menu

REAL AMERICA, YELLOWSTONE E I GRANDI PARCHI

AMN-322

REAL AMERICA, YELLOWSTONE E I GRANDI PARCHI

Viaggi di Nozze 12 giorni Su Richiesta Richiedi un preventivo
MAPPA ITINERARIO
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
Quando Andare
10:44
-6 ore
nessuna obbligatoria
richiesto
INFORMAZIONI

Gli itinerari consigliati sono dei percorsi da noi suggeriti alla scoperta delle culture e delle meraviglie che il nostro mondo offre e che spesso non sappiamo osservare. A volte derivano dai viaggi di gruppo che abbiamo organizzato direttamente, ossia dai viaggi con piccoli gruppi di Amici/Viaggiatori che organizziamo in giro per il mondo, altre volte dall'esperienza e dall'amore per il paese di chi lavora con noi oppure dai nostri corrispondenti locali.

Questi viaggi possono essere personalizzati sulle vostre esigenze, scegliendo la categoria delle strutture e l'assistenza che desiderate avere. Potrete scegliere di viaggiare, avendo sempre al vostro fianco guide professionali, trasferimenti privati e un'assistente 24h su 24, oppure vivere la destinazione in massima libertà, ma con la sicurezza di un punto di riferimento in loco sempre presente.


 

CONDIVIDI

Gli itinerari consigliati sono dei percorsi da noi suggeriti alla scoperta delle culture e delle meraviglie che il nostro mondo offre e che spesso non sappiamo osservare. A volte derivano dai viaggi di gruppo che abbiamo organizzato direttamente, ossia dai viaggi con piccoli gruppi di Amici/Viaggiatori che organizziamo in giro per il mondo, altre volte dall'esperienza e dall'amore per il paese di chi lavora con noi oppure dai nostri corrispondenti locali.

Questi viaggi possono essere personalizzati sulle vostre esigenze, scegliendo la categoria delle strutture e l'assistenza che desiderate avere. Potrete scegliere di viaggiare, avendo sempre al vostro fianco guide professionali, trasferimenti privati e un'assistente 24h su 24, oppure vivere la destinazione in massima libertà, ma con la sicurezza di un punto di riferimento in loco sempre presente.


 

Partenze disponibili dai principali aeroporti italiani

La categoria delle strutture alberghiere può essere personalizzata sulla base delle diverse esigenze

QUOTA DI PARTECIPAZIONE SU RICHIESTA
 

USA - INFORMAZIONI UTILI

DOCUMENTI

Passaporto: necessario.
Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma "Viaggio senza Visto" (Visa Waiver Program, VWP) cui partecipa anche l’Italia, è necessario ottenere un'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization). L'autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA) (Electronic System for Travel Authorization) - sito https://esta.cbp.dhs.gov .

Il Programma ESTA ha tuttavia subito alcune importanti modifiche a seguito dell’approvazione da parte del Congresso americano del ''Visa Waiver Program Improvement and Terrorist Travel Prevention Act of 2015''(dicembre 2015), una legge che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto.

Sono tuttora in corso di adozione misure di attuazione della nuova normativa, che laddove si verifichino alcune particolari condizioni potrebbero influire anche su chi ha già ottenuto un ESTA pur se in corso di validità. Si raccomanda pertanto a chi intende recarsi in USA di controllare attentamente prima della partenza i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi negli USA senza visto.

Le principali novità della normativa sono:

dal 21 gennaio 2016 sono in vigore restrizioni per alcune categorie di viaggiatori di Paesi partecipanti al VWP, i quali per poter entrare negli Stati Uniti dovranno munirsi di regolare visto.

Tali restrizioni riguardano:

- cittadini di Paesi VWP che siano anche cittadini di Iraq, Siria, Iran e Sudan;
- individui che si sono recati in uno di questi quattro Paesi negli ultimi cinque anni (a partire dall'1 marzo 2011). I funzionari di governo (''full-time'') e il personale militare di Paesi del VWP recatisi nei quattro Stati per ragioni di servizio sono esclusi da tale restrizione.

Le Autorità USA possono peraltro concedere eventuali ''eccezioni'' a tali restrizioni valutando ''on a case by case basis''.
Eventuali eccezioni potrebbero essere previste per i richiedenti ESTA che rientrino in una delle seguenti categorie di viaggiatori:

1) Persone che hanno viaggiato in Iran, Iraq, Sudan o Siria
- per conto di ''international, regional, or sub-national organization on official duty'';
- per conto di  ''humanitarian NGO on official duty'';
- in qualità di giornalista ''for reporting purposes''.

2) Persone che hanno viaggiato in Iran ''for legitimate business-related purposes'' a seguito della conclusione del ''Joint Comprehensive Plan of Action'' con l’Iran del 14 luglio 2015.

3) Persone che hanno viaggiato in Iraq ''for legitimate business-related purposes''.

In tali casi, è fondamentale presentare alle Autorità USA tutti i documenti in grado di provare l'appartenenza ad una delle categorie indicate.
In tutti i casi dubbi, si raccomanda di contattare sempre le Autorità USA in Italia (Ambasciata e/o Consolati) e/o procedere alla richiesta del visto.

Ulteriori restrizioni sono state introdotte il 18 febbraio 2016 nei confronti dei viaggiatori che si sono recati in Libia, Somalia e Yemen a partire dal 1 marzo 2011. Essi non potranno entrare negli USA in regime di VWP, ma dovranno munirsi di regolare visto.

Dal 1° aprile 2016, per poter entrare nel territorio degli Stati Uniti in regime di esenzione del visto (attraverso l’ESTA), è introdotto il requisito obbligatorio del possesso di un passaporto elettronico contenente i dati biografici e biometrici del titolare, rilasciato successivamente al 26 ottobre 2006. Si intende per “passaporto elettronico” il libretto dotato di microprocessore.

I titolari di passaporti italiani emessi prima del 26 ottobre 2006 – data in cui il nostro Paese ha iniziato ad emettere libretti dotati di microprocessore – non potranno recarsi negli Stati Uniti avvalendosi del regime di esenzione dal visto (ESTA), pur se tali libretti dovessero essere leggibili informaticamente e dotati di fotografia digitale. Essi dovranno richiedere il visto di ingresso alle Autorità diplomatiche-consolari statunitensi.

Analogamente, i titolari di passaporti rilasciati successivamente alla data del 26 ottobre 2006, ma non dotati di microprocessore, non potranno entrare nel territorio degli USA avvalendosi del programma ESTA e dovranno richiedere il visto di ingresso alle Autorità diplomatiche-consolari statunitensi.

Le Autorità statunitensi hanno altresì comunicato che anche autorizzazioni ESTA regolarmente rilasciate e in corso di validità abbinate a passaporti rientranti in una delle due categorie citate (anteriori al 26.10.2006 pur se elettronici; successivi al 26.10.2006 ma non elettronici) non sono più riconosciute come titolo valido per l’ingresso nel Paese in esenzione dal visto, che dovrà pertanto essere richiesto alle autorità USA.

Visto d’ingresso:  Vedi voce “Passaporto”

Per usufruire del programma "Visa Waiver Program" (Programma di Viaggio in esenzione di Visto) è necessario:
- essere in possesso di un passaporto elettronico, rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006, dotato di microprocessore;
- viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo;
- rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni;
- possedere un biglietto di ritorno.

In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto presso l’Ambasciata o il Consolato USA del Paese presenti in Italia. Si ricorda che il passaporto deve essere in corso di validità e che la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia.

La permanenza nel Paese oltre i 90 giorni può compromettere la possibilità di usare nuovamente il programma Visa Waiver.
Si attira l’attenzione sul rigore con cui viene applicata la normativa vigente: anche pochi giorni di “Overstay” (permanenza in territorio statunistense oltre il consentito) possono comportare l’intervento delle Autorita’ americane e /o compromettere la possibilità di futuri ingressi nel Paese.
Va tenuto ben presente, inoltre, che il soggiorno negli Stati Uniti sulla base di un ESTA non dà alcun titolo a svolgere attività remunerate, anche saltuarie (per cui occorrono specifici visti) e che se si prevede una permanenza superiore ai 90 giorni o per motivi diversi da turismo o affari o in ogni caso dubbio, è necessario richiedere il visto ai Consolati americani prima della partenza dall’Italia.

Tutti i cittadini italiani che entrano nel Paese, in esenzione di visto “Visa Waiver Program” o con visto USA di una delle seguenti categorie:
- B1/B2 affari o turismo per periodi di permanenza superiori ai 90 giorni o per sanare precedenti situazioni irregolari;
 - F/M/J/Q -studenti, studiosi, ricercatori, scienziati, anche in ambito di scambi culturali;
 - H/L/O/P- lavoratori temporanei;
 - C1- in transito verso paesi terzi;
 - C1/D -equipaggi d’aerei o navi;
 - R- (religiosi);
 - I - (giornalisti);
 - E - (operatori economici e commerciali)
 sono soggetti nell’ambito del programma “US-VISIT” all’acquisizione delle impronte digitali (indice sinistro e destro) e della fotografia digitale all’arrivo alle frontiere americane (aeroporti e porti e in futuro anche alle frontiere terrestri).

PREFISSI TELEFONICI:
Per telefonare dall'Italia verso gli Stati Uniti, bisogna comporre lo 001 prima del numero desiderato. Per chiamare l'Italia dagli Stati Uniti, comporre il prefisso 01139 più il numero telefonico desiderato.

AEROPORTI PRINCIPALI:
Ogni città piuttosto grande o importante è dotata di almeno un aeroporto; l'aereo è il mezzo più usato per girare gli U.S.A., anche perché basti vedere le grandi distanze presenti. Gli aeroporti principali delle città che producono più traffico aereo sono quelli di: New York (John F. Kennedy -JFK-, La Guardia e Newark), Miami (Miami International Airport) e Los Angeles (Los Angeles International Airport).

ALTRI MEZZI:
Altri mezzi efficaci sono i pullman (soprattutto della "Greyhound", che si muovono in tutto il territorio nazionale) e i treni (soprattutto della "Amtrak", che si muovono in tutto il territorio nazionale).

VALUTA:
Dollaro americano (USD). Alla data del 7 luglio il cambio era 1€ = 1,23 circa. Consigliamo di verificare il cambio aggiornato prima di partire.  Negli Stati Uniti è facilissimo cambiare gli Euro in Dollari, ci sono molteplici punti di cambio, oppure basta recarsi nelle banche delle città; in genere vengono applicati tassi di cambio abbastanza bassi.

CARTE DI CREDITO:
Il metodo di pagamento più comodo resta comunque la carta di credito che viene accettata praticamente ovunque.. Consigliamo a chiunque si rechi negli U.S.A. di averne con se una perché in alcune situazioni è praticamente indispensabile (ad es. ritiro auto a noleggio, garanzia per eventuali consumazioni extra in hotel etc…)

LINGUA:
Inglese. E' parlato anche lo spagnolo nelle zone che confinano col Messico e in Florida.

CLIMA:
Il Nord Est: Si tratta di una delle zone più visitate e che esercita un indubbio fascino. E' quella zona che comprende il New England, e quindi Maine, New Hampshire, Vermont, Massachusets, Connecticut, Rhode Island. Sono caratterizzate da inverni piuttosto rigidi (-9° centigradi di media nell'entroterra) ed estati piuttosto calde (25° centigradi di media sulla costa). I periodi migliori per visitare queste zone è probabilmente l'estate.

Il Mid Atlantic: Si tratta della zona che comprende, ad esempio Penssylvania e Virginia. Il clima non è molto dissimile da quello del Nord Est ma probabilmente l'estate è più calda.

Il sud Est: Dal North Carolina alla Florida. In questa regione il clima è gradevole durante tutto l'anno. In estate l'umidità è molto alta e particolarmente fastidiosa soprattutto in Florida e nel Golfo del Messico.

Il Midwest: E' la zona che comprende gli stati attorno ai grandi laghi e quindi, ad esempio Illinois, Indiana, Michigan ed Ohio. In questa zona l'inverno è molto rigido, soprattutto negli stati più a nord, e le estati molto calde.

Il Sud: Ovvero gli stati compresi tra Georgia ed Arkansas. Inverni non troppo freddi ed estati non tropo calde.

Il Sud Ovest: Comprende gli stati del Texas, Oklaoma, New Messico ed Arizona. Meglio evitare l'estate quando le temperature possono raggiungere anche i 40 45 gradi. Sono i paesaggi più tipici del West con deserti e Canyon.

Le Grandi Pianure: Iowa, Kansas, Minnesota, North Dakota, South Dakota, Nebraska. Solitamente l'estate è mite. L'inverno è caratterizzato da intense nevicate.

Le Montagne Rocciose: Montana, Wyoming, Idaho, Colorado e Utah. Le estati sono piacevoli come pure la primavera e l'autunno. Gli inverni sono molto nevosi. Si tratta della zona dei grandi e famosi parchi (per esempio Yellowstone) che assieme agli impianti sciistici, rappresentano le maggiori attrazioni turistiche della zona.

Nord Ovest: Oregon e Washington. Le temperature possono essere anche molto rigide. I periodi migliori sono primavera ed autunno.

Ovest: Comprende California, Nevada, Arizona (la classica zona dei grandi parchi: Grand Canyon, Bryce Canyon etc.). Sulla costa il clima è gradevole tutto l’anno, anche se a Nord (San Francisco) in estate le temperature restano abbastanza fresche e la pioggia non manca mai. All’interno il clima è caratterizzato da forti escursioni termiche tra il giorno e la notte; in estate è molto caldo e secco, mentre d’inverno le temperature diventano molto rigide.

Hawaii: Il clima è sempre piacevole.

Alaska: I periodi migliori sono primavera ed autunno. 

FUSO ORARIO:
Ci sono più fusi orari, si passa dalla costa atlantica (New York, Washington, Miami) che sono indietro di cinque ore rispetto all'Italia, alla costa pacifica (Los Angeles, San Francisco) che è indietro di nove ore rispetto all'Italia, fino all’Hawaian Time, con 11 ore in meno, per le Isole Hawaii e l'Alaska.

VACCINAZIONI:
Nessuna obbligatoria.

CORRENTE ELETTRICA:
Il voltaggio in tutto il Paese è di 110 Volts con frequenza di 60 Hertz, pertanto è necessario verificare che gli apparecchi elettrici che desideriamo portare siano predisposti anche per questo voltaggio oppure munirsi di adattatori. Occorre inoltre munirsi della cosiddetta “presa elettrica americana” composta da due contatti piatti

ACQUISTI:
Negli USA i prezzi di vendita non includono mai le tasse. Queste vengono aggiunte al momento del pagamento e variano da uno Stato all'altro, da un minimo del 4% a salire, in alcuni Stati non sono previste.
Anche nei ristoranti e nei caffè le tasse sono escluse dai prezzi sul menù e vengono aggiunte sul conto finale.

CAMERE TRIPLE:
Negli USA gli alberghi non hanno camere a tre letti. Per camera tripla si intende una camera a due letti, ciascuno generalmente da una piazza e mezza (Queen bed)), occupata da 3 persone.
E' possibile richiedere dove lo spazio lo consente, un "rollaway bed", cioè un letto scorrevole che origina quasi sempre un supplemento al costo della camera ed è di dimensioni contenute.

MANCE (TIP):
Sono praticamente un obbligo negli USA, in quanto il servizio non è mai incluso e corrispondono circa al 15% per taxi e ristoranti. Per i facchini è bene prevedere 1 dollaro a valigia e 2 dollari per ogni giorno di permanenza negli alberghi per il personale di servizio. Nei luoghi turistici spesso il conto viene portato con già calcolata la mancia (Tip)

GUIDA:
Per poter guidare un'autovettura negli USA è necessario aver compiuto 21 anni, 25 in alcuni Stati.
Si consiglia la patente Internazionale che va esibita insieme a quella italiana.

TASSE AEROPORTUALI:
Le tasse dei voli intercontinentali sono addebitate sul biglietti aerei e vengono quindi pagate al momento dell'acquisto dello stesso. Per contro invece, per i voli interni U.S.A. spesso le tasse non possono essere incluse nel biglietto e non possono quindi essere pre-pagate al momento dell’acquisto in Italia, ma vengono richieste al check-in.


PROGRAMMA

giorno 1

ITALIA/DENVER


Partenza dai principali aereoporti italiani, arrivo e trasferimento in hotel.

chiudi continua

giorno 2

DENVER


Denver si trova ai piedi delle Montagne Rocciose proprio nel mezzo dello Stato del Colorado, di cui è la capitale e il principale centro negli Stati Uniti centrali. Proprio grazie alla sua posizione geografica la città rappresenta una sorta di tappa obbligata negli spostamenti tra l’est e l’ovest ed infatti ospita uno degli aeroporti più grandi e moderni di tutti gli Stati Uniti. La città rappresenta, inoltre, il punto di partenza ideale per una visita delle Montagne Rocciose e di tutto lo Stato del Colorado.
Denver gode di uno dei climi migliori di tutta la nazione, con inverni non eccessivamente freddi, estati calde e scarsa piovosità durante tutto l’arco dell’anno.
L'origine di questa città va ricercata nel periodo della corsa all’oro, quando milioni di persone in cerca di fortuna raggiungevano la città. Oggi Denver è una città moderna e ricca con una fiorente attività economica, industriale (Denver è conosciuta in tutti gli Stati Uniti per l’ingente produzione di birra) e turistica (soprattutto legata alla stagione sciistica invernale). Il vecchio quartiere di fine '800, illuminato ancora dai lampioni a gas, è stato completamente restaurato e trasformato in caratteristico centro commerciale. Denver è senza dubbio conosciuta per la fantastica natura che la circonda, dai 200 parchi che ospita la città, al vicino Rocky Mountain National Park. Grazie a queste sue caratteristiche è meta ideale per gli appassionati di trekking, alpinismo,sci e rafting.

chiudi continua

giorno 3

DENVER/CHEYENNE DISTANZA E DURATA:165 KM ( 1 ORA 43 MIN )


Partirete da Denver, città che unisce il fascino urbano dell'industrializzazione alle atmosfere del vecchio west, dirigendovi verso Cheyenne, capitale di Wyoming. Lungo il percorso potrete fare una tappa al Rocky Mountain National Park ammirandone le alte vette montane e la variegata fauna.
Cheyenne segna l'accesso alle grandi distese del nord, con il profilo delle Montagne Rocciose in lontananza ed un orizzonte che sembra irraggiungibile. I costruttori di ferrovie della Union Pacific Railroad arrivarono qui nel 1867 e trovarono un avamposto di giocatori d'azzardo e pistoleri, detti "Hell on Wheels". Qui si possono vedere ancora il terminal della ferrovia, ad est della città, mentre ad ovest ci sono installazioni militari che nel 1957 ospitarono la prima base missilistica intercontinentale. Cheyenne è una città di autentica atmosfera da cowboy, come è facile vedere dai negozi di abbigliamento e dai numerosi bar honkytonky (rustici bar da classe operaia con rivendita di alcolici), ma soprattutto dal Cheyenne FrontierDays, una festa di 9 giorni con il più grande rodeo all'aperto d'America (e dunque del mondo) che ha luogo ogni anno alla fine di luglio, e che attira migliaia di persone per assistere ai concerti delle stelle di musica country, a parate, corse dei carri, air show.

chiudi continua

giorno 4

CHEYENNE/RAPID CITY DISTANZA E DURATA: 464 KM ( 5 ORE 0 MIN )


Da Cheyenne potrete partire alla volta di Rapid City. Lungo il tragitto vi consigliamo di fare una tappa al Crazy Horse Memorial una montagna delle Blackhills scolpita con il viso del capo indiano Cavallo Pazzo e successivamente al Mount Rushmore dove sono scolpiti nella roccia i volti di 4 grandi presidenti americani. Rapid City è un ponte tra alcune delle più affascinanti attrazioni d'America: Il famoso Mt. Rushmore (monumento Nazionale), l'immensa statua in memoria di CrazyHorse (cavallo pazzo), e la pacata Foresta Nazionale delle Black Hills con un'abbondanza di bellezze naturali. Ci sono montagne subito fuori dall'uscio di casa e gli incredibili scenari ricchi di laghi cristallini non mancano. Sono presenti parecchi pascoli di Bufali che si aggirano attorno al Custer State Park, Le Badlands e la DevilsTower. Un'infinità di attrazioni naturali, ovunque guardi. Rapid City è davvero la "Real America Upclose."

chiudi continua
Buffalo Bill museum

giorno 5

RAPID CITY/CODY DISTANZA E DURATA: 629 KM ( 6 ORE 21MIN )


Da Rapid City partirete alla volta dello stato del Wyoming, celebre per le sue numerose meraviglie naturali, la sua ricchezza minerale ed i suoi cowboy.  Il vecchio West vive qui. Lungo il percorso ammiriamo la Torre del Diavolo, un enorme monolito. Viaggiamo poi attraverso le pianure orientali sino alla città della vecchia frontiera, Cody, fondata da Buffalo Bill. A Cody potrete visitare il museo di Buffalo Bill . Cody è un tipico villaggio di montagna del Wyoming, tappa obbligata prima di affrontare le montagne che portano al parco di Yellowstone. A Cody non dimenticate di visitare il Buffalo Bill Historical Center, sulla vita del leggendario cowboy. Ricordiamo anche il museo d'armi e l'interessante museo etnografico degli indiani delle pianure. D'estate è possibile assistere ad uno dei numerosi rodei che si svolgono in città quasi quotidianamente. Da non perdere una sosta al saloon di Irma, la sorella di Buffalo Bill, una vera e propria istituzione in città.

chiudi continua

giorno 6

CODY/YELLOWSTONE DISTANZA E DURATA: 175 KM ( 2 ORE )


Da Cody partirete alla volta dello Yellowstone National Park, il più famoso e antico parco nazionale americano, ricco di geyser, cascate e canyon. Piccoli vulcani caratterizzano la zona e ne testimoniano l'attività termica, ne sono esempio PaintPots e Mammoth Hot Springs.

Liberi e protetti, acque cristalline, cascate, laghi alpini, geyser, fumarole. Gli elementi vitali: la terra, l’acqua e il fuoco si incontrano e ricreano la vita senza l’uomo, che ritorna semplice spettatore e non più protagonista assoluto. Yellowstone va visitato con questo spirito, con gli occhi di chi guarda e apprezza la perfezione di un mondo ricco di contrasti. Il ghiaccio dei laghi alpini si contrappone ai roventi fanghi vulcanici, la mitezza del cervo ai denti del lupo o della lince, l’eleganza dell’aquila alla maestosa possanza del bisonte e dell’orso. Essere ospiti di Yellowstone - specialmente se si ha la possibilità di visitare il parco nella stagione più opportuna, la primavera – significa osservare un ecosistema perfetto.
Il parco che è diviso tra 3 stati (Wyoming, Montana ed Idaho) ha 5 porte di accesso:- Entrata Nord: Gardiner / MT - Entrata Ovest: West Yellowstone / MT - Entrata Nord-Est: Cooke City / MT - Entrata Est: Cody / WY
Il parco si contraddistingue per la presenza di numerosi geyser (oltre 300), sorgenti calde (200° c) e altre interessanti zone geotermiche. I Geyser più grandi emettono getti di vapore a intervalli regolari che arrivano fino a 50 metri.
Ricchissima è anche la fauna con specie in via di estinzione: grizzly, lupi, bisonti, alci e cervi. I momenti migliore per avvistare gli animali sono l'alba e la sera tardi

chiudi continua
YELLOWSTONE

giorno 7

YELLOWSTONE


Si puo dividere il parco dello Yellowstone in 5 aree:

MAMMOTH COUNTRY: Nord Est del parco. si trovano Le più celebri fonti termali, l'area è caratterizzata da terrazze a cascata, create da millenni di depositi minerali.la zona è casa di alci, bisonti e altre specie animali.

GEYSER COUNTRY: Sud Est del parco. E' la zona in cui si trova l'OldFaithful, il geyser più famoso al mondo. Vi sono anche sorgenti termali, fumarole e pozze di fango caldo.

LAKE COUNTRY: Sud ovest del parco.Yellowstone Lake è il più grande lago di alta quota in North America. Il lago si trova all'interno di un cratere vulcanico. Zona ricca di fauna come bisonti, Orsi, falchi e Aquile.La zona di Mud Vulcano, nei pressi del lago, è invece costellata di piccoli vulcani di fango, piscine e fonti termali. I vulcani di fango, per la presenza di zolfo, risultano spesso poco gradevoli all’olfatto.

ROOSVELT COUNTRY: Nord Ovest del Parco: zona conosciuta per le RollingHills:pini, abeti pioppi e ruscelli pieni di trote ricoprono queste colline. leTower Falls con i pinnacoli di origine vulcanica sono l'attrazione principale dell'area.

CANYON COUNTRY: Zona in cui si trova lo spettacolare Grand Canyon dello Yellowstone, la Hyden Valley e Lower Falls che sono alte circa il doppio delle Niagara Falls.

chiudi continua

giorno 8

YELLOWSTONE/JACKSON HOLE DISTANZA E DURATA: 109 KM ( 2 ORE)


Da Yellowstone National Park potrete partire alla volta di Jackson Hole. Lungo il tragitto avrete modo di ammirare le imponenti montagne del Grand Teton National Park che si estendono per circa 40 miglia sul territorio. Proseguendo arriverete a Jackson hole, città che diede vita ai cowboys e che un tempo fu luogo di scambi commerciali. L'intera area di Jackson Hole è situata in una valle e circondata da montagne. Per questo motivo veniva chiamata "hole" - buco - dagli uomini provenienti dalle montagne. I numerosi fiumi e ruscelli che attraversano questa valle hanno sempre dato vita ad una flora e fauna molto ricca, soprattutto per quanto riguarda gli animali da pelliccia.
Dal 1824 fino al 1840, si svolgevano annuali esibizioni per la vendita di pelli, un mestiere che era molto diffuso in questa regione. Jackson Hole è stato per di più un sito molto frequentato nel passato dagli americani nativi, che usavano la valle durante i mesi estivi, non potendo usarlo in quelli invernali per via del freddo intenso. La valle inizia a trasformarsi con l'arrivo del turismo all'area, aiutata dalla sua vicinanza con due parchi nazionali importanti (Yellowstone e Grand Teton). Jackson Hole è diventato un luogo di grande attrazione turistica, soprattutto per chi ama la natura e le attività all'aria aperta. Jackson Hole, definita come "Il Meglio del Vecchio West", ha una cultura unica e un patrimonio molto Western, ma che in ogni modo si adatta alla cultura moderna tipica di una destinazione turistica. Vedrete spesso questi contrasti attorno a voi, i cowboy con il loro tipico capello in opposizione ai ragazzini con il loro snowboard e piercing.
In estate le attività sono la pesca, il rafting, le gite a cavallo, il trekking, il golf, il tennis, scalare le montagne, gite con mountain bike e kayaking. Durante l'inverno offre attività altrettanto divertenti, tra cui gite sulle motoslitte (se volete osservare alci ed altri animali) lo sci, snowboarding e trekking. Di sera non vi annoierete mai: sono spesso organizzati rodeo, spettacoli comici e un'orchestra sinfonica in estate.

chiudi continua
JACKSON HOLE

giorno 9

JACKSON HOLE/SALT LAKE DISTANZA E DURATA: 438 KM ( 5 ORE)


Partirete da Jackson Hole viaggiando verso Sud fino ad arrivare a Salt Lake City, "città dei mormoni" e capitale del Utah. Salt Lake City si trova sulla sponda meridionale del Salt Lake (Lago Salato), che si trova nello Stato dello Utah, di cui la città è la capitale oltre che il centro di maggiore importanza. La fondazione della città risale alla metà del XIX sec., quando il mormone Young dopo un lungo pellegrinare ebbe l’illuminazione (con la celebre esclamazione “Thisis the place!”, (questo è il posto) e scelse questo luogo per fondare Sion, quella che nelle sue intenzioni doveva essere la “Nuova Gerusalemme” nello Stato di Deseret. Da allora la comunità Mormone, che vive rispettando i rigidi precetti (come la rinuncia all’alcool, al fumo e una ferrea disciplina sul sesso, anche se originariamente erano dediti alla poligamia) della Chiesa di Cristo e dei Santi dell’Ultimo Giorno (LSD Church), ha avuto un rapido sviluppo così come la città che è diventata una di quelle con il tenore di vita migliore di tutti gli Stati Uniti, grazie a pulizia, efficienza e tranquillità. I Mormoni, che hanno come simbolo l’alveare, a sottolineare la loro continua operosità e fraternità d’intenti, nel frattempo hanno sviluppato oltre ad una grande forza religiosa (hanno proseliti in tutto il mondo) anche una grande forza organizzativa ed economica, con numerose banche ed imprese. Oggi Salt Lake City è il principale centro politico, amministrativo, industriale e dell’estrazione di petrolio e metalli preziosi, ed è uno dei principali centri religiosi di tutti gli Stati Uniti. La città ospita inoltre un importante università ed è un centro di sport invernali che ha ospitato, nel 2002, le Olimpiadi invernali.

chiudi continua
Arches National Park

giorno 10

SALT LAKE/MOAB DISTANZA E DURATA: 376 KM ( 4 ORE 15 MIN.)


Partenza da Salt Lake City, capitale mormone degli USA, in direzione di Moab. Lungo il tragitto potrete visitare Arches National Park. Situata sulle anse del fiume Colorado, accoccolata nella verde e fertile valle tra i precipizi di roccia rossa, la città di Moab, è il posto perfetto per coloro che amano godersi il fascino e l'ospitalità di un piccolo paese. Il movimentato centro città contiene un'incredibile combinazione di guide ben informate, cucina di diverse etnie e un'eccitante vita notturna. La fiorente comunità artistica offre un gran numero di gallerie d'arte locali e organizza annualmente eventi come il Moab Art Walk, l'Artist Studio Tour e il MoabArts Festival. Eventi musicali come il Moab Music Festival in settembre e il Moabfolk music festival a novembre, offrono ottima musica in uno spettacolare scenario naturale.
Moab è conosciuta anche per i suoi molti ristoranti e il distretto dello shopping. Moab è soprattutto il luogo di partenza per una visita a due stupendi parchi: L' Arches National Park, dove si possono  ammirare oltre 2000 archi di pietra naturale, come il famoso Delicate Arch, e molte altre formazioni rocciose. Le straordinarie caratteristiche del parco creano un paesaggio di colori contrastanti e forme che è diverso da qualsiasi altra parte del mondo. Canyonlands offre  un paesaggio colorato eroso in innumerevoli canyon, altipiani e monoliti dal fiume Colorado e dai suoi affluenti. I fiumi dividono il parco in quattro aree: the Island in theSky, the Needles, the Maze e gli stessi fiumi. I quattro distretti condividono la stessa primitiva atmosfera del deserto, ma ognuno mantiene il proprio carattere e offre diverse opportunità di esplorazione.

chiudi continua

giorno 11

MOAB/MONUMENT VALLEY DISTANZA E DURATA: 270 KM ( 3 ORE 15 MIN.)


Viaggiando in direzione sud lascerete Moab ed entrerete in territorio Navajo fino a raggiungere il Monument Valley Navajo Tribal Park. Qui troverete un paesaggio dominato da formazioni rocciose a forma di torre con sommità piatte più o meno orizzontali. Inoltre sarete a contatto con la vera cultura indiana dove potrete ammirare da vicino alcuni loro villaggi e acquistare oggetti locali.
La Monument Valley, o Tse' Bii' Ndzisgaii, come lo chiamano gli indigeni Navajo, è il simbolo per eccellenza dell' American West. La valle in cui si trova non è una "valle" nel senso convenzionale del termine, ma piuttosto un piano infinito interrotto solo da formazioni rocciose che si ergono dal suolo per scagliarsi contro l'orizzonte. Il paesaggio è tra i più particolari, belli e sicuramente famosi, scelto da Hollywood come sfondo per molti film western e pubblicità televisive. Il paesaggio del Monument Valley vi sembrerà molto familiare, ma all' arrivo sarà subito evidente l'intensità maggiore dei colori naturali.

L'intero parco è controllato e amministrato dai Navajo, la più grande tribù Indiana Americana negli Stati Uniti, in quanto situato all'interno di una delle loro riserve. A causa dell'estrema aridità e delle scarse precipitazioni, la vegetazione è molto secca e solo qualche albero, arbusto e fiore selvatico riesce a sopravvivere in quest' area. Per vedere la parte migliore del parco avete bisogno di 3/4 ore almeno e di scendere giù per la valle in macchina; imperdibile è il tramonto Un circuito panoramico di 17 miglia vi porterà direttamente all' interno dei monumenti. Noi vi consigliamo di fare due tappe: la prima nel mattino presto in macchina, e la seconda nel pomeriggio in compagnia di una guida Navajo. Una visita guidata privata vi offrirà delle enormi flessibilità, permettendo anche di penetrare più profondamente nella valle. Una visita autonoma del parco con la vostra auto potrebbe essere limitata e non farvi apprezzare la vera bellezza del luogo, poiché è vietato passeggiare senza guida. Una guida Navajo vi porterà a vedere Thunderbird Mesa, una roccia a forma di una creatura mitica, situata a sud della RainGod Mesa, sacra area di cerimonia funebre per i Navajo. La guida privata vi darà inoltre la possibilità di avvicinare al Totem, alta 120m, e allo Yei-bi-chei, altra forma rocciosa che assomiglia ad una figura sacra Navajo. Per un' esperienza particolare e davvero emozionante, potete anche effettuare i sentieri a cavallo. Vi sentirete come dei veri Cow-Boys!

chiudi continua

giorno 12

MONUMENT VALLEY/LAS VEGAS DISTANZA E DURATA: 648 KM ( 7ORE)


Partirete dalla Monument Valley, zona protetta dal 1960 e che appartiene alla riserva Navajo, passerete per Lake Powell, uno dei laghi artificiali più grandi al mondo con i suoi 300 km di lunghezza e 3000 km di rive, formato dalla costruzione della diga Glen (213 m, autorizzata dal congresso nel 1956) per regolare il corso del fiume Colorado che fornisce elettricità a 7 stati dell'ovest. 
Las Vegas è nota a tutti per la sua insuperabile offerta di divertimenti. Ovunque si guardi, dalle colossali strutture di accoglienza alla famosa Strip e le abbaglianti luci che illuminano la Fremont Street Experience, si trova un'incredibile varietà di cose da vedere e da fare. Anche se Las Vegas offre svariate possibilità di divertimento, i giochi più praticati restano sempre quelli del casinò. Chi ama il poker si trova a dover scegliere tra diversi locali come per esempio il Draw, Cinque Carte Stud, Lowball, PaiGow e Texas Hold `Em, mentre per i tifosi sportivi sono disponibili delle sale da corsa e di scommesse sportive, dove è possibile puntare sulle squadre preferite sorseggiando bevande offerte gratuitamente.
in buona sostanza Las Vegas è indescrivibile, potremmo scrivere fiumi di parole, ma nulla riuscirà a trasmettere la follia di questa città

chiudi continua
preventivo
Sei interessato a questa proposta? RICHIEDI PREVENTIVO

APPROFONDIMENTI DAL NOSTRO BLOG

17/09/2014

Canada e U.S.A. ad hoc, di Raffaella e Corrado

7 Agosto 2018: Dopo soli due giorni per riprenderci dal nostro fantastico e “gatsbyano” matrimonio, siamo pronti per partire all...

LEGGI
17/09/2014

USA: Un po’ di qui e un po’ di là, di Dario e Paola

Destinazione e data del viaggio:USA un po’ di qui e un po’ di là: New York, San Francisco, Los Angeles10-22 gennaio 2018&...

LEGGI
17/09/2014

Stati Uniti, di Marco e Francesca - II

segue... Ed eccoci a New York. Veduta della Grande Mela Il volo notturno ci ha catapultato nella mitica Grande Mela. Trasferi...

LEGGI
17/09/2014

Stati Uniti, di Marco e Francesca - I

Il nostro viaggio di nozze inizia il 24 aprile dall’aeroporto di Milano Malpensa; il volo diretto a New York ci accompagna pieni di so...

LEGGI
17/09/2014

Stati Uniti di Arianna e Stefano

Il viaggio della vita!Decidere dove trascorrere il nostro viaggio di nozze non è stato complicato. Avevamo le idee molto chiare fin d...

LEGGI
17/09/2014

Stati sconosciuti, non riconosciuti e irriconoscibili - VIII

Continuiamo il nostro excursus tra le bizzarre storie che riguardano le micronazioni.Ai limiti dell'assurdo è la vicenda dell'...

LEGGI
17/09/2014

Il Sole di Mezzanotte

Il Sole di Mezzanotte è un fenomeno astronomico che si presenta solo nelle regioni al di là del circolo polare, sia artico che...

LEGGI
17/09/2014

Parchi USA: Goblin Valley State Park

Il Goblin Valley State Park è uno dei parchi nazionali dell'Ovest degli Stati Uniti più sottovalutati, benché sia d...

LEGGI
17/09/2014

Parchi USA: Il Bryce Canyon

Il Parco Nazionale del Bryce Canyon ha un nome ingannevole perché, chi non lo conosce, magari crede di visitare un luogo più o...

LEGGI

ALTRI TOUR CHE POTREBBERO INTERESSARTI

OMAN OMAN LA MAGIA DEL DESERTO

Viaggio

LA MAGIA DEL DESERTO
OMAN

Itinerario consigliato - Oman

  • Tour in fuoristrada 4x4
  • Pernottamento nel deserto
  • Ingressi a siti e musei inclusi
STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) LA MITICA EAST COAST E CARAIBI

Viaggio

LA MITICA EAST COAST E CARAIBI
STATI UNITI (USA)

Itinerario consigliato - Usa

Un viaggio tra le grandi Capitali dell'Est Stati Uniti: Chicago, Boston, ovviamente New York e per finire il mare fantastico dei Caraibi

MAURITIUS MAURITIUS Pearle Beach Resort & Spa

Viaggio

Pearle Beach Resort & Spa
MAURITIUS

Veratour - Mauritius

  • piscina all'aperto
  • connessione Wi-Fi gratuita.
  • aria condizionata
  • parcheggio gratuito
  • reception aperta 24 ore su 24

 

STATI UNITI (USA) STATI UNITI (USA) I PARCHI DELL'OVEST AMERICANO

Viaggio

I PARCHI DELL'OVEST AMERICANO
STATI UNITI (USA)

Itinerario consigliato - Usa

  • Il meglio dei Parchi dell'Ovest
  • Include Arches National Park e Sedona
  • Massima libertà di movimento
FRANCIA FRANCIA LIONE

Viaggio

LIONE
FRANCIA

Accompagnatore Culturale

  • Il Vieux Lyon.
  • I traboules del Vieux Lyon e della Croix-Rousse.
  • Il Musée des Beaux Arts
ITALIA ITALIA VICENZA, VENEZIA E L'ARCHITETTURA DI ANDREA PALLADIO

Viaggio

VICENZA, VENEZIA E L'ARCHITETTURA DI ANDREA PALLADIO
ITALIA

Accompagnatore Culturale

  • La Basilica del Santissimo Redentore, a Venezia.
  • Basilica diSan Giorgio Maggiore
  • Il Teatro Olimpico, a Vicenza
  • La Villa Almerico Capra, detta La Rotonda, a Vicenza
  • Corso Palladio

 

MALDIVE MALDIVE COMO Maalifushi

Viaggio

COMO Maalifushi
MALDIVE

Resort e Villaggi - Maldive

  • Padiglione yoga e palestra 
  • Piscina lunga 44 m
  • Centro nautico e di immersione
  • Servizio Internet Wi-Fi gratuito in tutto il resort
  • Trasferimenti aeroportuali
SEYCHELLES SEYCHELLES Constance Ephelia

Viaggio

Constance Ephelia
SEYCHELLES

Resort e Villaggi - Seychelles

Constance Ephelia offre una vacanza unica. Uno splendido resort 5* adagiato tra due spiagge all’ interno della riserva marina di Port Launay.

TANZANIA TANZANIA Veraclub Sunset Beach

Viaggio

Veraclub Sunset Beach
TANZANIA

Resort e Villaggi - Zanzibar

  • Acque cristalline e sabbia bianca fine
  • Mare di Nungwi, uno dei migliori di Zanzibar
  • All Inclusive 
MALTA MALTA IL TRONO DI SPADE TOUR - MALTA

Viaggio

IL TRONO DI SPADE TOUR - MALTA
MALTA

Visita sul set con guida in inglese

  • Un tour di 4 giorni e 3 notti
  • Visita nei luoghi del set de Il Trono di Spade
  • Crociera nel Grand Harbour
  • Malta Experience
  • Minimo 2 persone
arrow_drop_up