menu

BLOG

HOME

10 città per un Capodanno tra la folla

Data: 14/12/2013 Categoria: Curiosità

 

Manca poco a Capodanno e se molti di voi avranno già fatto la loro scelta, sia essa casalinga o esotica, sicuramente altri non ci hanno ancora pensato o aspettano qualche invito dell’ultimo momento. Per chi non vuole rimanere a casa o andare in qualche locale nei paraggi, c’è sempre la possibilità di raggiungere una qualche città straniera, combinando le ferie e i ponti di fine anno col piacere di un viaggio non necessariamente lungo. E se le finanze non vi concedono, una volta in loco, di accedere a serate supereleganti, nessun problema: nei posti che vi consigliamo vale la pena passare la mezzanotte all'aperto, dove tra fuochi d’artificio e folla scatenata le occasioni per divertirsi non mancheranno di sicuro. Non ci sentiamo di fare una classifica dei migliori e dei peggiori, sarebbe troppo personale e legata ai gusti individuali. Ci limitiamo a suggerirvi quelli che riteniamo alcuni dei più interessanti.

 

1. NEW YORK

Questa ve l’aspettavate tutti, dite la verità. Chi non ha mai visto la folla, che può arrivare ad essere costituita da oltre un milione di persone, fare il countdown in coro a Times Square? O sognato di svolazzare elegantemente sulla pista di ghiaccio installata di fronte al Rockefeller Center? In quella che secondo molti è l'implicita capitale del mondo non mancano certo le occasioni di spassarsela: la musica dal vivo allieta l’attesa della mezzanotte e allo scoccare dell'ora fatidica parte uno spettacolo di fuochi d’artificio che ha pochi eguali nel mondo. Il tutto in una città che almeno una volta nella vita bisogna vedere. È “caldamente” consigliato portarsi abbigliamento adeguato, visto che la temperatura minima media per il periodo si aggira sui -2°.

 

2. SYDNEY

Traendo beneficio dalla sua posizione geografica che la vede prima tra le grandi città occidentali sbaciata dall’alba del nuovo anno, la capitale australiana in questa occasione non si risparmia, ben sapendo di essere immancabilmente irradiata in tutto il mondo quando il capodanno gli altri lo stanno ancora aspettando. Il fantasmagorico spettacolo pirotecnico che scossa alle ore 0:00 si avvale della stupenda ambientazione nella baia di Sydney, nella quale spicca l’inconfondibile sagoma dell’Opera House, sui cui tetti si riflettono i fuochi, sovrastata dall’Harbour Bridge. Non solo Sydney vede l’alba prima degli altri, ma anche durante la locale estate: la temperatura minima è prevista poco sotto i 20°.

 

3. LONDRA

Dopo decenni in cui è stata la città europea di riferimento per la musica e i trend giovanili, Londra sta vivendo una seconda giovinezza. Beneficiando di corposi investimenti - basti pensare agli edifici costruiti per i Giochi Olimpici - è ormai il “divertimentificio” del Vecchio Continente. A Capodanno è prassi consolidata attendere il countdown del Big Ben oppure riversarsi in Trafalgar Square, stando attenti a non perdersi i 10 minuti di esplosioni pirotecniche che si godono dalle rive del Tamigi. E se la nottata non vi è bastata, il giorno dopo ci sono le parate di bande e la processione dei cavalli della Regina. I famosi effetti della Corrente del Golfo, salvo eccezioni, di solito impediscono al termometro di andare sotto lo zero.

 

4. VIENNA

L’elegante capitale austriaca è un posto ideale per chiudere l’anno vecchio e cominciare alla grande quello nuovo. Anche qui fiumi di gente nelle strade e mirabolanti fuochi d’artificio al parco del Prater, ma la “specialità della casa” è un’altra. Città degli Strauss e capitale morale del valzer, Vienna vibra per la musica classica e vi sono molti balli e serate di gala alle quali prendere parte, anche se non di facile accesso per tutti, per un ultimo dell’anno caratterizzato da un’atmosfera un po’ retrò ma sicuramente raffinata. In teoria potreste pure assistere al famoso concerto del Nuovo Anno ma se non avete amici superintrodotti negli ambienti cittadini che contano, potete comunque gustarvelo nel megaschermo che viene eretto davanti al Municipio. La temperatura tende ad essere di poco sotto lo zero, come le vette innevate tutt’intorno suggeriscono.

  Times Square a New York, illuminata a festa per Capodanno

Times Square a New York, illuminata a festa per Capodanno

 

5. RIO DE JANEIRO

Non arriverà ai fasti del Carnevale, ma il Capodanno della capitale brasiliana non è certo una cosuccia da niente. Le spiagge di Copacabana sono lo scenario naturale per giganteschi spettacoli pirotecnici che vengono organizzati da barche al largo e per assistere alla musica dal vivo suonata su giganteschi palchi allestiti allo scopo. Costumi di tipo carnevalesco e l’onnipresente samba non mancheranno per scaldare l’atmosfera. I carioca in questa occasione gettano fiori nell’oceano come omaggio a Yemanja, la Dea del Mare, e si vestono completamente di bianco. Ma se nel vostro look mettete anche qualcosa di rosso, allora lanciate un segnale ben preciso… Come non bastasse la temperatura notturna è ideale, attorno ai 24°.

 

6. LAS VEGAS

“Quello che succede a Vegas, rimane a Vegas”. Se questo è anche il vostro motto, non vi rimane che andare nella capitale del gioco d’azzardo americana. Anche senza voler infrangere tutti i tabù, Las Vegas si presta ottimamente per trascorrervi il Capodanno, essendo di per sé costruita per il divertimento e l’intrattenimento. Approfittando dello Strip, per l’occasione chiuso alle auto, non mancherete di gustarvi, se ce la farete in mezzo alle centinaia di migliaia di altri avventori, lo show a tempo di musica proposto dalle fontane del Bellagio e cercare la fortuna in qualche slot machine per vedere se quello che sta per iniziare sarà il vostro anno fortunato. L'offerta di spettacoli è pressoché sterminata. La temperatura di giorno è abbastanza gradevole, di notte, essendo area desertica, scende abbastanza, in media attorno ai 3°.

 

7. PARIGI...

…è sempre Parigi. La Ville Lumiere raramente delude chi la ama: presso la Torre Eiffel si tiene un incredibile spettacolo di luci e fuochi d’artificio, ci si può mescolare tra la gente di tutto il mondo negli Champs Elysees scambiandosi baci sulle guance con dei perfetti sconosciuti/e, godersi una visuale alternativa dall’alto della scalinata del Sacre Coeur oppure optare per serate più mondane come nei battelli che solcano la Senna o nei locali notturni storici come il Moulin Rouge o il Crazy Horse. Il tutto annaffiato dagli immancabili calici di champagne e reso più dolce dai papillotes (cioccolatini che “esplodono” quando aperti). La temperatura notturna tende a stare qualche grado sopra lo zero.

 

8. BERLINO

Nella capitale tedesca il Capodanno più sentito è stato quello del 1989, a poco più di un mese dall’abbattimento del Muro. Da allora l’evento è diventato l’evento più importante della città e attira circa un milione di visitatori che vengono a godersi il gigantesco party che si svolge nelle sue strade: spettacoli di luci, musica live e tonanti fuochi d’artificio. La zona più vivace è quella che va dalla Porta di Brandenburgo alla Colonna della Vittoria, pullulante di palcoscenici e stand gastronomici. La temperatura notturna può scendere, anche se raramente di molto, sotto lo zero: ma basta guardarsi intorno per trovare birra o cibo di strada che aiutano egregiamente a sopportarla.

 

  Temperature estive e spiagge stracolme per il capodanno di Rio de Janeiro

Temperature estive e spiagge stracolme per il capodanno di Rio de Janeiro

 

9. EDIMBURGO

Il Capodanno nel capoluogo scozzese è una faccenda tremendamente seria: dura 4 giorni ma soprattutto 3 notti. Lo Hogmanay, così lo chiamano i locali, comincia quando nei Princes Street Gardens viene installato il Luna Park con pista di pattinaggio ed enorme ruota panoramica. L’apice dei festeggiamenti si tocca a partire dal 29 dicembre, coi concerti di musica rock (anche di artisti molto famosi) e celtica che si infittiscono sempre di più. Il 30 c’è la processione con i fuochi e la serata successiva si attendono tra la folla i fuochi sparati dalla cima del castello. Il primo dell’anno i più temerari posso cimentarsi nel tradizionale tuffo nelle gelide acque del fiume Forth. L’ingresso nel centro della città dove si svolgono tutte le manifestazioni più importanti, è a pagamento.

 

10. ORLANDO

Quella che è la “Las Vegas dei bambini” può togliervi dall’impaccio di cosa far fare ai vostri frugoli ne caso ne abbiate in età ancora piuttosto verde, ma alla fine si divertono ugualmente, se non di più, anche gli adulti. I maggiori parchi di divertimento come Disney World, Sea World e gli Universal Studios non vi tradiranno, restando aperti fino all’una di notte ma non c’è certo bisogno di tapparsi in albergo in attesa della mezzanotte: tutti i parchi saranno in funzione con spettacoli extra per tutta la giornata del 31 dicembre, per offrire quello che, in definitiva, diventa un party ininterrotto che dura tutto il giorno. A rendere tutto più semplice, soprattutto per i più piccoli, la temperatura, che di norma staziona sui 12°.

   



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up