menu

BLOG

HOME

Meraviglie della Cina: i campi di Dongchuan

Data: 20/06/2014 CINA Categoria: Pillole di viaggio

 

Molti viaggiatori commettono ancora l'errore di pensare alla Cina come ad una nazione quando invece, per dimensioni e quantità di siti da visitare, sarebbe meglio considerarla un continente a sé. Forse è per questo che molti ritengono, una volta preso parte al classico tour Pechino-Shanghai-Xi'an, di aver visto la Cina. Niente di più sbagliato e questa serie di articoli intitolati "Meraviglie della Cina" (il primo uscito poco fa sulle risaie terrazzate di Yuanyang nel sud della provincia dello Yunnan) vuole far capire quanti incredibili luoghi da visitare esistono al di fuori del già citato itinerario. Stavolta voglio parlarvi di una delle gemme meno note, che io stesso non ho, ancora, visitato: i campi di Dongchuan.

 

Dongchuan è dislocata a un paio di centinaia di chilometri dalla capitale dello Yunnan, Kunming, eppure è ancora molto poco visitata. È un distretto rurale i cui villaggi sono talmente sconosciuti ai più che vengono chiamati col numero dei chilometri indicati dalle pietre miliari: 109, 110, 111... Gli incredibili paesaggi di quest'area sono stati "scoperti" a metà degli anni '90 da alcuni fotografi cinesi che vinsero dei premi per le loro stupefacenti fotografie e che, conseguentemente, si guardarono bene dal rivelare al mondo intero dove avevano effettuato quegli scatti. Ma col tempo le notizie sono trapelate e ora i più informati, come Pianeta Gaia, sanno tutto. La particolarità di questa zona è il terreno estremamente rosso. Beh, direte voi, che c'è di così eccezionale?

 

Di eccezionale c'è il lavoro dei contadini locali che nei giusti periodi dell'anno rendono queste colline degne di un dipinto di Van Gogh, alternando, più o meno involontariamente, il rosso acceso del suolo ai diversi colori delle piante coltivate. Peraltro è una zona che si sviluppa tra i 1800 e i 2600 metri di altezza sul livello del mare e che gode spesso di cieli drammatici che rendono ancora più fotogenici i paesaggi. Il periodo migliore per recarsi in questo luogo magico è nel momento della fioritura primaverile e in autunno, quando i colori danno il meglio prima del periodo invernale.

 

Dopo tante parole sarete curiosi di vedere delle immagine. Eccovele e, credeteci, non è tutto Photoshop quel che riluce anche se, sicuramente, gli scatti più ad effetto sono quelli eseguiti alla calda luce del tramonto.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Autore: greta
Data: 04-05-2015 12:38:21
buongiorno,

le foto e il post sono meravigliosi!!! sto pianificando un viaggio ad agosto nello yunnan...credete abbia senso spingersi fino a dongchuan nonostante non sia il periodo migliore?
grazie per la dritta!

greta
Ciao Greta, dipende da quanti giorni avete programmato per il vs viaggio e cosa desiderate vedere principalmente. La regione come avrai visto è molto grande per cui attenzione ai tempi di spostamento

Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up