Iscriviti alla nostra newsletter

BLOG

COSTA RICA

Pura Vida - VI

... segue  21° giornoIn camera siamo in 6 anziché 11 e il sonno ne guadagna, ho pure meno fretta perché il bus parte alle 10 e il biglietto lo avevo già comprato il giorno precedente, caffè e succo in ostello, paste alla solita pasticceria, parto col bus colectivo destinazione San José più lento del diretto che parte alla medesima ora ma col vantaggio di fermarmi all’aeroporto di Alajuela così da raggiungere la mia destinazione prima spendendo pure meno. Lungo il cammino, dopo Parrita, lasciamo la carretera Costanera Sur per tagliare tra le montagne, tante curve lungo la 239 ma poco traffico, scendo all’aeroporto di Alajuela e con un bus raggiungo il centro cittadino per far tappa nuovamente all’ostello d

05/01/2021

COSTA RICA

COSTA RICA

Pura Vida - V

... segue  17° giornoPrevedendo che per la festività del primo dì dell’anno tutto fosse chiuso, mi ero mosso in anticipo acquistando per colazione paste e croissant accompagnandole col caffè dell’ostello. Anche gli orari dei bus sono diversi, mi era stato detto della partenza per Puntarenas alle 9, in realtà saranno le 9:30, biglietto acquistabile direttamente dal conduttore. Giornata splendida, i pochi turisti presenti scendono nei dintorni di Llanos de Cortés, una delle cascate più note del paese. Puntarenas è una delle città più grandi della costa, porto e punto di partenza per raggiungere la Peninsula de Nicoya con traghetto, si raggiunge lasciando la Panamericana ed entrando in una specie di cuneo

23/12/2020

COSTA RICA

COSTA RICA

Pura Vida - IV

 ... segue 13° giorno Ricca colazione in ostello, il tipico gallo pinto, vanno pagate solo le bevande. A piedi raggiungo il Terminal 7-10 da cui parte il bus per La Fortuna che fa sosta a Ciudad Quesada (San Carlos) per scendere per cibo e servizi, unica per questo nelle ore ore. Devo dire che i più arrivano già carichi di ogni diavoleria alla partenza, ne approfitto per qualche info su La Fortuna da una ragazza a fianco che sta andando la per lavoro, soprattutto per una soluzione al meglio tra prezzo/qualità riguardo le tante opzioni termali. Tempo splendido, poco prima di arrivare salendo tra le montagne tutto cambia e anche scendendo a La Fortuna le nuvole fanno compagnia. Il terminal dei bus è poco più di una fermata coperta, n

08/12/2020

COSTA RICA

INDIA

Himachal Pradesh - VI

 ... segue 16° giornoDopo di una sontuosa colazione in hotel, è subito ora di spostare gli zaini su di un grande ma non propriamente comodo bus che in due tappe ci porterà a Delhi. Si percorre la Kullu Valley, nel mezzo di un verde intenso attorniati da infiniti negozi di pashmine. Il panorama è ben differente dalle meraviglie dello Spiti, in più viste le condizioni delle strade (molti lavori di migliorie), non c’è tanto tempo per escursioni varie così occorre andare senza possibilità di approfondire la conoscenza con quanto ci scorre a fianco. Passata Mandi, sosta per pranzo in un grande ristorante (a dire il vero noi eravamo entrati in un bugigattolo a fianco che sembrava molto più rustico, ma poi ci hanno r

24/11/2020

INDIA

INDIA

Himachal Pradesh - V

 ... segue 13° giorno Colazione in guest house e poi partenza immediata visto che non dobbiamo sbaraccare nulla, restando a Kaza due giorni, destinazione Kibber, un villaggio che si trova in alta quota, passato il fantastico villaggio/monastero di Ki, che è rimirabile dalla strada prima di arrivarci, una delle immagini simbolo delle Spiti. La strada sale velocemente, Kibber si trova ad oltre 4200 m, pieno di case imbiancate a calce ed all’ingresso varie guest house, il posto è decisamente di moda, come si nota dalle tante Royal Enfield parcheggiate proprio davanti alle guest house. Nonostante ci si trovi in alta montagna, con lo Shilla che sfoggia i suoi oltre 7000 m, par di essere nel deserto, e il contrasto tra le abitazioni bianche e il c

10/11/2020

INDIA

COSTA RICA

Pura Vida - III

 ... segue  9° giornoRitrovo al Costa Rica Roots Tour ore 5:30, sveglia in modo da essere puntuali per un caffè e torta casalinga nell’ufficio della guida, il figlio della proprietaria de La Casona, con torta di quest’ultima. Nato qui David, di chiara origine europea (la madre è olandese), gestirà l’escursione in canoa nei canali del Parco Nazionale Tortuguero per un gruppo indicativamente di 18 persone, oltre a me ci sono 15 svedesi e una coppia brasiliana. Ci fornisce giubbotto di salvataggio, remo e impermeabile, useremo i primi due ma non l’ultimo, la giornata è incredibilmente bella. A piedi raggiungiamo l’ingresso al parco, fila di 10’ e poi prendiamo possesso di due grandi canoe. Il vantaggio della ca

27/10/2020

COSTA RICA

COSTA RICA

Pura Vida - II

 ... segue 5° Il diluvio universale pare abbattersi sulla mattina caribeña, quindi tanta calma e relax, tè in ostello e chiacchiere varie, una volta smessa la pioggia veloce colazione alla soda Caribe poiché di mercoledì la fidata bakery è chiusa per turno. Oggi visto anche il tempo che promette cambi velocissimi tra pioggia e sole, tempo dedicato a sistemare aspetti casalinghi, iniziando da ozio su amaca in lettura tra un caffè e un batido. In bicicletta andiamo in centro per acquisti dei prodotti da consumo quotidiano, giro che vale anche come incontro della cerchia di amici e rientrati si va di piadina, partendo proprio dalla realizzazione del prodotto più romagnolo che ci sia, il mare evidentemente accom

13/10/2020

COSTA RICA

COSTA RICA

Pura vida - I

 1° giorno A Bologna col check-in online sul sito Lufthansa la coda agli sportelli di Air Dolomiti è quasi nulla, ma anche chi deve fare il check-in ha ben poco da attendere, forse anche per via del fatto che in aereo saremo in 20, non di più. Lunga invece la coda al controllo bagagli. Il volo per Monaco (1:10) è puntuale, ci servono pure bevande e snack, una volta a Monaco mi trovo in un aeroporto completamente vuoto di prima mattina. Uscendo dall’area Schengen il controllo passaporti è automatico, quindi molto veloce anche se non ho particolare fretta. Wi-fi gratuito con registrazione, velocissimo, sarà anche per via del fatto che nessuno lo utilizza. Il volo Air Canada per Toronto è puntuale (Air Canada, Air Dolomiti e Luftha

29/09/2020

COSTA RICA

PAPUA NUOVA GUINEA

Nel cuore della Papua Nuova Guinea - VI

 ... segue  22° giornoCi prepariamo per colazione con un tasso di umidità record, come da record negativo è l’ultima colazione, per la gioia dei soliti docili e ormai amici cani. George predispone il conto della permanenza sul luogo, attesa prolungata, poi occorre risistemare il tutto in base a quanto detto in prima battuta, non sempre rispettato. Ci imbarchiamo con un mare piatto, passiamo lentamente nella zona della barriera corallina dove alcuni pescatori sono all’opera e poi in 30’ tocchiamo terra a Wewak, solito molo e solito caldo. Risaliamo il capo per prendere possesso di un posto alla CBC Guest House dove trattiamo anche un transfert per l’alba dell’indomani verso l’aeroporto. Avendo tempo, visito più accu

15/09/2020

PAPUA NUOVA GUINEA

PAPUA NUOVA GUINEA

Nel cuore della Papua Nuova Guinea - V

 ... segue 17° giorno Reduce da una  notte con temperature elevate pure in riva al mare, veloce passaggio in bagno (ovvero utilizzo dell’acqua nei secchi) e poi colazione congiunta, con uova, frutta e caffè (qualche busta di tè si scorge ma non contateci) poi con Denis, cugino di George o così si dice, come guida parto per un’escursione a una delle attrattive dell’isola, i resti della contraerei giapponese. Già, Muschu è stato un centro nevralgico durante la seconda guerra mondiale, qui per tutti WWII, e attraversare la foresta alla ricerca di questi reperti è una delle attività preferite dai più. La WWII è stata feroce anche da questa parte dell’emisfero, noi studiamo quanto acca

01/09/2020

PAPUA NUOVA GUINEA

PAPUA NUOVA GUINEA

Nel cuore della Papua Nuova Guinea - IV

 ...segue  13° giornoOre 7, colazione preparata dai gestori in guest house, sempre loro ci chiamano un PMV per Mt. Hagen che ci recupera qui ma prima che parta ne passa. Sosta per controllo gomme, direi pressione visto che il battistrada è già abbondantemente slick da mettere in difficoltà pure Marc Marquez… Giriamo lungamente nel centro di Goroka a cercare avventori, da quando siamo saliti sul PMV alla partenza vera e propria passa un’ora esatta. Riprendiamo la solita Highlands Highway e con passo sostenuto oltrepassiamo il Daulo Pass per la prima sosta in concomitanza di alcuni banchetti e baracche che fungono da locale autogrill. Strada polverosissima, ma il pilota è in cerca di tempi da pole position e vola alla velocità

18/08/2020

PAPUA NUOVA GUINEA

PAPUA NUOVA GUINEA

Nel cuore della Papua Nuova Guinea - III

 ...segue  9° giorno Alle 7 siamo già pronti per colazione, peccato che non lo siano al ristorante, oggi è IL GIORNO e non vogliamo mancare un minuto del Cultural Show di Mount Hagen. Prendiamo pezzo per pezzo di quanto viene approntato al desco del cibo, terminato percorriamo tutta la cittadina per andare a piedi al campo sportivo dove la manifestazione prenderà forma (circa un km scarso fuori dall’Highlander Hotel verso sud-ovest). Il Mt Hagen Cultural Show è il secondo festival per importanza della PNG, la favorevole data di metà agosto favorisce l’afflusso di turisti stranieri (a star larghi saremo 500, e chi è sull’isola principale oggi è qui), mentre il più celebre si svolge a Goroka a s

01/08/2020

PAPUA NUOVA GUINEA

PAPUA NUOVA GUINEA

Nel cuore della Papua Nuova Guinea - II

 ...segue   5° giorno Colazione con pancake che potrebbero uccidere un elefante, poi riprendiamo il pessimo sentiero interno e questa mattina ci muoviamo a piedi lungo la highway. Incontriamo al solito molte persone curiose di incontrarci e tutte presissime nel farsi fotografare con noi, la prima meta è il villaggio delle vedove, luogo dove volontariamente si chiudono appunto le vedove. Si cospargono corpo e capelli di bianco, la visione una volta fatti accedere allo spiazzo d’accoglienza è forte, paiono fantasmi nella giungla. Ovviamente non parlano inglese e per dialogare Tony è fondamentale, veniamo edotti dalle vecchie usanze come quella dell’urna funeraria che era lasciata almeno 6 mesi col corpo del defunto sopra a un tres

18/07/2020

PAPUA NUOVA GUINEA

PAPUA NUOVA GUINEA

Nel cuore della Papua Nuova Guinea - I

 1° giornoA Bologna il check-in è possibile per i bagagli fino a Port Moresby, capitale della Papua Nuova Guinea (da qui  in poi PNG, i locali la chiamano Papua Nuigini), non per la nostra meta finale, Tari. Per i passeggeri invece carta d’imbarco fino a Singapore, da lì faremo quella per Port Moresby, a seguire quella finale per Tari. Il volo Emirates (conviene comprare da loro il pacchetto comprensivo di quello Air Niugini, compagnia di bandiere tra le pochissime internazionali per poter entrare, nel caso di problemi eviterà tanti guai, poco male i circa 100€ in più) per Dubai di 4.487 km dura 5:30 ed è puntuale. Servizio di bordo buono ma niente comfort kit, una volta atterrati entriamo direttamente in aeroporto risparmiandoci

04/07/2020

PAPUA NUOVA GUINEA

GIAPPONE

Hokkaido IV

 ... segue Giorno 8° Lago Toya/ NoboribetsuAlle 7:30 ci accoglie un piccolo buffet per la colazione alla giapponese. Partiamo per un’altra famosa località termale, Noboribetsu. Arrivate, scopriamo che quel weekend si tiene il Noboribetsu Jigoku Matsuri, un festival che ogni anno nell’ultimo weekend di agosto celebra l’arrivo di Enma, il re dei demoni che vivono nella valle. Famosa per il suo paesaggio lunare e suoi fumi infernali è Jigokudani (lett. “Valle dell’Inferno”), la nostra prima tappa a Noboribetsu. Qui è possibile percorrere diversi sentieri che offrono un belvedere della valle e i suoi geyser. La Valle dell'Inferno di Noboribetsu - Copyright Pianeta Gaia Uno dei sentieri offre un breve percorso

30/05/2020

GIAPPONE

BOTSWANA - SUDAFRICA - ZIMBABWE

Zimbabwe, Sudafrica e Botswana - VIII

 ... segue 29° giornoCome prevedibile, di prima mattina qualche goccia di pioggia ci accompagna a colazione, partiamo in direzione est lungo la N4 che ha tratti a pagamento. Fino a Rustenburg i lavori stradali rallentano il cammino, passata la locale township prendiamo vie minori verso Jericho, alcune non asfaltate ma in buono stato per la destinazione di giornata, il Borakalalo National Park che sorge attorno alla Klipvoor Dam, uno dei più recenti parchi della nazione. Si può passare la notte nei camping oppure uno stop nella splendida area di sosta proprio sul lago, paradiso dei pescatori oltre che d’infinite specie di volatili da terreni salmastri. Il parco è molto bello anche se di animali ne scorgiamo pochi a parte alcuni klipspringer, la picco

23/05/2020

BOTSWANA - SUDAFRICA - ZIMBABWE

GIAPPONE

Hokkaido - III

 ... segue Giorno 6°/ Furano e Biei/ Asahikawa / SapporoSveglia alle 7:00, nella sala dedicata dell’hotel troviamo un buffet con vari piatti; in particolare ci colpiscono lo yogurt e il latte fresco di ottima qualità. Il tempo non ci risparmia, è una leggera pioggerellina cade mentre andiamo verso il Momijidani Hike, un sentiero di trekking abbastanza semplice, adatto anche ai non troppo organizzati. Dopo circa 40 minuti di camminata in salita, dove ammiriamo il paesaggio attorno a noi (e riprendiamo fiato), arriviamo alla cascata Momiji-no-taki, una meravigliosa ricompensa per un po’ di fatica e un po’ di fango sulle scarpe. A dieci minuti in macchina, la tappa successiva ci porta ad altre due cascate, anche queste nella classifica delle 100 c

09/05/2020

GIAPPONE

BOTSWANA

Zimbabwe, Sudafrica e Botswana - VII

 segue... 25° giornoNotte particolarmente calda, rallegrata da uccelli canterini, dopo colazione e dopo aver pagato il campeggio (estremo relax qui, nessuna fretta, chiacchiere su cosa si fa e come muoversi, bel posto) riprendiamo la A3 in direzione ovest per entrare al Makgadikgadi Pan Game Reserve dal Phuduhudo Gate che pare chiuso. Apriamo il cancello e dai bungalow degli addetti arriva un bambino che ci anticipa l’arrivo della madre, addetta all’ingresso ma ancora in casa, da qui ultimamente non passa nessuno. Non ha una mappa da lasciarci, ci consiglia di fotografare il grande quadro che funge appunto da cartina, tanto dice è impossibile perdersi andando in direzione Khumanga. Il percorso è sabbioso, necessario un 4x4, nella prima parte la

02/05/2020

BOTSWANA

GIAPPONE

Hokkaido - II

 ... segue Giorno 4°/ AbashiriAlle 8:00 colazione, che passa inosservata, soprattutto se paragonata a quella del giorno prima. Alle 9:30 guidiamo fino al Lago Notoro e il suo promontorio, per una passeggiata con vista mare. Per pranzo decidiamo di tornare in città e dirigerci verso la zona del porto per mangiare una grigliata di pesce: in particolare, pettini di mare, calamari, ostriche e un salmone Sakura, una varietà indigena del Giappone. Il pesce fresco e la possibilità di cuocersi da soli il pesce su una griglia a carbonella permettono di assaporare tutta l’esperienza del barbecue. Alle ore 15, ci dirigiamo verso est e il Parco Nazionale dello Shiretoko (che purtroppo non abbiamo tempo di visitare). Nei quasi 70 km di tragitto fino alle cascate

25/04/2020

GIAPPONE

BOTSWANA - ZAMBIA - ZIMBABWE

Zimbabwe, Sudafrica e Botswana - VI

 segue...  21° giornoGià di prima mattina, mentre prepariamo la colazione, il rombo degli aerei che sorvolano le Cascate Vittoria è una costante, la visita alle cascate per i più abbienti avviene appunto da questo punto di vista. Prima di uscire ne approfittiamo per lavare l’auto, nei dintorni dei bagni ci sono più gomme inserite in idranti a disposizione, così non costituiremo un’offesa alla nazione. Da qui il visitor center si raggiunge velocemente, poco più di un chilometro, c’è di fronte un parcheggio gratuito dove oltre alla solita paccottiglia da souvenir vanno a ruba le mantelle parapioggia. Riprendo dallo zaino il mio k-way tecnico pensando che sia la soluzione ideale, pagato il salato biglietto d

18/04/2020

BOTSWANA - ZAMBIA - ZIMBABWE

GIAPPONE

Hokkaidō - I

 Giorno 1° / Chitose Ci troviamo all’aeroporto di Chitose: Vittoria arriva dal caos cosmopolita di Tōkyō, io dal placido tran-tran estivo di Kōbe, entrambe scappate alla tipica afa estiva del Honshū e i suoi 40 gradi. Salutateci dopo tanto tempo lontane, ci dirigiamo al banco noleggio per le auto - primo step fondamentale nella nostra scoperta del Grande Nord giapponese - dove un autista ci attende per portarci al punto pick-up macchine. Finalmente in possesso del nostro mezzo di trasporto per questi nove giorni, Vittoria sperimenta i suoi primi 15 minuti di guida “all’inglese” che ci portano al nostro primo hotel: il Route Inn Chitose Ekimae. Siamo da neppure un’ora e mezza a Chitose, ma l’aria fresca e la voglia di esplorare ci spingo

28/03/2020

GIAPPONE

Explore