menu

HOME

GIAPPONE
Cucina, giardini e manga: il Giappone di Ilaria e Giuseppe - III
Gli Sposi Raccontano
Il Padiglione d'Oro di Kyoto - Archivio Fotografico Pianeta Gaia
17/08/2019

Cucina, giardini e manga: il Giappone di Ilaria e Giuseppe - III

... segueHIROSHIMAArrivati a Hiroshima in serata, abbiamo voluto provare uno dei piatti più popolari della città, gli okonomyaki in un locale vicino alla stazione. Hiroshima è una città che ci ha sorpreso e che abbiamo apprezzato molto. Prima di tutto il Museo della Pace è assolutamente da visitare, perché è ben strutturato e molto toccante. Si trova su un’isola al centro del fiume che attraversa la città ed è in prossimità del luogo dove è stata lanciata la bomba nucleare. Il prezzo del biglietto del museo è simbolico e al suo interno il museo è strutturato in diverse mostre e sezioni, tutte davvero molto interessanti. All’esterno si possono ammirare alcuni memoriali ai caduti e la strut

  Leggi ►
GIAPPONE
Cucina, giardini e manga: il Giappone di Ilaria e Giuseppe - II
Gli Sposi Raccontano
Un tempio di Nikko
03/08/2019

Cucina, giardini e manga: il Giappone di Ilaria e Giuseppe - II

... segue  NIKKOMentre eravamo a Tokyo abbiamo deciso di fare una breve escursione a Nikko, i cui santuari fanno parte del patrimonio dell’umanità. Arrivati in mattinata a Nikko abbiamo visitato la zona centrale dei santuari, meravigliandoci della natura che li circonda. La visita è iniziata con il santuario shintoista Nikko Toshogu, dedicato a Tokugawa Ieyasu, il fondatore dello shogunato Tokugawa, ultimo shogunato del Giappone, e patrimonio dell'umanità dell’UNESCO, e il santuario Futarasan. Abbiamo poi avuto modo di vedere il tempio Rinnoji, il più importante di Nikko, fondato da Shodo Shonin nell’ottavo secolo. Abbiamo fatto una bella passeggiata nel bosco che circonda il santuario e siamo scesi a piedi la collina per tornare

  Leggi ►
MESSICO
Messico del Nord e Bassa California - V
Diari di Viaggio
Una veduta della Barranca del Cobre
24/09/2016

Messico del Nord e Bassa California - V

 17° giorno Un cielo splendente ci accoglie di prima mattina, facciamo colazione da Cabaña e vedendo com’è la situazione facciamo saltare tutti i programmi e decidiamo di visitare i canyon andando a El Divisadero. Sempre grazie a Mario, che ci organizza la spedizione con alla guida suo cugino, molto più pratico della zona e conoscitore di chiunque si aggiri da queste parti (non certo come lo zio del giorno precedente, mezzo sordo e ben poco pratico) facciamo la prima tappa al cañon su Rio Otorro (1.600 m di dislivello) e iniziamo a prender gusto alle celebri vedute della zona, fino a prima nascoste dalle nuvole. Arrivati a El Divisadero ci addentriamo al recentissimo Parque Adventuras da dove poter scegliere tra varie alternative. Arrivi

  Leggi ►
arrow_drop_up
arrow_drop_up