menu

BLOG

HOME

Il deserto del Kalahari - IV

Data pubblicazione: 13/01/2018
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: BOTSWANA - SUDAFRICA
Il deserto del Kalahari - IV
Mai dimenticare che i leoni nel Kalahari sono in libertà

16° giornoSveglia senza fretta, colazione e poi si parte con un cambio di mezzo, il grosso camion da deserto ha lasciato la compagnia sostituito da un van più comodo e adatto alle strade asfaltate (ma anche perché destinato a un nuovo viaggio con destinazione Malawi), andiamo in direzione Pretoria, vorremmo fare il giro di questa città o di Johannesburg ma gli autisti non amano andare in centro a queste metropoli - ufficialmente perché ritenute eccessivamente pericolose, con più probabilità perché avrebbero da faticare nel traffico) e alla fine trattiamo una sosta a un mercato artigianale tipico del luogo, scelta che ricade su Hartbeespoort, grande e pieno di negozietti che però esibiscono quasi tutti le medesime cose. C’&eg   Leggi ►

L'Ayahuasca

Una delle sostanze usate dagli sciamani amazzonici
Data pubblicazione: 06/01/2018
Categoria: Curiosità
Nazioni: BRASILE - COLOMBIA - PERU - VENEZUELA
L'Ayahuasca
Preparazione dell'ayahuasca

Durante un viaggio nel Perù Amazzonico sono venuto a conoscenza dell'ayahuasca, una sostanza di cui fino ad allora ignoravo l'esistenza. Si tratta di una bevanda allucinogena usata da secoli dagli sciamani e curanderos amazzonici, ottenuta miscelando in un decotto diverse piante, le principali delle quali sono le liane polverizzate di un rampicante detto appunto ayahuasca (Banisteriopsis caapi che chiamerò “liana” per non fare confusione con la bevanda) e le foglie di chacruna (Psychotria viridis). La bevanda contiene dimetiltriptamina (DMT), la stessa sostanza prodotta dal cervello durante la nascita, durante la fase REM del sonno e alla morte, nelle 24 ore successive al decesso. Normalmente gli effetti di questa sostanza sono velocemente annullati d   Leggi ►

Il deserto del Kalahari - III

Data pubblicazione: 30/12/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: BOTSWANA - SUDAFRICA
Il deserto del Kalahari - III
La surreale Kubu Island, un promontorio pieno di baobab circondato da una distesa di sale

11° giorno Sveglia ben prima dell’alba per un game drive che però come ormai prevedibile non ci permette di veder nulla, poi durante colazione siamo invasi da buceri particolarmente ostici. Smontiamo il campo in tutta fretta e prendiamo la via per Deception Valley, la zona più conosciuta del Kalahari anche per via delle lunghe e celebri ricerche che qui vi fecero Mark e Delia Owens su iene, leoni ed altre specie del posto, da cui scaturì tra i tanti libri specifici anche il più noto "Il Grido Del Kalahari", base per ogni conoscenza desertica di qui. Ma per arrivarci il cammino è lungo, nella prima parte il sentiero è tutto su sabbia cedevole, si procede molto piano, mancano però dune emozionanti da rimirare e solo la   Leggi ►

Il deserto del Kalahari - II

Data pubblicazione: 16/12/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: BOTSWANA - SUDAFRICA
Il deserto del Kalahari - II
Un ghepardo lungo il Nossob River

... segue 6° giorno Sveglia e solita colazione cercando di schivare gli agguerriti buceri intenti a colazionare coi nostri cibi, poi smontato il campo si parte in direzione ovest girando attorno ad alcuni pan con protagonisti soprattutto grandi branchi di gnu, che all’occorrenza si lanciano in lunghissimi e spettacolari salti. Il terreno si fa via via più sabbioso, più deserto tradizionale anche se di alte dune vere e proprie non c’è traccia, ma bastano poche decine di metri di salita e per i mezzi diventa un problema procedere. Così impieghiamo parecchio tempo per raggiungere il Nossob Camp Hut che si trova proprio al di là del confine segnato dall’alveo (in questa stagione secco) del Nossob River, pieno di volatili di ogn   Leggi ►

Il Deserto di Wadi Rum

Data pubblicazione: 02/12/2017
Categoria: Dove e Perché
Nazioni: GIORDANIA
Il Deserto di Wadi Rum
L'arco naturale di Umm Fruth - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Il deserto di Wadi Rum, nel sud della Giordania e non lontanassimo da Petra, è considerato uno dei più belli del mondo anche se qui non sono le dune di sabbia a farla da padrone ma piuttosto le imponenti montagne di basalto, granito e arenaria che lo punteggiano, alte fino a 800 metri rispetto alla pianura desertica sabbiosa. Viste dall'alto sono come isole in un mare di sabbia, alcune stondate, altre più aguzze, immancabilmente scoscese: sono un luogo perfetto per chi si vuole cimentare in trekking o arrampicate. Non è consigliabile la visita in autonomia della zona, anche se non è impossibile, perché servono un mezzo adatto e una buona conoscenza del luogo: non è facile orizzontarsi nel dedalo di canyon di Wadi Rum. L'arco nat   Leggi ►

Il deserto del Kalahari - I

Data pubblicazione: 25/11/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: BOTSWANA - SUDAFRICA
Il deserto del Kalahari - I
Un dispettoso bucero

1° giorno Da Bologna con un Freccia Rossa raggiungo Milano Centrale, da lì le navette partono ogni 5’ per l’aeroporto di Malpensa. La fila al check-in del volo Turkish Airline per Istanbul è veloce e anche i controlli portan via poco tempo, ma quando siam pronti a partire l’aereo non si muove. Dopo 30’ veniamo informati che un passeggero ha imbarcato con un solo porto d’armi svariate armi, quindi viene fatto scendere e in un secondo tempo viene prelevato anche il suo bagaglio a mano, operazione che impiega circa 90’, mettendoci a rischio per la coincidenza futura. In volo non recuperiamo tempo, ma come da tradizione della compagnia (votata la migliore in Europa) il servizio è ottimo. All’aeroporto Ataturk di Istanbul (   Leggi ►

Perché andare in Iran

Data pubblicazione: 04/11/2017
Categoria: Dove e Perché
Nazioni: IRAN
Perché andare in Iran
Le classiche silhouette di due donne iraniane vestite col chador - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÉ ANDARE IN IRANL'Iran altro non è che l'erede dell'antica Persia e dei suoi imperi, che hanno lasciato importanti vestigia e un'eredità culturale importantissima. Alcuni storcono il naso quando sentono parlare di Iran perché per molti anni è stato inserito nella lista dei paesi canaglia (e Trump sta facendo di tutto per farcelo tornare) a seguito dei fatti del 1979 quando Kohmeini prese il potere dopo la fuga dello Scià. Da allora le cose sono cambiate, il paese è da decenni fuori da guerre, non subisce attentati e il flusso turistico è in deciso aumento, cosa largamente apprezzata da una popolazione estremamente ospitale e giovane (il 70% degli iraniani ha meno di 35 anni), molto più esterofila di quanto   Leggi ►

Giappone e Polinesia, di Serena ed Emanuele

Data pubblicazione: 28/10/2017
Categoria: Gli Sposi Raccontano
Nazioni: POLINESIA FRANCESE - GIAPPONE
Giappone e Polinesia, di Serena ed Emanuele
Il Padiglione d'Oro di Kyoto - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Ciao Gianni, ci abbiamo messo un po' ma siamo pronti per una recensione dettagliata! Partiamo dall'inizio: la gestione della lista nozze. Semplice, affidabile. Nessuno ha avuto problemi ad utilizzarla e in molti si sono divertiti a cercare pacchetti divertenti da regalarci! Fin dal nostro primo contatto telefonico abbiamo capito che ci stavamo mettendo nelle mani di un operatore che sapeva fare bene il suo mestiere. Il Padiglione d'Oro di Kyoto - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Il viaggio è stato organizzato perfettamente, trasferimenti, orari, tutto preciso e dettagliato. in nessun momento abbiamo avuto problemi con gli spostamenti. Che è cosa non da poco quando si viaggia in un Paese così diverso dal nostro come il Giappone. Le due settimane i   Leggi ►

Abyaneh, piccolo gioiello iraniano

Data pubblicazione: 21/10/2017
Categoria: Pillole di viaggio
Nazioni: IRAN
Abyaneh, piccolo gioiello iraniano
Un angolo del delizioso villaggio di Abyaneh - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Abyaneh è un caratteristico villaggio di montagna che si trova, prendendo una non breve deviazione, sulla strada tra Kashan e Isfahan, due delle città più belle e ricche di monumenti dell'Iran. Le case del villaggio, che ha una storia antichissima risalente a circa 2000 anni fa, sono costruite in mattoni e rivestite da uno strato di paglia e fango rossastro, ottenuto dal terreno locale ricco di minerali ferrosi, che gli hanno fatto meritare il soprannome di Villaggio Rosso. Alcune abitazioni, costruite ai piedi dei Monti Karakas, sono realizzate quasi le une sopra le altre, coi tetti dell'una che fungono da cortile per la casa soprastante. Un angolo del delizioso villaggio di Abyaneh - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Il centro è caratter   Leggi ►

Impressioni di Brasile, di Pia Rosa

Data pubblicazione: 14/10/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: BRASILE
Impressioni di Brasile, di Pia Rosa
L'incredibile paesaggio del Lencois-Maranhenses - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Non so perché, ma del Brasile non avevo aspettative, semplicemente mi sembrava un bel viaggio. Non era di quei viaggi che hai in testa, che desideri fare o che sogni chissà da quanto tempo. Per me, uno di questi era la Patagonia, dai tempi lontani dello splendido libro fotografico “La mia Patagonia” di Bonatti, ricordo inoltre anche le meravigliose immagini ed i colori dei ghiacci da un servizio di Linea Verde ancora condotta da Fazzuoli. Sono al computer a digitare “tour Patagonia accompagnatore dall’Italia”: Pianeta Gaia è saltato fuori così, con un viaggio in Patagonia come avrei voluto e nei giorni delle vacanze natalizie, che, insegnando, sono anche le mie possibili vacanze nel periodo invernale e nel periodo migliore per la Pa   Leggi ►

Giappone e Isole Fiji, di Sonia e Mirco

Data pubblicazione: 07/10/2017
Categoria: Gli Sposi Raccontano
Nazioni: FIJI - GIAPPONE
Giappone e Isole Fiji, di Sonia e Mirco
Il tempio di Asakusa di notte, Tokyo

La prima tappa del nostro viaggio è stata Tokyo. Ci siamo concentrati su alcuni quartieri: Shibuya, Ginza, Shinjuku (dove si trovava il nostro hotel Keipo Plaza) e Asakusa. In particolare siamo rimasti affascinati da Asakusa, vecchio quartiere tradizionale nato intorno al tempio Senso-ji, con case di legno basse e negozi di vecchi tessuti e antiquariato locale. Noi abbiamo girato con tanto di yukata, affittato in uno dei negozietti del quartiere. Il tempio di Asakusa di notte, Tokyo Noi in abiti tradizionali giapponesi, Tokyo L’altro quartiere che ci ha affascinato, di sera, è stato Shinjuku, dove alloggiavamo, sicuramente è la zona più turistica della città che di sera si illumina di mille luci e insegne colorate, sembra di essere ca   Leggi ►

Meraviglia della Cina: Le risaie della Spina Dorsale del Drago

Data pubblicazione: 30/09/2017
Categoria: Pillole di viaggio
Nazioni: CINA
Meraviglia della Cina: Le risaie della Spina Dorsale del Drago
L'incredibile lavoro degli agricoltori cinese insegue il profilo della colline - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Ormai lo sapete che ho una predilizione per le risaie, uno di quei posti in cui la natura e l'opera dell'uomo a volte si fondono in maniera mirabile. Uno di questi è quello dove si sviluppano le cosiddette risaie terrazzate di Longsheng o di Longji, col fascinoso soprannome di "Risaie della Spina Dorsale del Drago" dovuto alla forma delle cime delle vicine montagne. L'incredibile lavoro degli agricoltori cinese insegue il profilo della colline - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Le risaie si trovano nella contea di Longhsheng, nella provincia cinese del Guangxi, circa un centinaio di chilometri a nord di Guilin, la capitale della provincia famosa per essere il punto di partenza per visitare la non meno spettacolare area del fiume Li. Le risaie sorgono   Leggi ►

Laos - VII

Data pubblicazione: 27/09/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: LAOS
Laos - VII
Il tramonto a Don Khon

25° giornoColazione di fronte alla GH, poi cambiamo base rimanendo sempre nello stesso villaggio ma scegliendo un bungalow che non da direttamente sul fiume ma sul lato interno della via principale, dotato di comode amache sulla terrazza d’ingresso. Il titolare chiamato Papa da tutti fa di tutto, da albergatore ad agenzia di viaggio, internet point e ristoratore, forse per il fatto di accompagnare qui da lui anche una coppia tedesca già incontrata svariate volte lungo il cammino non ci fa pagare il noleggio bici con le quali partiamo per l’esplorazione dell’isola e nel pomeriggio di Don Det. Pagata la tassa di soggiorno, entriamo nella parte ovest di Don Khon e rimiriamo la locomotiva francese che trainava i treni che attraversavano le isole (la storia della co   Leggi ►

Il magico villaggio di Palangan

Data pubblicazione: 16/09/2017
Categoria: Pillole di viaggio
Nazioni: IRAN
Il magico villaggio di Palangan
Le case una sopra l'altra di Palangan - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Immaginatevi tre ripide colline le cui scoscese pendici si riuniscono attorno alle rive del fiume Tangi Var e che sulle erte di questa apparentemente inospitale conca vi vengano costruite casupole di sassi, legno e terra letteralmente una sopra l'altra, con il tetto di una che fa letteralmente da cortile per quella soprastante, in uno scenario che, se non l'avessi davanti agli occhi, penserei fosse il parto della mente di un presepaio napoletano afflitto da deliri di onnipotenza. Le case una sopra l'altra di Palangan - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Invece quello che ammiro esiste veramente: è Palangan, pittoresco villaggio della regione del Kurdistan Iraniano, forse il più bello dei villaggi tradizionali dell'antica Persia ma non l'unico real   Leggi ►

Laos - VI

Data pubblicazione: 09/09/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: LAOS
Laos - VI
La cascata di Tad Yuang

21° giornoColazione al ristorante dell’hotel poi si parte per il percorso circolare meridionale che sarebbe il giro dell’altopiano di Bolaven. Chi noleggia gli scooter fornisce sempre una mappa dettagliata del percorso ma fondamentale si rivela la descrizione precisissima che si trova sulla LP. L’anello si può fare in quanti giorni si vuole, o meglio si ha a disposizione, perché le estensioni potrebbero essere infinite, noi decidiamo di dedicare tre giorni e di conseguenza regoliamo visite e km in base a questo programma, molto empirico va detto. Si scende verso sud e all’uscita di Pakse si prende per Paksong ma al km 21 (qui tutti i paesi si chiamano col numero dei km, quindi Lak …) si devia verso nord-ovest sulla statale 20 iniziando la vi   Leggi ►

Sibiu, la città con gli occhi

Data pubblicazione: 02/09/2017
Categoria: Pillole di viaggio
Nazioni: ROMANIA
Sibiu, la città con gli occhi
Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Sibiu è una città della Transilvania, in Romania, fondata nel 1190 dai Sassoni, la popolazione di origine germanica che ha abitato queste terre per circa otto secoli e quasi del tutto rientrata in Germania al crollo dell'ex Impero Sovietico. Da sempre è una città all'avanguardia: qui sorsero la prima scuola, il primo ospedale, la prima farmacia, la prima biblioteca della Romania e perfino il primo laboratorio omeopatico al mondo.  Vi soggiornarono artisti del calibro di Franz Liszt e Johan Strauss ed è tuttora un vivace centro culturale dove si tengono festival, mostre, spettacoli teatrali e opere liriche, tutti fattori che contribuirono a farla nominare capitale europea della cultura, assieme a Città del Lussemburgo, nel 200   Leggi ►

Laos - V

Data pubblicazione: 26/08/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: LAOS
Laos - V
Le acque verdi del Lago del Gong della Sera

segue...  17° giorno Dopo aver rifornito gli scooter presso un distributore vero e proprio sulla statale 8, partiamo in direzione ovest con sosta al posto panoramico di Sala, indicato sulla via. La vista spazia verso sud e ovest, foreste e montagne che si intersecano, poi da qui inizia la discesa verso Vieng Kham dove si ritorna sulla statale 13, la principale del paese che collega Vientiane a Pakse. Andiamo a sud tra cortili invasi da funghi in essiccazione, cercando la deviazione per Khoun Kong Leng che viene descritto come lo specchio d’acqua più bello del Laos. Indicazioni vere e proprie non esistono, all’altezza del km 29 (seguire le pietre miliari per orizzontarsi) c’è però una via sterrata all’apparenza buona che si ino   Leggi ►

I monasteri dipinti della Bucovina - II

Data pubblicazione: 19/08/2017
Categoria: Pillole di viaggio
Nazioni: ROMANIA
I monasteri dipinti della Bucovina - II
Il monastero di Humor sotto la neve - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

segue...  Il giorno seguente alla visita del monastero di Voronet, ho visitato il monastero di Humor in una cornice insolita: fin dalla sera precedente aveva nevicato copiosamente – nonostante fosse aprile inoltrato – in quella che i locali hanno definito la più grande nevicata dagli anni '60. Si ritiene che questo monastero sia stato il primo ad essere stato affrescato, e i suoi dipinti murali esterni, realizzati nel 1535 da Toma di Suceava, sono considerati i meglio conservati assieme a quelli di Voronet, nonostante gli appena appena 5 mm di strato di gesso sul quale poggiano. I motivi per i quali questi capolavori siano resistiti alle intemperie non è chiarissimo e si ritiene che parte del merito sia dovuto agli inverni freddi ma limpidi.Il monastero di Humor sotto la neve - Arc   Leggi ►

Laos - IV

Data pubblicazione: 12/08/2017
Categoria: Diari di Viaggio
Nazioni: LAOS
Laos - IV
L'ingresso alla grotta di Tham Kong Lo

segue... 13° giorno Alle 5:30 puntuali ci facciamo trovare davanti all’agenzia che ci ha venduto il biglietto del local bus per Vientiane e il passaggio in tuk tuk per la fermata, l’impiegato vive all’interno dell’ufficio così è sempre presente, anche a questa ora antecedente l’alba. Dal centro città si raggiunge la statale incontrando “residui” della nottata, gente talmente fuori e felice che fa proprio dire come Vang Vieng sia ancora un luogo utopico. Il local bus parte dalla statale dietro alla vecchia stazione aeroportuale, ferma di fatto ovunque quindi i tempi non vengono proprio rispettati, ma i servizi VIP o similari partono solo di pomeriggio facendo perdere di fatto la giornata, anche perché la cap   Leggi ►

I monasteri dipinti della Bucovina - I

Data pubblicazione: 05/08/2017
Categoria: Pillole di viaggio
Nazioni: ROMANIA
I monasteri dipinti della Bucovina - I
La chiesa dipinta di Voronet - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Quando Stefano il Grande (da queste parti chiamato Stefan cel Mare) vinse una decisiva battaglia contro i Turchi oltre 5 secoli fa, decise di ricordare l’evento con la costruzione di un monastero dalle mura riccamente affrescate. Poi ne vinse un’altra e fece erigere un altro monastero, idem per la terza vittoria e così via, fino alla 46ima sconfitta impartita agli Ottomani. La chiesa dipinta di Voronet - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Fu così che la Bucovina, una piccola regione boscosa situata a ridosso del confine tra l’Ucraina meridionale e la Romania settentrionale della regione della Moldavia (da non confondersi con l’omonimo e confinante stato), visse questo anomalo boom edilizio, riconosciuto nel 1993 dall’UNESCO che dichiar&o   Leggi ►

Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up