menu

TIBET E NEPAL, MONACI SUL TETTO DEL MONDO

ASI-105

TIBET E NEPAL, MONACI SUL TETTO DEL MONDO

Viaggi in libertà 12 giorni Su Richiesta Richiedi un preventivo
MAPPA ITINERARIO
Gen
Feb
Mar
Apr
Mag
Giu
Lug
Ago
Set
Ott
Nov
Dic
Quando Andare
20:30
+3 ore
nessuna obbligatoria
richiesto
INFORMAZIONI

Vi presentiamo un viaggio di gruppo da noi venduto, completo e ricco. Il seguente programma può essere organizzato anche su base privata con auto e autista/guida in lingua inglese.

Visiteramo Lhasa, un luogo in equilibrio tra il suo impegnativo passato e un presente estraneo; i principali uoghi di culto del buddismo tibetano e i monasteri, fragili fortezze travolte dalla storia; attraversermo minuscoli villaggi e mandrie di yak, paesaggi incantevoli che esplodono nei colori pieni dell’estate.

E infine raggiungeremo la frontiera tibeto-nepalese: un passaggio dai silenzi e gli infiniti spazi tibetani alle foreste umide, alla incontenibile vitalità e confusione nepalesi, sarà quasi come entrare in un altro mondo.

NEPAL

CONDIVIDI

Vi presentiamo un viaggio di gruppo da noi venduto, completo e ricco. Il seguente programma può essere organizzato anche su base privata con auto e autista/guida in lingua inglese.

Visiteramo Lhasa, un luogo in equilibrio tra il suo impegnativo passato e un presente estraneo; i principali uoghi di culto del buddismo tibetano e i monasteri, fragili fortezze travolte dalla storia; attraversermo minuscoli villaggi e mandrie di yak, paesaggi incantevoli che esplodono nei colori pieni dell’estate.

E infine raggiungeremo la frontiera tibeto-nepalese: un passaggio dai silenzi e gli infiniti spazi tibetani alle foreste umide, alla incontenibile vitalità e confusione nepalesi, sarà quasi come entrare in un altro mondo.

NEPAL

Partenza dai principali aeroporti italiani

 

Possibilità di scegliere tra diverse categorie di hotel

 

  • Quota individuale di partecipazione su richiesta

La quota comprende

  • I passaggi aerei internazionali
  • I voli interni in classe economica
  • Trasferimenti con auto privata con aria condizionata
  • Trattamento di mezza pensione i giorni 4,5,6 e 11. Pensione completa i giorni 7,8,9,10. Prima colazione per gli altri giorni
  • Sistemazione in camera doppia negli hotel sopra indicati
  • Visite ed escursioni come da programma
  • Ingressi durante le visite guidate
  • Accompagnatore dall’Italia
  • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti italiano a Kathmandu, inglese durante il restante tour

Nota: Nella gratuità non sono incluse: tasse aeroportuali, visto e pacchetto assicurativo

La quota non comprende

  • Visti di ingresso in Tibet e Nepal (da pagare in loco)
  • Tasse aeroportuali
  • Bevande, mance, facchinaggio
  • Quant’altro non espressamente indicato.

 

Altre Informazioni

Mezzi di trasporto:
Il percorso lungo la Transhimalayana da Zanghmu a Kathmandu viene effettuato con automezzi adatti alle condizioni stradali, in base al numero dei partecipanti.

Occorre sapere:
L’itinerario prevede l’arrivo a Lhasa da Kathmandu in aereo e il ritorno via terra lungo la Transhimalayana. I percorsi su strade che superano passi di montagna sui 5000 metri e la rarefazione dell’aria rallentano notevolmente l’andatura dei mezzi. Le piogge monsoniche possono compromettere, anche seriamente, le condizioni della strada dopo il confine nepalese, provocando frane e smottamenti. Ciò si verifica in genere nei mesi di luglio e agosto. Talvolta le frane possono costringere al trasbordo dell’auto e all’effettuazione di brevi tratti di percorso a piedi. L’altitudine dell’alto piano tibetano presuppone buone condizioni fisiche e comporta qualche inevitabile problema di acclimatazione nei primi giorni di permanenza. Per ulteriori informazioni vi rinviamo alla sezione “Viaggiare in Tibet”.

TIBET

DOCUMENTI PER L'ESPATRIO: Passaporto valido 6 mesi, servono sempre i permessi speciali: il Tibet Travel Permit e l’Aliens Travel Permit. Ci occupiamo noi dell’ottenimento di questi permessi, dovrete consegnare al nostro staff a Kathmandu o in Cina (a seconda del vostro arrivo) il passaporto con 2 fototessere e l’importo segnalato sul programma di viaggio. Tutte le informazioni ufficiali e aggiornate sono fornite dal Ministero Affari Esteri sul  sito www.viaggiaresicuri.it. Poiché si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti è importante che il consumatore verifichi la correttezze tramite il sito o la Centrale Operativa al numero 06 491115
 

CLIMA : In Tibet clima mite da maggio ad ottobre, durante i mesi invernali le notti sono fredde e secche e i passi possono rimanere bloccati per neve. Tuttavia gli hotel principali (Lhasa, Gyantse, Shigatse, Shegar) sono riscaldati nelle stanze. Luglio e Agosto risentono dell’influenza dei monsoni che si manifestano con cielo coperto e piogge di intensità variabile a seconda delle zone. Gli annuvolamenti riducono la visibilità delle montagne Himalayane ma l’altopiano assume un aspetto verdeggiante: è la stagione del lavoro nei campi e delle feste.

ABBIGLIAMENTO: Durante il periodo estivo da Giugno a Agosto, in Tibet la pioggia impone di portarsi un vestiario adeguato. Quindi un poncho, una giacca a vento, ma anche indumenti caldi per i passi.
Durante questo periodo, le temperature raggiungono facilmente i 25°C, ma di notte - a seconda dell’altitudine - possono scendere anche a sotto lo zero. Questo implica che in ogni periodo è meglio portarsi un vestiario sia invernale che primaverile. Molto utili sono anche i guanti di pile, che permettono l'uso di macchine fotografiche e video anche in condizioni avverse. Molto utili soprattutto in primavera (Aprile-Giugno) e autunno (Ottobre-Novembre) sono sciarpe o scialli per proteggersi dalla polvere. Se sono previsti pernottamenti in guest house consigliamo di portarsi dall’Italia il sacco a pelo oppure è possibile noleggiarlo tramite il nostro corrispondente in Nepal o in uno dei tanti negozi di trekking a Thamel (Kathmandu).

DISPOSIZIONI SANITARIE : Nessuna vaccinazione è richiesta al viaggiatore italiano che intende recarsi in Tibet. Per maggiori informazioni recarsi nell’ufficio d’igiene della propria città. Tutte le informazioni ufficiali e aggiornate sono fornite dal Ministero Affari Esteri sul  sito www.viaggiaresicuri.it. Poiché si tratta di dati suscettibili di modifiche e aggiornamenti è importante che il consumatore verifichi la correttezze tramite il sito o la Centrale Operativa al numero 06 491115
 

VALUTA: Yuan (Renminbi), la moneta cinese. Il cambio valuta si ottiene nelle banche (preferibilmente Bank of China) e nei migliori alberghi. Vengono accettate le carte di credito internazionali, ma non POS o Bancomat. Questi solo nei grandi alberghi e nelle banche (Lhasa, Tsedang, Shigatse, Gyantse). Il cambio applicato al 14 luglio 2009 è : 1 euro = 9,56 yuan.

ELETTRICITA': L'elettricità è a 220 volt. Si usano spine di tipo australiano, americano, italiano e di Hong Kong; è utile avere a portata di mano un adattatore.

FUSO ORARIO: La differenza è di 7 ore in più rispetto all’Italia, 6 ore quando vige l’ora legale in Italia.

LINGUA : Il Tibetano e il Mandarino. L’inglese è parlato solo da pochi.

CUCINA : i pasti tradizionali tibetani consistono principalmente in miglio, carne e prodotti lattici. Le verdure scarseggiano. La Tsampa è il cibo principale (farina di miglio tostata) consumato giornalmente e spesso mescolato con il famoso tè salato al burro di Yak. Molto popolare è anche lo yogurt, consumato da oltre 1000 anni in Tibet. Anche carne secca o affumicata di Yak, montone e manzo, oppure bollito con sale, zenzero e spezie (peperoncino). Se vi viene offerta la coda di Yak o montone, non spaventatevi, è un segno di grande onore. Salsicce, Momo (tibetani), Thenthuk (pasta) e lingua di Yak sono altri piatti forti della cucina tibetana. Oggi giorno in ogni caso la cucina cinese, sopratutto quella del Sichuan, diventa sempre più popolare. Il pesce, importato dalla Cina, non ha gran successo in Tibet per motivi religiosi. Le bevande popolari sono il Tè al burro e la famosa birra "Chang", anche se ultimamente le bevande imbottigliate diventano sempre più popolari. In Tibet quindi troverete qualche problema con i pasti, se siete abituati a variare molto i stessi.

RACCOMANDAZIONI: in considerazione della situazione politica del Paese si consiglia di evitare temi politici nei contatti con la popolazione locale. Evitate anche di dare foto del Dalai Lama alla popolazione locale: voi potreste essere espulsi, loro passerebbero guai molto più seri e addirittura la prigione. E' sempre indice di sensibilità non vestire in modo provocatorio e mantenere un comportamento rispettoso degli usi e dei costumi del Paese ospitante. Nei templi muovetevi sempre in senso orario e fate qualche piccola offerta ai monaci.

TELEFONO : Per chiamare l’Italia dal Tibet comporre lo 0039 seguito dal prefisso della propria città.

 


PROGRAMMA

giorno 1

ITALIA / DOHA


Partenza dall’Italia con volo di linea per Doha, dove l’arrivo è previsto il giorno successivo.

chiudi continua

giorno 2

DOHA / KATHMANDU


Arrivo a Doha e proseguimento con il volo per Kathmandu, che si raggiungerà in prima mattina. Trasferimento e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita del monumentale stupa di Bodhnath e del tempio induista di Pashupatinath, sul fiume Bagmati. Pernottamento.

chiudi continua

giorno 3

KATHMANDU E LA SUA VALLE


In mattinata visita del Palazzo reale Hanuman Dokha, la Casa della Dea Vivente, l’antico nucleo di Kasthamandap, il tempio Macchendranath e il grande stupa di Swayambunath. Kathmandu, l’antica Kantipur fondata nel X secolo dal re Gunakamadeva riserva ancor oggi, nonostante l’influenza occidentale, spaccati di vita rimasti immutati nei secoli. La struttura urbana con la sua successione di edifici e cortili, di facciate ornamentali e fontane, di spazi aperti affollati di divinità, di grandi pagode e templi, rivela un autentico senso di perfezione estetica che si manifesta in una singolare fusione di linee, colori e proporzioni. Ma la fisionomia monumentale di questa città, ricca di dettagli affascinanti non è la sola attrattiva.

Passeggiando nella febbrile animazione delle vecchie stradine o sostando all’ombra di piccoli templi, si avrà l’occasione di cogliere l’avvicendarsi di un misterioso e complesso universo. Nel pomeriggio visita della anticha capitale Patan. Al di là del fiume Bagmati, Patan è un vero e proprio museo all’aperto con monasteri, templi e palazzi di un’eleganza straordinaria. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 4

KATHMANDU / LHASA


Trasferimento all’aeroporto. Con un’ora circa di volo si raggiunge Lhasa, capitale del Tibet, a 3650 metri di altitudine. Trasferimento e sistemazione in hotel. Passeggiata al Barkhor, un anello di circa ottocento metri, lungo il quale i fedeli - giunti in pellegrinaggio a Lhasa anche da regioni lontanissime - camminano in senso orario compiendo prostrazioni e, facendo ruotare mulini di preghiera, recitano la formula sacra “Ommanipadmeum”. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 5

LHASA / IL POTALA / ESCURSIONE AL MONASTERO DI SERA


In mattinata visita dell’imponente palazzo del Potala, ex residenza dei Dalai Lama, uno degli edifici più maestosi ed impressionanti dell’intera Asia, al quale si accede percorrendo una lunga scalinata. La visita è impressionante e intensa: l’edificio, costruito in pietra, legno e terra è immenso, e i suoi tredici piani custodiscono oltre mille stanze e diecimila cappelle. Nel pomeriggio visita del grande tempio di Jokhang e del monastero di Sera, a cinque chilometri da Lhasa.

Il grande complesso monastico era famoso per gli studi e gli insegnamenti tantrici che venivano impartiti agli oltre settemila monaci che in origine vivevano nel complesso. Con un po’ di fortuna durante la visita si potrà assistere al dibattito dei monaci nel cortile del monastero, un momento di confronto dialettico che consente agli studenti, interrogandosi reciprocamente, di disputare intorno alle questioni religiose. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 6

LHASA / ESCURSIONE AL MONASTERO DI GANDEN


Escursione al monastero di Ganden (4200 m), costruito ad anfiteatro su una montagna a 60 chilometri da Lhasa. Dell’originale complesso monastico, raso al suolo durante la Rivoluzione Culturale, i Tibetani hanno ricostruito alcuni edifici che ospitano circa duecento monaci. Qualora la strada per Ganden non sia percorribile, si visiterà il monastero di Tshurpu, che dista 60 chilometri circa dalla capitale. Qui è vissuto sino al ‘99, sotto la tutela dei monaci, un giovane considerato la reincarnazione di un grande lama: il Karmapa.. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 7

LHASA / LAGO YAMDROK / GYANTSE


Partenza per Gyantse (280 km: 5 ore circa). Dopo aver attraversato la valle del Kyi Chu e superato il ponte sul fiume, ci si inerpica lungo i tornanti che conducono al Kamba La, un passo di 4794 metri che riserva panorami di straordinaria bellezza sul lago Yamdrok, incastonato con le sue acque di cristallo tra montagne dalle tonalità ocra e brune. La strada discende rapidamente verso il lago dalle spettacolari tonalità turchesi, che si costeggia per un tratto, per poi risalire sino ai 5010 metri del Karo La, passo spettacolare incassato tra i ghiacciai.

Ai piccoli villaggi di pastori, alle greggi di pecore e yak, alle bandierine di preghiera che garriscono al vento delle alte quote, si susseguono sempre più frequenti i campi di orzo. Arrivo a Gyantse, situata a 3950 metri di altitudine, e sistemazione in hotel. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 8

GYANTSE / SHIGATSE


In mattinata visita del monastero di Palkhor Choide con il Kumbum. Il Palkhor Choide, che risale all’inizio del XV secolo contava, prima del 1959, sedici collegi di diverse confessioni, Sakyapa, Gelupga, Nyingmapa e Shalupa. Molti edifici sono stati distrutti durante la Rivoluzione Culturale, che tuttavia ha risparmiato il tempio principale e il Kumbum, lo stupa “delle centomila immagini”, che conserva il più grande insieme di sculture e dipinti antichi del Tibet. Partenza per Shigatse (90 km: un’ora e mezza circa).

Arrivo nella seconda città del Tibet, situata a 3900 metri di altitudine, e sistemazione in hotel. Visita del monastero di Tashi Lumpo, l’exresidenza del Panchen Lama, che domina la città con i suoi tetti dorati. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 9

SHIGATSE / SAKYA / TINGRI


Si lascia l’altopiano di Shigatse per scoprire uno dei più importanti monasteri del Tibet, Sakya. Fu proprio qui che nel lontano 1073 Konchog Gyelpo fondò il primo edificio sacro, che sarebbe divenuto in seguito il centro della scuola Sakyapa. Le vicende religiose e quelle temporali si intrecciano continuamente nei secoli dopo l’anno Mille, e Sakya assiste nel XIII secolo all’incontro con la nuova potenza gengiskhanide, rappresentata da Godan Khan. Il sovrano mongolo ricevette l’iniziazione e i rituali propiziatori di lunga vita, ed in cambio concesse al monaco Sakya Pandita il potere temporale su tutto il Tibet Centrale. Il successore Phagpa ottenne poi da Gengis Khan ancora di più: il controllo dell’intera regione del Tibet, che gli consentì di ripristinare l’unità politica e di fare di Sakya un centro di massima importanza spirituale e temporale. Visita del monastero.

L’immenso dukhang, la sala di preghiera con le alte colonne lignee, le statue rivestite d’oro, le pareti affrescate di dipinti preziosi, suggeriscono un profondo senso di interiorizzazione e misticismo. Proseguimento in direzione di Tingri. Il percorso della giornata è di 260 km circa. Sistemazione in hotel. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 10

TINGRI / ZHANGMU


Si lascia Tingri, da cui si possono intravvedere, nelle giornate limpide e in lontananza, le cime dell’Everest (8848 m) e del Cho Oyu (8201 m) per proseguire in direzione sud verso Zhangmu e le valli himalayane (250 km: 6 ore circa). Lungo il percorso si incontrano gli ultimi villaggi tibetani arroccati sulle montagne, mandrie di yak e carovane di pellegrini che percorrono le strade verso il Tibet Occidentale e il sacro monte Kailas. Superato il passo di Lalung, che riserva dall’alto dei suoi 5050 metri una suggestiva veduta del Shishapangma (8013 m), si discende a Nyalam (3750 m). Nei pressi si trova una delle grotte di meditazione dell’eremita e poeta Milarepa. Proseguendo per altri 30 chilometri circa tra profonde gole, in un paesaggio di tipo alpino, si raggiunge Zhangmu (2300 m), località di confine con il Nepal. Arrivo e sistemazione in hotel. Prima colazione e pernottamento.

chiudi continua

giorno 11

ZHANGMU / KATHMANDU / DOHA


Superati i posti di controllo cinese e nepalese si prosegue ormai per Kathmandu (122 km: 4/6 ore, quando le condizioni della strada sono ottime) attraverso lussureggianti paesaggi collinari, foreste tropicali, terrazze coltivate e caratteristici villaggi nepalesi. La strada discende, con una lunga sequenza di tornanti, sui versanti himalayani sino alla capitale del Nepal. Arrivo, sistemazione in hotel e tempo a disposizione. Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Doha.

chiudi continua

giorno 12

DOHA / ITALIA


Proseguimento con il volo per l’Italia

chiudi continua
preventivo
Sei interessato a questa proposta? RICHIEDI PREVENTIVO

APPROFONDIMENTI DAL NOSTRO BLOG

17/09/2014

Le lunghe chiome delle donne Yao

Le donne della minoranza etnica cinese degli Yao, che abitano principalmente nella provincia del Guangxi ma sono numerosi anche in paesi lim...

LEGGI
17/09/2014

Meraviglia della Cina: Le risaie della Spina Dorsale del Drago

Ormai lo sapete che ho una predilizione per le risaie, uno di quei posti in cui la natura e l'opera dell'uomo a volte si fondono in ...

LEGGI
17/09/2014

Le abitazioni tradizionali più belle del mondo - VII

Terza e ultima puntata dedicata ai villaggi trogloditi ancora tutt'ora esistenti.Non tutti sanno che a Granada, in Andalusia, c’&e...

LEGGI
17/09/2014

Stati sconosciuti, non riconosciuti e irriconoscibili - V

Dopo avervi spiegato brevemente la storia degli stati a riconoscimento limitato nei post precedenti, stavolta entriamo nel variegato mondo d...

LEGGI
17/09/2014

Stati sconosciuti, non riconosciuti e irriconoscibili - IV

Come abbiamo visto nei post precedenti, gli stati non membri dell'ONU difficilmente sono riconosciuti da tutti, ma questo succede anche ...

LEGGI
17/09/2014

Stati sconosciuti, non riconosciuti e irriconoscibili - III

Frutto di un conflitto, stavolta di tipo civile, è la suddivisione della Cina. Quando nel 1949 Mao Ze Dong proclamò la nascita...

LEGGI
17/09/2014

Alla scoperta dei sapori del mondo

Un viaggio nei paesi lontani è anche un modo per scoprire i gusti e i piatti locali. In vista di un viaggio da sogno, ecco alcun...

LEGGI
17/09/2014

Il sistema sociale himalayano

La popolazione mondiale odierna supera i sette miliardi e si avvia, ai ritmi attuali, a raggiungere i nove miliardi nel 2040. Questo crea ev...

LEGGI
17/09/2014

Ladakh, un piccolo Tibet

Il Ladakh è un distretto dell’India facente parte dello stato federato del Jammu e Kashmir ma qui non vi troverete templi hindu...

LEGGI

ALTRI TOUR CHE POTREBBERO INTERESSARTI

TANZANIA TANZANIA LA GRANDE MIGRAZIONE

Viaggio

LA GRANDE MIGRAZIONE
TANZANIA

Guida in italiano in loco - Tanzania

  • Guida / autista in italiano
  • Minimo 2 partecipanti
  • Park fee inclusi
ITALIA ITALIA IL ROMANTICO PUGLIESE E I SASSI DI MATERA

Viaggio

IL ROMANTICO PUGLIESE E I SASSI DI MATERA
ITALIA

Accompagnatore Culturale

  • Gruppi piccoli
  • La Cattedrale di Trani
  • Castel del Monte
  • I Sassi di Matera. 
MADAGASCAR MADAGASCAR TERRA DI LEMURI E BAOBAB

Viaggio

TERRA DI LEMURI E BAOBAB
MADAGASCAR

Itinerario consigliato

Il Madagascar viene spesso denominato ''La Grande Isola Rossa'' per il colore rosso dei suoi terreni. E' una terra straordinariamente ricca a livello culturale..

MADAGASCAR MADAGASCAR Constance Tsarabanjina

Viaggio

Constance Tsarabanjina
MADAGASCAR

Resort e Villaggi - Madagascar

Una isola da sogno, in uno scenario che stupisce per la bellezza selvaggia della destinazione, le spiagge e il mare dalle mille sfumature. Tsarabanjina non è solo uno splendido, piccolo eco-resort dall’eleganza innata, è il vostro rifugio per allontanarvi dal mondo.

SEYCHELLES SEYCHELLES Constance Lemuria

Viaggio

Constance Lemuria
SEYCHELLES

Resort e Villaggi - Seychelles

Uno straordinario hotel 5 * totalmente eco-sostenibile che sorge nel cuore di una foresta tropicale, affacciato su tre delle più spettacolari spiagge dell’ Oceano Indiano.

OMAN OMAN LA MAGIA DEL DESERTO

Viaggio

LA MAGIA DEL DESERTO
OMAN

Itinerario consigliato - Oman

  • Tour in fuoristrada 4x4
  • Pernottamento nel deserto
  • Ingressi a siti e musei inclusi
KENYA KENYA LUXURY SAFARI

Viaggio

LUXURY SAFARI
KENYA

Itinerario consigliato - Kenya

  • Lodge di lusso
  • Masai Mara
  • Lake Naivasha
  • Lago Vittoria
TANZANIA TANZANIA Veraclub Sunset Beach

Viaggio

Veraclub Sunset Beach
TANZANIA

Resort e Villaggi - Zanzibar

  • Acque cristalline e sabbia bianca fine
  • Mare di Nungwi, uno dei migliori di Zanzibar
  • All Inclusive 
THAILANDIA THAILANDIA THAILANDIA, LAOS E CAMBOGIA

Viaggio

THAILANDIA, LAOS E CAMBOGIA
THAILANDIA

Itinerario consigliato

Un viaggio, tre paesi. Questo classico itinerario vi permetterà di visitare le parti più importanti di questi tre straordinare paesi che compogono l'Indocina.

SUDAFRICA SUDAFRICA SUD AFRICA ENOGASTRONOMICO

Viaggio

SUD AFRICA ENOGASTRONOMICO
SUDAFRICA

Itinerario consigliato - Sud Africa

La magia di visitare questo straordinario paese in piena libertà, utilizzando, ove possibile, dei Boutique Hotel, e gustandoci vini e cucina di altissimo livello.
 

arrow_drop_up