National Geographic Expeditions

MAROCCO INDACO: CHEFCHAOUEN

23/05/2021 - 31/05/2021

Storia e Cultura
60 %
Natura e avventura
40 %
Luxury & Glamping
60 %
Città e divertimento
40 %

Da Sapere

Perché scegliere questo viaggio

Per conoscere  tradizioni, danze, cucina, scenari, modernità di un Paese che per certi aspetti è dinamico, contemporaneamente ci riporta al passato. 

Per chi é indicato questo viaggio

Per coppie in viaggio di nozze, famiglie, per chi ama avere scatti fotografici unici, vita serale a Marrakesh, pesaggi mozzafiato  molte pellicole cinematografiche sono state realizzate nei posti che visiterete. 

Contatta l'esperto

Lucia
Chiama o chatta
con l'esperto

Itinerario

Condividi
MILANO / MARRAKECH

Partenza dall'Italia. Cambio a Casablanca  e arrivo a Marrakech, una della città imperiali del Marocco e tuttora capitale del sud marocchino, disbrigo delle formalità doganali, ritiro dei bagagli, incontro con la guida e trasferimento in hotel.

MARRAKECH

Giornata dedicata alla scoperta della più celebre delle città imperiali fondata nell’XI secolo dal sultano almoravide Yussef Bin Tachfin e successivamente distrutta e ricostruita dalle dinastie che si susseguirono. I grandi monumenti architettonici tra i quali emergono la moschea ed il minareto della Koutobia, i giardini di Majorelle, un'oasi di pace tra piante esotiche e colori, Il Museo di Dar El Bacha, situato nel cuore della città è considerato uno dei più bei palazzidella città (chiuso il martedì), il perenne spettacolo folkloristico spontaneo della celebre piazza Jemaa El Fna, la brulicante animazione dei souks con le sue botteghe artigiane e mercanzie di tutti i generi non sono che alcuni degli aspetti della magia e del fascino di Marrakech. Cena e pernottamento.

 

AIT BEN HADDOU / OUARZAZATE / SKORA

Partenza da Marrakech la mattina,  in direzione sud, inoltrandosi subito tra le vallate dell'Alto Atlante. Sul lato settentrionale delle montagne le precipitazioni più abbondanti permettono la crescita di una ricca vegetazione di foreste di querce e tuie in paesaggi di tipo alpino, su quello meridionale invece l'ambiente diventa presto arido e appaiono vallate di rocce rossastre sul cui fondo crescono palme e appaiono minuscoli villaggi di case di fango. Lungo il percorso una sosta importante per la visita Ait Ben Addouh, uno degli ksour più belli e meglio conservati del Marocco, oggi patrimonio mondiale dell'umanità e reso celebre dagli innummerevoli film di carattere storico girati in loco. Si raggiunge quindi Ouarzate oasi pre-sahariana un tempo stazione di posta per le carovane dirette a Timbuctu ed oggi affascinante cittadina location di molti famosi film Hollywoodiani. Proseguimento per Skoura, bellissima oasi. Cena e pernottamento in hotel.                                                          Il pernottamento del terzo giorno può essere a Ouarzate o a Koura, a seconda della disponibilità.                   

 

LA VALLE DEL DADES / LA GOLA DEL TODRA E L'ERG CHEBBI

Si parte lungo la vallata del Dades (detta “Strada delle 1000 kasbah”), per le innumerevoli costruzioni fortificate che svettano dai palmeti circostanti. Visita della kasbah di Amridil, una delle più note e delle meglio conservate del Paese e quindi proseguimento per le gole di Todra, un canyon scavato dai fiumi Todra e Dadès tra le rocce che cambiano colore a seconda delle ore del giorno, a formare uno spettacolo naturale decisamente affascinante. Dopo una passeggiata nel canyon si riprende la strada fino ad arrivare a Merzouga, base di ingresso al Sahara. Nel tardo pomeriggio si sale a dorso di cammello per ammirare il tramonto tra le dune. Cena e pernottamento in campo tendato fisso

MERZOUGA / FES

Dopo aver ammirato lo spettacolo dell’alba dietro le dune, si parte alla volta di Fès, città santa, considerata uno dei centri più affascinanti di tutto il mondo islamico. Si attraversano le montagne dell’Atlante con la sua famosa Foresta di Cedri, dove, tra paesaggi suggestivi, si possono incontrare le simpatiche scimmie di Barberia. Ultima tappa a Ifrane, centro turistico invernale soprannominato ‘La Piccola svizzera”. Durante il percorso non è impossibile incontrare popolazioni berbere nomadi in viaggio attraverso le montagne. All’arrivo a Fès cena e pernottamento.

FES

Giornata intera dedicata alla visita di Fés e alla sua splendida medina medioevale, sito patrocinato dall’Unesco. La Medersa Bou Inania, famosa per i suoi stucchi intarsiati a mano e considerata la più antica università al mondo che ha influenzato tutta la cultura e l’arte magrebina, l’imponente porta Bab Boujeloud decorata con piastrelle di ceramica blu ed oro dà accesso alla medina ed ai suoi labirintici ed intricati souks; le bibliche concerie di pellami, i funduk di tessitori a mano ove tutt’oggi si producono pregiati tappeti, il quartiere dei ceramisti, ove è possibile visitare tutto il ciclo produttivo: dall’estrazione nei paraggi della particolare terra utilizzata, alla creazione delle ceramiche, dalla fine decorazione totalmente manuale alla cottura. L’attività artigianale della città rappresenta la fonte principale della sua economia, e le lavorazioni tradizionali vengono tramandate con amore da generazioni.  Cena e pernottamento.

VOLUBILIS / MEKNES / CHEFCHAOUEN

Si parte in direzione di Chefchauen, cittadina  rannicchiata sul fianco della montagna e per molti anni è stata una città santa proibita ai cristiani. La strada panoramica che si percorre oggi passa innanzitutto da Meknès, una delle quattro città imperiali del Marocco, situata sulle pendici di montagne coltivate a frutta e olive, che custodisce secoli di storia, cultura e soprattutto di spiritualità. Visita della sua medina risalente all’XI secolo e inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dall’Unesco. Al termine proseguimento per Volubilis, sito archeologico romano le cui vestigia però testimoniano le diverse civiltà che lo hanno occupato nel corso dei secoli. Arrivo a Chefchaouen, cena e pernottamento.

CHEFCHAOUEN / CASABLANCA

Visita della “città blu”. Fu fondata da un monaco guerriero nel 1471 per lottare contro la penetrazione portoghese e spagnola. La parte più antica, la kasba, è circondata dal villaggio una volta fortificato che forma la medina, dove oggi è piacevole passeggiare fra vicoli e case dipinte di bianco e dalle porte blu. Da secoli nella città gli uomini tessono le stoffe colorate per le donne e le calde djellaba. Al termine della visita proseguimento per Casablanca, situata sulla costa atlantica e principale porto del Paese insieme a quello di Tangeri. Cena e pernottamento

CASABLANCA / ITALIA

In tempo utile trasferimento in aeroporto a Casablanca per il volo di rientro in Italia.

 

Per ragioni tecnico-operative l'itinerario potrà essere modificato dalla guida e dal

Tour Leader sul posto se ritenuto necessario e nell’interesse del gruppo.

Partenze disponibili dai principali aeroporti italiani

La categoria delle strutture alberghiere può essere personalizzata sulla base delle diverse esigenze

La categoria delle strutture alberghiere può essere personalizzata sulla base delle diverse esigenze

Quota Individuale di partecipazione

  PARTENZA QUOTA NOTE
23-05-2021 3180.00€
07-08-2021 3180.00€
16-10-2021 3180.00€

La quota comprende

  •  Passaggi aerei con voli di linea Royal Air Maroc
  •  I pernottamenti in camera doppia o singola nelle strutture indicate o similari
  •  Trasferimenti da/per gli aeroporti a Casablanca e a Marrakech
  •  Guida locale parlante italiano (soggetta a riconferma).
  •  Tutti i pranzi e cene come indicato sul programma
  •  Ingressi ai monumenti come da programma
  •  Accompagnatore dall’Italia al raggiungimento del minimo di partecipanti richiesto

 

La quota non comprende

  • I pasti non specificati nel programma
  • Le bevande
  • Le mance e il facchinaggio
  • Supplemento singola
  • Quota di gestione pratica
  • Eventuali supplementi di alta stagione
  • Tasse aeroportuali
  • Tasse d’imbarco da pagare in loco alla partenza
  • Tutto quanto non espressamente indicato nel programma

DOCUMENTI PER L'ESPATRIO: È richiesto il passaporto con almeno 6 mesi di validità dopo la data di ingresso. In caso di viaggi di gruppo organizzati è sufficiente la carta d'identità valida per l'espatrio. I cittadini italiani non necessitano del visto; all'arrivo in Marocco viene apposto sul passaporto un timbro valido 90 giorni. I minori devono essere in possesso di proprio passaporto oppure essere iscritti in quello dei genitori. Tutte le informazioni ufficiali e aggiornate sono fornite dal Ministero Affari Esteri sul  sito www.viaggiaresicuri.it. Poiché si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti è importante che il consumatore verifichi la correttezze tramite il sito o la Centrale Operativa al numero 06 491115
 

VIAGGI ALL'ESTERO DI MINORI: La recente normativa italiana (novembre 2009) prevede l'obbligatorietà del passaporto individuale anche per i minori, la cui validità temporale è differenziata in base all'età: tre anni per minori da 0 a 3 anni e cinque anni per minori da 3 a 18 anni. Rimangono valide, fino alla scadenza del passaporto del genitore, tutte le iscrizioni effettuate prima dell'entrata in vigore della nuovo disposizione.

FUSO ORARIO: Lancette indietro di un'ora, di due ore quando in Italia è in vigore l'ora legale.

IL CLIMA: In Marocco, 'il più fresco tra i paesi più caldi', i mesi freddi sono assai poco africani; in particolare nelle aree più elevate l'inverno può presentare caratteristiche da clima freddo. In estate in montagna fa caldo di giorno e fresco di notte. Il periodo in cui è concentrata la maggior parte delle precipitazioni è quello compreso tra novembre e aprile. La fascia costiera, sia atlantica che mediterranea, gode di un clima caratterizzato da estati temperate ed inverni miti. Il periodo più indicato è da fine maggio a settembre; tra aprile e settembre sulla costa ci sono alte possibilità di nebbia. All'interno il clima ha carattere continentale, con sensibili escursioni termiche diurne e stagionali. La primavera è il periodo ideale per recarsi in queste zone anche se ci possono essere delle leggere piogge. I mesi preferiti per visitare le pianure sono quelli compresi tra ottobre e aprile, ossia i più freschi; in questo periodo durante il giorno la temperatura è piacevolmente tiepida o calda (intorno ai 30°C) e di notte fresca (intorno ai 15°C).

ABBIGLIAMENTO: Abbigliamento comodo, più formale per il soggiorno negli hotels. Maglia pesante per la sera. Se è previsto un soggiorno in zone di montagna o il pernottamento nel deserto dove fortissima può essere l'escursione termica l'abbigliamento deve essere adeguato. Da non dimenticare: costume da bagno, occhiali da sole, creme solari, farmacia da viaggio. ll Marocco è un paese musulmano e quindi è bene prestare attenzione all'abbigliamento soprattutto nelle zone non altamente turistiche (evitare vestiti succinti e scollati per le donne, per gli uomini pantaloni corti).

LINGUA UFFICIALE: L'arabo è la lingua ufficiale, ma diffusi sono anche i dialetti berberi, soprattutto nelle campagne e nelle zone montuose, il francese, lo spagnolo e l'inglese. L'arabo parlato dai marocchini ('darija') è molto diverso da quello parlato nel Medio Oriente.

MONETA: L'unità monetaria del Marocco è il dirham. 1 Euro = 11 Dirham, 1 USD = 8, 5 Dirham. (cambio a novembre 2008). Per cambiare valuta è necessario rivolgersi alle banche o agli uffici di cambio autorizzati. E' illegale cambiare il denaro per strada. Le carte di credito sono accettate nei grandi alberghi, ristoranti, negozi e spesso persino nei souk. E' vietato uscire dal Marocco con Dirham: alla fine del soggiorno in Marocco si possono convertire in Euro o altra valuta straniera solo i Dirham acquistati in precedenza presentando le relative ricevute.

ELETTRICITA': Il voltaggio più diffuso è 220 v, anche se in alcune zone c'è ancora la corrente a 110 v. Spesso le prese hanno solo due buchi, mancando quello di messa a terra: prestate quindi attenzione quando usate gli apparecchi elettrici; non è necessario l'adattatore.

TELEFONO: Per chiamare il Marocco dall'Italia digitare lo 00212, seguito dal prefisso di zona senza lo zero iniziale e dal numero locale. Per telefonare dal Marocco in Italia comporre il prefisso internazionale 0039, seguito dal prefisso della località con lo zero iniziale e dal numero desiderato. I telefoni cellulari GSM funzionano in buona parte del territorio, qualche difficoltà potreste averla solo in alcune zone desertiche del sud.

TRASPORTI: La rete ferroviaria marocchina è una delle reti ferroviarie più moderne dell'Africa che collega la maggior parte dei centri principali. I treni in genere sono confortevoli e veloci e sono una soluzione migliore degli autobus. Le linee si spingono a sud fino a Marrakech. L'autonoleggio non è economico. La benzina è reperibile pressoché ovunque e sulle strade marocchine la polizia e i doganieri effettuano molti controlli. Le città più grandi hanno un servizio di autobus pubblici; in media il prezzo del biglietto si aggira intorno a Dr2. In molti centri urbani circolano i petit taxi, che possono trasportare al massimo tre passeggeri.

SANITA': Per entrare in Marocco non è necessaria alcuna vaccinazione. Il Marocco è uno dei paesi africani che presenta il minor numero di pericoli per la salute. È sempre consigliabile consumare acqua, bibite non ghiacciate ma solo da contenitori sigillati; non mangiare verdura cruda, frutta senza buccia. È buona norma partire muniti di disinfettanti intestinali, compresse antinfluenzali ed antibiotici. Nelle principali città si trovano medici di buon livello professionale. Le farmacie sono numerose e generalmente ben fornite. Tutte le informazioni ufficiali e aggiornate sono fornite dal Ministero Affari Esteri sul  sito www.viaggiaresicuri.it. Poiché si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti è importante che il consumatore verifichi la correttezze tramite il sito o la Centrale Operativa al numero 06 491115

MANCE:Nei locali più eleganti è prevista la mancia, che di solito ammonta al 10-15% del conto. Nei ristoranti e caffè più semplici è sufficiente lasciare un dirham o due. Sono gradite e consigliate per guide e autisti e per tutti coloro che prestano i loro servizi durante il soggiorno. Nei tour consigliamo vivamente la mancia per guide e autisti.

SHOPPING:L'artigianato è un elemento fondamentale della cultura marocchina. Le maroquinerie (articoli in pelle) erano molto apprezzate dai mercanti già nel XVI secolo. Importanti anche la produzione dei tappeti, delle ceramiche, dei gioielli, degli oggetti in ottone e la lavorazione del legno.

FOTO E I VIDEO: Si consiglia rispetto e sensibilità nel fotografare la popolazione locale ed è consigliabile chiedere il loro permesso per evitare discussioni.

CUCINA: Il piatto nazionale è il 'couscous', semola finemente macinata e cotta solitamente accompagnata da uno stufato di agnello e verdure. Un altro piatto molto diffuso è la 'tajine', ottimo stufato di carne e verdure aromatizzato con erbe e spezie, con innumerevoli varianti, cotto in una padella bassa di terracotta con un pesante coperchio conico. Una specialità berbera è lo 'm'choui', un agnello intero arrostito in grandi forni di terra, costruiti in spazi aperti e condito con zafferano e peperoncino, spesso cucinato in occasione delle feste. Il miglior piatto marocchino è forse la pastilla ('bastaila' in arabo): si tratta di un miscuglio composto da carne di piccione, uova aromatizzate al limone, mandorle, cannella, zafferano e zucchero, il tutto racchiuso in diversi strati di una sfoglia detta ouarka. Lungo la costa si trova buon pesce fresco: sardine, sogliole, spigole, gamberi, calamari, ostriche, cozze e qualche volta aragoste. Il pane è alimento base: condito con l'olio di oliva, accompagnato dal tè alla menta dolce e caldo, inzuppato nell'olio di argan o di mandorla, oppure nelle case berbere talvolta servito insieme a una ciotola di olio e miele. Due dolci famosi sono le 'kaab el ghzal' (corna di gazzella), paste a forma di mezzaluna, farcite con una delicata pasta di mandorle e coperte di glassa di zucchero; le m'hancha (spire di serpente), paste piatte e rotonde cotte in forno, farcite con mandorle e coperte di glassa e cannella. La bevanda nazionale del Marocco è il tè alla menta ('atay' in arabo), preparato con tè verde cinese, rametti di menta fresca ('nanaa') e molto zucchero.

LE TASSE DI IMBARCO: Non sono previste tasse di imbarco in uscita dal paese.

IL RAMADAN: E' il nono mese del calendario islamico durante il quale i musulmani digiunano dall'alba al tramonto. I siti archeologici e i ristoranti sono comunque sempre aperti agli stranieri che sono invitati a tenere un comportamento rispettoso e ad avere un po' di pazienza.
Date previste del Ramadan secondo il calendario gregoriano
2011 agosto 01 – agosto 29
2012 luglio 21 – agosto 19
2013 luglio 11 – agosto 09
2014 luglio 01 – luglio 29
2015 giugno 21 – luglio 20
2016 giugno 11 – luglio 10.

 

ORA LOCALE 15:53
FUSO ORARIO: -1 ore
VACCINAZIONI nessuna obbligatoria
Visto non richiesto

Quando Partire

Departure

Gen
Feb
Mar
Apr
May
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Altri viaggi suggeriti

LUCI DEL NORD: IL GRANDE BALTICO

19-06-2021

A PARTIRE DA

€ 2800.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
TIBET E NEPAL: LA STRADA DELL'AMICIZIA

08-08-2021

A PARTIRE DA

€ 4950.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
INDIA: DAL GUJARAT AL RAJASTHAN

A PARTIRE DA

€ 3800.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
ARMENIA E GEORGIA

20-06-2021

A PARTIRE DA

€ 3400.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
OMAN: CUORE D'ARABIA

13-11-2021

A PARTIRE DA

€ 3450.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
MONGOLIA: GOBI SCONOSCIUTO

10-07-2021

A PARTIRE DA

€ 4200.00

National Geographic Expeditions
Dettagli
GIAPPONE: TRA METROPOLI, TEMPLI E CASTELLI

16-10-2021

A PARTIRE DA

€ 5900.00

National Geographic Expeditions
Dettagli

Explore