchio del mondo di cui si conosca la data di piantumazione. È una delle reliquie più sacre del Buddhismo dell'isola una volta conosciuta come Ceylon.

Ingresso allo Sri Maha Bodhi, una delle reliquie più sacre del Buddhismo cingalese - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

2. Generale Sherman, Stati Uniti

Benché alto oltre 83 metri non è l'albero più alto del mondo, anzi non lo è nemmeno fra le sole sequoie giganti, ma è considerato il più grosso albero in termini di volume e quindi è ritenuto il più grande organismo vivente al mondo. Il suo volume è stimato i quasi 1.500 metri cubi per un peso complessivo di 1.910 tonnellate. Si trova in California, nel Parco Nazionale di Sequoia.

Un turista davanti al Generale Sherman - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

3. Hyperion, Stati Uniti

Molto meno conosciuto del Generale Sherman, questo è, grazie ai suoi oltre 115 metri di altezza, l'albero più alto del mondo. Anch'esso una sequoia, benché del tipo sempervirens e non del tipo gigante, a differenza del già citato parente stretto si sviluppa più verso l'alto che in larghezza. Scoperto nel 2006, si trova in un'area remota del Redwood National and State Park, in California. Ricercatori hanno dichiarato che la punta è stata danneggiata da un picchio, altrimenti avrebbe potuto superare i 116 metri.

Hyperion, l'albero più alto del mondo

 

4. Centurion, Australia

Questo è il più alto Eucalipto conosciuto. Alto 99,60 metri, cosa che rende gli eucalipti i terzi fra gli alberi più alti del mondo, il più alto fra le angiosperme. È stato scoperto solamente nel 2008 perché si trova in una foresta secondaria, disboscata e incendiata, dove nessuno si aspettava di trovare un gigante del genere, sopravvissuto per puro caso.

L'eucalipto Centurion, l'angiosperme più grande del pianeta

 

5. L'Albero di Tule di Montezuma, Messico

Se il tronco singolo più grosso è quello del Generale Sherman con i suoi 8,85 metri di diametro, l'Albero di Tule, appartenente ai cosiddetti cipressi di Montezuma, benché composto da più tronchi comunque facenti parte della stessa pianta, è quello col tronco più lardo del mondo, arrivando a misurare 11.62 metri. Cresciuto nel giardino della chiesa di Santa Maria del Tule, ormai sovrasta completamente l'edificio religioso.

L'Albero di Tule, dal tronco più grosso di tutti

 

6. Matusalemme, Stati Uniti

Fino a non molto tempo fa era considerato l'albero, e quindi anche l'organismo vivente, più vecchio del mondo. È un pino cresciuto nelle White Mountains in California ed è stato calcolato che abbia, ad oggi, 4.848 anni, battendo il record stabilito dall'albero Prometeo, della stessa specie e nella stessa zona, di cui l'età fu scoperta a posteriori nel 1964 solo perché era stato segato. È anche per questo che del nuovo campione di longevità, scoperto sempre nella stessa zona nel 2012, viene tenuta segreta l'ubicazione. L'unica cosa che si sa è la sua età, calcolata a computer: 5.066 anni. In pratica è germinato nel 3050 a.C., agli inizi delle età del bronzo assieme alla prima dinastia di Faraoni dell'Antico Egitto.

Matusalemme, il secondo albero più vecchio conosciuto

 

7. Chandelier Tree, Stati Uniti

Questo albero, appartenente alla specie delle sequoie sempervirens, è famoso per essere stato immortalato in migliaia di foto e cartoline. Il motivo è perché è uno dei pochi, non l'unico al mondo, che si può attraversare in auto. L'idea, non del tutto disinteressata, di scavare un passaggio attraverso il tronco venne a Charles Underwood nel 1937. La foresta di sequoie in cui cresce ora è un parco privato che appartiene alla famiglia Underwood il cui accesso è a pagamento.

Chandelier, famoso perché ci si passa attraverso in auto

 

8. Il Grande Baniano, India

Non esistono misurazioni ufficiali ma viene ritenuto l'albero con la chioma più vasta del mondo. Il baniano è un albero con radici aeree e che genera più tronchi, mentre alcuni muoiono altri crescono e quindi non è per niente facile stabilirne le dimensioni, addirittura si potrebbe dubitare che si tratti di un albero singolo e non di una piccola foresta. Questo gigante di circa 200 anni, più descritto in resoconti di viaggio  del XIX secolo, ha circa 3300 radici aeree che gli hanno consentito di sopravvivere a due cicloni della fine dell'800 e al durissimo colpo infertogli da un fulmine nel 1925, che è però costato la vita al tronco principale. Alto circa 20 metri, ha un diametro di circa mezzo chilometro.

Il baniano indiano con una chioma di mezzo chilometro di diametro

 

9. Kapok di Ta Prohm, Cambogia

Questo albero ha acquisito fama internazionale per via della magnifica ambientazione che si è scelto per vivere. Si tratta infatti del kapok (ceiba pentadra) che ha avuto la geniale idea di crescere a ridosso di un antico tempio Khmer di Ta Prohm, in Cambogia, avviluppandolo con le sue radici. È lui la vera star del sito archeologico indocinese, al punto che è soprattutto per merito suo, e di altri alberi simili, che tale sito archeologico è uno dei più visitati tra i tanti nel paese indocinese e inderito nei siti patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.

Il kapok di Ta Prohm - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

10. Sunland Baobab, Sud Africa

C'è chi sostiene che sia questo l'albero col tronco singolo più grosso del mondo, del diametro di 10,64 m., ma è composto da due tronchi connessi e quindi soccombe nei confronti dell'Albero di Tule. MisurazIoni non semplici, anche perché i baobab, dal tronco ricco di acqua, cambiano di dimensioni a seconda della stagione, ingrandendosi o rimpicciolendosi fino al 2,5% del loro volume. L'albero in questione venne anche detto "Albero Bar" perché al suo interno la famiglia Sunland, proprietaria del terreno su cui si erige, ne ha ricavato un pub nel 1993 per sfruttarne il potenziale turistico.

Il baobad Sunland, al cui interno è stato ricavato un pub



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up