menu

BLOG

HOME

Seducenti e abbandonati

Data: 12/04/2013 ITALIA - NAMIBIA Categoria: Curiosità

 

Non è un refuso, non volevo scrivere "sedotti e abbandonati". Parlo di luoghi. Luoghi che una volta erano pieni di gente e di vita e che ora, per i motivi più disparati, non lo sono più.

 

Questi luoghi sono dappertutto, spesso dove meno te li aspetti: nei paesi sottosviluppati ma anche nelle civiltà industriali più avanzate, all'altro capo del mondo ma a volte anche insospettabilmente dietro l'angolo di casa nostra. Basta cercare e se ne trovano. Eccovi una carrellata di alcuni di questi posti particolari, spesso ricchi di un fascino sinistro e quasi inevitabilmente splendide location per scatti inconsueti.

 

La foto di copertina riprende Kelmanskop, città della Namibia sorta quando si scoprì che la zona era ricca di diamanti e ora, abbandonata ormai da poco dopo la prima guerra mondiale, è completamente invasata dalla sabbia del deserto che la circonda.

 

  Il forte Kalavantin Durg, in India, appoggiato su un verticale sperone roccioso per scalare il quale sono necessarie, nonostante l

Il forte Kalavantin Durg, in India, appoggiato su un verticale sperone roccioso per scalare il quale sono necessarie, nonostante l’ardita scala scolpita sulla nuda roccia visibile nella foto, circa 3 ore. Non è un mistero che nessuno voglia più abitarlo.

 

  Angkor Wat, l

Angkor Wat, l’antico tempio khmer ora accessibile al turismo ma ancora in parte inghiottito dalla foresta pluviale, è il monumento più visitato della Cambogia e ora campeggia pure sulla bandiera nazionale.

 

  Il parco di divertimenti Six Flags di New Orleans, ancora nello stato in cui l

Il parco di divertimenti Six Flags di New Orleans, ancora nello stato in cui l’ha lasciato l’inondazione causata dall’uragano Kathrina che ha colpito la Louisiana nel 2005.

 

  La duecentesca abbazia di San Galgano, in provincia di Siena, cui la mancanza del tetto offre squarci di cielo che sembrano esaltare l

La duecentesca abbazia di San Galgano, in provincia di Siena, cui la mancanza del tetto offre squarci di cielo che sembrano esaltare l'anelito verso l'alto tipico degli edifici religiosi.

 

  Il centro storico di Craco, comune in provincia di Matera, abbandonato per una grossa frana nel 1963. Gli abitanti si spostarono a valle mentre il vecchio abitato, quasi ironicamente, continua a guardarli dall

Il centro storico di Craco, comune in provincia di Matera, abbandonato per una grossa frana nel 1963. Gli abitanti si spostarono a valle mentre il vecchio abitato, quasi ironicamente, continua a guardarli dall’alto. Set di numerosi film, tra cui “Cristo si è fermato ad Eboli” e “La Passione di Cristo” di Mel Gibson.

 

  Il villaggio sommerso dal lago di Vagli (comune Vagli di Sotto, in Garfagnana) che riaffiora ogni dieci anni, quando l

Il villaggio sommerso dal lago di Vagli (comune Vagli di Sotto, in Garfagnana) che riaffiora ogni dieci anni, quando l’acqua della diga che ha creato il bacino che lo ha allagato, viene fatta uscire per i ciclici lavori di manutenzione.

 

  L

L’isola di Skellig Michael, al largo delle tempestose coste occidentali dell’Irlanda. Per secoli ha ospitato un monastero, costruito nel 588, i cui abitanti vivevano di quel poco che si poteva ricavare da un terreno quasi verticale (non molto diverso da quello dell’altra isola che si vede sullo sfondo). I ripetuti attacchi dei vichinghi spinsero i monaci ad abbandonarla definitivamente nel 900, ora gli unici abitanti sono uccelli marini come le pulcinelle di mare.

 

La città fantasma di Bodie, nella Sierra Nevada Californiana. Città mineraria sviluppatasi ai tempi della Corsa all

La città fantasma di Bodie, nella Sierra Nevada Californiana. Città mineraria sviluppatasi ai tempi della Corsa all’Oro, al suo massimo fulgore contava 10.000 abitanti, 65 saloon ed una numerosa comunità cinese. Nel 1943 erano rimasti solo 3 abitanti.

 

  Non ancora del tutto abbandonata (conta al momento 12 abitanti), Civita di Bagnoregio, in provincia di Viterbo, viene chiamata la "città che muore". Raggiungibile solo dal ponte pedonale costruito nel 1965, si è progressivamente spopolata causa la progressiva erosione della collina sulla quale venne costruita circa 2500 anni fa dagli Etruschi.

Non ancora del tutto abbandonata (conta al momento 12 abitanti), Civita di Bagnoregio, in provincia di Viterbo, viene chiamata la "città che muore". Raggiungibile solo dal ponte pedonale costruito nel 1965, si è progressivamente spopolata causa la progressiva erosione della collina sulla quale venne costruita circa 2500 anni fa dagli Etruschi.

 

  L

L'affascinante sito Maya di Tikal in Guatemala, nel cuore del petén, la foresta pluviale del Centro America continuamente attraversata dagli inquietanti versi delle innocue scimmie urlatrici. Abbandonata prima dell'anno Mille, solo alla fine del XIX secolo si cominciò a recuperarne le imponenti rovine.

 

  Uno spettrale simulacro di castello fiabesco nel parco di divertimenti Wonderland che doveva nascere a 30 km da Pechino. Destinato ad essere il più grande di tutta l

Uno spettrale simulacro di castello fiabesco nel parco di divertimenti Wonderland che doveva nascere a 30 km da Pechino. Destinato ad essere il più grande di tutta l'Asia, i lavori cessarono nel 1998, nel 2008 si cercò di farli ripartire ma ormai pare destinato a rimanere così com'è.

 

  L

L’abitato di Oradour-sur-Glane, nella Francia Centrale, raso al suolo da una divisione dell’esercito tedesco il 10 giugno 1944, dopo aver sommariamente giustiziato 642 suoi abitanti (circa 25 si salvarono fuggendo). De Gaulle volle che il villaggio non venisse ricostruito, rimanendo a memoria dell’occupazione nazista.

 

 

   



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up