Iscriviti alla nostra newsletter

BLOG
Isole Faroe: la montuosa Eysturoy

L'isola di Eysturoy è la seconda più vasta e la seconda più popolosa delle Isole Faroe, dopo Streymoy ma, come tutte le isole di questo arcipelago ha qualcosa di interessante da offrire al visitatore. Il piccolo fiordo che forma il porto di Gjogv - Copyright Pianeta Gaia Il villaggio più conosciuto è probabilmente quello di Gjogv, nell'estemità nord-orientale dell'isola e abitato da appena 49 anime, famoso per il piccolo fiordo che ha dato vita a un porto naturale particolarmente protetto, raggiungibile con 69 scalini e immancabile soggetto fotografico di tutti i visitatori dell'arcipelago. Le strette e alte pareti gli donano anche ottime qualità acustiche. Una visita la

26 Ottobre 2021

OMAN

Deserti d'Oman - V

... segue  13° giornoNonostante abbiamo tirato tardi, la sveglia è sempre la solita, aiutati dal fatto che questa mattina il caldo si senta molto di più che nelle sveglie precedenti. Colazione, sistemazione delle vettovaglie rimaste e poi via verso la statale 31 attraversando dritto per dritto quest’ultima parte di Rub Al Khali in libertà, circa 22 km. In corrispondenza della stazione di servizio Shell di Al Zamaim, riprendiamo la 31 dopo doveroso rifornimento per una lunga tappa di trasferimento. La strada di fatto è una vera e propria autostrada con traffico molto limitato, la percorriamo con tirata unica fino ad Adam, salutando il deserto e iniziando a scorgere all’orizzonte le montagne dell’Hajar che terremo però per i

19 Ottobre 2021

OMAN

FAROE ISLANDS

Isole Faroe: la centrale Streymoy

Streymoy è la maggiore delle Isole Faroe: lunga 47 km e larga 10, ospita la capitale Torshavn e, abitata da oltre 23.500 persone, il 45% della popolazione dell'arcipelago. Una visita a questo spettacolare gruppo di isole non può dirsi completa se non la comprende. Gli antichi edifici governativi di Tinganes, la città vecchia della capitale Torshavn - Copyright Pianeta Gaia Tórshavn, fondata nel X secolo da coloni vichinghi che qui si incontravano per questioni commerciali, può essere considerata la capitale più vecchia dell'Europa settentrionale. La parte più antica della città, detta Tinganes, è costituita da vecchie case di legno colorate e in parte coi tetti ricoperti d'erba. Qui si trova il Parlamento,

12 Ottobre 2021

FAROE ISLANDS

OMAN

Deserti d'Oman - IV

... segue 10° giornoSveglia ancora tra le nuvole, colazione al solito abbondante e poi sistemato tutto nelle jeep si parte per una giornata di totale deserto, zero piste, solo vagare tra dune e valli desertiche. Mancando il sole, i colori rimangono tenui, ma il rosso delle dune è imperante anche così, si continua tra fermate per alcune foto e qualche passo tra le sabbie, in direzione nord-nord/est. La prima vera sosta, poco prima di mezzogiorno, è presso un’oasi con acqua calda incanalata in una specie di piscina, un getto importante per un relax fantastico. Direttamente dalla “piscina” vista deserto e cielo che pian piano si scopre dalle nubi ci sono regalate viste che ci avvolgono nell’ambiente, per giunta pure all’ombra di albe

05 Ottobre 2021

OMAN

SPAGNA

3 idee per un viaggio attivo in Andalusia

Sicuramente avrai sentito spesso parlare di questa regione della Spagna per le meravigliose città di Cordoba, Siviglia e Granada, universalmente note per il loro patrimonio storico-artistico legato soprattutto al lungo periodo in cui sono state sotto la dominazione araba. Ma non tutti sanno che al di fuori delle città ci sono esperienze diversissime ed emozionanti per chi vuole spingersi ad esplorare oltre il confine dei luoghi più conosciuti e frequentati dal turismo. Molte di queste attività sono proposte nel nostro programma Andalusia d'autore. In bicicletta nella Via Verde della Sierra 1. La Via Verde della Sierra in biciclettaIn tutta l'Andalusia, come altrove in Spagna e nel resto del mondo, si possono trovare degli antichi percorsi

28 Settembre 2021

SPAGNA

FAROE ISLANDS

Isole Faroe: la spettacolare Vagar

Se mai andrete alle Isole Faroe, probabilmente non vedrete tutte le isole che ne compongono l'arcipelago ma inevitabilmente passerete da Vàgar, se non altro perché è l'unica con un aeroporto nonché, per i pochi che giungono sull'isola via mare dall'Europa, uno dei porti principali. Non vi sono città particolarmente importanti in quest'isola dalla curiosa forma a testa di cane, cosa compensata da alcuni dei più grandiosi siti delle isole che la rendono una tappa imperdibile di chiunque voglia ammirare le bellezze paesaggistiche dell'arcipelago. Una nostra viaggiatrice si gode la vista degli scogli di Drangarnir - Copyright Pianeta Gaia È su una delle sue estremità, quella sud-occidentale, che si ergono

21 Settembre 2021

FAROE ISLANDS

Deserti d'Oman - III

...segue  7° giorno Mattinata senza vento vuotando le tende dalla sabbia, colazione e, una volta sistemato tutto nelle jeep, via per una giornata di lungo trasferimento. Si continua su sabbia ma dopo pochi chilometri, giunti sulla 32 all’altezza di Sarab sosta per sistemare la pressione dei pneumatici. La strada è al solito in ottime condizioni, proseguiamo fino a Doqm per rifornimento di benzina, da lì ancora lungo la 32 per una deviazione in area Wadi Darfa dove passato uno sterrato misto sale-fango si scorge un nutrito stormo di fenicotteri tra lagune interne prospicienti il mare. Non c’è nulla qui, nemmeno l’indicazione del sentiero, e guai a sbagliare traccia, pure quando si scende per camminare, altrimenti si sprofonda in

14 Settembre 2021

FAROE ISLANDS

Isole Faroe: la stretta Kalsoy

Kalsoy è una delle isole più piccole tra le 18 maggiori che costituiscono questo piccolo ma variegato arcipelago in mezzo all'Oceano Atlantico, a metà strada tra la Scozia e Islanda. Questa stretta fetta di terra è abitata da appena 76 persone e fa parte del distretto di Klaksvik, la seconda città dell'arcipelago situata nella vicina isola di Bordoy, dal cui porto parte il traghetto che la raggiunge 3 o 4 volte al giorno. Il traghetto è piuttosto piccolo, del resto il percorso che copre è breve (circa 20' di navigazione) e in acque riparate, e può ospitare circa una dozzina di veicoli, quindi è bene presentarsi per tempo all'imbarco per evitare che, causa riempimento dei pochi posti, si debba aspettare la parten

07 Settembre 2021

FAROE ISLANDS

OMAN

Deserti d'Oman - II

... segue  4° giorno Alle 6 c’è luce, per le 7 abbiamo già riposizionato le tende ed è tempo di colazione. Chi vuole va in escursione per nuotare coi delfini altrimenti un giro nel villaggio passando per spiagge invase dai gabbiani. C’è pure una guest house gestita da oltre 20 anni da un italiano, a oggi il numero di turisti maggiore giunge proprio dal Bel Paese. Sistemato tutto, prendiamo la strada per Sur, 50 km, dove facciamo tappa al cantiere navale Khour Al Batah per vedere la realizzazione dei dhow, la tipica nave araba. Il cantiere sorge proprio di fronte al Al Ayjah Watch Tower e alla sua imperiale scalinata. Visitata la fabbrica a cielo aperto, saliti e scesi da dhow in realizzazione, tempo per rimirare la baia fino a

31 Agosto 2021

OMAN

Tiziano Terzani, eterno viaggiatore...

Per noi che amiamo il viaggio, Tiziano Terzani rappresenta l’ideale di viaggiatore che ha dedicato tutta la vita all’incontro tra culture diverse, e all’esaltazione del viaggio come strumento di conoscenza del mondo.Terzani ha trascorso la sua vita viaggiando per il mondo, come giornalista, reporter di guerra, scrittore, semplice viandante sulle strade dell’Asia. Ha esplorato il mondo cercando di entrare in contatto con popoli e culture sempre nel rispetto della diversità, fonte inesauribile di bellezza.Nato a Firenze il 14 settembre 1938, da un’umile famiglia, il padre Gerardo aveva un’officina e la madre Lina lavorava in un negozio di sartoria. Tiziano si diplomò al liceo classico Galilei nel 1957 e già nel 1955 Tiziano collaborava

30 Agosto 2021

FAROE ISLANDS

Isole Faroe: La remota Suduroy

Suduroy è l'isola più meridionale e remota dell'arcipelago delle Faroe e per questo motivo non sono moltissimi i turisti che la includono nei loro itinerari. Per raggiungerla occorrono un paio d'ore di navigazione col traghetto Smyril che parte dal porto della capitale faroese Torshavn per approdare al porto di Tvøroyri: di norma la navigazione è abbastanza tranquilla sia perché il lato orientale dell'arcipelago è quello meno esposto agli impetuosi venti provenienti da ovest e sia per le dimensioni decisamente considerevoli della nave in questione, di quasi 140 metri. A bordo è attrezzata come una nave da crociera, con tanto di ristorante self-service e cafeteria, dove poter trascorrere in tranquillità il tempo dello s

24 Agosto 2021

FAROE ISLANDS

OMAN

Deserti d'Oman - I

1° giorno Da Bologna raggiungo Milano prima dell’alba con l’unico treno possibile, un Intercity Notte, dalla stazione con lo shuttle di TerraVision (10€ andata, 16a/r) in 1h giungo a Malpensa dove c’è il volo Emirates per Dubai. Non mi era stato concesso di fare il check-in on-line il giorno precedente, meglio così poiché la fila di chi non l’aveva fatto è brevissima, quella di chi lo aveva effettuato lunga per la sola consegna bagagli. Controlli celeri data anche la poca gente, imbarco altrettanto veloce e con un Boeing 777 si vola a Dubai, serviti prima di un pranzo vero e proprio e a seguire di uno snack. Manca il comfort kit, per il resto l’aereo ha le più moderne dotazioni di bordo. Atterrati in perfetto or

17 Agosto 2021

OMAN

FAROE ISLANDS

Isole Faroe: L'isolata Mykines

Mykines è la più piccola e la più occidentale delle 18 isole maggiori che formano le Isole Faroe o Faroer. La sua caratteristica principale è la difficoltà nel raggiungerla: trovandosi sul lato più esposto dell’arcipelago, quello sferzato dai forti venti provenienti dall’America, il traghetto che la collega giornalmente con la vicina isola di Vagar funziona solo nel ristretto periodo estivo tra il 1° maggio e il 31 agosto di ogni anno, sempre se le condizioni del mare lo consentono, cosa che si verifica non di rado al punto che questa escursione viene consigliata all’inizio del viaggio per avere eventualmente modo di poterla recuperare in caso di annullamento. Per il resto dell’anno, l’unico mezzo per raggiung

10 Agosto 2021

FAROE ISLANDS

MADAGASCAR

Madagascar, l'isola rossa - V

... segue  13° giornoColazione in hotel, non proprio il massimo, poi avendo deciso che l’escursione a Nosy Ve e l’avvistamento delle balene lo farò domani, oggi vado in perlustrazione di Anakao, non quella sul mare o nell’immediato entroterra, ma quella più interna. Lasciando il Safari Vezo, dal retro ci s’inoltra lungo un sentiero che fungerebbe da via d’accesso, ma si nota bene che di mezzi su strada qui ne circolino proprio pochi. Le uniche costruzioni che si notano oltre una grande spianata là tra gli alberi richiamano l’attenzione, sono le uniche in muratura dell’area, approcciando queste noto che si tratta del cimitero costituito su più plessi non in perfette condizioni ma comunque in muratura, non sc

27 Luglio 2021

MADAGASCAR

BHUTAN

Bhutan: La felicità interna lorda

Viaggiare in Bhutan è un privilegio grande poiché permette al viaggiatore in cerca di esperienze lontane dai classici percorsi turistici, di entrare in contatto con un mondo antico, tra suggestivi panorami e vette himalayane, e vivere nei monasteri l’esperienza della cultura buddista.Siamo abituati a misurare il livello evolutivo di un paese dal PIL, il prodotto interno lordo. Ma esiste un altro singolare parametro, creato dai Re del Bhutan negli anni Settanta, che risponde al FIL: Felicità Interna Lorda. Si tratta di un indice di progresso economico e morale che anziché considerare esclusivamente lo sviluppo economico, tiene conto di un insieme di fattori legati alla qualità della vita, come la tutela dell’e

26 Luglio 2021

BHUTAN

Un viaggio, una volta che l'hai fatto, l'hai fatto per sempre

Il viaggio è un linguaggio universale che non s’impara sui libri. Non esiste un manuale per imparare a viaggiare. Il viaggio è un modo per capire il mondo. Quello che devi fare è andare, mettere un passo davanti all’altro, un passo dietro l’altro, spostare l’orizzonte sempre un po’ più in là, sempre un po’ più avanti.Viaggiamo per cercare altrove quello che ci manca nel posto in cui viviamo. E ogni volta che viaggiamo non facciamo altro che ridisegnare i nostri confini. Quei confini che restando a casa, in poltrona, non sappiamo neanche di avere. Viaggiamo per sedare le nostre inquietudini. E non è altro che mettersi in gioco, dentro a mondi non protetti da una casa o da un amore.Il viaggio &egra

22 Luglio 2021
I viaggi che vi raccontiamo li abbiamo fatti davvero

Per raccontarvi i viaggi del futuro partiamo da quelli che abbiamo fatto in passato. La fortuna di viaggiare, esplorare, perderci per poi ritrovarci, ci ha permesso di scoprire il mondo.Ci siamo appassionati alle culture e ai popoli dell’Africa; abbiamo percorso strade himalayane a oltre 5000 metri respirando il cielo; abbiamo solcato i fiumi della foresta amazzonica in Perù per poi scendere nella pampa argentina fino al Perito Moreno. Nell’outback australiano abbiamo percepito il fascino dello spazio infinito; nei templi dell’India del sud il senso di appartenenza…In questo tempo sospeso che ci è toccato di vivere non abbiamo mai smesso di viaggiare: rileggendo i nostri appunti di viaggio, raccontando ai nostri viaggiatori le emozioni del p

20 Luglio 2021

MADAGASCAR

Madagascar, l'isola rossa - IV

... segue  10° giornoOttima colazione in hotel, nel giardino avvistiamo un camaleonte di notevoli dimensioni facile da scambiare per un ramo dell’albero su cui staziona, poi partenza per una visita cittadina presso la casa artigianale di produzione di carta Antaimoro che visitiamo con una guida del posto che ci accompagnerà anche nell’escursione a seguire. Il processo di lavorazione è spiegato in ogni suo dettaglio, interessante vedere come dal foglio che ne esce, ancor prima dell’essicazione siano inseriti motivi naturali direttamente sulla carta per un prodotto destinato in ogni caso ai turisti, questi prodotti hanno per noi prezzi irrilevanti ma per la popolazione locale sarebbero solo un vezzo troppo costoso. Il piccolo

20 Luglio 2021

MADAGASCAR

ETIOPIA - KENYA - SOMALIA - SUDAFRICA - TANZANIA - UGANDA

Sogni di legno

Chi ha viaggiato in Africa li ha probabilmente intravisti, forse non prestando particolare attenzione a questi oggetti utilitaristici che invece gli appassionati d'arte africana conoscono bene: i poggiatesta. Un anziano etiope mentre usa un poggiatesta (photo C. Cerisier) Si tratta di piccole strutture di legno, principalmente usate dagli uomini e dalle fogge più disparate, utilizzate un po' in tutto il continente ma particolarmente diffuse nelle regioni orientali, soprattutto in Etiopia meridionale e nei paesi confinanti quali Uganda, Kenya, Somalia e Tanzania. Sono oggetti molto personali, quasi irrinunciabili nella vita di tutti giorni, soprattutto per quei popoli presso i quali la pastorizia è l'attività predominante, portati continu

13 Luglio 2021

ETIOPIA - KENYA - SOMALIA - SUDAFRICA - TANZANIA - UGANDA

MADAGASCAR

Madagascar, l'isola rossa - III

... segue  7° giornoColazione scarsa e di bassa qualità a un prezzo da rapina, poi prima di partire per una lunga tappa di trasferimento notiamo che un gruppo di lemuri ha preso casa tra i bungalow, per nulla timidi passano da un’abbeverata all’altra da perfetti soggetti fotografici. La poca gente presente in hotel, ma forse anche l’abitudine, li lascia fare le loro cose senza paura, bene per noi. Poi si parte, il percorso è il medesimo dell’andata quindi non particolarmente interessante, già visto insomma, sosta cibo ad Ambatolahy, pescando tra i tanti piccoli posti sempre tutti sulla via principale. Pesco a caso qui e là, sempre somoza e caffè, tutto molto buono, somoza solo di carne, i vegetariani non hanno un&rsqu

06 Luglio 2021

MADAGASCAR

GEORGIA

Mondi in bilico: I Duchobory - III

Malgrado tutto questo – la storia dei Duchobory in Canada meriterebbe un approfondimento a parte -, gli emigrati misero radici nel paese nordamericano e in seguito si spostarono nella più mite regione della British Columbia, dove ad oggi sono circa 40.000, più altri 5.000 nel tempo trasferitisi negli Stati Uniti, territorio in cui avevano già attecchito altre gruppi dallo stile di vita similare come i Mennoniti, gli Amish, i Quaccheri e altri. In Georgia le cose andarono pure peggio. L’avvento dell’Unione Sovietica e del suo dogmatismo anti-religioso fu causa di ulteriori problemi per quelli che erano rimasti. Libri religiosi e archivi vennero distrutti e diversi Duchobory vennero arrestati o mandati in esilio. Al contrario, l’imposizione della

29 Giugno 2021

GEORGIA

Explore