menu

AUSTRALIA, TASMANIA E FIJI

OCE-38

AUSTRALIA, TASMANIA E FIJI

Viaggi di Nozze 24 giorni Su Richiesta Richiedi un preventivo
MAPPA ITINERARIO
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
Quando Andare
00:42
+8 ore
nessuna obbligatoria
richiesto
INFORMAZIONI

Gli itinerari consigliati sono dei percorsi da noi suggeriti alla scoperta delle culture e delle meraviglie che il nostro mondo offre e che spesso non sappiamo osservare. A volte derivano dai viaggi di gruppo che abbiamo organizzato direttamente, ossia dai viaggi con piccoli gruppi di Amici/Viaggiatori che organizziamo in giro per il mondo, altre volte dall'esperienza e dall'amore per il paese di chi lavora con noi oppure dai nostri corrispondenti locali.

Questi viaggi possono essere personalizzati sulle vostre esigenze, scegliendo la categoria delle strutture e l'assistenza che desiderate avere. Potrete scegliere di viaggiare, avendo sempre al vostro fianco guide professionali, trasferimenti privati e un'assistente 24h su 24, oppure vivere la destinazione in massima libertà, ma con la sicurezza di un punto di riferimento in loco sempre presente.

CONDIVIDI

Gli itinerari consigliati sono dei percorsi da noi suggeriti alla scoperta delle culture e delle meraviglie che il nostro mondo offre e che spesso non sappiamo osservare. A volte derivano dai viaggi di gruppo che abbiamo organizzato direttamente, ossia dai viaggi con piccoli gruppi di Amici/Viaggiatori che organizziamo in giro per il mondo, altre volte dall'esperienza e dall'amore per il paese di chi lavora con noi oppure dai nostri corrispondenti locali.

Questi viaggi possono essere personalizzati sulle vostre esigenze, scegliendo la categoria delle strutture e l'assistenza che desiderate avere. Potrete scegliere di viaggiare, avendo sempre al vostro fianco guide professionali, trasferimenti privati e un'assistente 24h su 24, oppure vivere la destinazione in massima libertà, ma con la sicurezza di un punto di riferimento in loco sempre presente.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA

+ FIJI: Matamanoa Resort   


+ FIJI: Liku Liku Resort   


+ AUSTRALIA: Lizard Island   


+ FIJI: Vomo Island Resort   


AUSTRALIA

VALUTA: La valuta ufficiale del paese è il dollaro australiano (AUD); è possibile effettuare il cambio di valuta presso banche, hotel e aeroporti internazionali. Le carte di credito più abitualmente accettate sono American Express, Bankcard, Diners Club, MasterCard, Visa, JCB e affiliate.

IMPOSTE SU BENI E SERVIZI: In Australia vige un’imposta su beni e servizi (GST) del 10 per cento. I viaggiatori in partenza possono chiedere il rimborso dell’imposta GST pagata sugli acquisti effettuati in Australia. Il rimborso si applica alla merce acquistata in un unico negozio per un valore totale di almeno 300 AUD. L’acquisto della merce non deve risalire a oltre 30 giorni prima della partenza dall’Australia. Gli sportelli per il Sistema di rimborso ai turisti (Tourist Refund Scheme, TRS) sono collocati nell’area partenze degli aeroporti internazionali. Per ulteriori informazioni consultare le informazioni del governo australiano sul Sistema di rimborso ai turisti (TRS).

SHOPPING: Troverete grandi magazzini, gallerie e centri commerciali, negozi di articoli da regalo e souvenir in tutta l’Australia. Gli orari di apertura differenziano in tutta la nazione, ma i negozi situati nelle zone turistiche e in centro città sono generalmente aperti fino alle 18:00, a eccezione del giovedì o venerdì quando, a seconda degli stati, entra in vigore l’apertura prolungata. In Australia sarete tutelati dalle leggi australiane per la difesa del consumatore, che impongono agli esercizi di trattare con equità i clienti.

MANCE E CONTRATTAZIONI: Hotel e ristoranti non includono nel conto il servizio. Nei ristoranti più eleganti solitamente si lascia una mancia pari al 10% del conto a riconoscimento di un servizio di buona qualità. Comunque, la mancia sarà sempre a discrezione del cliente. Generalmente in Australia non si usa contrattare sui prezzi.

EMERGENZE: Il numero di emergenza per chiamare polizia, ambulanze o vigili del fuoco è lo 000

LINGUA: La lingua ufficiale è l’inglese. Il paese è comunque da considerarsi una nazione multiculturale grazie alla forte presenza di cittadini stranieri, sono quindi diffuse all’interno del paese molteplici lingue e culture.

PRESE, VOLTAGGIO E FREQUENZE: La corrente elettrica in Australia è di 220-240 volt, CA 50Hz. La presa di corrente con tre fori utilizzata in Australia è diversa rispetto ad altri paesi: è raccomandabile quindi munirsi di un adattatore.

COMUNICAZIONE: Il prefisso internazionale dell’Australia è 61. Le telefonate locali dai telefoni pubblici non sono addebitate a tempo; il costo fisso è di AUD 0,50. Le chiamate da cellulari, a lunga distanza e all’estero solitamente sono addebitate in base alla durata. La rete di copertura cellulare è disponibile in tutta l’Australia, ma può essere limitata in alcune zone isolate. Numerosi bar, alberghi e biblioteche offrono accesso a internet.

SANITA': Strutture sanitarie: L’assistenza sanitaria è di ottimo livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote, invece, vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco affidabili. Si ricorda inoltre che tra l’Italia e l’Australia esiste un accordo in materia di assistenza sanitaria che consente ai turisti italiani di beneficiare della assistenza sanitaria di base garantita ai cittadini australiani dal sistema pubblico del “Medicare”, per un periodo non superiore ai 180 giorni. Malattie presenti: niente da segnalare. Tutte le informazioni ufficiali e aggiornate sono fornite dal Ministero Affari Esteri sul sito www.viaggiaresicuri.it. Poichè si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti è importante che il consumatore verifichi la correttezza tramite il sito o la Centrale Operativa al numero 06491115

DOCUMENTI PER L'ESPATRIO: Passaporto: necessario, in corso di validità. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio. Tutte le informazioni ufficiali e aggiornate sono fornite dal Ministero Affari Esteri sul sito www.viaggiaresicuri.it. Poichè si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti è importante che il consumatore verifichi la correttezza tramite il sito o la Centrale Operativa al numero 06491115


PROGRAMMA

giorno 1

ITALIA / HONG KONG


Partenza dall’Italia con instradamento differente a seconda della compagnia aerea prescelta. In questa ipotesi via Hong Kong con British Airways e Qantas. Pasti e pernottamento a bordo.

chiudi continua

giorno 2

HONG KONG / MELBOURNE


Pasti e pernottamento a bordo. Scalo ad Hong Kong.

chiudi continua

giorno 3

MELBOURNE


Arrivo a Melbourne e resto del pomeriggio e tempo a disposizione per le prime visite e cominciare a familiarizzare con la città.

chiudi continua

giorno 4

MELBOURNE


Intera giornata a vostra disposizione per scoprire la città.

Melbourne è una città splendida, ricca di parchi meravigliosi, palazzi antichi e modernissimi grattacieli, ma anche centri sportivi e stadi che sono diventati veri luogo di culto per gli appassionati australiani. Ha un fascino intellettuale, forse dovuto all’architettura vittoriana dei palazzi storici o alla passione per la musica ed i teatri, ma tutto questo si contrappone allo stile moderno delle ultime costruzioni, creando un simbolico e assai vivo contrasto tra il glorioso romantico passato e il moderno pragmatismo della città commerciale. Melbourne è definita a buon diritto la “città dei giardini”, non mancate di visitare il Botanic Garden e il Fitzroy Park, dove è stato interamente ricostruito il cottage natale del mitico Capitano Cook, importandone pezzo per pezzo nientemeno che dalla vecchia Inghilterra. Mai come in queste oasi verdi proverete la sensazione di tranquillità e rilassatezza che contraddistingue lo stile di vita australiano, dove la natura e le attività sportive sono parte integrante del patrimonio genetico di ognuno. Meta d’obbligo per lo shopping è Queens Victoria Market, un mercato aperto tutti i giorni con orari diversi.                                                                                                        
Le vie centrali per lo shopping classico sono Bourke, Elisabeth e Swanson Street, molto più care del mercato di Queens. Si consiglia anche la visita a St. Kilda, lungo l’omonima strada, cittadina di mare molto graziosa con negozi, passeggiate e ristorantini tipici. Piccola curiosità: a Melbourne venne aperta la prima pizzeria Australiana, la Toto’s Pizza, nel cuore del quartiere italiano. Se volete visitare i quartieri eleganti e la Montenapoleone locale, andate nelquartiere di Toorak, nella zona di Victoria Avenue, Albert Park e Chappel Street. Per la sera
consigliata la passeggiata lungo il fiume sino a raggiungere il casinò, anche per chi non ama il gioco. Vi è una sala dedicata ai giochi d’acqua e di luce, al ritmo di musiche new age, che possono incantare adulti e bambini per ore! Una escursione fondamentale è a Phillip Island, dove potrete vedere koala e soprattutto i graziosi pinguini che la sera rientrano ai nidi stremati dalle lunghe ricerche di cibo.

Desiderate vivere emozioni da vertigine?
Vi è una nuova attrazione prova a visitare il Eureka Skydeck 88

Desiderate effettuare una visita diversa di Melbourne?
Richiedeteci il Melbourne crime tour!

Desiderate una romantica cena su un tram d’epoca?
Richiedeteci il Colonial Tramcar Restaurant.

chiudi continua

giorno 5

MELBOURNE / HOBART


Al mattino trasferimento libero in aeroporto e partenza con volo di linea per la Tasmania.
Arrivo e ritiro dell’auto presso il deposito della hertz in aeroporto e tempo libero a disposizione per visitare la città.

Hobart
capitale della Tasmania, è una simpatica cittadina, completamente ristrutturata di recente soprattutto nella zona pedonale, vivace e sempre attiva. Hobart è la più meridionale tra le capitali del paese ed è la seconda città più vecchia d’Australia. Il centro è Battery Point, la zona dell’antico porto. Il nome deriva proprio dalle postazioni d’artiglieria dei primi anni. Si tratta di un graziosissimo porticciolo adatto per fare passeggiate e dedicarsi allo shopping. Le costruzioni d’epoca sono state tutte perfettamente ristrutturate, creando un vero e proprio museo all’aperto. Hobart è stata la prima città australiana ad ospitare un Casinò, tutt’oggi attivissimo e molto frequentato. Per gli amanti della fotografia consigliamo una visita ai magazzini di Hunter Street, mentre chi ama l’arte, potrà recarsi all’University of Tasmania’s Centre for The Arts. Da non perdere inoltre il Victoria Dock, rifugio di gran parte dei pescherecci ed il vicino Constitution Dock, che si anima ogni fine anno in occasione della famosa regata Sydney-Hobart; il Salamanca Place, un insieme di fondachi coloniali trasformati in negozi, gallerie d’arte, caffé e pub molto caratteristici; il Kellys Steps, che collega il lungomare con il residenziale Battery Point, un ex villaggio di pescatori ed infine l’Arthur Circuìt, con i suoi cottages georgiani, collocati intorno al parco.
Da Hobart si organizzano varie escursioni alle aree circostanti: assolutamente da non perdere una visita a Port Arthur, una delle storiche prigioni dell’isola, e a Richmond, altra cittadina legata alla storia dei convicts.

chiudi continua

giorno 6

HOBART / BICHENO (FREYCINET NATIONAL PARK KM 180 )


Imboccate la Tasman Highway che costeggia l’oceano fino ad arrivare a Sorell, una delle più antiche cittadine dell’isola, fondata nel 1808. Qui potete decidere se proseguire subito per la Freycinet Peninsula, oppure fare una deviazione per ammirare i paesaggi della Tasman Peninsula, con una deviazione di circa 150 Km in più tra andata e ritorno da Sorell.
Se decidete per la seconda proseguite per Port Arthur, resa famosa per le rovine della colonia penale inglese, le bellissime spiagge e baie disseminate lungo la penisola, le imponenti scogliere ed i bei sentieri attraverso il bush. Il Tasman Devil Park a Taranna accoglie un centro per la tutela della fauna selvatica ed è possibile assistere al pasto dei cuccioli di diavolo della Tasmania.

chiudi continua

giorno 7

FREYCINET NATIONAL PARK ( 39 KM)


Giornata a disposizione per visitare il Frecynet National Park. Dirigetevi con l’auto fino a Coles Bay dove vedrete stagliarsi gli imponenti The Hazards, formazioni di granito rosa alti fino a 300 mt s.d.m.
Da qui potrete scegliere quale passeggiata intraprendere all’interno del parco. I sentieri più rinomati e paesaggistici portano alla Wineglass Bay, famosa per le sue acque cristalline incorniciate dalla bianca sabbia, permettendoci di ammirarla dall’alto con una breve passeggiata oppure con una più impegnativa di tre ore circa che vi permetterà di arrivare fino alla bellissima spiaggia.
Consigliata è anche la breve passeggiata al faro di Cape Tourville.

chiudi continua

giorno 8

BICHENO / CRADLE MOUNTAINS N.P (320 KM)


Partenza in direzione nord, verso St. Marys, imboccando la A4 fino a Conara e poi a destra sulla 1 in direzione di Launceston. Deviate a Perth per evitare di entrare in città e poi in direzione Deloraine lungo la Bass Highway, arrivati a Elizabeth Town proseguite lungo la B13 e B14 fino a Sheffield e quindi sulla C13 sino ad arrivare a Bicheno Cradle Mountains National Park la vostra sistemazione alberghiera.

chiudi continua

giorno 9

CRADLE MOUNTAINS N.P


Intera giornata a disposizione da dedicare alla visita di questo splendido parco naturale, il Cradle Mountains N.P. riconosciuto dall’UNESCO “patrimonio dell’umanità”, che si estende per oltre 160.000 ettari di montagne, laghi, foresta pluviale e brughiera alpina.
Lo scenario che si ammira durante la passeggiata è tra i più famosi dell’isola. Inoltre il vostro lodge dispone di un meraviglioso centro salute e benessere con saune e massaggi terapeutici.

chiudi continua

giorno 10

CRADLE MOUNTAINS / LAUNCESTON (150 KM )


Oggi ripercorreremo la stessa strada fino a Deloraine e proseguite lungo la Bass Highway fino allo svincolo con la B52 in direzione Perth, immettendovi sulla Midland Highway fino a Campbell Town, cittadina ricca di atmosfera dove potrete ammirare edifici originali del 1800 in stile georgiano, sede di una delle tante ex guarnigioni stanziate nella regione. Girate a sinistra all’incrocio con la B34 in direzione di Bicheno. Arrivo e sistemazione.
La regione delle Midlands fu colonizzata molto in fretta grazie al grande potenziale agricolo del territorio che vide, durante la costruzione della strada tra Launceston ed Hobart da parte dei galeotti, sorgere diverse cittadine, oggi testimonianza dell’ architettura ed atmosfera tipicamente inglese.

chiudi continua

giorno 11

LAUNCESTON / MELBOURNE / WARRNAMBOOL (350 KM)


Trasferimento con la vostra auto in aeroporto in tempo utile per il rilascio dell’auto e per le operazioni d’imbarco sul volo per Melbourne. Nuovo ritiro dell’auto.
Oggi ci si mette in viaggio sulla Great Ocean Road attraverso la storia dei villaggi di pescatori, dei porti marittimi e delle attrazioni naturali di questo tratto di costa australiana. Universalmente famosa per i suoi panorami spettacolari, la Great Ocean Road si estende per oltre 240 chilometri, da Torquay fino ad Allansford, vicino a Warrnambool, ed è di fatto un’ intera area che abbraccia non solo la costa, ma anche zone dell’immediato entroterra.

Da Melbourne seguite le segnalazioni per Geelong (75 Km, 1 h circa), seconda città per grandezza del Victoria dopo Melbourne, dove è possibile ammirare la grande collezione d’ arte australiana esposta alla Geelong Art Gallery oppure conoscere la storia della città attraverso le famose bitte dipinte del lungomare.
Dopo Geelong proseguite in direzione di Torquay (25 Km, 20 min circa), dove per gli appassionati surfisti è d’obbligo una sosta alla mitica Bells Beach ed al Surfworld Museum. Nella piccola baia divenuta famosa anche grazie al classico del cinema “Point Break” con Keanu Reeves e Patrick Swayze, i migliori surfisti del mondo gareggiano ogni anno per la più famosa ed antica competizione professionale, la Rip Curl Pro.
Proseguite per Lorne (50 Km, 45 min circa), piccolo centro turistico della costa, dove potrete sostare per un delizioso piatto di pesce, ammirare la vista dal vicino belvedere chiamato Teddy’ s Lookout oppure percorrere la panoramica Erskine Falls Road per raggiungere le omonime cascate.

Proseguendo lungo la scenografica strada costiera si giunge ad Apollo Bay (40 Km, 1 h circa), pittoresca cittadina di pescatori, dove potrete fare un’escursione in kayak insieme alle foche, cavalcare sulla spiaggia o semplicemente rilassarvi sulla sabbia bianca.

Dopo Apollo Bay la strada si allontana dalla costa per passare attraverso il Parco Nazionale di Otway (20 Km, 20 min circa) all’interno del quale vi è il più antico faro d’Australia. Il parco, una rigogliosa foresta tropicale, è splendido e permette agli appassionati di trekking e passeggiate di camminare nel verde tra cascatelle, alberi secolari e meravigliose palme giganti. In mezzo alle cime della foresta pluviale si snoda poi il Fly Tree Top Walk, un percorso di passerelle lungo 600 metri sospeso a 25 metri d’ altezza e dotato di una postazione panoramica posta a 45 metri d’ altezza che permette di ammirare dall’alto la lussureggiante natura del parco.I 120 chilometri tra Moonlight Head e Port Fairy sono conosciuti con il nome di Shipwreck Coast (Costa dei Naufragi) poiché oltre 80 navi sono affondate in questo tratto di mare nei 40 anni tra la fine del XIX secolo l’inizio del XX. I resti di alcune di queste navi, tra cui la Loch Ard, sono esposti al Flagstaff Hill Maritime Museum di Warrnambool. La parte più fotografata della Great Ocean Road è quella facente parte del Port Campbell National Park, dove le alte scogliere rocciose dominano le impetuose acque. Nel corso dei millenni la forza del vento e delle onde hanno eroso la morbida pietra calcarea creando faraglioni, archi, gole e aperture. Tra le varie attrazioni, assolutamente da non perdere i faraglioni dei “Dodici Apostoli”, il “London Bridge” e “The Grotto”. Oltre che dai vari terrazzi panoramici potrete osservare tutta la zona dall’alto prendendo parte ad un’escursione in elicottero.

A breve distanza da queste formazioni rocciose si trova il colorato paesino costiero di Port Campbell (80 Km dal Parco Nazionale di Otway, 1 h circa) dove potrete gustarvi un caffè in uno dei bar con vista sul mare prima di procedere in direzione di Warrnambool (60 Km, 1 h circa). Da qui sino a Warnambool abbiamo la possibilità di effettuare una ultima breve sosta a Peterborough prima di lasciare la costa per il breve tratto che ci riporterà al mare a Warrnambool. Gustatevi una deliziosa cenetta in uno dei ristoranti, cercate di avvistare dalla piattaforma della Logans Beach le balene franche australi, che vengono a riprodursi in queste acque generalmente tra giugno e settembre, oppure effettuate un’escursione al vicino Tower Hill State Game Reserve per osservare koala, emù e canguri ed imparare qualcosa della storia e della cultura aborigena da una guida aborigena Worngundidj.

chiudi continua

giorno 12

WARRNAMBOOL / MELBOURNE / ADELAIDE


Oggi rientrate a Melbourne. Per non rifare la stessa strada dell’andata, consigliamo due opzioni per il rientro: via Ballarat oppure via Philip Island.

Opzione A: rientro via Ballarat (300 KM)
Da Warrnambool prendete la Princess Highway in direzione di Camperdown e poi proseguite in direzione nord per Cressy e da lì proseguite per Ballarat (190 Km, 2 h e 30 min circa). La scoperta dell’oro attrasse qui molti coloni europei e fece di Ballarat una florida città. Visitate il Gold Museum o la Ballarat Fine Art Gallery, rilassatevi nei bei giardini botanici oppure visitate Sovereign Hill, divertente museo storico vivente, e vivete per un giorno quella che era la vita dei cercatori d’ oro.
Dopo la visita di Ballarat e di Sovereign Hill seguite le indicazioni per Melbourne (110 Km, 1 h e 30 min circa).

Opzione B: rientro in traghetto via Philip Island.
Raggiungete il terminal ferry di Queenscliff e raggiungete in traghetto Philip Island. Qui potrete ammirare una delle colonie di foche più grandi dell’Australia, assistere dopo il tramonto all’uscita dei pinguini dal mare oppure visitare il famoso circuito che ospita il Gran Premio motociclistico d’ Australia.
Dopo la visita di Philip Island seguite le indicazioni per Melbourne (140 Km, 2 h e 30 min). Arrivo a Melbourne e rilascio dell’auto in aeroporto e volo per Adelaide.

chiudi continua

giorno 13

ADELAIDE / KANGAROO ISLAND


Alle ore 6.20 trasferimento dal vostro hotel in pullman fino a Cape Jervis ed imbarco sul traghetto delle ore 9.00 per Kangaroo Island. Arrivo sull’isola dopo circa 45 minuti di navigazione e ritiro dell’auto presso il porto di Pennashaw. Ritiro dell’auto e resto della giornata per visitare l’isola.

Kangaroo Island 
è un luogo davvero spettacolare, dove potete trovare scogliere a strapiombo sul mare tempestoso, quiete spiagge, un oceano color blu sgargiante, vaste formazioni boschive di eucalipto, baie protette e calette nascoste. Ma non fatevi ingannare dalle dimensioni, infatti, pur sembrando un’isoletta vicina alla grande Australia, in effetti Kangaroo Island è grande come la Valle D’Aosta e quindi necessita di tempo per essere visitata bene.

Non solo gli echidna, i canguri, i koala, i wallaby ed i pinguini vivono su tutta l’isola, ma queste creature sono anche facilmente disposte all’approccio, facendo un tutt’uno con questa memorabile esperienza di contatto ravvicinato con la natura. Una visita in South Australia non può dirsi completa se non si passa qualche giorno sull’isola. Se pernottate a Kingskote presso l’Ozone Seafront ricordate che la sera proprio di fronte all’hotel parte la visita guidata a piedi per osservare la colonia di pinguini e, dietro all’hotel, vi è un ristorante locale che si chiama Bella dove vale la pena di farci un salto ma ricordatevi che bisogna andarci al massimo per le 8 di sera.

Kangaroo Island è un’ isola parco e vi sono diversi parchi naturali. A seconda dei giorni verranno visitati alcuni parchi oppure altri; rimangono sempre come denominatore comune Seal Bay con i leoni marini, i koala ed i canguri. Per il resto le visite sono di aspetto paesaggistico.

Seal Bay
La più rinomata attrazione di Kangaroo Island è il Parco Naturale di Seal Bay, nella costa sud dell’isola. E’ luogo di permanente stanzialità per una colonia di circa 500 rari leoni marini australiani. Particolare importante, questa colonia rappresenta all’incirca il 10% dell’intera popolazione mondiale di questa specie. I leoni marini di Seal Bay accettano senza problemi la presenza di gente nella loro spiaggia, ed i tour guidati dai Ranger del Parco assicurano un incontro, per quanto possibile, ravvicinato con queste grandi creature. Alla sommità della passeggiata su piattaforme in legno si trova un eccellente centro informazioni che permette di approfondire la conoscenza di questi animali.

Il Parco Nazionale di Flinders Chase
Kangaroo Island possiede 18 Parchi Nazionali e Naturali dedicati alla salvaguardia delle sue rare flora e fauna. Il maggiore in estensione tra questi è il Parco Nazionale di Flinders Chase, che copre la parte più ad ovest dell’isola con le sue incontaminate foreste e praterie.
La linea costiera irta di scogli è spettacolare e le acacie, le banksie, ed i tea-tree crescono appena a ridosso di baie intercluse. La zona costituisce un vero paradiso per molte foche, leoni marini, aquile marine, uccelli col pennacchio e numerose altre varietà di flora e fauna. La parte interna del Parco vede la predominanza di foreste di eucalipto, luogo di rifugio per una serie di animali quali canguri, wallaby, opossum, echidna, goanna ed ornitorinchi. I koala sono altresì numerosissimi sull’isola, che è uno dei pochi luoghi in Australia in cui i visitatori possono ammirarli nel loro habitat.

Le Remarkable Rocks e l’Admiral’s Arch
L’ambiente marittimo di Kangaroo Island è stato il principale architetto delle sue forme terrestri. In nessun altro posto vi sono tali dimostrazioni di ciò, quanto le bizzarre sculture naturali delle Remarkable Rocks.
Queste massicce formazioni di granito spiccano alte su un promontorio con le loro contorte e curiose escavazioni create da migliaia di anni di vento, pioggia e spruzzi provenienti dalle onde. Le Remarkable Rocks sono una delle rappresentazioni maggiormente fotografate dell’isola e sono una vera meraviglia per gli studenti di geologia.
Un’altra icona naturale di Kangaroo Island è l’Admiral’s Arch presso Cape du Couedic. Questo arco roccioso, cesellato dagli elementi, sorge al di sopra di una specie di auditorio costiero naturale che costituisce una zona di rifugio per i leoni marini neozelandesi che pescano nelle acque del circondario e poi si riposano sulle rocce circostanti.

I simpatici pinguini (visita serale sempre non inclusa)
Una visita a Kangaroo Island non può essere completa senza avere ammirato i piccoli pinguini che edificano i loro nidi sulle colline sabbiose e sui promontori rocciosi dalle parti di Penneshaw e Kingscote. Unica fra le specie che si riproduce nelle acque australiane, questi simpatici pinguini aspettano fino al tramonto prima di fare ritorno a riva. Ogni notte, vengono effettuali tour guidati a Kingscote e a Penneshaw. Essi si tengono dopo il tramonto, quando i pinguini ritornano ai loro insediamenti dopo avere pescato nel mare.

Tuffarsi nelle acque dell’isola
Kangaroo Island offre alcune fra le più temperate acque nelle quali tuffarsi di tutta l’Australia. Vi sono scogliere coralline multicolore appena sotto il livello dell’acqua e barriere rocciose dove può essere osservato un ecosistema marino indisturbato. La vita sommersa è vivace e le acque incontaminate sono ricche di pesci quali il Diavolo Blu, l’Arlecchino, il Pesce dei Coralli e lo sfuggente Leafy Sea Dragon. Ci sono più di 80 luoghi in cui vi sono stati naufragi sparsi tutto attorno all’isola, in molti dei quali si possono ancora vedere i resti delle imbarcazioni al largo delle spiagge.

Un mondo sotterraneo
Presso il Parco Naturale di Kelly Hill, un insieme di caverne rivela un labirinto sotterraneo. Le grotte e gli scavi calcarei contengono varie serie di formazioni di stalagmiti, stalattiti ed altre concrezioni.

Le spiagge
Kangaroo Island possiede alcune fra le più belle spiagge di tutta l’Australia, e sono ideali per nuotare, fare surf, osservare la natura o semplicemente per rilassarsi. La contorta costa a sud dell’isola offre spettacolari spiagge sabbiose incontaminate, quali Vivonne Bay e D’Estress Bay, mentre la costa a nord ha una serie di spiagge per nuotare in tutta sicurezza, come Emu Bay, Browns Beach e l’American Beach.

Little Sahara
Questa è un’area di spettacolari e bianche dune sabbiose, circondate dalla vegetazione tipica del bush, nei pressi della costa a sud dell’isola. Vale proprio la pena di fare un’arrampicata sulle dune per gustare delle vedute spettacolari lungo tutto il circondario di sabbia e di deserto.

I prodotti dell’isola
L’isola offre magnifici prodotti alimentari tra i quali pollame ruspante, miele ed il ‘marron’, un delizioso crostaceo d’acqua dolce. Vi sono greggi di pecore che quotidianamente producono fini formaggi e yogurt, ed una distilleria di eucalipto. Inoltre a Kangaroo island si produce dell’ottimo vino e le due zone più rinomate sono Dudley Wines vicino a Pennashaw e Two Wheeler Creek Wines al centro dell’ isola vicino ad Andermel Marron.

chiudi continua

giorno 14

KANGAROO ISLAND / ADELAIDE


Intera giornata per visitare l’isola. Alle ore 18.30 dirigetevi presso il porto di Penneshaw dove rilascerete l’auto ed imbarco sul traghetto delle ore 19.30 per Cape Jervis. Pomeriggio libera per relax.

chiudi continua

giorno 15

ADELAIDE / ALICE SPRINGS


Al mattino trasferimento libero in aeroporto e volo per Alice Springs. All’arrivo ritiro in aeroporto presso il deposito Hertz dell’auto proposta. Pomeriggio libero.

Alice Springs
cittadina con appena 40.000 abitanti, si trova al centro del continente australiano come un’oasi nel deserto, circondata da montagne rocciose e immersa in un paesaggio arido dai colori indescrivibili, veramente spettacolari. La popolazione ha una forte presenza aborigena, non a caso il centro offre numerosissimi atelier d’arte in cui si possono acquistare splendidi e costosi dipinti aborigeni, ma anche più abbordabili negozi di souvenirs legati alle tradizioni degli antichi abitanti di queste zone. Ad Alice Springs è anche possibile organizzare bellissime ed entusiasmanti escursioni come l’ascensione all’alba in mongolfiera sul deserto e l’escursione in quod nel deserto.

Da visitare
La Old Telegraph Station con il suo museo e la storia dei pionieri che conquistarono il Red Centre collegando con il telegrafo prima e la ferrovia poi Adelaide a Darwin.
Il Desert Park, aperto nel marzo 1997, situato sui rilievi dei Mac Donnel Ranges: si tratta di una spettacolare introduzione all’ambiente desertico e alla sua fauna tipica; i tre maggiori habitat con oltre 120 specie animali australiane, tra cui alcune in estinzione e 350 specie di piante; guide professionali in grado di presentare i diversi aspetti della vita nel deserto e l’utilizzo delle risorse della natura da parte della popolazione aborigena; la proiezione di un viaggio attraverso 4,5 miliardi di anni di evoluzione; numerose specie di volatili e altro ancora. Situato a soli 10 minuti di auto da Alice Springs, si consiglia di effettuare una visita di almeno 3 ore. Le partenze sono giornaliere e possono iniziare direttamente dal vostro albergo; aperto tutti i giorni ad eccezione del 25 Dicembre, dalle 07.30 alle 18.00. Ultima ammissione alle ore 17.00.

La Royal Flying Doctor Service, il servizio di pronto intervento, in elicottero, punto di riferimento per tutto il Central Australia.

La School Of The Air, con la quale centinaia di ragazzi e bambini, ricevono l’istruzione scolastica via radio.
Per la cena, invece, consigliamo il Bojangles restaurant (al n° 80 di Todd Street Tel. 89522873), oltre a gustare la tipica cucina locale, a base di carne alla brace, potrete ascoltare ottima musica australiana. Altro locale storico e l’Overlander Steakhouse con musica dal vivo e bistecche immense.

chiudi continua

giorno 16

ALICE SPRINGS / KINGS CANYON (380 KM)


Oggi si parte per il Kings Canyon! Per chi percorre questo itinerario ricordarsi di ritirare il Meerenie Loop pass (3 dollari australiani circa) presso i punti di accesso ad Hermannsburg oppure a Glen Helen Homestead o al Kings Canyon resort.

Il Merrenie Loop road è una delle piste accessibili più panoramiche del Grande Centro Rosso e gli scenari da Giurassic park (troverete rilievi come i Gardner Ranges, che rassomigliano a grandi dinosauri pietrificati) regalano emozioni mozzafiato. Indimenticabile la vista dell’ orizzonte sempre curvo che non è altro che… la curvatura terrestre.  Tre le possibilità principali utilizzando un mezzo fuoristrada:

A: KM 321 lungo la Nalmatajira drive sino a Glen Helen Homestead e da qui si prende il Meerenie Loop Road. Possibilità (itinerari possibili ma occhio sempre all’ orologio), di sostare ed effettuare i percorsi di diversa durata quali: Simpson Gap, Standley Chasm, Serpentine Gorge, Ormiston Gorge (il più lungo ed impegnativo). Questo accesso è per me il più panoramico in quanto dopo Glen Helen Homestead si trova il Redbank Gorge facilmente raggiungibile e il magnifico scenario di Gosse Bluff, scientificamente si tratta di un cratere provocato dalla caduta di una meteora milioni di anni fa, la leggenda aborigena è ben diversa: durante una danza degli Antenati svoltasi sulla Via Lattea una madre appoggiò il suo bimbo nella culla poco distante. Inavvertitamente questo cadde sulla Terra e venne ricoperto dal terriccio e dalla vegetazione. A nulla valsero le ricerche del piccolo corpicino e ancora oggi la Stella del Mattino, la Madre, e quella della Sera, il Padre, vegliano sul cumulo di terra alla ricerca del bimbo perduto. Da qui si accede al Meerenie Loop Road.

B: KM 329 lungo la Larapinta Drive sino Hemannsburg. Nella prima parte del percorso possibilità di visitare Palm Valley ma ricordatevi che l’ ultima parte dell’ accesso a questa valle è abbastanza impegnativo. Oltrepassata la storica cittadina di Hermannsburg, oggi sede di una comunità aborigena, si accede al Meerenie Loop Road.

C: KM 333 lungo la Stuart Higway sino ai crateri di Hembury e da qui si prende la Ernest Giles Road (pista sterrata in ottime condizioni). Questo itinerario si preferisce quando il meerenie loop road è chiuso od in condizioni non buone di percorrenza. In questo caso sarete in genere avvertiti dal noleggiatore della vettura. Questo itinerario alternativo non toglie nulla al percorso fuoristrada in quanto la Enest Gilles Road e altrettanto spettacolare per qualità di scenari. Probabilmente arriverete ai Kings Canyon poco prima del tramonto, non lasciateVi sfuggire la magia dei colori della sera sul Canyon, magari percorrendo l’itinerario più breve all’interno dello stesso, lasciando quello più lungo e difficoltoso per la mattina successiva.

chiudi continua

giorno 17

KINGS CANYON / AYERS ROCK (304 KM)


Mattinata dedicata alla a visita esplorativa al Kings Canyon.

Kings Canyon
Conosciuto universalmente con il nome di Kings Canyon, il Watarrka National Park è una possente gola rocciosa che fende la terra fino a una profondità di 270 metri. Posto sui contrafforti occidentali della catena montuosa dei George Gill Ranges, si trova a circa 300 km a nord-est del parco nazionale Uluru-Kata Tjuta . Il parco è un’importante zona di tutela del patrimonio ambientale e nelle sue gole si possono scoprire oltre 600 specie di piante e molti animali del luogo. La roccia rossa del canyon, perpendicolare al terreno, svetta per oltre 100 metri sopra palmizi lussureggianti e boschetti di felci, palme e cicadacee incredibili, proteggendoli dall’aridità del deserto circostante.
Possibile effettuare una passeggiata di circa 6 km lungo un percorso circolare effettuabile in 3-4 ore (possibile interromperlo a metà del percorso). La prima parte è caratterizzata da numerosi scalini. Arriverete fin sulla cima, seguendo l’orlo del canyon per ammirare meravigliosi panorami; bellissime le rocce a contrafforti della Lost City; scendete poi attraverso il Garden of Eden, oasi tropicale situata nelle profondità del canyon, caratterizzata da specchi d’acqua e dal verde intenso della vegetazione. A questo punto una apposita scalinata vi permette volendo di interrompere il percorso e raggiungere la base del Canyon.

Il percorso più breve e più facile si snoda invece nella parte bassa del canyon. Watarrka è il nome aborigeno della pianta a ombrello molto comune in questa zona. Nella parte terminale del canyon vi è inoltre una grande pozza d’acqua chiamata dagli aborigeni rainbow serpent pool o pyton pool. Nelle vicinanze è possibile individuare delle pitture rupestri aborigene legate a rituali del passaggio all’ età adulta dei ragazzi ed alla fertilità. Nel primo pomeriggio (calcolate bene il tempo in base al tramonto del sole), raggiungete Ayers Rock per assistere al famoso ed immancabile tramonto. Al termine potrete raggiungere il vostro hotel.

Ayers Rock 
è il simbolo dell’Australia per antonomasia. Questo misterioso Monolito di sabbia, situato a 500 Km a Sud-Ovest di Alice Springs, è alto 350 m e largo 7.5 Km. Non è una roccia, ma la punta di un conglomerato di sassolini, fondo di ciò che fu un lago interno circa 600 milioni di anni fa. Per gli aborigeni la Roccia è il “Luogo Sacro dei Sogni” e tutt’intorno si trovano pitture rupestri. E’ interessante osservare come la Roccia cambia drasticamente colore a seconda della luce e del tempo: sfumature che vanno dal rosso, al viola, sino al buio totale che determina il calare della notte. Pochi sanno che fu scoperta da William Gosse nel 1873 (l’anno prima Ernest Giles la scambiò in lontananza per una collina!) e dedicata al primo ministro dell’epoca, Henry Ayers.
 A poca distanza dal monolito, ai confini del Parco di Uluru, si trovano anche i Monti Olgas (Gli Olgas – una serie di 36 magnifiche “cupole” naturali – sono considerati il risultato di secoli di erosioni eoliche e pluviali. Il loro nome aborigeno Kata Tjuta significa il Luogo delle Molte Teste. La teoria ci dice che probabilmente un tempo gli Olgas fossero un unico enorme monolito – più vasto dell’Ayers Rock – trasformato e suddiviso poi in molte montagne tondeggianti proprio a seguito di fenomeni naturali). Il complesso alberghiero Ayers Rock Resort è in grado di offrire oltre a diversi tipi di sistemazione, per ogni tipo di esigenza o budget, anche tutta una serie di servizi complementari atti a sollecitare la corretta distribuzione di informazioni riguardanti la zona. Giornalmente è a disposizione dei visitatori un efficiente Travel Desk in grado di organizzare trasferimenti, escursioni di ogni genere, diurne e notturne, attività sportive, animazione serale. Recentemente ristrutturato in tutte le sue parti, rappresenta un’ oasi di progresso e cultura al centro del Red Centre australiano.

chiudi continua

giorno 18

AYERS ROCK / CAIRNS


Di primissima mattina raggiungete i monti Olgas e le gole del vento per concludere così la vostra esplorazione del Grande Centro Rosso.
Al termine si rilascia la vettura in aeroporto e volo per Cairns.

chiudi continua

giorno 19

CAIRNS


Intera giornata per relax e visite individuali.

chiudi continua

giorno 20

CAIRNS / SIDNEY


Al mattino trasferimento libero in aeroporto e volo per Sydney.

chiudi continua

giorno 21

SIDNEY


Intere giornate per relax e visite individuali.

Sydney 
è una delle icone d’Australia, luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la sua baia e le moltissime spiagge come Mainly o Bondy, zone storiche e centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo ed uno splendido giardino botanico.
Per conoscere Sydney si parte dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino a raggiungere il giardino botanico, maestoso e rilassante. Si prosegue sino al Circular Quay, dove con un traghetto si raggiungono l’acquario sottomarino di Darling Harbour (vedrete mante gigantesche che ondeggiano sul vostro capo) od il Taronga Zoo, dove è possibile osservare tutte le specie animali più insolite che abitano la grande isola-continente Australia. Altra area di grande bellezza e vitalità è la zona storica dei Rocks, un tempo magazzini coloniali inglesi ed oggi ristrutturati e trasformati in zona di attrazione e svago: giocolieri, musicisti e artisti da strada allietano i passanti. Per il pranzo consigliamo il Fish Market a Darling Harbour, dove potrete scegliere il trancio di pesce che preferite e vederlo cucinare sotto i vostri occhi.

Per la cena invece consigliamo ottimi manicaretti a base di pesce presso il Waterfront Restaurant dei Rocks, con baia illuminata come scenario, veramente mozzafiato. Ottimo ristorante per il pesce è anche Doyle’s a Watson Bay, uno dei più antichi di Sydney. Ultima chicca un bel volo panoramico in idrovolante sulla città oppure, ultimo brivido, una passeggiata sulle arcate del Sydney Harbour Bridge.

Il vostro soggiorno è indipendente? avete la possibilità di acquistare un 2 giorni Sydney pass che include:
- 1 trasferimento in treno dall’ aeroporto di Sydney in città
- Sydney explorer bus e bondy explore bus
- uso di traghetti, pullman, e cityrail per visitare Sydney

chiudi continua

giorno 22

SIDNEY


Intere giornate per relax e visite individuali. 

Sydney è una delle icone d’Australia, luminosa e vitale, offre bellezze naturali incomparabili, come la sua baia e le moltissime spiagge come Mainly o Bondy, zone storiche e centri commerciali, teatri, spettacoli culturali di ogni tipo ed uno splendido giardino botanico.
Per conoscere Sydney si parte dalla famosa Opera House, passeggiando lungo la baia sino a raggiungere il giardino botanico, maestoso e rilassante. Si prosegue sino al Circular Quay, dove con un traghetto si raggiungono l’acquario sottomarino di Darling Harbour (vedrete mante gigantesche che ondeggiano sul vostro capo) od il Taronga Zoo, dove è possibile osservare tutte le specie animali più insolite che abitano la grande isola-continente Australia. Altra area di grande bellezza e vitalità è la zona storica dei Rocks, un tempo magazzini coloniali inglesi ed oggi ristrutturati e trasformati in zona di attrazione e svago: giocolieri, musicisti e artisti da strada allietano i passanti. Per il pranzo consigliamo il Fish Market a Darling Harbour, dove potrete scegliere il trancio di pesce che preferite e vederlo cucinare sotto i vostri occhi.

Per la cena invece consigliamo ottimi manicaretti a base di pesce presso il Waterfront Restaurant dei Rocks, con baia illuminata come scenario, veramente mozzafiato. Ottimo ristorante per il pesce è anche Doyle’s a Watson Bay, uno dei più antichi di Sydney. Ultima chicca un bel volo panoramico in idrovolante sulla città oppure, ultimo brivido, una passeggiata sulle arcate del Sydney Harbour Bridge.

Il vostro soggiorno è indipendente?
Possibilità di acquistare un 2 giorni Sydney pass che include:

- 1 trasferimento in treno dall’ aeroporto di Sydney in città
- Sydney explorer bus e bondy explore bus
- uso di traghetti, pullman, e cityrail per visitare Sydney

chiudi continua

giorno 23

SYDNEY / EUROPA


Al mattino trasferimento libero in aeroporto e volo di ritorno per l'Europa - oppure - partenza per il nostro soggiorno mare verso le siole Fiji.

chiudi continua

giorno 24

EUROPA / ITALIA


Arrivo in Europa e proseguimento per l'aeroporto di partenza

chiudi continua
preventivo
Sei interessato a questa proposta? RICHIEDI PREVENTIVO

APPROFONDIMENTI DAL NOSTRO BLOG

17/09/2014

Australia, di Davide ed Erica

Tradurre in una ventina di righe quello che un viaggio ti lascia è per me cosa assai complessa, se poi si parla di QUEL VIAGGIO dei s...

LEGGI
17/09/2014

I Monti Olgas

Quando passai da quelle parti erano ancora noti col nome di Monti Olgas, nome assegnatogli dall'esploratore britannico Ernest Giles in o...

LEGGI
17/09/2014

I Devil's Marbles

La Stuart Highway è la lunghissima strada che attraversa tutta l'Australia da sud a nord, partendo da Darwin e giungendo fino a P...

LEGGI
17/09/2014

I Bungles Bungles del Purnululu N.P.

Il parco nazionale Purnululu, è uno dei parchi meno visitati d'Australia, sia perché è posizionato in un'area t...

LEGGI
17/09/2014

Uluru

Uluru, nome aborigeno di quella che una volta era più nota come Ayers Rock, è l'imponente massiccio roccioso simbolo dell&...

LEGGI
17/09/2014

Giappone e Isole Fiji, di Sonia e Mirco

La prima tappa del nostro viaggio è stata Tokyo. Ci siamo concentrati su alcuni quartieri: Shibuya, Ginza, Shinjuku (dove si trovava ...

LEGGI
17/09/2014

Le abitazioni tradizionali più belle del mondo - VII

Terza e ultima puntata dedicata ai villaggi trogloditi ancora tutt'ora esistenti.Non tutti sanno che a Granada, in Andalusia, c’&e...

LEGGI
17/09/2014

Stati sconosciuti, non riconosciuti e irriconoscibili - VII

Continuiamo a raccontarvi le incredibili storie delle micronazioni del mondo.Surreale è anche la vicenda legata all'Isola di Redo...

LEGGI
17/09/2014

Stati sconosciuti, non riconosciuti e irriconoscibili - VI

Continuiamo coi paesi mai riconosciuti da nessuno ma che, in un modo o nell'altro, hanno proclamato la propria indipendenza.Una di quest...

LEGGI

ALTRI TOUR CHE POTREBBERO INTERESSARTI

UZBEKISTAN UZBEKISTAN UZBEKISTAN, la terra di Tamerlano

Viaggio

UZBEKISTAN, la terra di Tamerlano
UZBEKISTAN

Accompagnatore dall'Italia

  • Accompagnatore di agenzia
  • Bus in uso esclusivo
  • Gruppo piccolo
  • Pensione completa per tutta la durata del tour
PERU PERU SULLE TRACCE DEGLI INCAS

Viaggio

SULLE TRACCE DEGLI INCAS
PERU

Peru' - Itinerario consigliato

  • Machu Pichu e valle del Colca
  • Visite culturali approfondite
  • Lago Titicaca e Linee di Nazca
  • Strutture di alto livello
BOTSWANA BOTSWANA IL GRANDE DELTA E IL MARE PIU' ESCLUSIVO

Viaggio

IL GRANDE DELTA E IL MARE PIU' ESCLUSIVO
BOTSWANA

Itinerario consigliato - Botswana e Mozambico

Un percorso alla scoperta della cultura e delle meraviglie del paese. Ogni parte dell'itinerario può essere personalizzata.

 

STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) I PARCHI DELL'OVEST & POLINESIA

Viaggio

I PARCHI DELL'OVEST & POLINESIA
STATI UNITI (USA)

USA - Itinerario consigliato

  • Un classico per i viaggi di nozze
  • Tour dei parchi dell'Ovest
  • Estensione mare in Polinesia
GIORDANIA GIORDANIA PETRA E LA STRADA DEI RE

Viaggio

PETRA E LA STRADA DEI RE
GIORDANIA

Itinerario consigliato - Giordania

La magia di Petra lascia senza fiato anche il viaggiatore più esperto, per poi proseguire con la magia deserto del Wadi Rum e la bellezza del Mar Morto...

STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) REAL AMERICA, YELLOWSTONE E I GRANDI PARCHI

Viaggio

REAL AMERICA, YELLOWSTONE E I GRANDI PARCHI
STATI UNITI (USA)

Itinerario consigliato - Usa

  • La Natura più grandiosa e spettacolare
  • Un viaggio nell'America più profonda
  • La magia dei geyser dello Yellowstone
  • Un percorso originale attraverso i Parchi americani
STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) I PARCHI DELL'OVEST AMERICANO

Viaggio

I PARCHI DELL'OVEST AMERICANO
STATI UNITI (USA)

Itinerario consigliato - Usa

  • Il meglio dei Parchi dell'Ovest
  • Include Arches National Park e Sedona
  • Massima libertà di movimento
KENYA KENYA SAMBURU E MASAI MARA

Viaggio

SAMBURU E MASAI MARA
KENYA

Itinerario consigliato - Kenya

  • Partenza minimo 2 persone
  • Entrate ai parchi incluse
  • Guida in italiano
MADAGASCAR MADAGASCAR TERRA DI LEMURI E BAOBAB

Viaggio

TERRA DI LEMURI E BAOBAB
MADAGASCAR

Itinerario consigliato

Il Madagascar viene spesso denominato ''La Grande Isola Rossa'' per il colore rosso dei suoi terreni. E' una terra straordinariamente ricca a livello culturale..

STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) FLY & DRIVE FLORIDA

Viaggio

FLY & DRIVE FLORIDA
STATI UNITI (USA)

Itinerario consigliato - Usa

Un classico itinerario in auto per le strade della Florida. Da Miami, capitale del divertimento e dello shopping, fino a Orlando con i suoi parchi di divertimento...

arrow_drop_up