Gaia Select

ALASKA: NELLE TERRE SELVAGGE

18/07/2022 - 29/07/2022

Completo

Relax
60 %
Natura e avventura
100 %
Storia e Cultura
40 %
Luxury & Glamping
40 %

Da Sapere

I Plus del Viaggio

  • Massimo 10 partecipanti
  • Accompagnatore dell’agenzia 
  • Guida/autista locale esperto
  • Spostamento in minivan 14 posti
  • Escursione in aereo per l’avvistamento orsi nei parchi Katmai o Lake Clarck
  • Crociera intera giornata al Kenai Fjords park a Seward inclusi snack e cena
  • Escursione in barca a Seldovia

Per chi è indicato questo viaggio

Un viaggio indicato per tutti gli amanti della natura selvaggia e dei grandi spazi. I fotografi troveranno il loro habitat naturale Il viaggio non richiede nessuna particolarità fisica ed è adatto a tutti coloro che cercano un viaggio con accompagnatore dell'agenzia e un gruppo piccolo

Contatta l'esperto

Gianni
gianniparola
Chiama o chatta
con l'esperto

Il tuo accompagnatore

Itinerario

Condividi
ITALIA – FRANCOFORTE – ANCHORAGE (-/-/-)

Partenza con voli Lufthansa da Torino per Francoforte (possibilità di partenza anche da altri aeroporti), da cui si prosegue per Anchorage. Arrivo nella più importante città dell’Alaska nel pomeriggio, incontro con la guida parlante inglese e trasferimento in hotel. Resto della giornata a disposizione per scoprire la città di Anchorage! Pernottamento.
 

ANCHORAGE – TALKEETNA – DENALI (450 KM CIRCA) (-/-/-)

Si parte finalmente oggi alla scoperta delle meraviglie dell’Alaska! A bordo del van privato, accompagnati dalla guida autista parlante inglese, partenza verso la tipica cittadina di Talkeetna, famosa per avere avuto per lunghi anni come sindaco “Mayor Stubbs”un bel gattone rosso. La cittadina, vivace e stravagante, è base di partenza per i sorvoli attorno al Monte Denali, che da qui, durante le giornate di bel tempo, si osserva in tutto il suo splendore. 
Si prosegue quindi verso il parco Denali. 
Sistemazione in lodge. Pernottamento
 

DENALI NATIONAL PARK (B/-/-)

Prima colazione. Il parco Denali è stato istituito nel 1917 e si estende lungo i fianchi dell’Alaska Range, la catena montuosa che corre per circa mille chilometri nella parte sud-orientale dello stato Il programma della giornata include l’esplorazione del Denali a bordo di autobus tipo scuolabus, (unico mezzo autorizzato a percorrere la strada del parco), con soste fotografiche ai punti panoramici. Con un po’ di fortuna sarà possibile osservare animali quali alci, orsi, grizzly, caribù e capre di Dall, in una cornice naturale davvero suggestiva dominata dal Monte McKinley che, con i suoi 6195 metri, è il più elevato del Nord America. A causa della frana che ha colpito l’area di Polichrome Pass il tour in bus arriverà sino al miglio 43. Durante il percorso sarà comunque possibile ammirare animali e gli splendidi panorami del parco. Possibilità di scendere e risalire dalla navetta per fare eventuali trekking tra i sentieri del parco. La durata del percorso in bus, senza soste, è di circa 4 – 5 ore. Al termine, rientro in lodge.
 

DENALI NATIONAL PARK – DENALI HIGHWAY – GLENNALLEN (400 KM CIRCA). (B/-/-)

La giornata di oggi ci vedrà impegnati nell’attraversamento della Denali Highway. Data la rigidità del clima in Alaska e l’estrema scarsità di insediamenti in questa zona, anche la manutenzione della Denali Highway è limitata. Infatti, solo 38,5 dei ben 217 chilometri del percorso sono asfaltati. Nei mesi tardo-primaverili ed estivi, quando la temperatura si fa accettabile e le precipitazioni nevose diminuiscono o si fermano del tutto (anche se non è raro comunque trovare neve in maggio, giugno, luglio e settembre, almeno a Cantwell), la Denali Highway permette di godere di uno degli scenari naturali più incontaminati non solo degli Stati Uniti d’America, ma del mondo intero: le catene montuose quasi sempre innevate, i bellissimi scenari dei Tangle Lakes (una serie di laghi concatenati lunghi ben 26 chilometri), l’imponente vetta del Mount Hayes che raggiunge i 4.216 metri, i fiumi Susitna e Nenana,  il Ghiacciaio Maclaren. Arrivo in serata a Glennallen e sistemazione in semplice hotel. Pernottamento 
 

GLENNALLEN – VALDEZ (200 KM CIRCA) (-/-/-)

Partenza verso Valdez attraverso la bella Richardson Highway.  Sosta al Worthington Glacier, uno dei ghiacciai più facilmente accessibili del Paese.  Arrivo a Valdez nel primo pomeriggio: la cittadina è adagiata in splendida posizione tra le montagne e il mare, e il suo frizzante porto e pieno di ristorantini ne fanno un luogo piacevole dove sostare. Una visita al Solomon Gulch Hatcher, con un po’ di fortuna, potrebbe farvi osservare gli orsi alle prese con la pesca ai salmoni! Pernottamento. 
 

VALDEZ – PRINCE WILLIAM SOUND – WHITTIER – HOMER (295 KM CIRCA) (-/-/-)

Sveglia all’alba per imbarcarsi sul ferry della Alaska Marine Highway in partenza alle 7.00 verso Whittier. Durante la navigazione potrete ammirare a distanza alcuni dei meravigliosi ghiacciai e dei maestosi panorami del Prince William Sound. Sbarco alle 12.45 e proseguimento verso Homer. Situata al termine della Sterling Highway, sulle rive della baia di Kachemak, Homer è rinomata per la sua fauna marina. Famosa è la Homer Spit, lunga striscia di sabbia considerata uno dei luoghi più interessanti dal punto di vista faunistico dell’intera Alaska, dove le aquile dalla testa bianca sono talmente numerose che è quasi impossibile non avvistarne neanche una! 
È inoltre conosciuta come la capitale dell’halibut (un pesce simile al rombo)
 

HOMER (-/-/-)

Giornata dedicata a un’escursione in barca nel villaggio di Seldovia: situato dall’altro lato della baia rispetto a Homer, il villaggio ha la particolarità di essere raggiungibile solo in barca o aerei da turismo, che lo rendono un luogo fuori dal mondo dove è bello perdersi nella sua atmosfera per qualche ora. Durante la traversata in barca sarà possibile osservare numerosi uccelli, foche, lontre e con un po’ di fortuna, le balene. 
Rientro a Homer nel pomeriggio.
 

HOMER (-/-/-)

Intera giornata a disposizione per scoprire Homer e dintorni. Si consiglia di iniziare la visita della cittadina dall’Alaska Island & Ocean Visitor Center e proseguire con una camminata sui sentieri dell’altopiano che domina la cittadina fra foreste di abeti ed incontri ravvicinati con alci e altri animali. Sistemazione in hotel. Pernottamento. 

Escursione per l’avvistamento degli orsi (Bear watching)
Da Homer, soprattutto partono numerose escursioni di bear watching verso i vicini parchi di Katmai e Lake Clark, dove avrete l’occasione di vedere a poca distanza da voi meravigliosi esemplari di grizzly intenti nella pesca ai salmoni.  Le escursioni, della durata di 5-7 ore, vengono effettuate con piccoli aerei da turismo e i costi variano tra i 700 e i 1000 euro circa a persona a seconda che si scelga di effettuarla in una delle spiagge di Katmai o del Lake Clark oppure nelle famosissime Brooks Falls. L’esperienza è senza dubbio una delle più emozionanti che l’Alaska possa offrire! 
NOTA BENE: L’escursione deve essere prenotata al momento della conferma data l’altissima richiesta. In genere viene prevista per il primo giorno di permanenza a Homer per poter avere una seconda possibilità nel caso di avverse condizioni metereologiche. Nel caso di cancellazione per maltempo viene rimborsata.

 

HOMER – SEWARD (-/-/-)

Intera giornata a disposizione per esplorare la penisola di Kenai lungo la strada per Seward.
Si passerà per Anchor Point, il punto più a ovest in Nord America accessibile da un sistema viario. Proseguendo si incontrerà Ninilchik, un villaggio di pescatori fondato dai Russi più di 100 anni fa. Arrivo a Seward lungo la spettacolare Seward Highway.
Sistemazione in hotel. Pernottamento.

SEWARD (-/L/D)

Giornata dedicata a una bellissima crociera della durata di circa 8 ore e mezza nel parco del Kenai Fjords: ghiacciai, balene, lontre, foche e orche sono solo alcune delle meraviglie che vi regalerà la giornata di oggi. Gli incontri con le balene sono quasi garantiti! Snack incluso in corso di escursione. Prima di rientrare a Seward è inclusa la cena nella suggestiva Fox Island. Pernottamento. 
 

SEWARD – ANCHORAGE – FRANCOFORTE (-/-/-)

Mattinata a disposizione per esplorare la cittadina e i suoi piacevoli negozietti. Partenza verso Anchorage, con sosta per ammirare l’Exit Glacier lungo il percorso. Arrivo e trasferimento in aeroporto, dove saluterete la vostra guida e la splendida Alaska, che speriamo abbia fatto breccia nei vostri cuori! Decollo verso Francoforte. Pernottamento a bordo
 

FRANCOFORTE – ITALIA (-/-/-)

Arrivo a Francoforte e proseguimento per Torino Caselle (o altro aeroporto prescelto). Arrivo e fine dei nostri servizi.

Legenda: B = Colazione - L = Pranzo - D = Cena 

DATANR.VOLODAAORA PART.ORA ARR.
18/07/2022EN 8843TORINOFRANCOFORTE10:1511:35
18/07/2022LH 4350FRANCOFORTEANCHORAGE14:0513:35
28/07/2022LH 4351ANCHORAGEFRANCFORTE17:1512:50
29/07/2022EN 8848FRANCOFORTETORINO16:5018:05

Possibilità di partenza anche da altri aeroporti italiani
 

CITTÀHOTELNR. NOTTI
AnchorageAspen Suite Hotel1
DenaliAurora Denali Lodge2
GlennallenCaribou Hotel (semplice)1
ValdezBest Western Valdez1
HomerLand’s End hotel3
SewardHarbour View Inn2

La categoria delle strutture alberghiere può essere personalizzata sulla base delle diverse esigenze

CITTÀHOTELNR. NOTTI
AnchorageAspen Suite Hotel1
DenaliAurora Denali Lodge2
GlennallenCaribou Hotel (semplice)1
ValdezBest Western Valdez1
HomerLand’s End hotel3
SewardHarbour View Inn2

La categoria delle strutture alberghiere può essere personalizzata sulla base delle diverse esigenze

Quote individuali su richiesta
  • Quota iscrizione con assicurazione medica base AXA € 60
  • Tasse aeroportuali € 365
  • Supplemento singola € 1690
  • Escursione facoltativa avvistamento orsi (soggetto a riconferma da prenotarsi all’iscrizione) € 700
  • Polizza annullamento facoltativa (inclusa copertura Covid) € 275 (€340 in singola)
  • Estensione facoltativa massimali medici con Globy Rosso Allianz (illimitati fino a 80 anni - 300.000€ oltre 80 anni) 140€

Minimo 8 / massimo 10 partecipanti

Termini pagamento

  • 2.500€ al momento della conferma 
  • Saldo 45 giorni prima della partenza

PENALI DI CANCELLAZIONE
Le penali di cancellazioni per questo viaggio sono le seguenti in deroga a quelle standard
- 15% dalla prenotazione fino a 91 giorni prima della partenza 
- 35% da 90 giorni fino a 61 giorni prima della partenza 
- 100% da 60 giorni fino alla partenza 
La quota di iscrizione e l'assicurazione medico bagaglio è sempre addebitata in toto

La quota comprende

  • Voli intercontinentali come indicati (23 kg franchigia bagaglio in stiva inclusa)
  • Accompagnatore dell’agenzia 
  • Guida locale parlante inglese durante tutto il tour
  • Ford Transit van da 14 posti o similare con trail per i bagagli
  • Sistemazione nelle strutture indicate o similari
  • Indipendence Mile Trail ad Hatcher Pass
  • Il tour in autobus al parco Denali (4-5 ore circa)
  • Ferry Alaska Marine Highway da Valdez a Whittier
  • L’escursione in barca a Seldovia 
  • La crociera di 8 ore e mezza al Kenai Fjords park a Seward inclusi snack e cena
  • Tutti i trasferimenti 
  • Pasti come da programma 
  • Assistenza telefonica dall’Italia 24 ore su 24 
  • L’ESTA online per entrare negli Usa
  • Gadget da viaggio
  • L’assicurazione medico bagaglio base

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali come indicate in tabella (soggette a riconferma al momento dell’emissione)
  • Pasti e bevande non indicati
  • Assicurazione annullamento con copertura Covid con le quote come da tabella
  • Mance e tutto quanto non riportato ne “la quota comprende”
  • Eventuali tamponi richiesti in ingresso – uscita

Altre Informazioni

ATTENZIONE  
OBBLIGATORIO PER INGRESSO NEGLI USA CICLO VACCINAZIONE COMPLETO COVID

Cambio
Il programma è stato elaborato con un cambio 1€ = 1,13 USD. Variazioni +/- il 3% del valore di cambio potranno comportare un adeguamento della quota da comunicarsi 20 giorni prima della partenza

DOCUMENTI

Passaporto: necessario.
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma "Viaggio senza Visto" (Visa Waiver Program, VWP) cui partecipa anche l’Italia, è necessario ottenere un'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization). L'autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA) (Electronic System for Travel Authorization) - sito https://esta.cbp.dhs.gov .

Il Programma ESTA ha tuttavia subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ''Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015''(dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.

Sono tuttora in corso di adozione misure di attuazione della nuova normativa, che laddove si verifichino alcune particolari condizioni potrebbero influire anche su chi ha già ottenuto un ESTA pur se in corso di validità. Si raccomanda pertanto a chi intende recarsi in USA di controllare attentamente prima della partenza i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.

Le principali novità della normativa sono:

dal 21 gennaio 2016 sono in vigore restrizioni per alcune categorie di viaggiatori di Paesi partecipanti al VWP, i quali per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto.

Tali restrizioni riguardano:

- cittadini di Paesi VWP che siano anche cittadini di Iraq, Siria, Iran e Sudan;
- individui che si sono recati in uno di questi quattro Paesi negli ultimi cinque anni (a partire dall'1 marzo 2011). I funzionari di governo (''full-time'') e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei quattro Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.

Le Autorità USA possono peraltro concedere eventuali ''eccezioni'' a tali restrizioni valutando ''on a case by case basis''.
Eventuali eccezioni potrebbero essere previste per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:

1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
- per conto di ''international, regional, or sub-national organization on official duty'';
- per conto di  ''humanitarian NGO on official duty'';
- in qualità di giornalista ''for reporting purposes''.

2) Persone che hanno viaggiato in Iran ''for legitimate business-related purposes'' a seguito della conclusione del ''Joint Comprehensive Plan of Action'' con l’Iran del 14 luglio 2015.

3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ''for legitimate business-related purposes''.

In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l'appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.

Ulteriori restrizioni sono state introdotte il 18 febbraio 2016 nei confronti dei viaggiatori che si sono recati in Libia, Somalia e Yemen a partire dal 1 marzo 2011. Essi non potranno entrare negli USA in regime di VWP, ma dovranno munirsi di regolare visto.

Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare, rilasciato successivamente al 26 ottobre 2006. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore.

I titolari di passaporti italiani emessi prima del 26 ottobre 2006 – data in cui il nostro Paese ha iniziato ad emettere libretti dotati di microprocessore – non potranno recarsi negli Stati Uniti avvalendosi del regime di esenzione dal visto (ESTA), pur se tali libretti dovessero essere leggibili informaticamente e dotati di fotografia digitale. Essi dovranno richiedere il visto di ingresso alle Autorità diplomatiche-consolari statunitensi.

Analogamente, i titolari di passaporti rilasciati successivamente alla data del 26 ottobre 2006, ma non dotati di microprocessore, non potranno entrare nel territorio degli USA avvalendosi del programma ESTA e dovranno richiedere il visto di ingresso alle Autorità diplomatiche-consolari statunitensi.

Le Autorità statunitensi hanno altresì comunicato che anche autorizzazioni ESTA regolarmente rilasciate e in corso di validità abbinate a passaporti rientranti in una delle due categorie citate (anteriori al 26.10.2006 pur se elettronici; successivi al 26.10.2006 ma non elettronici) non sono più riconosciute come titolo valido per l’ingresso nel Paese in esenzione dal visto, che dovrà pertanto essere richiesto alle autorità USA.

Visto d’ingresso:  Vedi voce “Passaporto”

Per usufruire del programma "Visa Waiver Program" (Programma di Viaggio in esenzione di Visto) è necessario:
- essere in possesso di un passaporto elettronico, rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006, dotato di microprocessore;
- viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo;
- rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni;
- possedere un biglietto di ritorno.

In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA del Paese presenti in Italia. Si ricorda che il passaporto deve essere in corso di validità e che la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver.
Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunistense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorita’ americane e /o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese.
Va tenuto ben presente, inoltre, che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti) e che se si prevede una permanenza superiore ai 90 giorni o per motivi diversi da turismo o affari o in ogni caso dubbio, è necessario richiedere il visto ai Consolati americani prima della partenza dall’Italia.

Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
- B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
 - F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
 - H/L/O/P- lavoratori temporanei;
 - C1- in transito verso paesi terzi;
 - C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
 - R- (religiosi);
 - I - (giornalisti);
 - E - (operatori economici e commerciali)
 sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane (aeroporti e porti e in futuro anche alle frontiere terrestri).

PREFISSI TELEFONICI:
Per telefonare dall'Italia verso gli Stati Uniti, bisogna comporre lo 001 prima del numero desiderato. Per chiamare l'Italia dagli Stati Uniti, comporre il prefisso 01139 più il numero telefonico desiderato.

AEROPORTI PRINCIPALI:
Ogni città piuttosto grande o importante è dotata di almeno un aeroporto; l'aereo è il mezzo più usato per girare gli U.S.A., anche perché basti vedere le grandi distanze presenti. Gli aeroporti principali delle città che producono più traffico aereo sono quelli di: New York (John F. Kennedy -JFK-, La Guardia e Newark), Miami (Miami International Airport) e Los Angeles (Los Angeles International Airport).

ALTRI MEZZI:
Altri mezzi efficaci sono i pullman (soprattutto della "Greyhound", che si muovono in tutto il territorio nazionale) e i treni (soprattutto della "Amtrak", che si muovono in tutto il territorio nazionale).

VALUTA:
Dollaro americano (USD). Alla data del 7 luglio il cambio era 1€ = 1,23 circa. Consigliamo di verificare il cambio aggiornato prima di partire.  Negli Stati Uniti è facilissimo cambiare gli Euro in Dollari, ci sono molteplici punti di cambio, oppure basta recarsi nelle banche delle città; in genere vengono applicati tassi di cambio abbastanza bassi.

CARTE DI CREDITO:
Il metodo di pagamento più comodo resta comunque la carta di credito che viene accettata praticamente ovunque.. Consigliamo a chiunque si rechi negli U.S.A. di averne con se una perché in alcune situazioni è praticamente indispensabile (ad es. ritiro auto a noleggio, garanzia per eventuali consumazioni extra in hotel etc…)

LINGUA:
Inglese. E' parlato anche lo spagnolo nelle zone che confinano col Messico e in Florida.

CLIMA:
Il Nord Est: Si tratta di una delle zone più visitate e che esercita un indubbio fascino. E' quella zona che comprende il New England, e quindi Maine, New Hampshire, Vermont, Massachusets, Connecticut, Rhode Island. Sono caratterizzate da inverni piuttosto rigidi (-9° centigradi di media nell'entroterra) ed estati piuttosto calde (25° centigradi di media sulla costa). I periodi migliori per visitare queste zone è probabilmente l'estate.

Il Mid Atlantic: Si tratta della zona che comprende, ad esempio Penssylvania e Virginia. Il clima non è molto dissimile da quello del Nord Est ma probabilmente l'estate è più calda.

Il sud Est: Dal North Carolina alla Florida. In questa regione il clima è gradevole durante tutto l'anno. In estate l'umidità è molto alta e particolarmente fastidiosa soprattutto in Florida e nel Golfo del Messico.

Il Midwest: E' la zona che comprende gli stati attorno ai grandi laghi e quindi, ad esempio Illinois, Indiana, Michigan ed Ohio. In questa zona l'inverno è molto rigido, soprattutto negli stati più a nord, e le estati molto calde.

Il Sud: Ovvero gli stati compresi tra Georgia ed Arkansas. Inverni non troppo freddi ed estati non tropo calde.

Il Sud Ovest: Comprende gli stati del Texas, Oklaoma, New Messico ed Arizona. Meglio evitare l'estate quando le temperature possono raggiungere anche i 40 45 gradi. Sono i paesaggi più tipici del West con deserti e Canyon.

Le Grandi Pianure: Iowa, Kansas, Minnesota, North Dakota, South Dakota, Nebraska. Solitamente l'estate è mite. L'inverno è caratterizzato da intense nevicate.

Le Montagne Rocciose: Montana, Wyoming, Idaho, Colorado e Utah. Le estati sono piacevoli come pure la primavera e l'autunno. Gli inverni sono molto nevosi. Si tratta della zona dei grandi e famosi parchi (per esempio Yellowstone) che assieme agli impianti sciistici, rappresentano le maggiori attrazioni turistiche della zona.

Nord Ovest: Oregon e Washington. Le temperature possono essere anche molto rigide. I periodi migliori sono primavera ed autunno.

Ovest: Comprende California, Nevada, Arizona (la classica zona dei grandi parchi: Grand Canyon, Bryce Canyon etc.). Sulla costa il clima è gradevole tutto l’anno, anche se a Nord (San Francisco) in estate le temperature restano abbastanza fresche e la pioggia non manca mai. All’interno il clima è caratterizzato da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte; in estate è molto caldo e secco, mentre d’inverno le temperature diventano molto rigide.

Hawaii: Il clima è sempre piacevole.

Alaska: I periodi migliori sono primavera ed autunno. 

FUSO ORARIO:
Ci sono più fusi orari, si passa dalla costa atlantica (New York, Washington, Miami) che sono indietro di cinque ore rispetto all'Italia, alla costa pacifica (Los Angeles, San Francisco) che è indietro di nove ore rispetto all'Italia, fino all’Hawaian Time, con 11 ore in meno, per le Isole Hawaii e l'Alaska.

VACCINAZIONI:
Nessuna obbligatoria.

CORRENTE ELETTRICA:
Il voltaggio in tutto il Paese è di 110 Volts con frequenza di 60 Hertz, pertanto è necessario verificare che gli apparecchi elettrici che desideriamo portare siano predisposti anche per questo voltaggio oppure munirsi di adattatori. Occorre inoltre munirsi della cosiddetta “presa elettrica americana” composta da due contatti piatti

ACQUISTI:
Negli USA i prezzi di vendita non includono mai le tasse. Queste vengono aggiunte al momento del pagamento e variano da uno Stato all'altro, da un minimo del 4% a salire, in alcuni Stati non sono previste.
Anche nei ristoranti e nei caffè le tasse sono escluse dai prezzi sul menù e vengono aggiunte sul conto finale.

CAMERE TRIPLE:
Negli USA gli alberghi non hanno camere a tre letti. Per camera tripla si intende una camera a due letti, ciascuno generalmente da una piazza e mezza (Queen bed)), occupata da 3 persone.
E' possibile richiedere dove lo spazio lo consente, un "rollaway bed", cioè un letto scorrevole che origina quasi sempre un supplemento al costo della camera ed è di dimensioni contenute.

MANCE (TIP):
Sono praticamente un obbligo negli USA, in quanto il servizio non è mai incluso e corrispondono circa al 15% per taxi e ristoranti. Per i facchini è bene prevedere 1 dollaro a valigia e 2 dollari per ogni giorno di permanenza negli alberghi per il personale di servizio. Nei luoghi turistici spesso il conto viene portato con già calcolata la mancia (Tip)

GUIDA:
Per poter guidare un'autovettura negli USA è necessario aver compiuto 21 anni, 25 in alcuni Stati.
Si consiglia la patente Internazionale che va esibita insieme a quella italiana.

TASSE AEROPORTUALI:
Le tasse dei voli intercontinentali sono addebitate sul biglietti aerei e vengono quindi pagate al momento dell'acquisto dello stesso. Per contro invece, per i voli interni U.S.A. spesso le tasse non possono essere incluse nel biglietto e non possono quindi essere pre-pagate al momento dell’acquisto in Italia, ma vengono richieste al check-in.

ORA LOCALE 06:56
FUSO ORARIO: -6 ore
VACCINAZIONI nessuna obbligatoria
Visto richiesto

Quando Partire

Departure

Gen
Feb
Mar
Apr
May
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Altri viaggi suggeriti

Islanda, terra di fuoco e ghiaccio

SU RICHIESTA

Gaia Select
Dettagli
BHUTAN: IL FESTIVAL DI THIMPU

05-10-2022

A PARTIRE DA

€ 4140.00

Gaia Select
Dettagli
UZBEKISTAN 1: LA TERRA DI TAMERLANO

14-10-2022

QUOTA

€ 2050.00

Gaia Select
Dettagli
NEW YORK: SHOPPING NATALIZIO

06-12-2022

QUOTA

€ 2400.00

Gaia Select
Dettagli
ISRAELE: TRA PASSATO E PRESENTE

A PARTIRE DA

€ 2000.00

Gaia Select
Dettagli
UZBEKISTAN 2: LA TERRA DI TAMERLANO

30-09-2022

QUOTA

€ 2050.00

Gaia Select
Dettagli
GIORDANIA: ALLA SCOPERTA DEI SITI UNESCO

15-10-2022

QUOTA

€ 2090.00

Gaia Select
Dettagli
SUDAN: LE ANTICHE VESTIGIA DEI FARAONI NERI

26-01-2023

QUOTA

€ 3650.00

Gaia Select
Dettagli
Messico e Guatemala: Mundo Maya

14-01-2023

QUOTA

€ 4350.00

Gaia Select
Dettagli
RAJASTHAN, LA TERRA DEI MAHARAJA E IL DESERTO DEL THAR

20-08-2022

A PARTIRE DA

€ 2780.00

Gaia Select
Dettagli

Explore