menu

LA VALLE DELL'OMO

AFR-437

LA VALLE DELL'OMO

Viaggi di gruppo con guida locale 15 giorni Su Richiesta Richiedi un preventivo
MAPPA ITINERARIO
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
Quando Andare
00:56
+1 ore
sono richieste vaccinazioni
richiesto
INFORMAZIONI

L'Etiopia può essere considerata senza timore di essere smentiti una culla della nostra civiltà. Proprio nel paese dove la razza umana ha mosso i primi passi e dove sono conservati i resti di Lucy, il nostro più antico antenato, vivono alcune delle etnie tra le più arretrate al mondo, dove le popolazioni vivono ancora secondo i ritmi e le consuetudini di migliaia di anni fa ... ma la nostra civiltà, purtroppo sta velocemente arrivando
___________________________________________________________________________________________

Pianeta Gaia Viaggi è la prima  agenzia italiana membro di ATTA, da aprile 2011

ATTA: ADVANCING TOURISM AND TRAVEL IN AFRICA, con sede a Londra, è la più autorevole, esclusiva e prestigiosa associazione turistica africana che raggruppa compagnie aeree, strutture ricettive, tour operators, compagnie di marketing e media specializzate nel continente nero. Dall’imprinting tipicamente britannico, è capillarmente estesa dal Marocco al Madagascar: i suoi membri vengono selezionati con estrema cura ed attenzione per garantire un’impeccabile servizio.?Per farne parte è necessario prima essere presentati da tre membri anziani, si ha poi un colloquio per testare l’idoneità professionale ed etica; successivamente si viene presentati al consiglio direttivo il quale chiederà a tutti i soci se vi siano obiezioni in merito alla candidatura, ogni anno meno del 10% delle richieste vengono accolte.

Qui di seguito un dei tre video del nostro viaggio del 2013 all'interno del quale trovate le immagini del "Salto del Toro" la festa tradizionale e violenta con la quale viene sancito il passaggio all'età adulta. Le altre foto del viaggio le potete trovare nella nostra Gallery

CONDIVIDI

L'Etiopia può essere considerata senza timore di essere smentiti una culla della nostra civiltà. Proprio nel paese dove la razza umana ha mosso i primi passi e dove sono conservati i resti di Lucy, il nostro più antico antenato, vivono alcune delle etnie tra le più arretrate al mondo, dove le popolazioni vivono ancora secondo i ritmi e le consuetudini di migliaia di anni fa ... ma la nostra civiltà, purtroppo sta velocemente arrivando
___________________________________________________________________________________________

Pianeta Gaia Viaggi è la prima  agenzia italiana membro di ATTA, da aprile 2011

ATTA: ADVANCING TOURISM AND TRAVEL IN AFRICA, con sede a Londra, è la più autorevole, esclusiva e prestigiosa associazione turistica africana che raggruppa compagnie aeree, strutture ricettive, tour operators, compagnie di marketing e media specializzate nel continente nero. Dall’imprinting tipicamente britannico, è capillarmente estesa dal Marocco al Madagascar: i suoi membri vengono selezionati con estrema cura ed attenzione per garantire un’impeccabile servizio.?Per farne parte è necessario prima essere presentati da tre membri anziani, si ha poi un colloquio per testare l’idoneità professionale ed etica; successivamente si viene presentati al consiglio direttivo il quale chiederà a tutti i soci se vi siano obiezioni in merito alla candidatura, ogni anno meno del 10% delle richieste vengono accolte.

Qui di seguito un dei tre video del nostro viaggio del 2013 all'interno del quale trovate le immagini del "Salto del Toro" la festa tradizionale e violenta con la quale viene sancito il passaggio all'età adulta. Le altre foto del viaggio le potete trovare nella nostra Gallery

Partenze disponibili dai principali aeroporti italiani

QUOTA DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA

La quota comprende

  • Pernottamenti in hotel categoria 4* ad Addis Abeba e migliori alberghi/lodge negli altri siti
  • I pasti full board compresa l’acqua minerale in bottiglia
  • Trattamento di pensione completa
  • Jeep private 4x4 modello post 2012
  • Tutti gli ingressi a monumenti, musei, aree archeologiche e parchi in programma
  • Presenza di guida locale parlante italiano durante tutto il viaggio
  • Possibilità di accompagnatore dall'Italia per gruppi di minimo 10 partecipanti
  • Assicurazione medico bagaglio con massimale di spesa medica di 30.000€ per persone

La quota non comprende

  • I voli intercontinentali
  • L'assicurazione annullamento facoltativo
  • Le bevande alcoliche ai pasti
  • Tutti gli extra a carattere personale
  • Eventuali mance
  • Tutto quanto non riportato alla voce “La quota prevede”

Altre Informazioni

Il programma, nel corso di svolgimento, potrebbe subire per motivi organizzativi modifiche nella sequenza delle visite ma non nei suoi contenuti.

ETIOPIA

INFORMAZIONI UTILI

Orario
L’Etiopia segue il calendario giuliano che ha tredici mesi di cui 12 di 30 giorni e uno di 6. Ci sono 3 ore di differenza dal GTM. Rispetto all’Italia c’è un’ora differenza in estate, e due in inverno.

Elettricità
220 volt

Visti
Il visto per l’Etiopia per i cittadini della Comunità Europea si può fare direttamente all’arrivo all’aeroporto internazionale di Bole e costa : 50 $. È consigliabile portare la cifra esatta per evitare contrattempi. Non occorrono foto o altri documenti eccetto passaporto valido 6 mesi.

Moneta e pagamenti
La moneta etiopica è il birr.
Le carte di credito funzionano solo nelle catene dei migliori alberghi e negli uffici dell’Ethiopian Airlines e nella Dashen Bank. Si consiglia di portare valuta in contante e cambiare man mano secondo le necessità personali.
Si può cambiare in qualsiasi banca, il tasso di cambio varia pochissimo, c’è uno sportello dentro l’aeroporto, subito dopo l’ufficio visti e prima del controllo passaporti.

Internet
Internet è disponibile normalmente nei principali hotel di Addis Abeba, nelle località principali del nord, valle del Rift ed Harar, mentre puó essere difficile o impossibile connettersi nella valle dell’Omo, Etiopia Ovest e Dancalia. La velocità di connessione è molto variabile da un luogo all’altro, ma in generale molto piú lenta che in Europa.

Telefonia cellulare
La rete è abilitata al roaming internazionale col sistema GSM 900, quindi normalmente si possono utilizzare i propri cellulari per ricevere e trasmettere chiamate. Ciononostante, per i viaggiatori che necessitino essere sempre reperibili, è consigliabile acquistare una SIM etiope ai punti venditi Ethio Telecom presentando una foto e copia del passaporto.

Acqua e luce
La rete di servizi basici in Etiopia è in fase di sviluppo e purtroppo in certi casi si possono verificare interruzioni del servizio di acqua e luce. Sebbene Pianeta Gaia programma i pernottamenti in strutture teoricamente preparate per far fronte a queste mancanze, non si puó assicurare che non ci saranno mai inconvenienti legati ai servizi basici e Pianeta Gaia non puó esserne ritenuta responsabile.

Cibo
La cucina etiopica si basa su una focaccia  di un cereale locale, chiamato teff , l’injera,  servita con varie salse di carne e  di verdure. Nei ristoranti degli alberghi si servono  pietanze internazionali.

Vaccinazioni
Non sono previste vaccinazioni obbligatorie, è prudente la profilassi antimalarica per chi si reca nelle regioni del sud e dell’ovest. Consigliamo tutti i partecipanti a chiedere sempre informazioni presso l'Ufficio di Igiene di competenza della propria zona 

Clima
Sebbene anche in Etiopia si comincino a notare gli effetti del cambio climatico, ci sono delle stagioni delle piogge abbastanza definite, che però variano secondo la zona e l’altitudine.
Giugno-agosto: stagione delle grandi piogge nel nord d’Etiopia. Anche se una precipitazione al giorno è molto probabile, soprattutto nel tardo pomeriggio, le visite si possono normalmente portare a termine senza grossi problemi. La visita al parco nazionale delle montagne di Simien è l’unica tappa sconsigliata. Nel sud ci possono essere precipitazioni episodiche, ma non lunghe né troppo intense.

Aprile-maggio: stagione delle grandi piogge nel Sud, valle del rift e valle dell’Omo. La percorribilità di alcune strade puó essere preclusa.

Campi
Dove necessario il nostro corrispondente fornisce tende iglòo Ferrino, Nova o Bertoni, materassino e copri-materassino, tenda doccia, inoltre tavolini e sedie da campeggio. Non fornisce il sacco a pelo. Durante le spedizioni, vengono dati pasti freddi a mezzogiorno e pasti caldi la sera preparati dal cuoco dell’organizzazione. L’acqua è purificata o minerale.

Pagamenti per Foto e Donazioni
E’ sempre consigliabile chiedere il permesso per scattare una foto. In alcune località del paese, specialmente tra le tribú del sud,  viene chiesto un compenso ad ogni foto scattata  e questo va contrattato con l’interessato.
Consigliamo vivamente però di non dare compensi in denaro dove non vengono chiesti e di non regalare oggetti, caramelle ai bambini per strada  e nelle campagne,  per non turbare la loro vita quotidiana ( spesso infatti lasciano le loro occupazioni quotidiane e la scuola per correre dietro ai turisti) Affidarsi alla guida per lasciare donazioni e altro alle scuole o ad altri enti.

Si possono  fotografare in genere le celebrazioni della chiesa etiopica  copta, ma riteniamo che vada mantenuta in ogni caso una distanza di rispetto. Questo vale anche per le celebrazioni musulmane.
Non si possono organizzare  celebrazioni tribali, e quindi il visitatore potrà  assiste solo a  quelle spontanee  incontrate casualmente.

Mance
In Etiopia aspettare una mancia per un servizio prestato è un abitudine radicata, ma è molto consigliabile seguire un criterio nella proporzione in cui si da il compenso, perchè questo influenzerà poi il trattamento e le aspettative verso turisti che verrano dopo di voi.
Consigliamo di consultare la guida per il compenso da dare per ogni piccolo servizio che viene prestato, come facchini, camerieri e simili. Nel caso di gruppi grandi è piú facile raccogliere una certa quantità di denaro da dare alla guida perché se ne occupi

Abbigliamento
Abbigliamento pratico e leggero e scarpe comode, cappello e occhiali da sole. Qualcosa di pesante per la sera e una giacca impermeabile. Si consiglia calzini di riserva da mettersi nelle chiese, in cui è obbligatorio togliersi le  scarpe per entrare. Si consiglia di entrare nelle chiese con abbigliamento adatto, specie durante le funzioni.
E’ utile portarsi una piccola torcia sia per il campeggio e sia per vedere meglio i dipinti nelle chiese spesso poco illuminate.


PROGRAMMA

giorno 1

ITALIA - ADDIS ABEBA


Partenza dall'Italia. Pasti e pernottamento a bordo

chiudi continua

giorno 2

ADDIS ABEBA (D)


Arrivo ad Addis Abeba previsto alle h. 06.50 del mattino e trasferimento in hotel. La giornata è dedicata alla visita della città. Addis Abeba “Nuovo fiore” è la tipica capitale africana, variopinta, caotica e chiassosa, riflette i contrasti tra la modernizzazione in atto e la tradizione, mostra i segni di un’antica bellezza in cui si può ancora scorgere l’atmosfera dell’Abissinia italiana, ma segnata dalle cicatrici di un’immane povertà.
Visitiamo il Museo Nazionale che conserva importanti reperti sabei e i resti fossili di Australopithecus Afarensis fra cui la celebre Lucy, un ominide vissuto nella valle dell’Awash tre milioni e mezzo di anni fa. Si prosegue con la visita al Museo Etnografico, che ospita una splendida collezione di strumenti musicali e di croci copte e le stanze con gli arredi dove abitò l’imperatore Hailè Selassiè. Infine la chiesa della SS. Trinità. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 3

ADDIS ABEBA – LANGANO (230 KM) (D)


Arrivo ad Addis Abeba previsto alle h. 01.00 del mattino e trasferimento in hotel. La mattina si lascia Addis Abeba e si parte verso il sud. Durante la giornata attraversiamo la regione dei laghi: gli specchi d’acqua sono spesso circondati da una striscia di sabbia bianca e ospitano molte specie di uccelli acquatici, che qui trovano cibo e luoghi sicuri per riprodursi e allevare i loro cuccioli. Attraverseremo l’Abyata Shalla Park, che deve il suo nome ai due laghi salati che sono tra i più profondi delle regioni africane a nord dell’equatore. L’avifauna all’interno del parco è molto ricca e variegata ed è facile avvistare il Grande Pellicano Bianco, l’Oca Egizia e il Cormorano bianco. Il lago Shalla con i suoi 260 m di profondità è il maggiore della Rift Valley ed è caratterizzato dalla presenza di sorgenti naturali di acqua calda sulfurea. Un’altra sosta sarà il lago di Koko. Arrivo a Langano in serata, sistemazione al lodge, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 4

LANGANO – ARBAMINCH (300 KM) (D)


Si continua a scendere lungo la Rift Valley con i suoi suggestivi paesaggi. Durante il percorso ci fermeremo a visitare un villaggio di etnia Hadya, una popolazione che ancora si dedica prevalentemente all’agricoltura e all’allevamento del bestiame e vive in minuscoli e graziosi villaggi famigliari sparsi fra la vegetazione.
I tucul a pianta circolare dal tetto conico in paglia: spesso vengono decorati nella parte frontale con disegni a motivi geometri, floreali o di animali. Completamente diversa è invece la seconda cittadina dove facciamo tappa: Shashamane è diventata universalmente nota da quando l’imperatore Haile Selassiè (al secolo Ras Tafari Makonnen), decise di donare ai seguaci del movimento Rastafari 500 ettari nei pressi dell’odierna cittadina. Da allora Shashamane è diventata un luogo eletto, una sorta di Terra Promessa dei seguaci del movimento Rastafari, in gran parte provenienti dalla Jamaica dove Bob Marley ne è stato il più noto rappresentante. Arrivo ad Arbaminch, sistemazione in lodge, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 5

ARBAMINCH (D)


La giornata è dedicata alla scoperta dei dintorni di Arbaminch, con un’escursione in barca sul lago Chamo, le cui rive sono abitate dalla tribù Ganjule e Guji, che pescano ancora servendosi di tipiche zattere realizzate con grossi tronchi d’albero scavati all’interno. Il lago ospita branchi di ippopotami, coccodrilli e una ricchissima avifauna.
Nel pomeriggio visiteremo un villaggio abitato dai Dorze, una popolazione di agricoltori e abili tessitori. Le case di questi villaggi circondati da orti coltivati e boschetti di falsi banani sono costruite con un tipico intreccio di fibra ricavata proprio dall’albero di falso banano, l’ensete. Rientro al lodge, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 6

ARBAMINCH – JINKA (250 KM) (D)


Si parte verso Jinka. Durante il percorso si attraversa un paesaggio caratterizzato dalla tipica terra rossa della regione del Key Afar, abitata dai Benna. Questa è una popolazione di lingua omotica, che abita bei villaggi ordinati con capanne dipinte con colori naturali e decorate con disegni che possono ricordare quelli degli aborigeni australiani. Arrivati a Jinka si visita il Museo Etnografico, che ospita un’interessante collezione di oggetti legati alla cultura materiale delle popolazioni locali.
È anche il giorno del mercato settimanale di Key Afar, dove le popolazioni Tsamai, Ari, Benna vendono e comprano le loro merci nei tipici scenari dei mercati africani, vivaci e multicolori, incontro di etnie e generazioni diverse e da sempre luoghi di scambio non solo di merci, ma anche di informazioni, conoscenze e insegnamenti. Nel pomeriggio ci fermeremo a visitare un villaggio Ari. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 7

JINKA – MAGO PARK – JINKA (160 KM) (D)


Nella giornata di oggi si va alla scoperta del Parco Mago. Durante l’escursione si visitano i villaggi dei Mursi, un popolo di allevatori che vive isolato ai confini settentrionali del parco, seguendo ancora le proprie ancestrali tradizioni.
Gli uomini e le donne Mursi dipingono e abbelliscono il proprio corpo in vari modi, quali la scarificazione e le terre colorate, ma l’usanza più caratteristica è quella del piattello labiale: le donne inseriscono, infatti, un piattello in ceramica o in legno nel loro labbro inferiore, tramite un taglio fatto sul labbro, che viene progressivamente allargato con piattelli sempre più grandi. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

chiudi continua
Mursi piatello labiale

giorno 8

JINKA - KARO - DIMEKA - TURMI (140+ 120 KM) (D)


Si prosegue il viaggio nel sud del paese. Il percorso verso Turmi, ci permette di visitare i villaggi Karo e Hamer. Questi ultimi sono uno dei gruppi che curano maggiormente il loro aspetto estetico. Le donne si acconciano i capelli arricciando le ciocche con argilla mescolata a burro o grasso di animale, formando graziosi caschetti, si adornano con collane di conchiglie e indossano un tipico gonnellino in cuoio orlato con borchie metalliche ed anelli di ferro. Le ragazze da sposare si distinguono per una visiera metallica detta kallè, mentre le donne già sposate portano al collo un massiccio collare in ferro.
Le terre abitate dai Karo si affacciano sul fiume Omo, le cui sponde vengono sfruttate per le coltivazioni con l’abbassarsi del livello dell’acqua. L’ornamento più tipico delle donne è sono le numerose collane realizzate con i materiali più disparati e intrecciate fra loro, gli uomini, invece, dipingono il corpo con linee bianche di cenere ed impugnano la lancia, secondo l’antico rituale di preparazione alla caccia o alla guerra. È il giorno del mercato settimanale di Dimeka, che ci permetterà ancora una volta di immergerci nello scenario variopinto di questi tradizionali luoghi di scambio. Arrivo a Turmi, sistemazione al lodge, cena e pernottamento.

chiudi continua
Omorate people

giorno 9

TURMI – OMORATE - TURMI (300 KM) (D)


La giornata inizia con il percorso verso Omorate, un villaggio situato lungo la riva dell’Omo, non lontano dal confine con il Kenya. Si attraversando il territorio dei Dassanach, genti nomadi o semistanziali dedite alla pastorizia e alla pesca, che colpiscono per il loro portamento slanciato, agile ed elegante. Vivono in capanne costituite da un telaio di rami ricoperto da pelli di animali, facile da montare e smontare come è nella tradizione dei popoli legati alla transumanza. Nel pomeriggio Visiteremo poi un villaggio della popolazione Hamer, uno dei gruppi etnici in cui si applica più cura nell’adornarsi. Le donne usano acconciarsi i capelli in caratteristici caschetti, dalle ciocche arricciate grazie ad una crema ottenuta mescolando argilla e burro o grasso di animale. Indossano collane di conchiglie e portano un tipico gonnellino in cuoio bordato con borchie metalliche ed anelli di ferro. Le donne ancora nubili e in età da marito sono riconoscibili per una visiera metallica, il kallè, mentre le donne già sposate si distinguono per un massiccio collare in ferro. Rientro a Turmi, cena e pernottamento.

chiudi continua
Decorazioni hamer

giorno 10

TURMI –KONSO (200 KM) (D)


Dopo la vista del Mercato settimanale di Turmi si riparte lasciando la regione degli hammer per entrare nel territorio dei Konso, seguendo le piste che attraversano il tipico paesaggio della savana punteggiata dalle acacie. Durante il percorso ci fermeremo a visitare un villaggio Erbore. Le donne di questa etnia sono molto belle: indossano una gonna di pelle di animale e un lungo velo nero e si adornano con una grande quantità di monili, collane, bracciali ed orecchini e portano i capelli acconciati in lunghe treccioline oppure completamente rasati. Entrando nel territorio dei Konso si va incontro ad un ambiente collinare e pietroso. Arrivo a Konso, sistemazione al lodge, cena e pernottamento.

chiudi continua
Konso

giorno 11

KONSO – YABELLO (100 KM) (D)


Si parte in direzione di Yabello, dove arriveremo in serata. Prima di lasciare la regione di Konso visiteremo uno dei loro villaggi. Qui la popolazione è organizzata in clan e abitano in gruppi di tukul protetti da muretti a secco, che sostengono anche i tipici terrazzamenti agricoli.
L’artigianato di questa etnia è molto pregiato e testimone dell’alto livello della loro cultura. Fra gli oggetti conservati nel museo locale, spiccano le famose waka, le stele funerarie di legno, a volte dipinte, che purtroppo sono state per lungo tempo razziate dai trafficanti d’arte. La visita ci permetterà anche di fare conoscenza con il Re locale, che guida i vari clan dei Konso. Arrivo a Yabello, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 12

YABELLO-EL SOD-YABELLO (220 KM) (D)


La giornata di oggi è dedicata all’esplorazione della regione intorno a Yabello, abitata dalle genti Borana. Un percorso che taglia il tipico paesaggio rossastro della savana, puntellato di acacie ombrellifere e termitai, ci porta alla scoperta dei cosidetti “pozzi cantanti”, solitamente non toccati dai normali circuiti turistici.
Il popolo dei Borana è dedito alla pastorizia e al fine di poter garantire la sopravvivenza delle mandrie nella stagione secca scava dei pozzi da cui estraggono l'acqua con recipienti che passano di mano in mano al ritmo di un'antica cantilena. Una parte della giornata è impegnata nell’escursione al cratere di El Sod, nella cui profondità si è formato un lago naturale dove i Borana scendono a raccogliere il sale. Rientro a Yabello, cena e pernottamento.

chiudi continua
sidama

giorno 13

YABELLO-YERGALEM (280KM)(D)


Lasciata Yabello il viaggio continua attraverso la regione delle genti Sidamo, una popolazione eterogenea del gruppo cuscitico, compresa nel gruppo omotico. I Sidama in parte cristiani e in parte musulmani, sono ancora molto legati alle antiche credenze animiste. La popolazione vive in tukul dalla caratteristica forma “ad alveare” ed è dedita principalmente alla coltivazione di cereali, banane, tabacco, arachidi, ma soprattutto caffè della pregiata qualità Arabica.
Qui il caffè cresce spontaneamente sulle pendici delle alture o coltivato nei coffee garden, piccoli terreni in cui ogni famiglia pianta anche alberi da frutto e verdura o anche in appezzamenti più grandi, per poi essere trattato nelle washing station distribuite sul territorio. Oltre che voce importante dell'economia locale, è anche protagonista della vita sociale e culturale del posto. A Sidamo un invito a partecipare alla cerimonia del caffè, antico rituale i cui gesti si tramandano di generazione in generazione, è un segno di amicizia e di grande rispetto. Durante il percorso faremo una sosta al sito archeologico di Tuti Titi dove si innalzano circa 300 stele falliche, alte circa due metri. Studi condotti a metà degli anni ’90 hanno segnalato la presenza di due cimiteri posizionati l’uno sull’altro, databili tra l’XI e XIII secolo. Arrivo a Yergalem in serata, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

chiudi continua

giorno 14

YERGALEM-ADDIS ABEBA (330 KM) (D)


Si parte in direzione di Addis Abeba, attraverso un percorso che si snoda tra paesaggi di grande bellezza e dolcezza, l’esuberante vegetazione tropicale e la campagna puntellata dalle case dei contadini Sidamo. Si raggiunge il Lago di Awas, il più piccolo dei laghi della Rift Valley, ma anche il più scenografico, grazie alla corona di montagne che gli fanno da cornice, ma soprattutto per la presenza di uno dei più vivaci e variopinti mercati del pesce di tutta l’Etiopia. L’avifauna che vive sulle sue rive è ricca e varia: pellicani, cormorani, ibis, aironi, anatre selvatiche e umbrette sono gli uccelli più comuni, ma non è raro avvistare la jacana africana che cammina sulla vegetazione galleggiante grazie alle sue lunghe zampe. Arrivo ad Addis Abeba, sistemazione in hotel dove avremo a disposizione due camere in day use.
Dopo cena trasferimento in aeroporto ed imbarco per la partenza per l’Italia.

Leggenda:  B = Colazione  -  L = Pranzo  -  D = Cena

chiudi continua

giorno 15

ITALIA


Arrivo in Italia, sbarco e termine dei servizi

chiudi continua
preventivo
Sei interessato a questa proposta? RICHIEDI PREVENTIVO

APPROFONDIMENTI DAL NOSTRO BLOG

17/09/2014

Le chiese di Lalibela

Lalibela è una città del nord dell'Etiopia, a circa 2700 metri di altezza, famosa per le sue chiese monolitiche scavate ne...

LEGGI
17/09/2014

Dallol

In preparazione al viaggio La Dancalia e le chiese copte di Lalibela, riproponiamo alcuni stralci da un approfondito diario di viaggio in qu...

LEGGI
17/09/2014

Africa: la cucina

Il cibo in Africa è l'elemento base di un rituale di comunione, un'occasione per esprimere valori e simboli della t...

LEGGI
17/09/2014

Perché andare in Etiopia

PERCHÈ ANDARE IN ETIOPIA L'Etiopia è una destinazione turistica in grande crescita, soprattutto presso gli operatori ...

LEGGI
17/09/2014

Il vulcano Erta Ale

Si continua con l'avventura in vetta al vulcano Erta Ale. Nella prima e nella seconda puntata eravamo vicini, ma adesso siamo arrivati i...

LEGGI
17/09/2014

Il vulcano Erta Ale

Colazione da campo alle prime luci dell’alba, mentre smontiamo le tende che notiamo alzate nel mezzo di un possibile percorso, ma tant...

LEGGI
17/09/2014

Il vulcano Erta Ale

In preparazione al viaggio La Dancalia e le chiese copte di Lalibela, riproponiamo alcuni stralci da un approfondito diario di viaggio ...

LEGGI
17/09/2014

Le abitazioni tradizionali più belle del mondo - IV

 Le case con l'erba sul tetto sono una caratteristica della Scandinavia che si risale sicuramente all'epoca dei Vichingi ma for...

LEGGI
17/09/2014

Modificazioni corporee

 Proseguo, e finalmente termino - penserà qualcuno di voi -, il mio excursus nel mondo delle modificazioni corporee messe in att...

LEGGI

ALTRI TOUR CHE POTREBBERO INTERESSARTI

INDIA INDIA SPIRITO D'INDIA

Viaggio

SPIRITO D'INDIA
INDIA

Guida in italiano in loco - India

  • Minimo 2, massimo 16 partecipanti
  • Esperienza cucine Rajasthani
  • Accompagnatore in italiano in loco
  • Varanasi e Fatehpur Sikri
MAROCCO MAROCCO IL DESERTO IN MOTO

Viaggio

IL DESERTO IN MOTO
MAROCCO

Guida inglese in loco - Marocco

  • Tour con guida in inglese
  • Pick up al seguito
  • Moto BMW / Honda
INDIA INDIA INDIA DEL SUD: L'INCANTO DEI TEMPLI

Viaggio

INDIA DEL SUD: L'INCANTO DEI TEMPLI
INDIA

SUD TEMPLARE

  • Le spettacolari coste del Golfo del Bengala
  • Le riserve naturali
  • Le tradizioni e gli antichi templi
  • Mini crociera nelle Backwaters

 

CIPRO CIPRO CIPRO

Viaggio

CIPRO
CIPRO

Accompagnatore in loco

  • 4 Giorni di ESTENSIONE MARE
  • Volo di linea, trasferimenti e trasporto per tutto il viaggio
  • Visite guidate? in italiano

 

GIORDANIA GIORDANIA PETRA E LA STRADA DEI RE

Viaggio

PETRA E LA STRADA DEI RE
GIORDANIA

Itinerario consigliato - Giordania

La magia di Petra lascia senza fiato anche il viaggiatore più esperto, per poi proseguire con la magia deserto del Wadi Rum e la bellezza del Mar Morto...

NAMIBIA NAMIBIA GRANDI PAESAGGI AFRICANI E MARE ESCLUSIVO

Viaggio

GRANDI PAESAGGI AFRICANI E MARE ESCLUSIVO
NAMIBIA

Itinerario consigliato - Namibia e Mozambico

  • Etosha National Park
  • Un itinerario in piena libertà
  • Mare esclusivo in Mozambico
MALTA MALTA IL TOUR DEI SET CINEMATOGRAFICI

Viaggio

IL TOUR DEI SET CINEMATOGRAFICI
MALTA

Visita delle location con guida in inglese - MALTA

  • Un tour di 4 giorni e 3 notti
  • Film Tour Personalizzabile
  • ?Tour per 4 persone
  • Sistemazione: Hotel 4* in mezza pensione bevande escluse
  • Visita di set come: il Gladiatore, Assassin's Creed, Il Conte di Monte Cristo
CILE CILE CILE E ISOLE DI PASQUA

Viaggio

CILE E ISOLE DI PASQUA
CILE

Guida locale - Partenza confermata

  • Massimo 15 partecipanti
  • Visita alla colonia di Pinguini Reali e al Torres del Paine
  • L'isola del Chiloè
  • Tour con trasporti privato e guide locali parlanti italiano (salvo Is Pasqua)
  • Il magico nord del Cile con il Tatio Geyser e la Laguna Cejar
CANADA CANADA DA MONTREAL A TORONTO

Viaggio

DA MONTREAL A TORONTO
CANADA

Accompagnatore in loco - Canada

  • Partenza garantita minimo due partecipanti
  • Guida in italiano in loco
  • Viaggio lungo il fiume San Lorenzo 
  • Visita alle Niagara Falls
STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) THE BIG APPLE - NEW YORK CITY

Viaggio

THE BIG APPLE - NEW YORK CITY
STATI UNITI (USA)

Accompagnatore in loco - Usa

  • Partenza garantita 
  • Vista della storica Ellis Island
  • Rockefeller Center
  • Harlem
arrow_drop_up