Gruppi con Guida locale

ALASKA & YUKON

Relax
40 %
Natura e avventura
100 %
Storia e Cultura
40 %
Luxury & Glamping
60 %
Città e divertimento
20 %

Da Sapere

Perché scegliere questo viaggio

Per percorrere una delle rotte degli antichi cercatori d'oro e per scoprire foreste incontaminate, abitate da orsi e alci, attraversando laghi e fiumi discendenti da antichi ghiacciai: paesaggi straordinari e immensi che solo l'Alaska e lo Yukon possono offrire. 

Per chi è indicato questo viaggio

Per viaggiatori che amano la natura in tutte le sue forme e che desiderano vivere la destinazione in massima libertà, ma con la sicurezza di un punto di riferimento in loco sempre presente.

Contatta l'esperto

Sara
Chiama o chatta
con l'esperto

Guida Locale

Itinerario

Condividi
ANCHORAGE - ARRIVO

Arrivo all'aeroporto di Anchorage. Benvenuto da parte della vostra guida e trasferimento all’hotel. Cena individuale e pernottamento.

ANCHORAGE / DENALI PARK (385 KM - 4H15)

Partenza in pullman attraverso la Matanuska Valley, una delle regioni più fertili dell’Alaska dove crescono, tra gli altri, i cavoli più grandi del mondo. Pranzo libero e proseguimento per Talkeetna, piccola comunità di cercatori d'oro dal fascino particolare e base ideale per le escursioni sul Monte McKinley che, coi suoi 6198 metri, è il più alto di tutto il Nord America. Cena libera e pernottamento alle porte del Parco Nazionale di Denali per due notti.

DENALI NATIONAL PARK

Visita del vastissimo Parco Nazionale di Denali con un tour in bus o navetta con guida e ranger del parco che richiederà l'intera giornata. Ci immergeremo nelle stupende vallate del parco dove potremo ammirare numerose specie di animali quali orsi neri e grizzlies, caribu, alci, bighorn, lupi e una grande varietà di uccelli, soprattutto rapaci. Pranzo a pic-nic e proseguimento verso l'Eielson Visitor Center, che offre magnifiche vedute del Monte McKinley e dei dintorni.Rientro in albergo. Cena (libera) e pernottamento.

DENALI PARK / FAIRBANKS (195 KM - 2H15)

In mattinata ci recheremo a Nenana per visitare l’Alaska Railroad Museum, ricco di reperti storici che ricordano l'epopea della linee ferroviarie dell'Alaska e la sua costruzione. Pranzo libero a Nenana e proseguimento per Fairbanks,nota come la “Golden Heart City” (Città dal cuore d’oro), poiché è situata nel “cuore” geografico dello Stato, attraversando uno scenario di foreste incantate e montagne che ha fatto da indimenticabile sfondo al film "Into the Wild". Una volta giunti a Fairbanks ne visiteremo l'Università e il Museum of the North, dotato di ricche collezioni di valore scientifico, artistico e culturale su questa particolare fetta di mondo. Cena libera e pernottamento.

FAIRBANKS / DESTRUCTION BAY (500 KM - 8H15)

Partenza verso sud per quella che sarà la tappa più lunga di tutto il viaggio: ben 500 sono i chilometri da percorrere in giornata. Spezzeremo lo spostamento con una sosta a North Pole, la cittadina che qui considerano la città di Babbo Natale, e alla Rika's Landing Roadhouse, uno storico emporio nei pressi di Delta Junction. Pranzo libero. Ci imbattermo poi nella Trans-Alaska Pipeline, l'imponente oledotto che trasporta petrolio greggio dall'Alaska settentrionale fino a Valdez, per circa 1300 km. Attraverseremo il Tetlin National Wildlife Refuge, parco dai paesaggi estremamente diversificati: dalla fitta foresta agli acquitrini, dalla tundra desolata ai laghi di montagna, dalle vette incappucciate di bianco ai ripidi torrenti alimentati dai ghiacciai dell'Alaska Range. Attraverseremo il confine col Canada entrando nel Territorio  canadese dello  Yukon. Cena libera e pernottamento a Destruction Bay.

DESTRUCTION BAY / HAINES (343 KM - 4H40)

Oggi giornata più rilassante rispetto a ieri, dedicata al Kluane National Park and Reserve, che include il Monte Logan (5950 m), il più alto del Canada, che torreggia su un vasto campo di ghiaccio. Pranzo individuale libero lungo il percorso. Rientro in Alaska e arrivo a Haines, una delle capitali dalle attività outdoor degli Stati Uniti e la zona al mondo con la maggior concentrazione di aquile calve. Tappa e visita al museo dedicato a questo simbolo dell’America. Cena libera e pernottamento.

HAINES / SKAGWAY (VIA FERRY)

Giro panoramico della cittadina di Haines e visita a Fort William H. Seward, ultima delle 11 postazioni militari fondate in Alaska durante l’era della corsa all’oro per salvaguardare la legge e l’ordine tra i cercatori d’oro.Sosta successiva presso il vecchio Totem Pole Village presso Port Chilkoot prima di attraversare (via ferry) il Lynn Canal, il fiordo più profondo del Nord America. Pranzo libero e proseguimento per Skagway di cui visiteremo il vecchio centro col museo locale e gli edifici dell'epoca della Corda dell'Oro dalle tipiche false facciate. Cena libera e pernottamento.

SKAGWAY / WHITEHORSE (175 KM - 3H10)

La giornata inizia con un’escursione della ferrovia panoramica della regione. Pranzo libero. Quindi,
partenza e passaggio attraverso la Klondike Road, vestigio dell’epoca della corsa all’oro. Cross White
Pass, un passo di montagna non lontano dal confine tra U.S.A. e Canada, su una delle strade principali
utilizzate dai cercatore d’oro in viaggio verso Dawson City. Arrivo a Whitehorse, Canada, capitale del
Territorio dello Yukon. Giro turistico della città e visita il museo Yukon Beringia o del museo MacBride.
Cena libera e pernottamento a Whitehorse.

WHITEHORSE / DAWSON CITY (530 KM - 7H50)

Altra giornata di trasferimento. Attraverseremo la regione del Klondike ma ci prenderemo il tempo per fare una sosta lungo la diga sul fiume Yukon. Pranzo libero lungo il tragitto. Nel pomeriggio giungeremo a Dawson City, ora una placida cittadina di circa 2000 abitanti, che è stata la città simbolo della grande Corsa all'Oro della fine dell'Ottocento e prima metà del Novecento, periodo in cui era una turbolenta città di 30.000 abitanti, spesso martoriata da incedi e carestie. Visita della cittadina, compresa il famoso Diamond Tooth Gertie’s Saloon. Cena individuale e pernottamento.

DAWSON CITY / TOK (300 KM - 6H30)

Continuate a scoprire la città con soste presso il museo dedicato alla corsa all’oro, il Klondike Gold Rush,
così come il Jack London Museum che contiene una replica della sua baita e altri cimeli. Più tardi, si
attraverserà di nuovo il confine per tornare negli U.S.A. Pranzo libero nella città di Chicken, un tempo cuore
delle attività per minatori, che è ora una città fantasma di confine degli U.S.A. Proseguimento per Tok e
sosta al centro visitatori. Cena libera e pernottamento.

TOK / VALDEZ (410 KM - 4H40)

Partenza per Glennallen, villaggio dislocato ai bordi del Wrangell-St. Elias National Park. Il parco offre una varietà di diversi habitat: foreste, prati, fiumi, laghi e acquitrini si mescolano tra di loro offrendo rifugio ad una fauna molto variegata. Pranzo durante il percorso. Proseguimento per Valdez, maggiore centro commerciale dell’Alaska e destinazione d'elezione per la pesca sportiva. Arrivo e passeggiata sulla Dock Point Trail, un breve ma piacevole percorso sulla penisola di Valdez. Cena individuale e pernottamento.

VALDEZ / COLUMBIA GLACIER (IN BATTELLO) / ANCHORAGE (490KM - 6H00)

In tarda mattinata uscita in battello (durata di circa 6 ore) attraverso lo Stretto di Prince William, uno specchio di mare stretto tra le impervie montagne che si affacciano sul Golfo dell'Alaska, racchiuso da isole che lo separano dall'Oceano Pacifico e costellato di fiordi. Arriveremo al Columbia Glacier, famoso per il suo ghiaccio in continuo arretramentonavigando tra i Monti Chugach e la Columbia Bay con la possibilità di avvistare alcune delle specie animali tipiche della zona. Pranzo a bordo. Ritorno al porto di Valdez intorno alle 17 e partenza via terra per Anchorage con sosta per la cena durante il viaggio. Arrivo in tarda serata e pernottamento ad Anchorage.

ANCHORAGE - PARTENZA

Trasferimento all’aeroporto. Assistenza per le pratiche di imbarco e volo di rientro per l'Italia.

ITALIA

Arrivo in Italia, sbarco e termine dei servizi

Partenze disponibili dai principali aeroporti italiani - quota volo in richiesta

IMPORTANTE
Ricordiamo che all'aeroporto di arrivo, gli assistenti del nostro corrispondente attendono i passeggeri dopo il ritiro bagagli con un cartello indicante il nome dei viaggiatori o quella di Pianeta Gaia.

 

Hotel 3/4 *

Hotel 3/4 *

Quote a partire da 3800 €

La quota comprende

  • Voli in classe economica (soggetti a disponibilità)
  • Trasporto in bus per l'itinerario descritto dotato di aria condizionata per tutto il periodo del viaggio
    per 16 o più passeggeri con una guida parlante italiano;
  • Trasporto su un minibus moderno, confortevole, dotato di aria condizionata per tutto il viaggio, con autista e guida parlante italiano, oppure autista/guida (di lingua italiana) per un numero massimo di 15 passeggeri;
  • Accompagnatore oppure guida/autista in loco parlante italiano
  • Trasferimento da e per l'aeroporto di Anchorage
  • Pernottamento in camera doppia 
  • Colazione Americana
  • Pernottamenti in hotel della categoria indicata in programma o similari 
  • L'ingresso ai parchi e siti seguenti:

     - Denali National Park
     - Denali Park Shuttle (Eielson Visitor Center)
     - Alaska Railroad Museum (or Alfred Starr Cultural Center if closed)
     - North  Museum
     - Fairbanks Museum & University
     - North Pole & Ricka’s Roadhouse
     - American Bald Eagle Foundation
     - Totem Village
     - Skagway Museum & Archives
     - Ferry Haines-Skagway
     -  White Pass & Yukon Route Railroad.
     - MacBride Museum of Yukon History
     - Diamond Tooth Gerties Gambling Hall
     - Dawson City Museum
     - Jack London Interpretive Museum
     - Dock Point Trail
     - Prince William Sound ferry
     - Alyeska Resort Aerial Tramway

  • Tasse, servizio e mance (tranne che per l’autista e per la guida)
  • Esta
  • Assicurazione base Medico - Bagaglio



 

La quota non comprende

  • ETA (Elettronic Travel Authorization, visto d'ingresso) Dal 15 marzo 2016, per tutti i cittadini stranieri che si recano in Canada, è richiesto tale visto
  • Pasti se non diversamente indicato
  • L’assicurazione annullamento facoltativa pari al 3,5% del valore del viaggio
  • L'estensione facoltativa dei massimali fino a 100.000€, oppure illimitati
  • Le bevande, vino, gli extra in genere e tutto quanto non indicato espressamente in programma
  • Mance per le guide e per gli autisti (é consuetudine dare da $3 al giorno a persona per gli autisti e da $4 al giorno a persona per le guide)
  •  Facchinaggio
  • Ogni voce non specificata ne La Quota Comprende

DOCUMENTI

Passaporto: necessario.
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma "Viaggio senza Visto" (Visa Waiver Program, VWP) cui partecipa anche l’Italia, è necessario ottenere un'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization). L'autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA) (Electronic System for Travel Authorization) - sito https://esta.cbp.dhs.gov .

Il Programma ESTA ha tuttavia subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ''Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015''(dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.

Sono tuttora in corso di adozione misure di attuazione della nuova normativa, che laddove si verifichino alcune particolari condizioni potrebbero influire anche su chi ha già ottenuto un ESTA pur se in corso di validità. Si raccomanda pertanto a chi intende recarsi in USA di controllare attentamente prima della partenza i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.

Le principali novità della normativa sono:

dal 21 gennaio 2016 sono in vigore restrizioni per alcune categorie di viaggiatori di Paesi partecipanti al VWP, i quali per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto.

Tali restrizioni riguardano:

- cittadini di Paesi VWP che siano anche cittadini di Iraq, Siria, Iran e Sudan;
- individui che si sono recati in uno di questi quattro Paesi negli ultimi cinque anni (a partire dall'1 marzo 2011). I funzionari di governo (''full-time'') e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei quattro Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.

Le Autorità USA possono peraltro concedere eventuali ''eccezioni'' a tali restrizioni valutando ''on a case by case basis''.
Eventuali eccezioni potrebbero essere previste per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:

1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
- per conto di ''international, regional, or sub-national organization on official duty'';
- per conto di  ''humanitarian NGO on official duty'';
- in qualità di giornalista ''for reporting purposes''.

2) Persone che hanno viaggiato in Iran ''for legitimate business-related purposes'' a seguito della conclusione del ''Joint Comprehensive Plan of Action'' con l’Iran del 14 luglio 2015.

3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ''for legitimate business-related purposes''.

In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l'appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.

Ulteriori restrizioni sono state introdotte il 18 febbraio 2016 nei confronti dei viaggiatori che si sono recati in Libia, Somalia e Yemen a partire dal 1 marzo 2011. Essi non potranno entrare negli USA in regime di VWP, ma dovranno munirsi di regolare visto.

Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare, rilasciato successivamente al 26 ottobre 2006. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore.

I titolari di passaporti italiani emessi prima del 26 ottobre 2006 – data in cui il nostro Paese ha iniziato ad emettere libretti dotati di microprocessore – non potranno recarsi negli Stati Uniti avvalendosi del regime di esenzione dal visto (ESTA), pur se tali libretti dovessero essere leggibili informaticamente e dotati di fotografia digitale. Essi dovranno richiedere il visto di ingresso alle Autorità diplomatiche-consolari statunitensi.

Analogamente, i titolari di passaporti rilasciati successivamente alla data del 26 ottobre 2006, ma non dotati di microprocessore, non potranno entrare nel territorio degli USA avvalendosi del programma ESTA e dovranno richiedere il visto di ingresso alle Autorità diplomatiche-consolari statunitensi.

Le Autorità statunitensi hanno altresì comunicato che anche autorizzazioni ESTA regolarmente rilasciate e in corso di validità abbinate a passaporti rientranti in una delle due categorie citate (anteriori al 26.10.2006 pur se elettronici; successivi al 26.10.2006 ma non elettronici) non sono più riconosciute come titolo valido per l’ingresso nel Paese in esenzione dal visto, che dovrà pertanto essere richiesto alle autorità USA.

Visto d’ingresso:  Vedi voce “Passaporto”

Per usufruire del programma "Visa Waiver Program" (Programma di Viaggio in esenzione di Visto) è necessario:
- essere in possesso di un passaporto elettronico, rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006, dotato di microprocessore;
- viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo;
- rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni;
- possedere un biglietto di ritorno.

In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA del Paese presenti in Italia. Si ricorda che il passaporto deve essere in corso di validità e che la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver.
Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunistense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorita’ americane e /o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese.
Va tenuto ben presente, inoltre, che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti) e che se si prevede una permanenza superiore ai 90 giorni o per motivi diversi da turismo o affari o in ogni caso dubbio, è necessario richiedere il visto ai Consolati americani prima della partenza dall’Italia.

Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
- B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
 - F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
 - H/L/O/P- lavoratori temporanei;
 - C1- in transito verso paesi terzi;
 - C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
 - R- (religiosi);
 - I - (giornalisti);
 - E - (operatori economici e commerciali)
 sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane (aeroporti e porti e in futuro anche alle frontiere terrestri).

PREFISSI TELEFONICI:
Per telefonare dall'Italia verso gli Stati Uniti, bisogna comporre lo 001 prima del numero desiderato. Per chiamare l'Italia dagli Stati Uniti, comporre il prefisso 01139 più il numero telefonico desiderato.

AEROPORTI PRINCIPALI:
Ogni città piuttosto grande o importante è dotata di almeno un aeroporto; l'aereo è il mezzo più usato per girare gli U.S.A., anche perché basti vedere le grandi distanze presenti. Gli aeroporti principali delle città che producono più traffico aereo sono quelli di: New York (John F. Kennedy -JFK-, La Guardia e Newark), Miami (Miami International Airport) e Los Angeles (Los Angeles International Airport).

ALTRI MEZZI:
Altri mezzi efficaci sono i pullman (soprattutto della "Greyhound", che si muovono in tutto il territorio nazionale) e i treni (soprattutto della "Amtrak", che si muovono in tutto il territorio nazionale).

VALUTA:
Dollaro americano (USD). Alla data del 7 luglio il cambio era 1€ = 1,23 circa. Consigliamo di verificare il cambio aggiornato prima di partire.  Negli Stati Uniti è facilissimo cambiare gli Euro in Dollari, ci sono molteplici punti di cambio, oppure basta recarsi nelle banche delle città; in genere vengono applicati tassi di cambio abbastanza bassi.

CARTE DI CREDITO:
Il metodo di pagamento più comodo resta comunque la carta di credito che viene accettata praticamente ovunque.. Consigliamo a chiunque si rechi negli U.S.A. di averne con se una perché in alcune situazioni è praticamente indispensabile (ad es. ritiro auto a noleggio, garanzia per eventuali consumazioni extra in hotel etc…)

LINGUA:
Inglese. E' parlato anche lo spagnolo nelle zone che confinano col Messico e in Florida.

CLIMA:
Il Nord Est: Si tratta di una delle zone più visitate e che esercita un indubbio fascino. E' quella zona che comprende il New England, e quindi Maine, New Hampshire, Vermont, Massachusets, Connecticut, Rhode Island. Sono caratterizzate da inverni piuttosto rigidi (-9° centigradi di media nell'entroterra) ed estati piuttosto calde (25° centigradi di media sulla costa). I periodi migliori per visitare queste zone è probabilmente l'estate.

Il Mid Atlantic: Si tratta della zona che comprende, ad esempio Penssylvania e Virginia. Il clima non è molto dissimile da quello del Nord Est ma probabilmente l'estate è più calda.

Il sud Est: Dal North Carolina alla Florida. In questa regione il clima è gradevole durante tutto l'anno. In estate l'umidità è molto alta e particolarmente fastidiosa soprattutto in Florida e nel Golfo del Messico.

Il Midwest: E' la zona che comprende gli stati attorno ai grandi laghi e quindi, ad esempio Illinois, Indiana, Michigan ed Ohio. In questa zona l'inverno è molto rigido, soprattutto negli stati più a nord, e le estati molto calde.

Il Sud: Ovvero gli stati compresi tra Georgia ed Arkansas. Inverni non troppo freddi ed estati non tropo calde.

Il Sud Ovest: Comprende gli stati del Texas, Oklaoma, New Messico ed Arizona. Meglio evitare l'estate quando le temperature possono raggiungere anche i 40 45 gradi. Sono i paesaggi più tipici del West con deserti e Canyon.

Le Grandi Pianure: Iowa, Kansas, Minnesota, North Dakota, South Dakota, Nebraska. Solitamente l'estate è mite. L'inverno è caratterizzato da intense nevicate.

Le Montagne Rocciose: Montana, Wyoming, Idaho, Colorado e Utah. Le estati sono piacevoli come pure la primavera e l'autunno. Gli inverni sono molto nevosi. Si tratta della zona dei grandi e famosi parchi (per esempio Yellowstone) che assieme agli impianti sciistici, rappresentano le maggiori attrazioni turistiche della zona.

Nord Ovest: Oregon e Washington. Le temperature possono essere anche molto rigide. I periodi migliori sono primavera ed autunno.

Ovest: Comprende California, Nevada, Arizona (la classica zona dei grandi parchi: Grand Canyon, Bryce Canyon etc.). Sulla costa il clima è gradevole tutto l’anno, anche se a Nord (San Francisco) in estate le temperature restano abbastanza fresche e la pioggia non manca mai. All’interno il clima è caratterizzato da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte; in estate è molto caldo e secco, mentre d’inverno le temperature diventano molto rigide.

Hawaii: Il clima è sempre piacevole.

Alaska: I periodi migliori sono primavera ed autunno. 

FUSO ORARIO:
Ci sono più fusi orari, si passa dalla costa atlantica (New York, Washington, Miami) che sono indietro di cinque ore rispetto all'Italia, alla costa pacifica (Los Angeles, San Francisco) che è indietro di nove ore rispetto all'Italia, fino all’Hawaian Time, con 11 ore in meno, per le Isole Hawaii e l'Alaska.

VACCINAZIONI:
Nessuna obbligatoria.

CORRENTE ELETTRICA:
Il voltaggio in tutto il Paese è di 110 Volts con frequenza di 60 Hertz, pertanto è necessario verificare che gli apparecchi elettrici che desideriamo portare siano predisposti anche per questo voltaggio oppure munirsi di adattatori. Occorre inoltre munirsi della cosiddetta “presa elettrica americana” composta da due contatti piatti

ACQUISTI:
Negli USA i prezzi di vendita non includono mai le tasse. Queste vengono aggiunte al momento del pagamento e variano da uno Stato all'altro, da un minimo del 4% a salire, in alcuni Stati non sono previste.
Anche nei ristoranti e nei caffè le tasse sono escluse dai prezzi sul menù e vengono aggiunte sul conto finale.

CAMERE TRIPLE:
Negli USA gli alberghi non hanno camere a tre letti. Per camera tripla si intende una camera a due letti, ciascuno generalmente da una piazza e mezza (Queen bed)), occupata da 3 persone.
E' possibile richiedere dove lo spazio lo consente, un "rollaway bed", cioè un letto scorrevole che origina quasi sempre un supplemento al costo della camera ed è di dimensioni contenute.

MANCE (TIP):
Sono praticamente un obbligo negli USA, in quanto il servizio non è mai incluso e corrispondono circa al 15% per taxi e ristoranti. Per i facchini è bene prevedere 1 dollaro a valigia e 2 dollari per ogni giorno di permanenza negli alberghi per il personale di servizio. Nei luoghi turistici spesso il conto viene portato con già calcolata la mancia (Tip)

GUIDA:
Per poter guidare un'autovettura negli USA è necessario aver compiuto 21 anni, 25 in alcuni Stati.
Si consiglia la patente Internazionale che va esibita insieme a quella italiana.

TASSE AEROPORTUALI:
Le tasse dei voli intercontinentali sono addebitate sul biglietti aerei e vengono quindi pagate al momento dell'acquisto dello stesso. Per contro invece, per i voli interni U.S.A. spesso le tasse non possono essere incluse nel biglietto e non possono quindi essere pre-pagate al momento dell’acquisto in Italia, ma vengono richieste al check-in.

ORA LOCALE 03:30
FUSO ORARIO: -6 ore
VACCINAZIONI nessuna obbligatoria
Visto richiesto

Quando Partire

Departure

Gen
Feb
Mar
Apr
May
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Altri viaggi suggeriti

FLORIDA FLY&DRIVE

A PARTIRE DA

€ 1800.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
PATAGONIA IN MOTO

A PARTIRE DA

€ 5800.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
CANADA: I GRANDI PARCHI DELL'OVEST

A PARTIRE DA

€ 3600.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
SULLA STRADA DELLA EAST COAST

A PARTIRE DA

€ 2500.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
GRECIA: NAXOS - VILLA VENTI

A PARTIRE DA

€ 357.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
CANADA: NATURA MERAVIGLIOSA DEL QUEBEC

A PARTIRE DA

€ 3500.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
ISLANDA FLY&DRIVE

A PARTIRE DA

€ 2375.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
CILE ACTIVE

A PARTIRE DA

€ 5000.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
USA: COAST TO COAST

A PARTIRE DA

€ 2500.00

Idee per Viaggi su Misura
Dettagli
LUXURY AUSTRALIA CON POLINESIA O FIJI

A PARTIRE DA

€ 8000.00

Idee per Viaggi su MisuraLuxury Collection
Dettagli

Explore