menu

BLOG

HOME

Istantanee dalla Mongolia - III

Data: 15/04/2017 MONGOLIA Categoria: Pillole di viaggio
Istantanee dalla Mongolia - III

segue...   Un’aquila reduce da un giro di caccia, tranquilla e mansueta ma libera a pochi passi fa sempre il suo effetto. La caccia con l’aquila è una tradizione della parte kazaka della Mongolia, si svolge regolarmente in inverno (e negli alti Altai significa farlo a -60°, in quei luoghi c’è stato il più grosso sbalzo termico della terra, in un inverno toccati i -63° ed in una estate i +40°), ma per mantenere allenati gli animali si procede a qualche “giro di prova” anche in altri periodi. Qui siamo nella Valle dell’Orkhon, non è facile incontrare addestratori all’opera, ovviamente alla prima visione la sosta è risultata obbligatoria, anche se il personaggio non è stato di t   Leggi ►

Istantanee dalla Mongolia - II

Data: 01/04/2017 MONGOLIA Categoria: Pillole di viaggio
Istantanee dalla Mongolia - II

segue...  Benvenuti nella steppa mongola! La popolazione vive nelle gher, vita nomade dedita all’allevamento del bestiame da curare con massima dedizione nei mesi estivi per far sì che durante i gelidi inverni resistano col poco che troveranno per alimentarsi. Se gli inverni son troppo lunghi e gelidi ci saranno le carestie (zud), le bestie moriranno e così termineranno le possibilità di sostentamento per le famiglie nomadi. Queste vivono nelle gher che hanno quasi tutte un pannello fotovoltaico e la parabola per ricevere il segnale televisivo, anche nel bel mezzo del nulla. In un luogo come quello nella foto non si trova nulla nel raggio di almeno 50 km, senza strade e con sentieri raramente tracciati, ma all’interno della gher c’&egra   Leggi ►

Istantanee dalla Mongolia - I

Data: 18/03/2017 MONGOLIA Categoria: Pillole di viaggio
Istantanee dalla Mongolia - I
Il Palazzo Verde di Bogd Khan

Il viaggio si è svolto in estate quando le condizioni climatiche sono più amiche. L’inverno è particolarmente ostico, con temperature che possono toccare il -60°, sommate ai collegamenti di fatto inesistenti permetterebbero una visita solo a chi possa permettersi tempi lunghissimi. La vita nella capitale sta assumendo connotati occidentali con tantissimi locali, ristoranti e divertimenti, ma usciti da Ulaanbaatar il nulla che tanto bene rappresenta la Mongolia diventa padrone assoluto della situazione, quindi occorre attrezzarsi. Nella parte del Gobi-Altai non esistono ancora infrastrutture per ospitare i viaggiatori, occorre far campo in autonomia o accordarsi coi nomadi per essere ospitati nelle loro gher, dalla zona del Gobi risalendo verso la ca   Leggi ►

Impressioni sul Sudafrica, di Luigia e Luciano

Data: 10/12/2016 SUDAFRICA Categoria: Pillole di viaggio
Impressioni sul Sudafrica, di Luigia e Luciano
La Testa del Leone vista dalla Table Mountain

Un paese molte volte immaginato, leggendo i libri di Wilbur Smith, oppure le cronache delle spedizioni navali della Compagnia delle Indie o i più recenti fatti relativi all'apartheid. La realtà è ancora più stupefacente! Bar a Pilgrim's Rest La vista della Table Mountain che emerge dalla nebbia, il Capo di Buona Speranza che divide i due oceani e che coraggiosi marinai hanno doppiato nei secoli scorsi per raggiungere le Indie, le colonie di pinguini che suscitano tanta tenerezza, gli stupendi parchi con il fiore simbolo del Paese, la Protea, i magnifici vigneti e l'ottimo vino, fanno apprezzare questa terra! La Testa del Leone vista dalla Table Mountain Le otarie di Hout Bay Naturalmente c'è anche il rovescio della   Leggi ►

Sudafrica e Botswana, il fotoracconto di Vincenzo e Graziella

Data: 19/11/2016 BOTSWANA - SUDAFRICA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Sudafrica e Botswana, il fotoracconto di Vincenzo e Graziella
Vincenzo e Graziella di fronte alle Cascate Vittoria

Siamo lieti di condividere con voi il foto-racconto del viaggio di nozze dei nostri viaggiatori Vincenzo e Graziella, da poco tornati dal Sudafrica. Lucia, Monica,siamo ormai tornati da diversi giorni dal nostro viaggio di nozze che è stato meraviglioso e per questo volevamo innanzitutto ringraziarvi. Crediamo che il nostro viaggio di nozze lo ricorderemo per sempre per la bellezza dei posti in cui siamo stati, l’accoglienza che abbiamo ricevuto dalle persone del posto, le incredibili avventure dei safari (abbiamo visto tutti i cinque big five) e tanto altro. Insomma in Africa vorremo tornarci ancora!  Ore 05:47, un uccellino in cima all'albero si fa abbracciare dai primi raggi di sole, che sorge meravigliosamente sulla savana sudafricana. L'aria sar&agr   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - VII

Data: 29/10/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - VII
Non è Baja California senza cactus

25° giornoColazione in uno di quei simpatici ristorantini indigeni pieni di locali e vuoti di turisti, l’ideale per partire di slancio andando a noleggiare prima ancora che aprano una Jeep Wrangler. Partiamo immediatamente seguendo gli itinerari che hanno fatto la storia della mitica Baja 1000, alcuni dei quali riproposti anche dalla Lonely Planet in un capitoletto a parte, così da percorrere gli sterrati lungo la costa verso est, attraversare il cabo e scendere poi giù a Cabo San Lucas dal versante ovest. Non c’è un’indicazione che sia una, nonostante Cabo Pulmo sia una delle più grandi attrattive per gli amanti delle immersioni della zona, dalla Mijares occorre prendere la Suarez e andare a sentimento lungo la costa. In una   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - VI

Data: 15/10/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - VI
L'Arco di Cabo San Lucas, il punto in cui l'Oceano Pacifico e il Mar di Cortez s'incontrano

21° giornoColazione alla frutteria di fronte all’hotel, poi ci dirigiamo da Mario’s per il tour delle balene. Partiamo in camioneta con un clima pessimo, nuvole ovunque, qualche rara goccia di pioggia e un vento assassino, ma alternative non ci sono. Per arrivare al luogo dell’imbarco si passa per le saline che stanno tra Guerrero Negro e la laguna Ojo de Liebre, zona paradiso per gli amanti del birdwatching. Si sale su di una lancia ovviamente tutta aperta, vista la giornata i barcaioli ci prestano robuste cerate fatte a poncho da mettere sotto ai giubbotti di salvataggio, poi partenza sprint per attraversare la laguna alla ricerca delle grandiose balene grigie che migrano in inverno da queste parti per partorire i piccoli e per dimorare in un luogo meno freddo dell&   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - IV

Data: 10/09/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - IV
Bimba Tarahumara

 13° giorno Ovvia colazione presso la panificadora S. Cruz (il miglior posto per far colazione del viaggio, oltre ad essere nettamente il migliore per qualità/prezzo) e poi visita della città, partendo dalla Mina Eden, la maggior fonte di ricchezza della città. Si trova a fianco della funicolare sul Cerro del Grillo, ma si può accedere anche dall’entrata a sud-ovest, apre alle 9:30, e infilati cuffia igenica e caschetto parte la ricognizione a una vena aurea che ha fatto la fortuna soprattutto della Spagna, per i messicani è stata più una forma di morte precoce di tanti lavoratori che un reale guadagno, anche se la ricchezza portata alla città è sotto gli occhi di tutti. Si scende in ascensore per 40 m poi tra ponti e p   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - III

Data: 27/08/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - III
Come si viaggia su una Ford Willy, Real de Catorce

9° giornoColazione con la solita (per il posto) barbacoa, poi raggiunta la central camionera con un bus locale prendiamo un pulmann Sendor per Matehuala fermata intermedia per raggiungere Real de Catorce. Il pueblo magico di R14 sarà ai più famoso perché è il luogo magico del peyote, quello che si vedeva nel film Puerto Escondido di Salvatores, raggiungibile con un lungo e stretto tunnel nel mezzo della desertica sierra. Lasciata la statale si inizia a salire su di una strada acciottolata e il bus si rompe, un problema alla trasmissione lo mette fuori uso, ne attendiamo un altro più stretto che sarebbe poi quello adatto a passare il tunnel Ogarrio che immette a R14. Attendiamo circa 90’ , poi saliamo sul bus per arrivare in quota ed en   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - II

Data: 13/08/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - II
Paesaggi della Sierra Gorda

5° giornoPartenza alle ore 7 per la Reserva de la Biosfera Sierra Gorda con Rogelio, guida della Sierradventuras. La Reserva si trova nel mezzo di una zona aspra ma è verdissima e coperta di foreste, il viaggio da Querétaro necessita di 3 ore per arrivare a Pinal. Prima però passiamo da Bernal dove ammirare la Peña, il terzo monolite al mondo, che domina il tranquillo pueblo dall’alto di oltre 350 m. Sosta a La Estacion per una ricca colazione a base di gorditas, che sono tacos molto spessi riempiti a piacimento con uova, salsiccia, barbacoa, stufati vari o verdure di ogni tipo, sembra un qualcosa di pesante ma qui tutti fanno una colazione nutrientissima. Prima di Pinal carichiamo un campesino amico di Roge   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - I

Data: 30/07/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - I
El Zocalo con la grande bandiera messicana, Città del Messico

1° giornoVolo Iberia da Bologna, ma al check-in qualcosa non va, siamo fermi e veniamo a sapere che ci sono problemi ai macchinari dei raggi X, così partiamo con 2 ore di ritardo, mantenendole tutte all’arrivo a Madrid. La coincidenza non la perdiamo viste le 4 ore a disposizione, anche se lo spostamento dal terminal dei voli europei (4) a quello degli intercontinentali (4S) richiede circa 30’ , ma sempre con un volo Iberia arriviamo a Ciudad de Mexico (per tutti DF) senza bagagli. Lasciamo come tanti le identificazioni degli zaini e ci avvisano che ci avrebbero ricontattati per segnalare il posto dove farceli consegnare (chi avesse già una prenotazione può lasciarla subito). Le procedure per uscire dall’aereoporto senza bagagli son velo   Leggi ►

Isole Azzorre: l'avventura a portata di mano

Data: 23/07/2016 PORTOGALLO Categoria: Pillole di viaggio
Isole Azzorre: l'avventura a portata di mano
Veduta mozzafiato della Laguna di Fogo

Se chiedi a un tuo amico viaggiatore avventuroso dove medita di recarsi il prossimo viaggio, probabilmente ti parlerà di posti remoti, per raggiungere i quali occorrono decine di ore di volo, kilometri a piedi con pesanti zaini sulle spalle o un'interminabile risalita di un fiume su una piroga. Viaggi logisticamente molto complessi, quasi sempre piuttosto costosi. Eppure non c'è bisogno di allontanarsi così tanto per trovare un territorio dove la natura domina incontrastata e offre scenari che, se li mostrassimo al vostro amico di cui sopra, penserebbe originari di qualche isola sconosciuta dell'Oceano Pacifico. Invece basta recarsi alle Isole Azzorre. Veduta mozzafiato della Laguna di Fogo Questo arcipelago portoghese, di cui tutti abbiamo sempre   Leggi ►

Il Sole di Mezzanotte

Data: 25/06/2016 CANADA - FINLANDIA - GREENLAND - ISLANDA - NORVEGIA - RUSSIA - SVEZIA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità
Il Sole di Mezzanotte

Il Sole di Mezzanotte è un fenomeno astronomico che si presenta solo nelle regioni al di là del circolo polare, sia artico che antartico anche se, da un punto di vista turistico, è rilevante solo il primo visto che nell’Antartide gli insediamenti umani sono costituiti quasi esclusivamente da basi scientifiche e quindi ci concentriamo su questo. In assenza di nuvole la luce del giorno conquista il cielo, allunga le giornate al punto di scacciare la notte, regalando una luminosità particolare e calda.  Il periodo in cui è possibile ammirarlo al suo massimo è il solstizio d’estate, che cade il 20 o il 21 di giugno a seconda degli anni, ma è visibile anche per un numero di giorni precedenti e successivi, variabile in base a   Leggi ►

Parchi USA: Goblin Valley State Park

Data: 18/06/2016 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: Goblin Valley State Park
Uno degli "hoodoos" del Goblin Valley SP - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Il Goblin Valley State Park è uno dei parchi nazionali dell'Ovest degli Stati Uniti più sottovalutati, benché sia decisamente interessante. Situato all'interno del cosiddetto Grand Circle, si trova non distante dal tratto della Highway 24 che va dal Capitol Reef National Park ad Arches National Park. Uno degli "hoodoos" del Goblin Valley SP - Archivio Fotografico Pianeta Gaia La caratteristica principale di questo parco sono gli hoodoos, una parola che contraddistingue anche i pinnacoli caratteristici del Bryce Canyon. Gli hoodoos di questo parco, detti anche goblins (gnomi in inglese, da cui il toponimo), sono diversi da quelli del più famoso parco: là sono delle guglie alte spesso una decina di metri e oltre, più o men   Leggi ►

Montenegro e Albania - III

Data: 10/06/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - III
Un incrocio di Argirocastro - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

9° giornoColazione casalinga e poi partenza per il monastero di Ardenica, a un’ora di distanza da Durazzo, lasciata la quale le strade peggiorano. Qui la vista cade sovente sui celeberrimi bunker che Enver Hoxha fece edificare in ogni dove, valli, montagne e anche spiagge ne son piene. Il monastero è un angolo di quiete dimenticato dal tempo, all’interno nella parte posteriore si possono ammirare icone di notevole fattezza, dove spicca un rosso intenso di cui più avanti capiremo l’origine. Per arrivare ad Apollonia il percorso è breve, ma la visita che tanto dovrebbe incantare per quanto mi riguarda lascia molto a desiderare. È rimasto poco da ammirare, o meglio tanto è ancora da scavare, è più l’importanza del lu   Leggi ►

Montenegro e Albania - II

Data: 28/05/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - II
La lussuosa Sveti Stefan - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

5° giornoStesso giro del giorno precedente per colazione, cambiando solo il bar, poi prendiamo la via del PN Skadar passando per la strada di montagna da dove la vista sul lago spazia nelle montagne a forma di draghi coperte dalla folta vegetazione. Dopo questo bel biglietto da visita veloce sosta a Rijeka Crnjrvića, dove svetta un ponte in pietra a quattro archi che si specchia placido nelle acque del fiume. Da qui raggiungiamo Virpazar, lasciando il pulman al di qua delle linea ferroviaria perché le stanghe non si alzano. Da Virpazar partono i battelli per la visita al lago, ma per arrivare alle isole dei monasteri nella stagione estiva è un problema perché l’acqua è bassa ed occorre trovare una “coincidenza” con un barca di piccole dime   Leggi ►

Parchi USA: Il Bryce Canyon

Data: 20/05/2016 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: Il Bryce Canyon
Il grande anfiteatro naturale di Bryce Canyon - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Il Parco Nazionale del Bryce Canyon ha un nome ingannevole perché, chi non lo conosce, magari crede di visitare un luogo più o meno angusto, come è lecito aspettarsi da un sito connotato dalla parola “canyon”. Niente di più falso perché il Bryce Canyon è più che altro un enorme anfiteatro naturale scavato nella roccia, e a guardarlo da uno dei vari belvedere, la sensazione che invade il visitatore è più quella di uno spazio immenso che non di una stretta gola. Il Bryce Canyon si trova nello stato dello Utah ed è uno dei siti più spettacolari all'interno del cosiddetto Grand Circle, l'itinerario turistico, già popolare nell'Ottocento, che comprende i parchi naturali più belli d   Leggi ►

Montenegro e Albania - I

Data: 06/05/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - I
Le mura della Fortezza di Dubrovnik - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 1° giorno Di prima mattina, con un treno regionale da Bologna raggiungo Milano, poi col Malpensa Shuttle l’aereoporto dove dal terminal n° 1 ho il volo per Dubrovnik. L’aereoporto della cittadina croata (in un specie di enclave tra la Bosnia ed il Montenegro) si trova quasi 20 km a sud della città, le formalità sono ridotte al minimo e col pulmino già pronto ad attenderci, nel mezzo di maxibus ipermoderni, andiamo verso la città. Su di una collinetta a sinistra della strada si erge un enorme cartellone pubblicitario che ringrazia il generale Ante Gotovina. Sarà anche stato consegnato dalle autorità croate al tribunale internazionale dell’Aja, ma vedere cose del genere incute un certo timore, come se sotto alla p   Leggi ►

Perché andare in Birmania

Il paese dei sorrisi
Data: 02/05/2016 BIRMANIA (Myanmar) Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Birmania
La cupola dorata della Shwedagon Paya, a Yangon - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÉ ANDARE IN BIRMANIALa Birmania è un paese che, causa la dittatura militare che solo ultimamente, con la vittoria di Aung San Suu Kyi alle elezioni del 2015, sta allentando un po' la presa, è stato per molto tempo poco visitato dai turisti, anche perché i visti venivano concessi solo per brevi periodi, di fatto scoraggiando molti viaggiatori. Il piacevole risvolto della medaglia è che la sua gente, come non manca di notare chiunque vi sia stato, è ammantata di una naturale ed estrema gentilezza, forse proprio perché di stranieri ne ha sempre visti pochi. Ma non ci sono solo i sorrisi dei locali ad attendere i viaggiatori: la Birmania è un paese ricco di importanti siti, sia archeologici che religiosi, abitato da interessanti   Leggi ►

Sahara algerino - IV (fine)

Data: 23/04/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - IV (fine)
L'alba sull'Assekrem

14° giorno Siam tutti svegli ben prima dell’alba alla ricerca di un caffè caldo, il freddo è stato molto intenso e non si vede l’ora di muoversi. Prima di riattraversare Mertoutek, sulla destra dello uadi principale un chilometro fuori del paese ci sono interessanti pitture rupestri, per trovarle ci aiutano ovviamente gli autisti perché stanno all’interno di ripari naturali dove chi soffre di claustrofobia farà meglio a non entrare, però ci sono alcuni passaggi tra fori e crepe che sono proprio belli da percorrere. In paese facciamo nuovamente scorta di acqua a fianco dell’ufficio del parco e ci dicono che oggi ci sarà un matrimonio tra una ragazza del posto e un ricco cittadino di Tam. Se vogliamo fermarci siamo ospiti   Leggi ►

I 10 giganti fra gli alberi

Data: 16/04/2016 AUSTRALIA - CAMBOGIA - INDIA - MESSICO - SUDAFRICA - SRI LANKA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità
I 10 giganti fra gli alberi
Ingresso allo Sri Maha Bodhi, una delle reliquie più sacre del Buddhismo cingalese - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Non solo sono indispensabili perché producono l'ossigeno che respiriamo, ma possono anche essere incredibilmente grandi, inauditamente vecchi o talmente grandiosi da lasciarci a bocca aperta. Stiamo parlando degli alberi, qualcosa che in alcune destinazioni sono dei "must see". Di seguito vi elenchiamo quelli che secondo noi sono alcuni dei più mirabili esempi di queste straordinarie forme di vita, talmente uniche da avere quasi sempre un nome proprio. 1. Jaya Sri Maha Bodhi, Sri LankaÈ un antichissimo esemplare di Ficus Religiosa che si trova nei Giardini Mahamewna, in Sri Lanka. Si dice che sia originato da un ramo del Jaya Sri Mana Bodhi di BuddhaGaya, l'albero sotto il quale il Buddha raggiunse l'Illuminazione nel 530 a.C. circa. L'al   Leggi ►

Sahara algerino - III

Data: 02/04/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - III
Il paesaggio di Tikobaouin

9° giorno Siam sempre i primi a far colazione in hotel, poi partiamo passando da Djanet solo per far gasolio prendendo la strada in direzione Illizi. Visitiamo Tikobauin, luogo superbo all’interno dello uadi Asasu, un canyon tra enormi rocce lavorate dal vento in forme incredibili, attraversate da dune che cambiano colore nelle varie illuminazioni del sole. La chicca del luogo è un arco doppio, anzi quasi triplo visto che al di sopra dei due archi c’è una piccola spaccatura che potrebbe essere venduta come il terzo. Qui però par di essere in centro a Londra, c’è gente ovunque, molti han passato qui la fine dell’anno e devono ancora smontare i campi, quindi certi passaggi perdono un po’ di magnificenza. Ma il passaggio di alcuni   Leggi ►

Australia, di Alessandra e Michel

Data: 26/03/2016 AUSTRALIA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Australia, di Alessandra e Michel
Davanti ad Ayers Rock

1. Il viaggio di andata Milano - Hong Kong - Melbourne è stato molto confortevole con un impeccabile servizio della Cathay Pacific. 2. Arrivo a Melbourne di notte e trasporto in hotel. Non abbiamo subito trovato la navetta in aeroporto che avrebbe dovuto portarci in hotel, ma abbiamo avuto la prima occasione di conoscere l'ospitalità della popolazione australiana, infatti un gruppo di ragazzi che lavorava per un altro tour operator si è offerto per aiutarci e dopo qualche telefonata, la navetta è arrivata. L’Hotel Rendez-vous ha una bellissima hall d’entrata, la stanza è piuttosto piccola ma comunque ben attrezzata e pulita. Affamati dal lungo viaggio, abbiamo trovato vicino all’hotel uno street food dove abbiamo mangiato un ott   Leggi ►

Sahara algerino - II

Data: 19/03/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - II
I colori dell'alba a Tinakacheker

5° giorno Lo spettacolo dell’alba sulle montagne di fronte è splendido anche se non vale la magnificenza di Tinakacheker. Consumata colazione e caricate le jeep, occorre dar una mano a una jeep nei paraggi che non riesce a partire. L’autista è un amico dei nostri due autisti (ovvio, si conoscono tutti tra di loro) e sta trasportando due ragazzi francesi preoccupati per le prossime partenze nel deserto, visto che gli incontri sono saltuari. Scendiamo a malincuore dall’altipiano affiancando un’enorme roccia a forma di cammello per percorrere svariati uadi dovendo rientrare lungo il percorso nei paraggi di Tadant. Dallo uadi di Telonfasa si passa per quello di Afalarfal, poi Tihinarar dove incontriamo un ragazzo con al seguito due dromedari (con lui u   Leggi ►

Australia, di Adina e Roberto - IV

Data: 05/03/2016 AUSTRALIA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Australia, di Adina e Roberto - IV
Le Remarkable Rocks di Kangaroo Island

08/08/15Colazione al Flinder's Visitor Centre, paghiamo l'ingresso al parco e ci dirigiamo verso l'Admiral's Arch, una grotta ad arco sul mare popolata di otarie, con tanto di immancabile ed organizzato percorso pedonale in legno. Poi tappa a Remarkable Rocks, formazione rocciosa molto particolare dovuta all'erosione del vento. Splendida vista, con presenza anche di gruppi di delfini avvistati in lontananza. Viaggiamo ora verso est, e poi verso nord. La pausa pranzo è strana: in mezzo a tanta natura selvaggia ci fermiamo in un centro sportivo che brulica di gente di tutte le età, con partite di football e basket in corso; ci mangiamo un panino economico, sembrano stupiti di vedere turisti lì...Andiamo a Stoke Bay: per arrivare alla sua bella spiaggi   Leggi ►

Sahara algerino - I

Data: 27/02/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - I
El Ghessour

1° giornoParto di primissima mattina da Bologna in un giorno di grandi difficoltà di trasporti, così in stazione apprendo che il treno che avevo prenotato arriverà chissà quando. Devo comprarmi un nuovo biglietto (di prima mattina le biglietterie sono chiuse) alle biglietterie automatiche non potendo così sfruttare quella già pagato e salgo sul primo treno per Roma, un Freccia Rossa che nasce a Bologna e quindi non porta ritardo. Arrivo comunque a Roma con 70’ di ritardo, ma al volo prendo il Leonardo Express e in 30’ sono a Fiumicino. La coda per il check-in della Air Algeria è corta, e non ci fanno nemmeno problemi a imbarcare bagagli pesanti (cioè gli zaini son leggeri ma le vettovaglie più tutto il cibo &ldq   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - VI

Data: 19/02/2016 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
 Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - VI
Lo Spituk Gompa di Leh

14 agostoUltimo giorno! Nel pomeriggio nessuno vuole andare a fare il rafting previsto dal programma, perciò al mattino visita agli ultimi due templi e poi pomeriggio libero.Dovrei ripetere le solite cose sui monasteri: un po' di saturazione, ma riescono ancora ad avere spunti interessanti. Tutti i particolari iconografici della religione mi sembrano molto naif, e forse apprezzati esclusivamente dai fedeli. Mi interessano di più i dettagli della tecnica costruttiva, l'uso dei materiali locali, ecc.I monasteri sono quasi sempre in posizioni eccezionali, sicuri perché in alto sulla roccia, anche se sospesi su mari di fango. Lo Spituk Gompa dall'alto della sua posizione gode di un panorama vastissimo. All'interno ritroviamo l'immagine del bambino futur   Leggi ►

Australia, di Adina e Roberto - III

Data: 11/02/2016 AUSTRALIA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Australia, di Adina e Roberto - III
Una veduta dalla Great Ocean Road

02/08/15Torniamo al Darling a visitare la terza attrattiva, il Wild Life, zoo con consueti koala, crocs e canguri. Di corsa all'aeroporto, destinazione Melbourne. Freddo e pioggia, visitiamo la Federation Square e ceniamo nello storico pub Young and Jackson. Purtroppo l'hotel The Swanston Hotel Melbourne Grand Mercure non è all'altezza: consueta gentilezza del personale, ma camere poco pulite e da ammodernare. Un angolo di Melbourne  03/08/15Passeggiata al Southgate, piacevole nonostante la temperatura, lungo lo Yarra River. Il tram storico 35 permette il giro gratuito della città. Sarebbe bello vedere il Victoria Market, ma era giorno di chiusura. Allora prendiamo l'avveniristica ruota panoramica, forse un po' cara, ma che permette la visua   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - V

Data: 06/02/2016 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - V
Foto di gruppo coi monaci al monastero di Samthaling

12 agostoColazione fuori, al sole, anche per evitare i cattivi odori di cucina e gasolio. Partiamo per la Nubra Valley “di destra”, ma sappiamo già che dovremo fermarci prima di Panamik - l'ultimo villaggio dell'estremo Nord dell'India - perché la strada è stata portata via dalla pioggia e dalle frane del 3 agosto. All'indietro, la strada che avevamo già fatta all'arrivo ci riappare tosta e pericolosa: passa sopra zone di scarico delle pietre e della sabbia che viene giù dai monti, sabbia finissima che non capisco da dove venga.Il fiume è larghissimo, un continuo susseguirsi di isole di sabbia, lagunette, oasi. Continuiamo in questa spettacolare vallata, tra zone felici di oasi verdissime e fiorite: casette, orti, al   Leggi ►

Australia, di Adina e Roberto - II

Data: 30/01/2016 AUSTRALIA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Australia, di Adina e Roberto - II
I Monti Olgas infuocati al tramonto

27/07/15 - Twin Falls e Jim Jim FallsSi parte prestissimo per la gita organizzata nel cuore del parco, con un pulmino 4x4. Si parte da Cooinda, sulla strada ci fermiamo per una veloce colazione campestre. Si percorre per un'ora una strada dissestata in mezzo alla foresta, poi dopo una breve passeggiata prendiamo il traghetto e percorriamo le gole e poi camminiamo fino alle affascinanti Twin Falls, che sfociano in un bellissimo laghetto verde e blu, dove non dovrebbero esserci coccodrilli... Ai piedi delle Jim Jim Falls Vediamo un curiosissimo uccello "pinguino". Con un mezzo anfibio che per un breve tratto si mette a guadare un corso d'acqua, torniamo indietro e ci fermiamo per un pranzo spartano in mezzo alla foresta. Dopo un altro tragitto sterrato e una lunga   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangela - IV

Data: 22/01/2016 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangela - IV
Il monastero di Diskit eretto sul crinale di uno sperone di roccia

10 agostoIeri sera e stamani, tragedia delle pile: comprate sbagliate, in fretta e furia in un negozio non erano per macchine fotografiche. Fatto partire un autista a comprarle giuste, se l'è cavata quasi in tempo. La partenza prevista alle 9:30 è slittata solo di 10 minuti. Angelo ha ringraziato il gruppo per la gentilezza ed è finito tutto bene.Ci dirigiamo, a piedi, verso il vicino monastero di Shankar, e – con le pile buone – posso fotografare il vicolo, i muri degli orti/giardini, un'entrata tradizionale e una moderna, le mucche a spasso, il rio che scorre e rumoreggia, che sentiamo dalla nostra camera da letto.Il tempio è moderno (inizio XX secolo), ma le pitture sono tradizionalissime e a loro modo divertenti. Non ci capisco ancora nie   Leggi ►

Impressioni dalle Maldive, di Elisabetta e Giovanni

Due nostri viaggiatori al Maldive BravoClub Alimatha
Data: 15/01/2016 MALDIVE Categoria: Pillole di viaggio
Impressioni dalle Maldive, di Elisabetta e Giovanni
Spiagge da sogno e dolce far niente alle Maldive

Buongiorno Lucia, vacanza perfetta. Peccato che sia finita! Come ci diceva il villaggio è ottimo, la sistemazione nei beach bungalow è fantastica, la qualità del servizio eccellente. Il charter era pieno di persone che andavano ad Alimathà, siamo arrivati in circa trecento, ma un'organizzazione a dir poco "svizzera" ha gestito tutto in modo egregio. Spiagge da sogno e dolce far niente alle Maldive - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Anche alla partenza hanno scaglionato per orari la sera prima per la chiusura dei conti della camera e noi abbiamo dovuto attendere non più di cinque minuti per il nostro turno. La mattina della partenza poi ogni camera aveva la barca preassegnata con un accompagnatore dello staff e anche l&ig   Leggi ►

Australia, di Adina e Roberto - I

Data: 09/01/2016 AUSTRALIA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Australia, di Adina e Roberto - I
I celebri Pinnacoli

20-22/07/15PerthL'albergo Miss Maud è carinissimo, con colazione veramente ottima e abbondante. Si consiglia la visita alla Perth Mint, una zecca antica. Una guida solo per noi ci spiega tutto sulla fusione dell'oro e sulle ricchezze mineraria dell'Australia occidentale. Ci facciamo coniare una moneta d'argento personalizzata, bellissimo ricordo della luna di miele.Sulla Bell Tower cittadina ci permettono di suonare alcune delle numerosissime campane. Kings Park offre una bella vista su questa bella e vivace città, di per sé lontana da tutto ma molto vivibile. Lì visitiamo un giardino botanico bello di inverno, ma che deve essere stupendo in periodo di fioritura. Lavori in corso, Perth 23/07/15Gita organizzata in giornata in pullman. Pa   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - II

Data: 26/12/2015 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - II
Un gigantesco Budda inciso sulla roccia, monastero di Mulbek

6 agostoTentiamo invano di parlare con l'Italia. Le precauzioni prese dal governo indiano contro le spie del Pakistan fanno sì che i nostri telefoni stranieri siano inservibili. Servendoci di un telefono locale cerchiamo almeno di avvisare con un sms. Lasciata Kargil, arriviamo abbastanza presto al monastero di Mulbek. Un monastero piccolino, moderno, rifatto 40 anni fa circa, addossato a un ciclopico masso, sulla cui parete è stata intagliata nel VIII secolo una statua del Budda del Futuro, Chamba, quindi del culto buddista tibetano.Incominciamo a salire, come gli armenti: al passo Namikala a quota 3729 nessun disagio, poi verso il passo più impegnativo di Fotula a 4108. Scenari eccezionali, monti scabri, appuntiti oppure liscissimi, colori di roccia che variano.   Leggi ►

Brasile, di Alessandro e Simonetta

Due nostri partecipanti al tour "Pantanal, Lencois Maranhenses e cascate di Iguazù"
Data: 19/12/2015 BRASILE Categoria: Pillole di viaggio
Brasile, di Alessandro e Simonetta
I paesaggi surreali del Lencois Maranhenses

Riposati ma anche ripartiti, da oggi siamo in ufficio!Confermiamo che è andato tutto bene, viaggio, guide e sistemazioni. Tra queste senza dubbio al top l'Hotel Das Cataractas, molto bello e in posizione strategica. Le cascate peraltro sono veramente belle anche per chi ha già visto Niagara e Victoria Falls.Altro resort molto bello è quello di Barreirinhas, l'unico neo è che non parlano inglese ma per noi italiani non è un problema...Quello più "scarso", come prevedibile, è quello di Cuiabà, logisticamente scomodo perché per andare verso la Tranpantaneira si doveva attraversare tutta la caotica città perdendo almeno mezz'ora: l'ideale sarebbe stato l'Araras, che abbiamo visto ed è bel   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - I

Data: 12/12/2015 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - I
Il tempio Sikh di Gurudwara Bangla Sahib, Nuova Delhi

3 agostoQuesto viaggio per il Ladakh lo abbiamo deciso due settimane fa, e adesso che stiamo partendo, non siamo ancora del tutto convinti...Troviamo i nuovi compagni di viaggio all'autogrill di Novara. Veloci trasbordi verso Marcallo Mesero, lasciamo le macchine a Oleggio, poi Malpensa! Ma la partenza è procrastinata per problemi vari sino alle 1:30 del 4 agosto. Siamo in sette, sei più il capogruppo di Gaia Viaggi: due hanno dato forfait all'ultimo momento. Non mi arrischio ancora a fare commenti, ma sembrano tutti molto civili.Notte lunga da passare: a bordo, in volo, non riesco a prender sonno. Arriviamo finalmente, ma la nostra coincidenza per Srinagar è saltata. Così ci scappa la parentesi New Delhi. Il tempio Sikh di Gurudwara Bangla Sahib, N   Leggi ►

Islanda in moto, di Marcello - IV

Diario di un viaggio in moto nella selvaggia isola
Data: 05/12/2015 ISLANDA Categoria: Diari di Viaggio
Islanda in moto, di Marcello - IV
Leoni di mare alle Isole Papeyjarderdir

Martedì, 11 agostoL'hotel Framtid di Djupivugur risale ai primi del secolo scorso, caldo e accogliente, si specchia in un porticciolo pieno di pescherecci. A proposito del caldo, in tutti gli alberghi in cui siamo stati i termosifoni delle camere erano sempre accesi, considerando che le temperature notturne non superavano i 3 o 4 gradi. Anche la grande casa rossa adibita a ristorante e biglietteria per le isole Papeyjarferdir risale ai primi del '900. Dopo pranzo prenotiamo due posti sul peschereccio “Hvaast” (60 euro) per dette isole, dove dopo 15 chilometri di “mare” (è meglio non patirlo!), su di un grande scoglio è possibile vedere numerosi leoni marini che dormono. Scesi sull'isola abbiamo fatto una camminata “pazzesc   Leggi ►

Seychelles, di Marco e Carmen

Data: 21/11/2015 SEYCHELLES Categoria: Pillole di viaggio
Seychelles, di Marco e Carmen
Il Lemuria Resort, Isola di Praslin

Cara Pianeta Gaia,siamo già tornati da un paio di settimane, ma non abbiamo avuto molti momenti liberi per scrivere, per cui lo facciamo solo adesso.Vorremmo dare un breve feedback della nostra esperienza, che è stata meravigliosa, nonostante un inizio un po' "complicato" a causa di un meteo a dir poco avverso. L'organizzazione del viaggio è stata pressoché perfetta e anche la scelta dei resort azzeccatissima, in particolare per quanto riguarda il Lemuria, come comunque era già stato ampiamente detto fin dall'inizio. Anse Petit Kerlan, Isola di PraslinIl viaggio di andata è stato buono, anche se non ci eravamo accorti che il primo volo era operato da Alitalia e questo, oltre ad avere una qualità inferiore a Etihad,   Leggi ►

Islanda in moto, di Marcello - III

Diario di un viaggio in moto nella selvaggia isola
Data: 14/11/2015 ISLANDA Categoria: Diari di Viaggio
Islanda in moto, di Marcello - III
La cascata di Skaftafell - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Domenica, 9 agostoDopo una discreta colazione, caricate le moto e usciti dalla zona pedonale occupando il solito marciapiede, momentaneamente deserto, ci avviamo verso il “triangolo d'oro”. Il vento è già teso appena fuori dalla città ma quando superiamo Mosfellsbaer le moto cominciano a beccheggiare come barche a vela e solo il peso del mezzo e il carico sovrastante ci permette di procedere senza intoppi e/o rallentamenti. Il Lago Pingvallavatn ci appare sulla nostra destra, le onde provocate dal forte vento lo fanno sembrare un mare in tempesta. Alcuni ciclisti si tengono al riparo nei fossati lungo la strada in attesa che il vento cessi. Qui tutto passa, per fortuna, velocemente. Arriviamo nei pressi delle località di Gulfoss, Geysir e Pi   Leggi ►

Islanda in moto, di Marcello - II

Diario di un viaggio in moto nella selvaggia isola
Data: 30/10/2015 ISLANDA Categoria: Diari di Viaggio
Islanda in moto, di Marcello - II
La cascata di Gullfoss

Venerdì, 7 agostoDopo un'abbondante colazione a base di salmone affumicato, aringhe in diverse salse, uova sode e pane nero, sotto una pioggia ormai “abituale”, carichiamo le moto delle nostre “poche cose”: io, in particolare, due borse laterali, un enorme saccone centrale e la tanica da cinque litri, quest'ultima per pareggiare in parte il contenuto del serbatoio della “Adventure” del Mauri che “qualche volta” si lamenta delle mie troppe fermate alle pompe di benzina che invece, a mio modesto parere, sono assai rade. Il viaggio verso Blonduos di circa 253 chilometri è da noi chiamato “ la via dei fiordi del nord” poiché passiamo per Akureyri che si trova in fondo all'Eyjajordour, il fiordo pi&ugra   Leggi ►

Magico West, di Emanuele e Manuela

Il nostro viaggio di nozze negli Stati Uniti
Data: 24/10/2015 STATI UNITI (USA) Categoria: Gli Sposi Raccontano
Magico West, di Emanuele e Manuela
Uno scorcio della Monument Valley

1 ottobre 2015Il tour ha inizio dalla suggestiva Los Angeles. Le grandi strade ci fanno subito capire che gli spostamenti a piedi non sono neanche da prendere in considerazione e con il bus che ci acconpagnerà per tutto il viaggio ci dirigiamo nella parte più famosa e caratteristica, la mitica Hollywood. Dopo aver visitato la via delle star e i molti negozzi, ci dirigiamo alle spiagge di Venice Beach e Santa Monica dove sono stati girati numerosi film e dove sono nati i piu famosi surfisti. Le rilassate spiagge californiane 2 ottobreSi parte in direzione del primo parco nel deserto del Mojave, dove troviamo gli unici e famosi alberi chiamati gli alberi di Joshua. Fortunatamente possiamo fare due passi grazie alla temperatura non troppo calda e possiamo gustarci ques   Leggi ►

Islanda in moto, di Marcello - I

Diario di un viaggio in moto nella selvaggia isola
Data: 10/10/2015 ISLANDA Categoria: Diari di Viaggio
Islanda in moto, di Marcello - I
Cascata Dettifoss

Le esperienze più piacevoli, le emozioni più toccanti acquistano valore e rafforzano il loro stesso significato se vissute con un amico. Invito pertanto tutti i possessori di maxi-enduro amanti di sensazioni forti a intraprendere un viaggio in Islanda, possibilmente con un compagno fidato. Terra ancora poco frequentata dal turismo di massa, vero concentrato di forze della natura che si susseguono lungo tutto il viaggio senza essere mai monotone; una varietà sconcertante di colori e di bellezze che offre agli occhi del visitatore vulcani, geyser, ghiacciai, deserti di sabbia nera, tundra, crateri, sorgenti calde, fumarole, imponenti costiere popolate da colonie di uccelli marini, foche, leoni marini e balene di ogni tipo. Il porto di partenza in Danimarca    Leggi ►

Central Park

Il polmone verde di New York
Data: 12/09/2015 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Central Park
Un grattacielo visto da Central Park - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Il Central Park di New York è indubbiamente il parco pubblico cittadino più famoso del mondo, immortalato in decine di film e ormai parte del nostro immaginario. Realizzato a metà dell'Ottocento per recuperare un'area dell'isola di Manhattan - allora piena di avvallamenti, paludi e baracche abusive - è diventato nel tempo uno dei luoghi più cari ai newyorkesi che, da allora, possono godere di un polmone verde come poche altre grande metropoli. Un grattacielo visto da Central Park - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Il parco è aperto dalle 6 di mattina all'una di notte, 365 giorni all'anno, e annovera laghi artificiali, vasti prati verdi, ponticelli e ben 21 parchi per bambini ma anche ristoranti, teatri all'aperto,   Leggi ►

Il sito archeologico di Angkor

Cosa visitare nel sito archeologico più importante della Cambogia
Data: 29/08/2015 CAMBOGIA Categoria: Pillole di viaggio
Il sito archeologico di Angkor
Monaci buddhisti - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Angkor è l'enorme sito archeologico della civiltà khmer, fatto costruire dal re Suryavarman II nel XII secolo, nei pressi della città di Siem Reap. Inserito nell'elenco dei siti patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dal 1992 e dal alcuni considerato la "ottava meraviglia del modno", è uno dei siti archeologici più importanti e famosi del mondo, e praticamente il motivo principale per cui i turisti si recano in Cambogia. Statue lungo l'ingresso dalla porta principale - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Il complesso archeologico è enorme: i siti di maggiore importanza sono distribuiti in un'area di 15 km per 6,5 km circa, per un totale di circa 400 chilometri quadrati che racchiudono templi, strutture   Leggi ►

Perché andare alle Isole Svalbard

Cosa vedere e fare nel remoto arcipelago norvegese
Data: 22/08/2015 NORVEGIA - SVALBARD Categoria: Dove e Perché
Perché andare alle Isole Svalbard
Una famiglia di orsi polari

Quello alle Svalbard è un viaggio straordinario, che non dimenticherete mai. Questo incredibile arcipelago appartenente alla Norvegia è il più accessibile pezzo di terra polare e uno dei posti più spettacolari che possiate immaginare. Giganteschi iceberg e banchi di ghiaccio stritolano il mare mentre ghiacciai e neve congelano cime solitarie. Una famiglia di orsi polari Ma a un'occhiata più ravvicinata, le condizioni meteorologiche proibitive non impediscono al terreno di dare ospitalità a resistentissime forme di vita quali licheni, minuscole erbe e delicati fiori. L'ambiente però è adatto anche per creature di ben altre dimensioni: balene, foche, trichechi, volpi artiche, renne e una gran quantità di orsi po   Leggi ►

Dallol

L'incredibile "deserto colorato" nella Dancalia
Data: 08/08/2015 ETIOPIA Categoria: Pillole di viaggio
Dallol
Gli incredibili colori di Dallol

In preparazione al viaggio La Dancalia e le chiese copte di Lalibela, riproponiamo alcuni stralci da un approfondito diario di viaggio in queste terre che abbiamo pubblicato qualche tempo fa. ...Ci fermiamo al limite di un vulcano bassissimo e coperto di forme saline dagli strani colori per salirne sulla larga sommità. Questo luogo si chiama Dallol, e quello che ci aspetterà non può essere descritto né rappresentato da foto, i colori son talmente intensi, numerosi e la situazione può essere paragonata a quando da piccoli ci veniva descritto il pianeta Venere. Gli incredibili colori di Dallol La salita corta ma non semplicissima per via dei detriti del sale in forma cristallina, porta in cima a un pianoro ricoperto da formazioni saline dove   Leggi ►

Perché andare in Etiopia

Un mondo da scoprire
Data: 25/07/2015 DJIBOUTI - ETIOPIA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Etiopia
Una donna Hamer, Valle del fiume Omo

PERCHÈ ANDARE IN ETIOPIA L'Etiopia è una destinazione turistica in grande crescita, soprattutto presso gli operatori turistici come Pianeta Gaia che cercano di offrire alternative alle destinazioni più battute. Ha moltissimo per attirare i viaggiatori più curiosi: un importante passato che le ha lasciato in eredità molti siti archeologici (è il secondo paese africano, dopo l’Egitto, per qualità e quantità), paesaggi che variano dalla depressione della Dancalia, a -160 metri, alle montagne di Simien, che toccano i 4600 metri, centinaia di chiese e monasteri spesso costruiti in luoghi remoti, il credo cristiano copto e le sue spettacolari manifestazioni, popolazioni che seguono lo stile di vita tradizionale fra le pi   Leggi ►

Il vulcano Erta Ale

Il cuore della terra - III
Data: 18/07/2015 ETIOPIA Categoria: Pillole di viaggio
Il vulcano Erta Ale
Il cratere dell'Erta Ale

Si continua con l'avventura in vetta al vulcano Erta Ale. Nella prima e nella seconda puntata eravamo vicini, ma adesso siamo arrivati in cima, e da qui lo spettacolo è meraviglioso. Quando si arriva in vetta, al di sotto si apre un piano interamente coperto da lava di vecchie eruzioni, c’è un passaggio non propriamente semplice per scendere che porta alla caldera più particolare di tutto il pianeta. Al suo interno si apre un lago di magma costante e continuo, come se il cuore della terra qui emergesse e non si solidificasse mai, uno spettacolo che lascia senza parole. Il cuore della terra alla portata dei miei occhi, anzi volendo ci potrei finire dentro tanto qui non esistono protezioni, limiti stabili e guide che ti indichino dove andare e dove no   Leggi ►

Il vulcano Erta Ale

Il cuore della terra - II
Data: 11/07/2015 ETIOPIA Categoria: Pillole di viaggio
Il vulcano Erta Ale
I dromedari sono utili per trasportare vettovaglie

Colazione da campo alle prime luci dell’alba, mentre smontiamo le tende che notiamo alzate nel mezzo di un possibile percorso, ma tanto di notte da queste parti nessuno circola, poi sosta al pozzo per recuperare acqua e via verso la base del vulcano. Paesaggio ricoperto di lava solidificata I chilometri da percorrere sono 18, ma serve un’ora e mezza per raggiungerlo. Non parliamo di strada, si va dove la lava permette, incontrando anche un villaggio Afar che sorge nel bel mezzo della lava dove non esiste nulla per ripararsi. Qui in estate la temperatura varia tra i 60° ed i 65°, ed anche ora di giorno non scende sotto ai 40° … Arrivati al luogo dove lasciare le jeep, dobbiamo attendere fino alle 15:30 per poter salire, altrimenti sole e tempera   Leggi ►

Maldive, di Elisa e Federico

Data: 04/07/2015 Categoria: Gli Sposi Raccontano
Maldive, di Elisa e Federico
Che mare!

Per il nostro viaggio di nozze siamo stati alle Maldive dal 15 al 23 dicembre presso il Maayafushi Resort, nell’atollo di Ari Nord. La meta sarà anche un grande classico ormai… Ma almeno una volta nella vita è da fare! Dal primo momento che abbiamo messo i piedi nel resort (ovviamente scalzi perché è d’obbligo godersi la sensazione della sabbia sotto i piedi ovunque e per tutta la settimana!) abbiamo capito che il paradiso esiste ed era proprio lì! Dimenticate pure a casa ogni sorta di scarpe e ciabatte perché sono assolutamente inutili! Che mare! Il Maayafushi ci è stato consigliato direttamente dall’agenzia Pianeta Gaia ed è stato assolutamente all’altezza delle nostre aspettative. Le ca   Leggi ►

Il vulcano Erta Ale

Il cuore della terra - I
Data: 27/06/2015 ETIOPIA Categoria: Pillole di viaggio
Il vulcano Erta Ale
L'Erta Ale visto da lontano

In preparazione al viaggio La Dancalia e le chiese copte di Lalibela, riproponiamo alcuni stralci da un approfondito diario di viaggio in queste terre che abbia pubblicato poco tempo fa. Lungo il percorso si vede una enorme roccia che da lontano da l’idea di monolite tipo Ayers Rock, ed i colori, più quelli della terra nei dintorni che quelli della roccia, sono un bel vedere, con tutto attorno vulcani. Il famoso vulcano Erta Ale è tra i più bassi, ma lo si nota perché sempre sovrastato da una colonna di fumo. Anche se non pare particolarmente lontano, arrivarci è un'impresa, ed in giornata per noi resta una chimera. Il percorso è impraticabile, dopo quattro ore e mezza abbiamo percorso appena 90 chilometri, è gi&agra   Leggi ►

Himachal Pradesh - IV

Data: 20/06/2015 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Himachal Pradesh - IV
La spettacolare ambientazione del villaggio di Dhankar

 Per chi vuole, puja ore 6:00 nel nuovo monastero, per me colazione un attimo dopo e poi partenza per il villaggio di Mane da dove affronteremo l’ascensione al Mane Lake (circa 4 ore tra andata e ritorno). Percorsa un strada alquanto sterrata, passato un ponte nel bel mezzo di una scenografica cascata, le jeep ci lasciano e lì inzia la salita da circa 3500 m. Il sentiero presenta una prima parte in forte ascesa in mezzo ad una pietraia a strapiombo sulla valle, vista splendida e scusa per fermarsi a far foto, poi degrada e diventa una salita meno impegnativa. Peccato che il forte sole in breve si nasconda ed inizi a piovere, così quando arriviamo al lago (4100 m) la vista non è il massimo. Ma quassù il tempo cambia velocemente così prima d   Leggi ►

La nostra Australia, di Erica e Federico

Data: 06/06/2015 AUSTRALIA Categoria: Gli Sposi Raccontano
La nostra Australia, di Erica e Federico
Di fronte a uno degli Apostoli sulla Great Ocean Road

Destinazione e Data del viaggioAustralia dal 10/12/2014 al 03/01/2015 Nome autore/autoriErica e Federico Perché questa sceltaDa tempo volevamo vedere questa terra unica al mondo e fare esperienze indimenticabili nella sua natura come nelle sue città! Itinerario sintetico del viaggioPerth - Fremantle – bagno con i delfini – Pinnacle Desert – Rottnest Island - Adelaide – Kangaroo Island – Great Ocean Road – Phillip Island – St. Kilda – Melbourne - Ayers Rock and Olgas Canyon - Sydeny – Blue Mountains – Bondi Beach and Coastal Walk – Watsons Bay - Manly Le parti più emozionanti del viaggioPerth è una città a misura d’uomo che abbiamo imparato a conoscere. Come dimenti   Leggi ►

Parchi USA: Grand Canyon

Il gigante della natura
Data: 03/06/2015 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: Grand Canyon
Il Grand Canyon all'alba - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Tra i luoghi imperdibili che non possono mancare ai nostri approfondimenti, non può mancare il surreale Grand Canyon, nel West americano. Lungo 446 chilometri, largo da un minimo di 500 metri a un massimo di 27 chilometri e profondo nel punto massimo 1600 metri, è un vero gigante della natura. Anche se non è il canyon più profondo del mondo è molto probabilmente il più spettacolare.Ma quanto ha impiegato il Colorado per tracciare per tracciare questo profondo solco nel Colorado Plateau?Sebbene ci sia ancora qualche dubbio sulla genesi esatta, le ipotesi, molto probabili, parlano di due milioni di anni SOUTH RIM & NORTH RIMIl Grand Canyon è visitabile da entrambe le zone limitrofe: il turistico, ma più attrezzato, South Rim e   Leggi ►

La Baia di Ha Long

Un luogo imperdibile nel Vietnam
Data: 29/05/2015 VIETNAM Categoria: Pillole di viaggio
La Baia di Ha Long
Veduta di un angolo della baia di Ha Long in una giornata di sole

La baia di Ha Long è uno dei siti imperdibili che non possono mancare in qualsiasi itinerario che comprenda il Vietnam. Riconosciuto fin dal 1994 nella lista dei patrimoni dell’umanità stilato dall’UNESCO e secondo alcuni enti una delle Sette Meraviglie della Natura, è una tipologia di paesaggio che non ha eguali al mondo. Qualcosa di simile lo si trova solamente in Cina, nell’area del fiume Li che però è un paesaggio terrestre oppure, ma in maniera molto meno diffusa, in certi arcipelaghi della Thailandia. Veduta di un angolo della baia di Ha Long in una giornata di sole Si tratta, infatti, di un’incredibile numero di isole calcaree, poco meno di 2000, in una baia relativamente piccola. Strette, alte, a volte niente di p   Leggi ►

Le più belle isole esotiche

Gioielli da scoprire
Data: 28/05/2015 AUSTRALIA - FIJI - NUOVA ZELANDA - FILIPPINE - SEYCHELLES - THAILANDIA Categoria: Curiosità
Le più belle isole esotiche
Praslin - Seychelles

State pensando alla vostra vacanza da sogno? Siete ancora in tempo per scegliere e valutare.Per gli amanti del caldo e delle spiagge tropicali, ecco qualche suggerimento sui i luoghi e le spiagge più belle al mondo per un viaggio indimenticabile. Praslin - SeychellesLa più celebre delle spiagge di Praslin è Anse Lazio. Qui si respira un’atmosfera davvero paradisiaca grazie alla spiaggia a forma di mezzaluna, alle sinuose formazioni granitiche e alla vegetazione tropicale: un piacevole rifugio dal mondo.Isole Phi Phi  - ThailandiaUn piccolo arcipelago nel mare di Andamane appartenente alla provincia thailandese di Krabi nel sud del paese. Un luogo stupendo da scoprire diventato in pochi anni un luogo amatissimo e gettonatissimo. Sono diventate famose dop   Leggi ►

Le case galleggianti del Kashmir

Un angolo di fiaba in mezzo all'acqua
Data: 25/05/2015 INDIA Categoria: Curiosità
Le case galleggianti del Kashmir
Una house boat si specchia sul lago Dal

Il nostro viaggio parte da Srinagar, città situata in una valle del Kashmir, con la prima indimenticabile esperienza. Qui conosceremo le case galleggianti, i shikara, che solcano i fiumi di questa affascinante città.Le signorili house boat dei laghi Dal o Nagin di Srinagar sono una peculiarità del Kashmir. Esistevano già da secoli quando, agli inizi del Novecento, il Maharaja del Kashmir si alleò con l’Impero Britannico di Edoardo VII per le questioni di politica estera ma questi si riservò il potere di governare la politica interna e non concesse mai permesso agli Europei di possedere terra o edifici.Fu così che la sempre più numerosa comunità occidentale trovò un’insolita ma gradevole soluzione abitativa ne   Leggi ►

Il sistema sociale himalayano

Un esempio di sostenibilità
Data: 16/05/2015 INDIA - NEPAL - TIBET Categoria: Pillole di viaggio
Il sistema sociale himalayano
Una giovane donna Ladakhi col tradizionale cappello

La popolazione mondiale odierna supera i sette miliardi e si avvia, ai ritmi attuali, a raggiungere i nove miliardi nel 2040. Questo crea evidenti problemi di sostenibilità e, continuando di questo passo, nelle prossime decadi ci saranno sempre più problemi nella distribuzione di acqua e cibo ma il mondo pare non darsene per inteso, continuando a perseguire sempre lo stesso modello economico. Ma c'è una parte del mondo dove questo non avviene, l'Himalaya. Buona parte del Tibet, ora compreso nella Cina, del Ladakh, facente parte dell'India, e alcune regioni del Nepal, convivono da sempre coi problemi legati all'altitudine delle loro terre: bellissimi paesaggi ma anche temperature e altitudini che impediscono lo sviluppo di un agricoltura in grado di   Leggi ►

Ladakh, un piccolo Tibet

Kashmir & Ladakh, le Praterie degli Dei.
Data: 11/05/2015 INDIA - NEPAL - TIBET Categoria: Pillole di viaggio
Ladakh, un piccolo Tibet
Il Monastero di Thikse

l Ladakh, una delle zone piu' affascinanti dell'India nella zona himalayana che, sullo sfondo di un paesaggio lunare, ospita genti coloratissime e monasteri antichissimi.Il Ladakh è un distretto dell’India facente parte dello stato federato del Jammu e Kashmir ma qui non vi troverete templi hindu né vacche sacre placidamente adagiate sull’asfalto, consapevoli di essere intoccabili.Questo perché il Ladakh, un territorio racchiuso tra le catene montuose del Karakorum e del Himalaya, è stato per molto tempo parte del Tibet, ormai sotto il dominio cinese da poco meno di settant'anni. Del resto basta guardare una cartina per rendersi conto di come, proseguendo idealmente a ovest partendo dal Nepal, ci si trova in un ambito che poco ha da spart   Leggi ►

Himachal Pradesh - III

Data: 25/04/2015 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Himachal Pradesh - III
Il villaggio di Nako

7° giorno Solita colazione in hotel, poi si ritorna verso il fondovalle per andare in direzione cinese. Una frana ci ferma dopo poco, ma dopo aver spostato a mano alcune grosse pietre si riesce a proseguire fino a Khanum, un villaggio ad oltre 3500 m pieno di templi e monasteri. La popolazione è particolarmente felice di incontrare gente, si dannano tutti per cercare il lama locale che possiede le chiavi di un monastero che dobbiamo assolutamente vedere. Dopo aver atteso che finisse comodamente di pranzare, ci porta in questo luogo che conserva una antichissima biblioteca contenente libri portati dal Tibet e salvati così da una possibile distruzione. Non contenti di averci aperto anche questo luogo, alcune bambine monache ci portano non si sa bene dove, impariamo poi   Leggi ►

Meraviglie della Natura: La migrazione delle farfalle monarca

Data: 19/04/2015 CANADA - MESSICO - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità
Meraviglie della Natura: La migrazione delle farfalle monarca
Una farfalla monarca

La farfalla monarca è una delle più famose fra gli animali del suo ordine, ma non per via dei suoi colori, anche se non è brutta. Lo è per via della migrazione di massa che compie ogni anno in tarda estate o agli inizi dell'autunno, prima che nel nord degli Stati Uniti o del Canada, dove trascorre le estati, arrivi quel freddo che le potrebbe esserle fatale. Allora, in gruppi di alcune migliaia di individui, si spostano, con le loro movenze ondeggianti, fino a raggiungere una valle nel nord del Messico dove, a circa 3000 metri di altitudine, trovano le condizioni migliori per prosperare e riprodursi. È stato calcolato che vi siano fino a 14 milioni di esemplari in un territorio di un ettaro e mezzo. La cosa più stupefacente è la dis   Leggi ►

Perché andare a Cuba

Data: 04/04/2015 CUBA Categoria: Dove e Perché
Perché andare a Cuba
La cattedrale de L'Avana - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÈ ANDARE A CUBA Cuba è un'interessante anomalia: è l'isola più grande dei Caraibi ma anche quella meno turisticizzata, sia per l'embargo imposto dagli statunitensi – che quando si riappacificheranno, si riverseranno nelle spiagge dell'isola come e più che nello Yucatan o nella Repubblica Dominicana -, sia per le leggi che vietano l'approdo alle navi da crociera. Questo isolazionismo, unito al fatto di essere uno degli ultimi posti al mondo dove il comunismo è l'ideologia alla quale si ispira il governo da oltre 50 anni - non senza tutte le sue storiche contraddizioni -, la rende una specie di esperimento vivente di altri mondi possibili, non necessariamente migliori ma sicuramente meritevoli di essere es   Leggi ►

Himachal Pradesh - II

Data: 21/03/2015 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Himachal Pradesh - II
Bus coloratissimi sulle strade himalayane

 4° giornoColazione alle 7:00 in hotel e poi facciamo conoscenza con autisti e guide della Arohi che staranno con noi fino a Manali, ultima tappa nelle montagne. Le jeep sono delle Toyota Qualis, alte e strette, e a detta di tutti gli autisti perfette per le strade che incontreremo. Tutti gli autisti, chi più chi meno, parlano inglese, quindi non faremo scena muta per svariate ore al giorno. Lasciamo immediatamente Shimla, la strada sale e scende con viste sulle piantagioni di mele, qui così famose. Prima sosta a Narkanda, anonimo posto di scambio per camion e corriere, entrambi solitamente molto folkloristici. Prima tappa a Rampur dopo 130 chilometri di strada asfaltata quindi percorsa senza perder tempo per un veloce pranzo (che ci viene preparato per ogni gio   Leggi ►

Il Canada tra innovazione e natura

I più bei luoghi da vedere
Data: 19/03/2015 CANADA Categoria: Curiosità
Il Canada tra innovazione e natura
Toronto

ll Canada è una terra estremamente affascinante con innumerevoli e affascinanti luoghi da vedere e avventure da vivere. Di seguito i posti da visitare almeno una volta nella vita: TorontoToronto è una città affascinante cuore economico e culturale del Canada. Qui la visita alla CN Tower è una meta imperdibile: costruzione alta più di cinquecento metri, dalla cima della quale è possibile ammirare un panorama unico.  Imposssibile perdersi anche lo Sky Dome, che oltre ad essere un'opera architettonica di grande rilievo è l'unico stadio al mondo con un tetto completamente retrattile. Regione del QuébecIl Québec è un territorio caratterizzato da forti contrasti, ideale per gli a   Leggi ►

Meraviglie della Natura: Laghi colorati

Data: 14/03/2015 AUSTRALIA - BOLIVIA - CANADA - CINA - INDONESIA - NUOVA ZELANDA - SENEGAL - TANZANIA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità
Meraviglie della Natura: Laghi colorati
Lake Peyto, Nuova Zelanda

 L'acqua è trasparente, ci verrebbe tutti da dire, o al massimo di un colore blu scuro quando il fondale è prodondo. Eppure il mondo è pieno di laghi dai colori più improbabili. Eccovene una bella carrellata. Il blu è il colore normale dell'acqua, ma cosa dire quando diventa un intenso turchese? È quanto succede alle acque del lago Peyto, nel Banff National Park, in Canada. Lo specchio d'acqua assume questo colore incredibile in estate, quando particelle minerali liberatesi col disgelo dei ghiacciai che lo alimentano rimangono sospese nelle sue acque. Peyto Lake, Canada È lo stesso fenomeno che caratterizza anche le acque del Lago Pukaki, in Nuova Zelanda. Qui la cosa strana è che i due attigui laghi pa   Leggi ►

Himachal Pradesh - I

Data: 28/02/2015 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Himachal Pradesh - I
Il Toy Train per Shimla

1° giornoSveglia di prima mattina a casa di amici che mi ospitano a Busto Arsizio, ed alle 4 è un attimo arrivare all’aereoporto della Malpensa. Col selfcheck di Lufthansa è velocissimo registrarsi, ma non è possibile ottenere la carta d’imbarco per il volo successivo per Delhi con Air India. Il volo per Frankfurt dura poco più di un’ora, tempo giusto per una colazione che non ci viene negata. Nell’enorme hub tedesco occorre muoversi velocemente per arrivare in tempo al gate giusto e la carta d’imbarco ci vien rilasciata direttamente lì, ma alla fine nessun problema e volo in perfetto orario. Il volo AirIndia è con un moderno Boing777, con schermo personale e porta usb a cui è possibile collegare propri appa   Leggi ►

Voyager West & Hawaii, di Dario e Daniela

Viaggio di nozze 21/07/2014 - 11/08/2014
Data: 21/02/2015 STATI UNITI (USA) Categoria: Gli Sposi Raccontano
Voyager West & Hawaii, di Dario e Daniela
Bryce Canyon

 La scelta della destinazione per la nostra luna di miele è stata molto semplice: ci piaceva affrontare un viaggio che differisse dalla classica vacanza a base di relax e spensieratezza e che ci consentisse di vivere una esperienza in grande: il tour della costa ovest degli Stati Uniti ci è quindi sembrata la scelta ideale, alla quale, ciliegina sulla torta, abbiamo aggiunto un soggiorno alle Hawaii, così da poter coronare due sogni con un unico viaggio. Volevamo qualcosa che unisse la maestosità dei paesaggi naturali, cornice di molti capolavori cinematografici e la visita delle principali città statunitensi della costa occidentale. Ci siamo così affidati ai preziosi consigli dello staff di Pianeta Gaia (in particolare di Lucia e di Sara   Leggi ►

Le volpi del Gran Paradiso

Data: 17/02/2015 ITALIA Categoria: Pillole di viaggio
Le volpi del Gran Paradiso

 Purtroppo sono un irrequieto. Conosco gente che riesce a rimanere a casa ad oziare: beati loro! Dopo mezza giornata passata a guardare la tv mi annoio e quindi occorre inventarsi qualcosa. Qualche giorno prima di capodanno di qualche anno fa, Andrea ed io abbiamo deciso di andare a farci un paio di giorni di ciaspolate sulle nevi di Ceresole Reale, battuta fotografica nel pieno centro del Gran Paradiso sperando di riuscire a fare qualche bello scatto. Arriviamo nel pomeriggio e iniziamo la ricerca del Re del Gran Paradiso. Lo stambecco. Ma i nostri bollenti spiriti vengono placati da un ragazzo armato di Canon 100-400 bianco. È tutto il giorno che è alla ricerca. Stambecchi pochi e tutti molto in alto. Tanti camosci…  Continuiamo la salita per goderci i   Leggi ►

Messico: tra storia e natura

I luoghi da non perdere
Data: 17/02/2015 MESSICO - MESSICO Categoria: Curiosità
Messico: tra storia e natura
Cenotes

Il Messico è un territorio unico, eclettico e affascinante, dove la natura e la storia si fondono in un paesaggio davvero spettacolare. Un luogo storicamente importante, che oggi è diventato meta di vacanze da sogno, ecco i luoghi da non perdere: Playa del CarmenCittadina costiera che si affaccia sul Mar dei Caraibi e che sa unire la spettacolarità del mare a quella delle antiche testimonianze della civiltà Maya. Originariamente piccolo centro di pescatori, oggi è considerato uno dei luoghi da non perdere quando si visita il Messico. CenotesI Cenotes sono suggestive lagune di acqua dolce conosciute, nate dai processi carsici e conosciute in tutto il mondo come vere e proprie piscine naturali. Questi luoghi sono considerati la porta di   Leggi ►

Meraviglie della Natura: Le pietre che si muovono

Data: 07/02/2015 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Meraviglie della Natura: Le pietre che si muovono
Pietra mobile nella Racetrack Playa, Valle della Morte, California, Stati Uniti

 Nella Valle della Morte, il parco nazionale che si trova in California e famoso per essere il punto più basso del continente americano nonché uno dei luoghi più caldi della terra, si verifica uno strano fenomeno, apparentemente inspiegabile: quello delle pietre che si muovono. Pietra mobile nella Racetrack Playa, Valle della Morte, California, Stati Uniti Nella Racetrack Playa, un ex-lago salato lungo 4,5 chilometri e largo 2 e con un piano incredibilmente piatto da avere appena 4 cm di differenza tra il suo punto più alto e quello più basso, vi sono rocce di dimensioni variabili e che giungono a pesare anche alcune decine di chilogrammi che si spostano, spesso seguendo una traiettoria verticale ma a volte facendo improvvise curve, lascian   Leggi ►

Un San Valentino da sogno

Le migliori mete
Data: 26/01/2015 ANTIGUA AND BARBUDA - REPUBBLICA DOMINICANA (SANTO DOMINGO) - INDONESIA - SRI LANKA - THAILANDIA Categoria: Curiosità
Un San Valentino da sogno
Sri Lanka

Quest'anno avete deciso di trascorrere in modo alternativo San Valentino, e per festeggiare il 14 Febbraio volete concedervi romantiche giornate lontane dalla vita di tutti i giorni, dal lavoro e dallo stress. Di seguito vi proponiamo le mete più gettonate per una vacanza da sogno:  Sri LankaIn Sri Lanka è possibile sognare davvero ad occhi aperti: questa è una terra magica, ricca di lunghissime e meravigliose spiagge costeggiate da palme da cocco. Immancabile la tappa a Mirissa, o a Tangalle, tra le località più esclusive, dove è possibile vedere le simpatiche tartarughe marine. IndonesiaL'Indonesia è uno splendido paradiso, immerso in un'atmosfera mistica, circondata da abitazioni dal car   Leggi ►

Meraviglie della Cina: i Monti Zhangye Danxia

Data: 24/01/2015 CINA Categoria: Pillole di viaggio
Meraviglie della Cina: i Monti Zhangye Danxia

 Torniamo in Cina, una destinazione a me cara anche perché ricca di paesaggi straordinari a volte praticamente sconosciuti al grande pubblico. Stavolta vi parlo delle incredibili montagne Zhangye Danxia, nel parco della provincia cinese del Gansu, la regione centro-settentrionale di questo vasto paese non distante dalla Mongolia e quindi dal deserto del Gobi, il cui nome per esteso è Zhangye Danxia Landform Geological Park.  La particolarità di queste montagne è l'incredibile colorazione delle rocce arenarie di cui sono costituite, con colori che spaziano dai consueti rosso e marrone a sfumature davvero inconsuete di blu, verde, giallo e arancione. In tutto in un territorio completamente desertico, senza una pianta e nemmeno un animale. &   Leggi ►

Parchi USA: la Monument Valley

Data: 17/01/2015 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: la Monument Valley
I tre Butte visti dall'ingresso del parco - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Chi non ha visto decine e decine di volte questo incredibile paesaggio, immortalato in un centinaio di pellicole, molte delle quali raccontano l'epopea del Far West? Nessuno, e difatti questo è uno dei siti imperdibili di qualsiasi viaggio nell'Ovest Americano. Se potete, arrivateci da nord, così potrete vederla apparire in lontananza, proprio all'estremità di quel nastro d'asfalto che state percorrendo. I tre Butte visti dall'ingresso del parco - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Geologicamente è un pianoro desertico originatosi dal Colorado Plateau, dislocato tra Arizona e Utah, caratterizzato da giganteschi monoliti di roccia arenaria rossa, probabilmente le icone western più riconoscibili al mondo, ognuno col propri   Leggi ►

Cina: un viaggio tra le meraviglie

I luoghi da non perdere
Data: 12/01/2015 CINA Categoria: Curiosità
Cina: un viaggio tra le meraviglie
La valle di Jiuzhaigou

Luoghi fermi nel tempo, paesaggi mozzafiato, megalopoli futuristiche. La Cina è un luogo dalle mille sfaccettature,  dove ogni angolo è sempre pronto a stupire e ad incantare. Ecco alcuni dei luoghi più belli che non possono mancare nell'itinerario di viaggio tra i paesaggi cinesi.  La grande muraglia cineseCostruita nel terzo secolo a.C. per volere dell’imperatore Quin Shi Huangdi, essa si presenta come un’infinita serie di mura che dovevano servire a difendere il territorio dalle incursioni nemiche. La muraglia è talmente vasta che nemmeno si sa con esattezza quanto possa essere lunga: l’ultima stima parla di 6350 chilometri, con diverse altezze, ma si parla anche di più di 8000 chilometri. La foresta di pietraL   Leggi ►

Perché andare alle Isole Faroe

Data: 10/01/2015 FAROE ISLANDS Categoria: Dove e Perché
Perché andare alle Isole Faroe
La spettacolare cascata ai piedi del villaggio di Gasadalur - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 PERCHÉ ANDARE ALLE ISOLE FAROE Natura, natura, natura. Questo arcipelago di 18 isole a nord della Gran Bretagna, spesso ignorato dai tour operator, è un piccolo gioiello raggiungibile con poche ore di volo. È una terra dal clima impervio, con 270 giorni di pioggia all'anno e frustata dal vento del Mare del Nord ma che offre paesaggi drammatici, interminabili distese verdi e l'opportunità di ammirare avifauna marina come in pochi altri posti al mondo. E un posto dove sentirsti veramente lontani da tutto, isolati in mezzo all'oceano. Agli amanti dei luoghi meno battuti non potrà non rimanere a lungo impressa. DIFFICOLTÀ DEL VIAGGIONon ci sono vere difficoltà in un viaggio alle Isole Faroe. A parte poche di esse - le   Leggi ►

Meraviglie della Natura: Narcisi piumati

Data: 20/12/2014 Categoria: Curiosità
Meraviglie della Natura: Narcisi piumati

Continuando nel mostrarvi le Meraviglie della Natura non potevamo dimenticare gli "uccelli narcisi", quelli che per tramandare i propri geni si affidano esclusivamente alla loro bellezza e avvenenza, se vogliamo un comportamento anche preferibile a quello delle specie che si contendono le femmine al sono di cornate o combattimenti di vario tipo. Sono sempre i maschi, come abbiamo visto in precedenza nel caso degli uccelli che danzano, a mettersi mostra, spesso dando forma ad alcune delle più evidenti forme di dimorfismo sessuale, in questo caso tutti della famiglia dei Fagianidi. Tutti quanti conosciamo il pavone, anche perché è ancora possibile trovarlo nelle case di campagna, la cui presunta vanità ha dato origine al verbo "pavoneggiarsi&qu   Leggi ►

Perché andare in Guatemala

Data: 13/12/2014 GUATEMALA - HONDURAS Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Guatemala
Il sito Maya di Tikal, immerso nella foresta pluviale - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 PERCHÉ ANDARE IN GUATEMALA Paese dal difficile passato ma da decenni aperta e ospitale coi turisti, il Guatemala ha diverse cose da offrire al viaggiatore: antiche chiese coloniali lascito della lunga dominazione spagnola, almeno quelle sopravvissute ai tanti terremoti che hanno colpito questo territorio, strepitose rovine dell'antica civiltà Maya, paesaggi costellati di irrequieti vulcani e coloratissimi mercati. Ideale anche per chi vuole farne la meta della prima parte, quella "culturale", del proprio viaggio di nozze, prima di chiudere con un periodo di relax in una delle tante stupende località caraibiche dei paesi confinanti. DIFFICOLTÀ DEL VIAGGIOBere l'acqua dal rubinetto può, nel migliore dei casi, portare la cos   Leggi ►

Parchi USA: Sequoia National Park

Data: 06/12/2014 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: Sequoia National Park
Al cospetto di una sequoia gigante - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Istituito nel 1890, il Sequoia National Park, che dal 1984 è praticamente un tutt'uno col contiguo King's Canyon National Park, è stato il secondo parco nazionale creato negli Stati Uniti dopo quello di Yellowstone. Le sequoie che danno il nome al luogo e costituiscono il vero motivo per cui visitarlo, benchè ne esistano degli esemplari anche in Europa e in Italia, crescono principalmente sulla Sierra Nevada californiana. Al cospetto di una sequoia gigante - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Il Sequoia N.P. non è l'unico parco nordamericano dove potete ammirarle: circa 500 esemplari, tra cui quello più volte fotografato all'interno del quale può passare un'auto, sono ospitati dallo Yosemite National Park, sempre   Leggi ►

Natale: esplode la magia

Le atmosfere più affascinanti del mondo
Data: 27/11/2014 FINLANDIA - ITALIA - NORVEGIA - SVEZIA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità
Natale: esplode la magia
Lapponia

A meno di mese dal Natale 2014, molte persone stanno iniziando a pensare dove trascorrere le vacanze lontano da casa e dai pensieri del lavoro.Ma quali sono le mete più ambite per passare un Natale originale? New York - Stati UnitiIl Natale nella Grande Mela è il più magico e affascinante che possa esistere. La città si veste di migliaia di piccole luci, regalando emozioni che solo questa grande città può regalare. Impossibile non pattinare presso il Rockefeller Center, dove un'ampia pista di pattinaggio riflette l'albero di Natale più famoso al mondo. Spiagge esoticheNon amate il freddo e la neve? Se durante le feste di Natale volete scappare verso qualche meta esotica, c’è s   Leggi ►

Viaggi di nozze: la scelta della destinazione

Le mete più ambite
Data: 19/11/2014 CANADA - ISOLE COOK - POLINESIA FRANCESE - GIAPPONE - SUDAFRICA Categoria: Curiosità
Viaggi di nozze: la scelta della destinazione
Caraibi

Il viaggio di nozze è uno di quei momenti della vita in cui una coppia si concede una vacanza verso destinazioni da sogno. Alla luna di miele non si può proprio rinunciare, si tratta infatti della partenza a due più romantica più importante della vita, per cui perché non concedersi il massimo? Ecco le mete più ambite dell'anno, potreste prendere qualche spunto per il vostro prossimo viaggio. CaraibiI Caraibi sono una fucina di luoghi spettacolari e resort di lusso, se siete amanti della sabbia bianca e del mare turchese idilliaco, le isole caraibiche sono la meta perfetta.  Polinesia FranceseConsiderata il paradiso per eccellenza da chi insegue il sogno di una luna di miele ai confini del mondo. Una miria   Leggi ►

Meraviglie della Natura: Le nuvole lenticolari

Data: 15/11/2014 CANADA - GIAPPONE - RUSSIA - STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Meraviglie della Natura: Le nuvole lenticolari
Nubi lenticolari nei pressi del Monte Rainier, Stati Uniti

 Le nuvole lenticolari, (nome scientifico altocumulus lenticolaris) sono un tipo di altocumulo caratterizzato da un'inconsueta forma a strati lisci che la fa sembrare una gigantesca lente, al punto che non di rado in passato qualcuno ha pensato fossero degli UFO. Queste nubi sono generate dalle onde orografiche, onde statiche invisibili ad occhio nudo che si formano nell'atmosfera terrestre tra i 2000 e i 5000 metri quando una corrente d'aria s'imbatte in un rilievo che ne devia il flusso verso l'alto e trova le giuste condizioni di umidità. L'aria segue l'onda orografica e prosegue la sua ascesa verso il cielo come se la sua traiettoria fosse stata disegnata dal profilo della montagna e forma degli strati di nuvole separati tra loro da strati d   Leggi ►

Maldive: Piccole curiosità

Quello che ancora non conosciamo
Data: 10/11/2014 MALDIVE Categoria: Curiosità
Maldive: Piccole curiosità
Isole Meldive

 Le Maldive rappresentano la vacanza per eccellenza: poste a Sud-Ovest dell'India sono un insieme di piccole isole di origine corallina, considerate uno dei luoghi più belli e magici al mondo. Eppure delle tradizioni e delle curiosità di questi luoghi si conosce sempre troppo poco. Qui di seguito troverete qualche piccola curiosità delle Maldive, meta ambita per chi ama la tranquillità e la bellezza che la natura può regalare. Abito TradizionaleL'abito tradizionale viene utlizzato oramai raramente a Malè, viene indossato solamente nelle parate ufficiali e nelle isole dei pescatori in special modo dalle donne anziane. L'abito tradizionale si chiama dhigu hedhun, mentre l'abito da cerimonia, bellissimo abito con un rica   Leggi ►

Parchi USA: la Valle della Morte

Data: 08/11/2014 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: la Valle della Morte
Il paesaggio lunare di Zabriskie Point - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Uno dei parchi più famosi dell'Ovest Americano, se non altro per la sinistra fama che lo accompagna di luogo dal clima più torrido del mondo, è la Valle della Morte. Essendo lontana dal cosiddetto Grand Circle, l'itinerario ad anello che comprende gran parte dei parchi di questa parte di Stati Uniti, è piuttosto scomoda da raggiungere sia provenendo da Las Vegas che dalla California, stato di cui fa parte ma del quale rimane in un angolo remoto, tagliata fuori com'è dal resto dello stato dal massiccio della Sierra Nevada californiana. È considerata la zona più arida e calda del mondo: ha una precipitazione media di 4/5 cm all'anno e a luglio 2005 vi è stata rilevata la temperatura più alta della terra: 54&   Leggi ►

Lungo la Via degli Zar, di Giusi e Egidio

Data: 25/10/2014 RUSSIA Categoria: Diari di Viaggio
Lungo la Via degli Zar, di Giusi e Egidio
La Basilica di San Basilio

 L’avevamo pensato lo scorso anno a Parigi:  ci piacerebbe tornare a San Pietroburgo! Un passaggio veloce due anni prima e ne eravamo rimasti affascinati. Quindi, detto fatto, chiediamo aiuto in Agenzia e salta fuori una proposta di crociera sui fiumi!  La prenotiamo al volo ed eccoci in viaggio verso Mosca. L’arrivo a Mosca non è dei più promettenti: all’aeroporto diluvia letteralmente e l’impatto con il traffico moscovita è a dir poco shoccante, però poi l’accoglienza sulla motonave è decisamente simpatica, con l’offerta di pane e sale e poi musica e costumi tipici, tutto veramente carino. Di Mosca ci colpisce subito la famosa Piazza Rossa, così seria, grande, quasi intimidisce tutto quel co   Leggi ►

Italia: I luoghi più romantici del Bel Paese

Dal balcone di Verona alla Via dell'Amore
Data: 17/10/2014 ITALIA Categoria: Curiosità
Italia: I luoghi più romantici del Bel Paese
Isola di San Giorgio Maggiore - Venezia

L’Italia è considerata la nazione più romantica del mondo, non è costituita solo da un grande patrimonio di Storia, Arte e Tradizioni, ma anche da veri e propri romantici posti che vale la pena di “vivere”, “sentire” almeno una volta nella propria vita. Ecco una piccola rassegna dei luoghi in cui portare la propria dolce metà: Terrazza Mascagni - LivornoUn magnifico belvedere in stile Liberty si godono romantici panorami del mare e delle isole dell’arcipelago toscano: l’Isola d’Elba, la Capraia e la Gorgona. Isola di San Giorgio Maggiore - VeneziaDirettamente davanti alla città di Venezia, un luogo magico sospeso fra terra e mare, il posto perfetto per le coppie d’innamora   Leggi ►

Namibia in autonomia - IV

Data: 11/10/2014 NAMIBIA Categoria: Diari di Viaggio
Namibia in autonomia - IV
Zebre alla pozza, Etosha National Park - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Il Waterberg Plateau è un altopiano lungo 50 km e largo fino ad un massimo di 16 km, ricco di animali, principalmente erbivori, che merita la visita. In pratica una specie di gabbia naturale, essendo in pratica circondato da dirupi di 200 metri su tutti i lati che solo gli animali più piccoli e agili possono discendere. Viene utilizzato per reinsediare specie a rischio di estinzione e dovrebbero esserci anche ghepardi, bufali, e rinoceronti ma non li abbiamo visti. Il campeggio è ancora una volta strepitoso e da quello sono salito in cima all'altopiano a piedi, in un punto dove non ci sono rischi di incontri percilosi mentre la mia compagna, che non era in forma, si è goduta un pomeriggio a bordo piscina. La mattina dopo siamo partiti la mattina presto   Leggi ►

Parchi USA: Antelope Canyon

Data: 04/10/2014 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: Antelope Canyon
Il sole di mezzogiorno raggiunge il fondo sabbioso dello slot canyon

 Continuiamo nella descrizione dei Parchi dell’Ovest degli Stati Uniti, stavolta occupandoci di uno dei più belli. L’Antelope Canyon è uno slot canyon, cioè uno di quei canyon scavati da piogge occasionali, di solito poco profondi ma anche molto stretti, dalle caratteristiche forme sinuose che li rendono diversi da tutti gli altri canyon. È un posto magico, dove la luce filtra dalla stretta fenditura in alto e illumina quello che sembra un gigantesco tunnel creato da un architetto pazzo, caratterizzato da forme ondeggianti e tutte le sfumature dal rosso, al giallo e all’arancio che l’arenaria nel quale è scolpito rivela a seconda di come viene colpita dalla luce. Le fiammeggianti sfumature delle pareti colpite dalla luce   Leggi ►

Meraviglie della Cina: Wulingyuan

Data: 27/09/2014 CINA Categoria: Pillole di viaggio
Meraviglie della Cina: Wulingyuan
Le ardite guglie del parco di Wulingyuang

 Wulingyuan è il classico posto di cui non ci sarebbe bisogno di tante parole, basterebbero alcune fotografie per far capire di fronte a quale razza di spettacolo naturale si sta parlando. Ma qualcosa dovrò pur spiegarvi, no? Si tratta di un'area paesaggistica che si trova nella provincia cinese di Hunan. È caratterizzata da imponenti pilastri di quarzareniti, formatisi circa 400 milioni di anni fa a seguito di una serie di eventi geologici difficilmente ripetibili, che si stagliano arditi per centinaia di metri. Nell'area protetta se ne contano oltre 3000, alcuni dei quali superano i 200 metri di altezza. Tra una roccia e l'altra si sviluppano verticali gole con torrenti, cascate, fitta vegetazione e un paio di ponti naturali. Il tutto condito da   Leggi ►

Perché andare in Sri Lanka

Data: 24/09/2014 SRI LANKA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Sri Lanka
Una spiaggia della costa meridionale - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÈ ANDARE IN SRI LANKAUna volta conosciuta come Ceylon e soprannominata Serendipity per il clima equatoriale e la spiritualità della sua gente, questa isola a forma di goccia è un piccolo condensato di quanto può offrire un paese esotico: antichi siti archeologici, lunghe spiagge sabbiose, templi buddhisti, vegetazione lussureggiante, piantagioni esotiche. La sua ricchezza culturale e di paesaggi la rendono destinazione ideale per gli sposi che, prima di una settimana di tutto riposo alle vicine Maldive, vuole concedersi la visita di un interessante paese orientale. DIFFICOLTÀ DEL VIAGGIOBere l'acqua dal rubinetto non è considerato sicuro, meglio farlo da bottiglie col tappo sigillato o con bevande calde come il thè. È co   Leggi ►

Perché andare in Irlanda

Data: 17/09/2014 IRLANDA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Irlanda
Le spettacolari scogliere di Moher - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÉ ANDARE IN IRLANDAL'Irlanda è una delle destinazione più affascinanti che possiamo raggiungere con poche ore di aereo. Sia per le distanze non improponibili che per la facilità di comunicazione (se si conosce l'inglese) e la varietà di panorami è una meta ideale per un tour con auto a noleggio. Offre ai suoi visitatori stupendi prati verdi, antichi castelli, ardite scogliere battute dal vento e una popolazione locale molto cordiale, assieme alla quale scolarsi le leggendarie birre locali. I prezzi non sono crollati assieme all'economia locale qualche anno fa ma per, fortuna, tra Ryan Air e Air Lingus, i voli sono sempre abbastanza economici e quindi costo dell'intero viaggio non risulta mai troppo oneroso. DIFFICOLT&Agrav   Leggi ►

Namibia in autonomia - III

Data: 13/09/2014 NAMIBIA Categoria: Diari di Viaggio
Namibia in autonomia - III
L'arco allo Spitzkoppe- Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Welwitschia Drive è una zona di paesaggi lunari, a volte fin troppo desolati. Interessante per le rare forme di vegetazione che sopravvivono in una delle zone più secche del pianeta: licheni e la prodigiosa welwitschia, una strana pianta che si ritiene viva fino a 2000 anni. Non imperdibile ma comunque rimaneva di strada per andare nel Damaraland, più interessante passare di qua che dalla B2 che attraversa Arandis. Per dare un senso maggiore alla deviazione abbiamo lungamente cercato, per piste davvero scalcagnate, lo Tsaobis Leopard Nature Park, visto che nelle mie precedenti visite in Africa non sono mai riuscito a vedere lo sfuggente leopardo. Dopo ore abbiamo trovato una fattoria e chiesto informazioni ma ci hanno detto che non esisteva più. Al ritorno   Leggi ►

Perché andare in Giordania

Data: 11/09/2014 GIORDANIA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Giordania
Petra, una delle Sette Meraviglie del Mondo, non può essere esclusa da qualsiasi itinerario in Giordania - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÉ ANDARE IN GIORDANIALa Giordania è un paese poco vasto - 530 km dal punto più a nord a quello più a sud, percorribili in autostrada in mezza giornata -, e molte delle cose più interessanti sono distribuite in uno stretto asse centrale, essendo quasi tutto il resto deserto. Da sempre è una delle destinazioni più tranquille del Medio Oriente, al punto che, non disponendo di riserve di petrolio, il turismo è una delle principali risorse. In questo paese vi sono due siti che un viaggiatore non può non voler annoverare tra le sue “conquiste”: la stupenda città nabatea di Petra (una delle Sette Meraviglie del Mondo) e il deserto di Wadi Rum, uno dei più belli del mondo. DIFFICOLTÀ DEL VIAGG   Leggi ►

Le isole dell'amore

Le terre a forma di cuore
Data: 08/09/2014 AUSTRALIA - CROAZIA - FIJI - POLINESIA FRANCESE Categoria: Curiosità
Le isole dell'amore
Atollo di Tupai - Polinesia

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l'ha già creata. Albert Einstein definisce così la natura: quell'insieme di essere viventi e non che regalano ai nostri occhi spettacoli impressionanti e atmosfere uniche. La natura si manifesta anche come elemento d'amore, creando addirittura isole a forma di cuore, mete irrinunciabili per i più romantici! Ecco dove le isole dell'amore si trovano nel mondo: Heart Reef - AustraliaIsola scoperta da James Cook nel 1770, una delle più belle isole al mondo, circondata da un'affascinante barriera corallina. Tavarua Island - Isole Fiji Un vero e proprio eden terrestre incorniciato da sabbia bianchissima e mare cristallino che richiama turisti da ogni parte del mondo.  Isola   Leggi ►

Parchi Usa: Kodachrome Basin State Park

Data: 06/09/2014 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi Usa: Kodachrome Basin State Park
Lo Shakespeare Arch - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Molti sono i parchi che costellano il cosiddetto Grand Circle, l'anello dei parchi dell'Ovest degli Stati Uniti che, sparso tra Utah, Arizona, Nevada, New Mexico e Colorado, ricercate destinazione turistica già nell'800. Non c'è un viaggiatore degno di questo nome che non vi sia stato oppure che non sogni, presto o tardi, di visitarli. Ma non tutti sono così noti come il Grand Canyon o la Monument Valley, magari meno spettacolari ma comunque meritevoli di una visita, se si dispone del tempo necessario. Lo Shakespeare Arch - Archivio Fotografico Pianeta Gaia Uno di questi è il Kodachrome Basin State Park, il cui strano nome non è legato ad una sponsorizzazione ma al fatto che, quando era ancora quasi del tutto sconosciuto, l   Leggi ►

Perché andare in Armenia

Data: 03/09/2014 ARMENIA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Armenia
Il monastero di Khor Virap, su cui incombe la massiccia mole del Monte Ararat - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

PERCHÉ ANDARE IN ARMENIAL’Armenia è un paese piuttosto piccolo ma dalla storia molto importante. La capitale Yerevan è più antica di Roma ed è il paese in cui il Cristianesimo è diventato religione di stato per primo, quasi un secolo prima dell’Impero Romano. Circondato in prevalenza da paesi islamici (Azerbaijan, Turchia e Iran), ha da sempre difeso strenuamente le sue radici culturali, pagando per questo un prezzo molto alto, come dimostra il Genocidio degli Armeni praticato dai Turchi all’inizio del secolo scorso. I siti più importanti da visitare sono le antiche chiese e monasteri, alcune delle quali sono considerate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, dalla caratteristica architettura e spesso dislo   Leggi ►

Le cascate più belle del mondo

Data: 30/08/2014 ARGENTINA - BRASILE - CANADA - CROAZIA - ISLANDA - NORVEGIA - STATI UNITI (USA) - VENEZUELA - ZAMBIA - ZIMBABWE Categoria: Curiosità
Le cascate più belle del mondo
Il vertiginoso Salto Angel, in Venezuela, le cui acque cadendo si polverizzano, finendo quasi col mescolarsi con le nuvole di foschia che si sollevano dalla sottostante foresta pluviale

 Fra le meraviglie del Mondo della Natura, anche se in alcuni casi c'è lo zampino dell'uomo che ha contribuito più o meno involontariamente a modificarne le condizioni, è impossibile non mettere le cascate. Che siano notevoli per l'altezza, per la portata d'acqua o per la loro magnificenza, si tratta spesso di irrinunciabili visite che costellano i viaggi più avventurosi. Uno spettacolo che ha un suo affezionato pubblico, come dimostrato da questo sito World of Waterfalls, i cui autori ne hanno visitate, e ordinatamente catalogate, più di 3000. Le cascate possono essere valutate in base a diversi criteri. Benché i puristi si dividano fra chi considera l'altezza complessiva fra il primo salto dell'acqua e l'ulti   Leggi ►

Namibia in autonomia - II

Data: 09/08/2014 NAMIBIA Categoria: Diari di Viaggio
Namibia in autonomia - II
Il Fish River Canyon - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Il Fish River Canyon è una specie di Grand Canyon più piccolo e anche se non è, come recitano i depliant, il secondo più grande del mondo dopo quello nordamericano, merita di essere visto. A circa 130 km di pista da Keetmanshoop, largo fino a 27 km, profondo 500 metri e lungo 160 chilometri, la sua formazione risale a 650 milioni di anni fa. Se valga la pena di fare così tanti chilometri apposta è opinabile, ma a posteriori posso dire che la strada da qui a Sesriem è stata talmente bella che ringrazio il Canyon per avermi attirato fino a sé. Lo si può ammirare da alcuni view point e ovviamente sarebbe più indicato arrivarci con la luce bassa dell'alba o del tramonto e non quella di mezzogiorno come abbiamo fatt   Leggi ►

Parchi USA: The Wave

Data: 02/08/2014 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: The Wave
Anche i pochi visitatori, a volte possono essere soggetti interessanti

 È uno dei parchi più spettacolari degli Stati Uniti ma anche uno dei meno visitati. Non perché non sia sufficientemente pubblicizzato ma in quanto quasi tutti sono costretti ad escluderlo dai propri itinerari poiché, causa la fragilità delle sue formazioni rocciose, non può essere visitato da più di 20 persone al giorno. E non basta arrivare prima di tutti gli altri davanti ai cancelli per esigere l'ingresso, perché i 20 preziosi biglietti giornalieri - individuali e non trasferibili - sono assegnati solo tramite una lotteria. Bisogna prenotarsi online presso il sito del parco con quattro mesi di anticipo, indicando tre possibili giorni in cui effettuare la visita: 10 posti vengono assegnati con una lotteria effettuata tre m   Leggi ►

Namibia in autonomia - I

Data: 26/07/2014 NAMIBIA Categoria: Diari di Viaggio
Namibia in autonomia - I
La surreale foresta di kokerboom, dalle parti di Keetmanshoop - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Grande circa due volte e mezzo l'Italia, con circa 2.000.000 di abitanti (di cui il 30% nella capitale), la Namibia è uno dei pochi paesi al mondo che offre la possibilità di ammirare il deserto (considerato il più bello del mondo), la savana e i suoi animali (il parco di Etosha è uno dei maggiori parchi africani) e la foresta pluviale (nella stretta lingua di terra del Caprivi). Inoltre è possibile conoscere popolazioni africane come Himba, Boscimani, Herero che ancora seguono lo stile di vita tradizionale. La Namibia si presta molto bene ai viaggi in autonomia: non ci sono problemi di sicurezza (a parte qualche quartiere della capitale), l’inglese è la lingua ufficiale, il paese (per gli standard africani) è piuttosto   Leggi ►

Parchi USA: Natural Arches National Park

Data: 19/07/2014 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Parchi USA: Natural Arches National Park
Il sottilissimo Landscape Arch - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Comincio volutamente il primo dei pezzi relativi ai Parchi degli Stati Uniti Occidentali con il Natural Arches National Park, spesso ricordato solo come Arches NP, perché spesso viene sottovalutato. Non che non ne capisca le ragioni: quando uno comincia a studiare un itinerario da compiere con l'auto a noleggio nell'Ovest del paese, è facile che inizialmente la mente vada a quei luoghi-mito di una generazione cresciuta a pane e cultura americana come il Grand Canyon o la Monument Valley. Ogni parco americano ha le sue caratteristiche: c'è quello che propone una gigantesca voragine, quello che offre allo sguardo giganteschi monoliti, quello che si dipinge del verde delle foreste di sequoia o dell'ocra del più inospitale dei deserti. Nat   Leggi ►

Le Meraviglie del Mondo

Data: 12/07/2014 BRASILE - CINA - INDIA - ITALIA - GIORDANIA - MESSICO - PERU Categoria: Pillole di viaggio
Le Meraviglie del Mondo
Petra, il Tesoro - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Uno pensa: "sono sette". Dipende. Perché come spesso succede in queste liste è un attimo farsi prendere la mano, sia perché bisogna vedere chi decide cosa è meglio di cos'altro e poi perché gli esclusi cominciano a sottilizzare, a fare liste di Meraviglie di diverso genere e quindi racappezzarcisi diventa complicato. Vediamo di mettere un po' d'ordine. I primi a concepire tale lista furono gli antichi greci, utilizzando il numero sette che nella loro cultura rappresentava perfezione e completezza. Ovviamente in quella lista vi erano solo monumenti della loro epoca o precedenti e l'area in cui individuarli era ristretta al bacino del Mediterraneo. Quindi abbiamo le: Sette Meraviglie del Mondo AnticoPiramide di Giza   Leggi ►

Meraviglie della Cina: i campi di Dongchuan

Data: 20/06/2014 CINA Categoria: Pillole di viaggio
Meraviglie della Cina: i campi di Dongchuan

 Molti viaggiatori commettono ancora l'errore di pensare alla Cina come ad una nazione quando invece, per dimensioni e quantità di siti da visitare, sarebbe meglio considerarla un continente a sé. Forse è per questo che molti ritengono, una volta preso parte al classico tour Pechino-Shanghai-Xi'an, di aver visto la Cina. Niente di più sbagliato e questa serie di articoli intitolati "Meraviglie della Cina" (il primo uscito poco fa sulle risaie terrazzate di Yuanyang nel sud della provincia dello Yunnan) vuole far capire quanti incredibili luoghi da visitare esistono al di fuori del già citato itinerario. Stavolta voglio parlarvi di una delle gemme meno note, che io stesso non ho, ancora, visitato: i campi di Dongchuan. Dongchuan   Leggi ►

Etiopia: Dancalia e Rotta Storica - III

Data: 13/06/2014 ETIOPIA Categoria: Diari di Viaggio
Etiopia: Dancalia e Rotta Storica - III
Un fedele copto, vestito di bianco

 12° giorno Solita colazione da campo (ma sempre abbondante ed iperenergetica), poi raccolti tutti i bagagli si parte per lasciare la Dancalia e salire verso gli altipiani. Non esiste una strada, s'improvvisa qualcosa lungo il greto di un fiume, in pratica all’interno di un grande canyon. In un punto incui rimane un po’ di acqua, gli autisti quasi in esaltazione ne approfittano per lavare le jeep e soprattutto per togliere il sale dalle parti meccaniche. Poi iniziando la salita il percorso si fa difficile, più volte occorre scendere a spostare grandi pietre per aprirsi un varco dove passare ed anche cambiare le tante gomme che si bucano. In linea d’aria Dallol-Berahile saranno 70km, ma occorrono almeno 6 ore per arrivarci. Qui ci si riabitua   Leggi ►

Etiopia: Dancalia e Rotta Storica - II

Data: 30/05/2014 ETIOPIA Categoria: Diari di Viaggio
Etiopia: Dancalia e Rotta Storica - II
L'Erta Ale, dalla caldera sempre attiva

 7° giorno Di prima mattina si vanno a visitare le saline che fiancheggiano il lago Afera, il cielo è incredibilmente velato ma la temperatura non cambia. Qui, per raccogliere il sale viene portata l’acqua del lago in apposite saline (un tempo la depressione della Dancalia era il fondo del Mar Rosso, una volta ritiratosi non c’è più stata l’acqua ma il sale è rimasto), vi si lavora ancora manualmente ma con mezzi non completamente arcaici come vedremo ad Ahmed Ela, un lavoro duro ma non impossibile, che viene svolto principalmente in inverno. Le saline sono numerose, vengono lavorate una per volta, svuotate con pale che caricano carriole che portano il tutto al di fuori delle saline dove poi il materiale verrà caricato sui   Leggi ►

Amazzonia - XIV (fine)

Data: 16/05/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - XIV (fine)
Ragazza Yagua - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 19 – Invasati capelloni Per una volta non devo alzarmi ad orari infami, visto che prima delle 8:00 non avrò conferme. Colazione in panaderia e ancora una volta sbaglio scelta: una delle due paste scelte è un tale mattone che non riesco a finirla. Col sacchettino in mano torno dove la sera prima avevo cenato: il locale è chiuso ma è aperto quello a fianco e ha due frullatori in bella vista sul tavolo, proprio quello che stavo cercando. Chiedo che succhi prepara: di maracuja e uno mezclado, con maracuja, platano e papaya, di colore rosa. Provo il secondo e, come la sera prima, il bis vien da sé. Me la sto proprio godendo la frutta amazzonica. Finalmente la bigliettaia ha avuto l’agognata conferma: il Rapido passerà verso l   Leggi ►

Etiopia: Dancalia e Rotta Storica - I

Data: 09/05/2014 ETIOPIA Categoria: Diari di Viaggio
Etiopia: Dancalia e Rotta Storica - I
Sorriso di una ragazza Afar dagli incisivi appuntiti

 1° giorno Da Bologna in treno con un intercity notte raggiungo Roma, dove col Leonardo Express in 30’ sono all’aereoporto di Fiumicino. Da lì con volo Egyptair in 3:15 arrivo a Il Cairo e con pochi controlli mi trovo all’imbarco per Addis Abeba dove arrivo dopo 3:45. All’aereoporto viene applicato il visto senza nessun problema, pratica lunga perché il tutto vien fatto manualmente. Mentre si attende la registrazione del passaporto c’è l’opportunità di cambiare soldi a qualsiasi ora e così son quasi le 4 del mattino quando un pulman della Green Land Tour ci porta verso un hotel recuperato all’ultimo, non troppo lontano (l’aereoporto, una delle uniche costruzioni in condizioni perfette dell&rsqu   Leggi ►

Amazzonia - XIII

Data: 22/04/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - XIII
Donna Bora con le pitture sul volto per la danza - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 18 – Danze Bora Vana preoccupazione la mia, quella se mi sarei svegliato in tempo o meno. Evidentemente quei pochi turisti che dormono qua - visto un biondo barbuto a spasso la sera prima - lo fanno solo per prendere il Rapido e quindi dapprima, verso le 2:00, mi sveglia il baccano infernale del generatore elettrico del hostal che pare installato sotto il mio letto, poi 20 minuti dopo ci pensa la padrona a bussare energicamente alla porta della mia stanza, per quanto non glie lo avessi richiesto. Avevo già preparato lo zaino e alle 2:30 sono in strada. Vedo un mototaxi e chiedo quanto vuole per portarmi all’imbarcadero. Mi chiede 5000 pesos, ieri sera ne avevo pagati solo 3000. Non accetto la maggiorazione notturna: fa fresco, sono in perfetto orario, il   Leggi ►

Amazzonia - XII

Data: 15/04/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - XII
Il fitto della foresta amazzonica - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 17 – A spasso tra le fronde Colazione nella stessa pasticceria di due giorni prima e ancora una volta la pasta che scelgo è un mattone. Giornata un po’ interlocutoria: eccitato dall’aver raggiunto i Matis e poi annebbiato dalla sete, ieri non ho avuto la presenza mentale di pensare che se avessi voluto prendere un Rapido avrei dovuto prenotarlo per tempo. Trovo dove vendono i biglietti e prenoto per il giorno seguente: scenderò a Pevas, un villaggio a circa due terzi del tragitto tra Leticia e Iquitos, dove vivono delle comunità Bora e Huitoto meno turisticizzate di quelle che vivono a ridosso di Iquitos. Ne ho discusso con Hector e mi ha consigliato in quale villaggio recarmi e, come al solito, di chi chiedere. Il “mi manda Picone&rd   Leggi ►

Vietnam, Laos e Cambogia, di Gabriella e Orazio

Data: 04/04/2014 CAMBOGIA - LAOS - VIETNAM Categoria: Diari di Viaggio
Vietnam, Laos e Cambogia, di Gabriella e Orazio

 Eccovi il foto-racconto del tour nel cuore dell'Indocina effettuato da Gabriella e Orazio. Vietnam, Laos e Cambogia, tre paesi apparentemente simili ma ognuno con storia e peculiarità che li differenziano. Destinazioni i cui monumenti antichi, la profonda religiosità e le popolazioni sempre col sorriso fanno venire nostalgia a chi li lascia. Preriscaldamento a Bangkok con visita della città (spesso bloccata da manifestazioni): le case klong sul fiume Chao Phya, un po’ di templi principali come il Wat Trimit e il Palazzo Reale. Il nostro amico Paolo, appassionato fotografo, ha "donato" la sua bella macchina fotografica al dio del fiume Chao Phya, ovvero le è caduta irrimediabilmente in acqua, causa la sua proverbiale   Leggi ►

Amazzonia - XI

Data: 26/03/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - XI
Giovane Matis col volto dipinto di rosso, pronto per andare a caccia - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 16 – Giovani Matis Oggi tenterò di incontrare i Matis. Si tratta di un popolo dalla storia piuttosto travagliata: incontattati fino al 1978 quando, dopo tre anni di trattative, accettarono di incontrarsi con i rappresentanti del già citato FUNAI, pagarono ad un prezzo carissimo questa scelta. Originariamente circa in 450, appena cinque anni dopo erano meno di 90, decimati dalle malattie contratte dalla vicinanza coi bianchi per le quali non avevano difese immunitarie. Anche un semplice raffreddore era mortale per loro. A farne le spese furono soprattutto bambini e anziani, questi ultimi portando con sé nella tomba molte delle conoscenze e tradizioni ancestrali. Sull’orlo dell’estinzione, si accamparono in unico insediamento presso un c   Leggi ►

Il sentiero più pericoloso del mondo porta a ...?

Data: 15/03/2014 CINA Categoria: Pillole di viaggio
Il sentiero più pericoloso del mondo porta a ...?

 Avete voglia di fare una bella passeggiata in montagna, a respirare aria buona e fare un po' di salutare attività fisica? È quello che potreste sentirvi chiedere se vi trovate in Cina, a Xi'an, nota in tutto il mondo perché ospita il famoso "esercito di terracotta". In realtà il motivo che spinge molti a percorrere quello che può essere, con buone ragioni, definito il sentiero più pericoloso del mondo è meno prosaico: il monte Huashan è, da secoli, un importante sito religioso. Una volta scalato esclusivamente da monaci e pellegrini, ultimamente è diventato una destinazione di moda anche presso chi cerca soprattutto una scarica di adrenalina. All'inizio sembra che si tratti solo di una seri   Leggi ►

Verso Assen

Data: 11/03/2014 OLANDA Categoria: Diari di Viaggio
Verso Assen
I mulini a vento di Zaanse Schans

 Questo non è un vero e proprio viaggio in Olanda, ma semplicemente il percorso verso uno dei tempi del motociclismo mondiale, il TT-Circuit di Assen. Ovviamente visto il luogo era quasi dovuto un giro tra i canali, i tulipani e le strade secondarie dei Paesi Bassi. Avendo come prima meta l'incredibile diga del Afsluitdijk, ci dirigiamo verso Lelystad entrando in Olanda da Arnhem lungo le autostrade che né in Olanda né in Germania si pagano (ma in Germania mancano sovente le informazioni e chilometriche file sono all’ordine del giorno). In poco più di un’ora raggiungiamo Lelystad, nel Flevoland, zona che si è costituita grazie al duro lavoro di sottrarre terre al mare. Non essendo per nulla luogo turistico, le strutture alberghie   Leggi ►

Amazzonia - X

Data: 08/03/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - X
La "strada" verso Nazareth -Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 15 - No turisti, grazie Colazione in pasticceria con una pasta che fatico a finire da quanto è impegnativa, e controllo la mail. Finalmente l’americano si è fatto vivo: mi dice che i Matis non gli hanno ancora risposto e quindi non mi rimane che andare ad Atalaia do Norte e di chiedere di un anziano di cui mi dà il nominativo. Poi mi dice che nei paraggi si possono visitare anche i Tikuna, e mi spiega come fare a raggiungere il villaggio di Nazareth, e mi consiglia di provare il canopy walking in un parco nei pressi di Leticia. Per avere più tempo possibile per raggiungere i Matis che sono i più lontani, oggi lo dedico a cercare il villaggio Tikuna che mi ha suggerito. Prima di partire mi ero documentato e fra le poche fonti che avev   Leggi ►

Asia Centrale: Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan - III (fine)

Data: 24/02/2014 KYRGYZSTAN - TAGIKISTAN - UZBEKISTAN Categoria: Diari di Viaggio
Asia Centrale: Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan - III (fine)
Un mezzo sull'autostrada del Pamir

 15° giornoColazione e poi partenza per Khorog dove dobbiamo registrarci immediatamente. Nel frattempo ci giriamo il posto, luogo di accesso al Pamir. Qui la figura di riferimento è l’Aga Khan, ismaelita come la locale popolazione e praticamente finanziatore di tutto quello che avviene da queste parti, in primis l’università. Qui a Khorog c’è anche uno dei pochi posti di passaggio ufficiali verso l’Afghanistan, e quindi i controlli sono molteplici. Il mercato è in smobilitazione, allora tanto vale fermarsi per una foto col busto di Lenin che qui non è stato rimosso. Del resto dal dissolversi dell’Unione Sovietica questo angolo di mondo è passato da trovarsi all’interno di una delle maggiori potenze mondi   Leggi ►

Asia Centrale: Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan - II

Data: 07/02/2014 KYRGYZSTAN - TAGIKISTAN - UZBEKISTAN Categoria: Diari di Viaggio
Asia Centrale: Uzbekistan, Tagikistan, Kirghizistan - II
Il Viale dei Mausolei a Samarkanda - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 8° giorno Pessima colazione in hotel (coerentemente con la cena) ed in 3h raggiungiamo Samarcanda, fermandoci dalle parti di Jom dove incontriamo un gruppo di motard locali in sella alle loro HH, ovviamente tutti senza casco. Tra loro anche un gruppo di persone a dorso d’asino, come al solito tutti molto gentili e partecipativi. In città ci fermiamo al B&B Furkat, il primo sorto dopo l’indipendenza, dov’è possibile cambiare soldi e dove si pernotta in un luogo dai mille angoli ed anfratti, posto bello e caratteristico e dove son sempre pronti a darti un thè. Come in tutta la città, spesso manca l’alimentazione elettrica, così è consigliabile avere un posto da dormire dotato di almeno 2 finestre che creino un mi   Leggi ►

Amazzonia - VIII

Data: 27/01/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - VIII
Le nere acque del Rio Galvez - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 12 – Curandero Dopo il diluvio occorso nottetempo, continuato fin dopo il sorgere del sole, oggi mi alzo senza speranze. Per colazione ci sono spaghetti e platano. Mi chiedono se ne voglio un po’, forse temendo che un italiano non avvallerebbe mai uno scempio del genere. Al mio sì, Hector commenta: “Roberto come todo”. Poi si sentono annunci, possibilisti sull’arrivo di voli in giornata. Figurati. Invece, dopo aver consultato il Tecnico, ci dicono di non disperare, sia perché basta qualche ora di sole cocente per asciugare la pista e sia perché corre voce che ad Iquitos vi siano sei madedeiros (gente che lavora nel settore del legname) che è ormai da giorni che, come me, aspettano di prendere quel volo e potrebbero nolegg   Leggi ►

Amazzonia - VII

Data: 17/01/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - VII
Bimbo Matsés - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 10 - Attesa Risveglio ad orari antelucani causa numerosi galli nel vicinato. Dennis si improvvisa barbiere e accorcia i capelli al figlioletto Elimel. Il primo annuncio all’altoparlante è che oggi non ci saranno voli da Iquitos. Non capisco il motivo, stanotte non ha piovuto, ieri c’era un gran sole e la pista dovrebbe essere in ottimo stato. Ci rechiamo a chiedere maggiori chiarimenti presso la bottega (sic) in cui si predispongono le operazioni di check-in e la signorina ci dice che l’annuncio si riferiva ad un altro volo. Il nostro non è stato cancellato, anzi è previsto verso mezzogiorno. Speriamo bene. Nel frattempo ci giunge voce che sempre meno gente vuole viaggiare con l’aereo che abbiamo usato all’andata, quello da 6 po   Leggi ►

Amazzonia - VI

Data: 07/01/2014 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - VI
La tarantola, tenacemente aggrappata ad una radice - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 8 – Tarantola sfrattata È l’ultimo giorno di giungla e quindi oggi si andrà un po’ a caccia, per modo di dire. In realtà andare veramente a caccia nella foresta amazzonica con dei turisti impacciati, rumorosi e fotografi, credo sia impresa al limite dell’umano. Prima di partire si “testano” le capacità venatorie. Davanti alla maloca si fanno alcuni tiri di prova con arco e frecce, cercando di colpire una palma. Non me la cavo neanche malissimo: quei pochi tentativi di tiro con l’arco fatti alle feste medievali di Palazzuolo sul Senio a qualcosa sono servite. Poi ci si inoltra nel fitto della vegetazione, stavolta con gli stivali di gomma che arrivano al ginocchio, vista la quantità d’acqua scesa d   Leggi ►

Le scogliere di Moher

Data: 03/01/2014 IRLANDA Categoria: Pillole di viaggio
Le scogliere di Moher
Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Le scogliere di Moher si trovano sulla costa occidentale dell'Irlanda, non lontane dalla città di Galway. Lunghe 8 kilometri e alte, nel punto dove è collocata la torre O'Brien, 214 metri non sono, nonostante ogni tanto si legga il contrario, le scogliere più alte del mondo o d'Europa. Anzi, non sono neanche le più alte d'Irlanda, essendo superate in questa classifica dalle scogliere di Croghaun (668 m) e altre. Perché allora hanno circa un milione di visitatori all'anno, il sito più visitato dell'intera Irlanda, quando molte delle altre sono ignorate o quasi? Perché sono stupende, tutto qui. Altre scogliere più alte a volte sono in luoghi quasi irraggiungibili, altre pure più alte sono meno s   Leggi ►

I deserti più belli del mondo

Data: 30/12/2013 ALGERIA - AUSTRALIA - BOLIVIA - CILE - GIORDANIA - LIBIA - MAURITANIA - MAROCCO - NAMIBIA - TUNISIA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità
I deserti più belli del mondo
Dead Vlei, Deserto del Namib - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

I deserti più belli del mondoC’è gente che pensa che i deserti siano luoghi tristi, che non hanno nulla da offrire a un visitatore perché il nome stesso, deserto, fa pensare al nulla. Niente di più sbagliato. I deserti invece sono spesso posti stupendi, molto vari e non di rado estremamente fotogenici. Possono essere costituiti da dune di sabbia, da rocce o da un alternarsi di entrambe. Certo, non tutti sono imperdibili, ce ne sono anche di assolutamente insignificanti come ad esempio il Kyzilkum, il piatto e triste deserto dell’Uzbekistan, ma, per quanto mi riguarda, ho sempre avuto più soddisfazioni fotografiche da territori con poca vegetazione e orizzonti vasti in cui permettere allo sguardo di spaziare che nel fitto di una foresta pluvial   Leggi ►

Amazzonia - V

Data: 18/12/2013 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - V
La rana legata per estrarne il veleno. Poi verrà liberata, indenne - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 7 – Storie di caccia e di spiritiStamane vado con Dennis, Canë e Graciela alla chacra, il campo ricavato, col metodo dello taglia e brucia dove una volta c’era la foresta. Vi sono yucca, banane, platani, mango, papaya, tabacco, mais e altre piante che non conosco. Canë raccoglie delle radici di yucca, che fritte non sono molto diverse dalle patate fritte. Poi con l’aiuto di Graciela carica sulla schiena un apparentemente pesante casco di platani che regge grazie ad una fascia vegetale che poggia sulla fronte. Graciela fa lo stesso con un altro casco. Non so se Dunu non si unisca a noi perché non ha ancora recuperato oppure perché lasci questi compiti alle mogli. Rientro alla maloca e, sapendo che mi piacciono le tradizioni, Canë ha rispo   Leggi ►

Amazzonia - IV

Data: 29/11/2013 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - IV
Banane, machete e cuccioli: la vita nella maloca - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 6 – Otorongo!Dennis nella notte si è svegliato e ha seguito il verso di una rana, che chiamano sapo - rospo in castigliano, ma è una rana -, per catturarla. L’ha catturata per mostrarmi, la mattina seguente, la cosiddetta “cerimonia del sapo”. L’animale è stato chiuso in una pentola con delle foglie e adesso, benché non le venga fatto alcun male e dopo verrà liberata, viene legata, tutte e quattro le zampe, a quattro stecchetti affissi nel suolo, come un quattro di spade. Lo scopo è quello di stimolare la secrezione da parte della rana del veleno - per questo viene immobilizzata - che risiede nel dorso e nelle cosce. Per nostra sfortuna la rana ne ha molto poco, si vede che lo ha usato come strumento di difesa di   Leggi ►

Madagascar, di Elisa e Luigi

Data: 22/11/2013 MADAGASCAR Categoria: Gli Sposi Raccontano
Madagascar, di Elisa e Luigi
Madagascar, stiamo arrivando!

Destinazione e Data del viaggioMadagascar: Tour del sud e Tsarabanjina, dal 24-09 all'08-10-2013 Nome autore/autoriElisa e Luigi Perché questa sceltaPer la luna di miele io e Luigi avevamo due esigenze:- la mia era quella di visitare luoghi diversi dall’Italia, paesaggi con natura incontaminata e non annoiarmi facendo solo mare, ma vivere un po’ all’avventura e in particolare mi attiravano i parchi dell’ovest degli Stati Uniti;- Luigi voleva fare la parte finale di mare in un posto esclusivo, non il solito villaggio, ma un atollo sperduto con sabbia bianchissima, acqua cristallina e tanti pesci e coralli per fare snorkeling. Abbiamo incontrato Elisa di Pianeta Gaia a Torino in fiera… Ci ha subito capiti e ha trovato questa meta che p   Leggi ►

Botswana, di Michela e Simone

Data: 08/11/2013 BOTSWANA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Botswana, di Michela e Simone
Uomo San

 Ero già stata in Namibia e l'Africa, i suoi paesaggi, i suoi colori e i suoi silenzi mi erano rimasti nel cuore... Io e Simone eravamo alla ricerca di un viaggio di nozze che ci facesse vivere per qualche settimana 'fuori dal mondo', un viaggio in grado di regalarci quelle emozioni che solo la semplicità sa donare e così abbiamo pensato quasi subito all'Africa e al Botswana... Forse uno dei più sconosciuti e quindi incontaminati stati dell'Africa... E le nostre aspettative non sono state tradite! Uomo San Arrivati a Maun ci siamo imbarcati sul primo volo charter del viaggio e, superate le prime perplessità sulla sicurezza dello stesso, eccoci volare sugli spazi immensi dell'Africa... In pochi minuti abbiamo lasciato   Leggi ►

Amazzonia - II

Data: 01/11/2013 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - II
Piccole canaglie indios - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 3 – Gigante d’acqua Colazione all'americana nel hostal, non compresa nel prezzo della camera, ma solo dalle 7:00 e io, non ancora completamente allineato con l'orario e complice la luce che alle 5:30 già inonda tutto, all'alba faccio un giretto nei paraggi, per vedere il sole sorgere sul Rio delle Amazzoni, come promette il nome del locale per turisti a pochi passi dal mio alberghetto: Dawn on the Amazon (alba sul Rio delle Amazzoni). Intanto cominciano ad arrivare gli scolari della scuola lì a fianco e tutti vengono rapiti dalle immagini, piuttosto discinte, degli idoli televisivi di cui un venditore ambulante propone poster e figurine. Difficile crescere con valori diversi se fin dalla più tenera età i tuoi punti di riferimen   Leggi ►

Amazzonia - I

Data: 18/10/2013 BRASILE - COLOMBIA - PERU Categoria: Diari di Viaggio
Amazzonia - I
Mototaxi a Iquitos - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 1 - Il diavolo ci mette la zampaAll’aeroporto di Bologna, al momento in ampliamento e ristrutturazione, il check-in elettronico adesso è obbligatorio, al punto che chi si mette in fila col biglietto viene invitato a servirsi delle macchine e andare al check-in solo per il bagaglio. Poi però è semplicemente impossibile ottenere tutte le carte d’imbarco, perché la compagnia peruviana Taca, che effettua l’ultimo dei miei voli (quello Caracas-Lima), pare non essere riconosciuta dalla macchina (e c’è un’addetta ad aiutare me e tutti gli altri viaggiatori, molti in difficoltà: non è che sono io impedito a non riuscirci). Quindi mi presento al check-in dove mi mandano il bagaglio direttamente a destinazione (Lima   Leggi ►

Spiagge d'Irlanda

Data: 05/10/2013 IRLANDA Categoria: Pillole di viaggio
Spiagge d'Irlanda
Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Quando si pensa a paesi ricchi di belle spiaggie di solito non è proprio l'Irlanda il primo che viene in mente: si pensa ai Caraibi, ai paradisi tropicali dell'Oceano Indiano o a quelli meno lontani ma non meno stupendi del Mediterraneo. Eppure la grande isola verde bagnata dall'Oceano Atlantico ha molto da offrire da questo punto di vista: le spiagge di norma sono molto spaziose, più spesso piatte distese di sabbia compatta che di ciotoli, sovente lunghe o con scenografiche scogliere a delimitarle, ideali per sport acquatici come il surf e campi di gioco perfetti per bambini. Certo, se uno le frequenta fuori dai mesi estivi più caldi (a luglio e agosto la temperatura dell'acqua oscilla di norma tra i 20° e 22°), per mettere i piedi a moll   Leggi ►

Le "carte da parati" di Petra

Data: 30/09/2013 GIORDANIA Categoria: Pillole di viaggio
Le
Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Non ci sarebbe bisogno di inventarsi ulteriori motivi per visitare la stupenda antica città nabatea di Petra, non a caso considerata una delle Sette Meraviglie del Mondo. Eppure, visitando gli imponenti edifici scavati nella roccia che caratterizzano il sito archeologico più importante di tutto il Medio Oriente, non si può fare a meno di notare le striature e le variegate colorazioni che assumono, di volta in volta, le pareti in arenaria dei monumenti, quasi fossero delle carte da parati predisposte da Madre Natura per mostrare ai nostri occhi disegni arditi e sfumature che vanno dal bianco al giallo ocra, al rosso acceso a venature bluastre, tutte dovute alla diversa concentrazione degli ossidi durante il processo di consolidamento della roccia. Eccovi una   Leggi ►

Meraviglie della Natura II: I John Travolta alati

Data: 23/08/2013 Categoria: Curiosità
Meraviglie della Natura II: I John Travolta alati
Le eleganti gru della Manciuria danzano sulla neve dell'Isola di Hokkaido (Giappone)

 Dove trovare John Travolta? Ovviamente in discoteca, preferibilmente con la musica dei Bee Gees in sottofondo e le sempiterne sfere e luci stroboscopiche. Ma senza bisogno di pagare biglietti d'ingresso o consumazioni obbligatorie, vi sono epigoni del famoso ballerino italo-americano che potreste vedere in giro per il mondo, magari alzandovi a degli orari che, per il citato Re del Sabato Sera, erano quelli adatti per rincasare. SVASSO MAGGIOREQuesta è la "danza delle erbe" durante la quale i due uccelli, facilmente avvistabili anche dalle nostre parti, tenendo col becco delle erbe o piante, avvicinano il petto l’uno all’altra, allungano il collo e dondolano la testa da una parte all’altra in modo ritmato, a rappresentare lo scambio di mater   Leggi ►

Lungo la Carretera Austral - Parte IV (fine)

Data: 31/07/2013 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Lungo la Carretera Austral - Parte IV (fine)
R.N. Payunia, la più grande concentrazione di vulcani al mondo

 25° giorno Colazione in hostal, poi dopo aver rinchiuso gli zaini in sacchi per l’immondizia (son previsti molti chilometri su strade non asfaltate) prendiamo la strada lungo il Rio Limay, molto spettacolare, da dove ci sono belle viste di Bariloche sotto al Cerro Catedral. Poi lasciamo la RN40 per entrare verso Villa Traful ed il suo splendido lago, fino al congiungimento con la Ruta de los Sietes Lagos. Come dice il nome si vedono sette laghi in posizione splendide lungo una strada ancora in pessime condizioni finendo per mangiare molta polvere anche perché molto trafficata. Nonostante sia molto celebre devo dire che lo scenario lungo la valle di Traful è più interessante che questo, ma certo non va perso. Arriviamo a San Martin de los Andes, rid   Leggi ►

Meraviglie della Natura I: Le nuvole ondeggianti di storni

Data: 22/07/2013 Categoria: Pillole di viaggio
Meraviglie della Natura I: Le nuvole ondeggianti di storni
Un nugolo di storni in volo disegna il cielo

 Il titolo di questa serie di pezzi è un po' trito e ritrito ma come altrimenti definire quelle situazioni a dir poco stupefacenti che la natura, nonostante le nostre ripetute vessazioni, ancora ci regala? Per fortuna la bellezza del creato è ancora tanta e per coglierla basta avere un po' di attenzione. Cominciano con qualcosa di non troppo esotico e che forse alcuni di voi hanno avuto la fortuna di ammirare. Mi riferisco agli spettacolari voli degli storni. Insiemi di 5/10mila volatili danzano all'unisono, apparentemente senza logica alcuna, disegnando figure che ricordano i vecchi screensaver di Windows, quasi fossero comandati da un invisibile - e pure un po' ubriaco - direttore d'orchestra. In realtà queste sculture semoventi sono il   Leggi ►

Grand Teton

Data: 03/06/2013 STATI UNITI (USA) Categoria: Diari di Viaggio
Grand Teton
Le aguzze vette della Teton Range

 "Il Grand Teton National Park è uno di quei luoghi che sento mio, che ho vissuto interamente sulla mia pelle, che ho conquistato, che ho voluto conoscere sotto tutti i suoi aspetti più straordinari. Non ho perso un minuto, sono stato un cacciatore di albe, un ritrattista di tramonti, sono stato premiato per la mia tenacia, ho colto tutte le opportunità che mi sono state concesse innalzando questo posto magico nell’Olimpo dei miei luoghi preferiti…” Le frastagliate guglie di granito della Teton Range, principale attrattiva del Grand Teton National Park, lasciano senza fiato. Le dodici vette scolpite dai ghiacciai si elevano oltre i 3600 m di altitudine, incoronate dal singolare profilo del Grand Teton (4131 m). Questo parco è me   Leggi ►

Lungo la Carretera Austral - Parte III

Data: 17/05/2013 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Lungo la Carretera Austral - Parte III
Il canyon del Rio de las Pinturas - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 17° giorno Colazione in hospedaje e poi risaliti al solito parcheggio dobbiamo cercarci un passaggio per Cruce El Vagabundo. Ci sarebbe stato un bus per Cochrane, ma facendo noi soli pochi km l’autista ha preferito caricare gente che facesse tutta la tratta. Fortunatamente un gruppo di turisti di Santiago sta rientrando, così ci caricano sul loro pick-up scaricandoci un po’ perplessi al crocevia nel bel mezzo del nulla ad attendere un bus che forse passerà 6 ore dopo. Al crocevia non c’è niente, solo le costruzioni degli operai addetti alla manutenzione della C.A., ma visto il periodo sono a casa per le vacanze e le loro baracche son chiuse. Quando inizia a piovere riusciamo ad aprire una specie di voliera coperta dove spostando una cas   Leggi ►

Alla ricerca delle montagne

Data: 19/04/2013 BRASILE Categoria: Diari di Viaggio
Alla ricerca delle montagne
Un battello lungo il Rio delle Amazzoni

 Non era nemmeno passato un mese dal mio primo viaggio in Amazzonia che mi ero già messo a studiare un nuovo itinerario. Volevo andare oltre. Qualcosa che superasse il semplice vedere, e visitare, volevo vivere appieno l’Amazzonia. L’opera di recupero delle informazioni necessaria è stata lunga, ma il tempo non mi mancava. Dal 2006 al 2009 ho studiato carte, perlustrato forum italiani ed internazionali in cerca di qualcuno che avesse fatto esperienze simili e soprattutto preparato l’itinerario. E già l’itinerario. Avrò cambiato idea decine di volte alla ricerca della combinazione perfetta che mi permettesse di saziare il più possibile il mio desiderio di conoscenza nel lasso di tempo che avevo a disposizione. Fissai dei punti   Leggi ►

Alaska Highway

Data: 05/04/2013 STATI UNITI (USA) Categoria: Pillole di viaggio
Alaska Highway
Lingue di ghiaccio nel Kluane National Park, nello Yukon

 2451 km nel nulla. Natura selvaggia, animali, qui ognuno fa per sè, si è in balia degli eventi, i collegamenti con la civiltà sono a dir poco sporadici, dormo dove mi pare, guido per 4 giorni molte ore al giorno respirando sensazioni incredibili e godendomi appieno gli aspetti di questo lungo serpente di asfalto, sto percorrendo l'Alaska Highway. Questa incredibile opera umana parte da Dawson City, in British Columbia, per arrivare a Delta Junction, in Alaska, passando per Whitehorse, nello Yukon Territory. L'autostrada venne completata il 21 novembre del 1943, ma non fu accessibile fino all'anno successivo. La sua lunghezza è di circa 2451 Km (che corrispondono a 1523 miglia). Attraversarla è stata un'avventura di per se entusiasman   Leggi ►

Lungo la Carretera Austral - Parte II

Data: 22/03/2013 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Lungo la Carretera Austral - Parte II
Il Lago General Carrera col Cerro Catedral sullo sfondo

 9° giorno Colazione al hospedaje, poi ci organizziamo per andare a Puerto Chacabuco da dove parte l’escursione alla Laguna San Rafael ma anche per scendere a Chile Chico, un villaggio fuori dalla C.A. sul Lago Carrera raggiungibile solo con l’ennesima barcaza. Trovare posto su questa pare un grande problema, ovviamente non c’è un servizio regolare e dipende dai giorni, alla fine un gentilissima impiegata ci trova un posto tra quelli a disposizione dell’equipaggio così abbiamo questa giornata da sfruttare in pieno. Con un taxi raggiungiamo l’ingresso della Reserva National Coyhaique, da dove parte un sentiero di 9,5 km che raggiunge lagune e miradores. La prima parte in salita regala viste della città e del suo imponente Cerr   Leggi ►

Fiordland, Nuova Zelanda

Data: 28/01/2013 NUOVA ZELANDA Categoria: Diari di Viaggio
Fiordland, Nuova Zelanda
Milford Sound

 Il primo impatto con Milford Sound, una delle perle del Fiordland National Park, è con un paesaggio lugubre e grigio, avvolto dalle nebbie e stuzzicato da una lieve ma insistente pioggia. In questi luoghi l'acqua è una costante, con una media di precipitazioni di 6.813 mm in ben 182 giorni all'anno, Milford Sound puo' essere considerato alla pari con altri fiordi del parco, come il posto più piovoso della Nuova Zelanda e uno dei più piovosi al mondo. Il fiordo è ora visibile solo in parte, i rilievi sono velati, riesco solo ad intravederne le radici... So che qui è così, ho grandi aspettative da questo luogo soprattutto dopo il cattivo tempo incontrato nell'Isola Nord, voglio essere fiducioso. È ormai sera q   Leggi ►

Zimbabwe, di Bartolomeo e Luisella

Data: 18/01/2013 ZIMBABWE Categoria: Diari di Viaggio
Zimbabwe, di Bartolomeo e Luisella

 Dopo una breve sosta di anticipo ferie, siamo finalmente pronti per il grande viaggio. Quest’anno abbiamo deciso, con altri fortunati o sfortunati, di recarci nello Zimbabwe per dei safari fotografici.  Armati di tutto punto ci prepariamo alla partenza trovando un valido alleato nel Sig. Mario con l’autostop fino all’aereoporto di Caselle. Imbarcati nel primo pomeriggio per Francoforrte, nel tardo pomeriggio saliamo sul piccolo pulmann con le ali (due piani di morbidezza) da 500 posti in direzione Johannesburg per poi finire al pomeriggio ad Harare, la capitale dello Zimbabwe, per un primo stop notturno in hotel. All’arrivo in aereoporto ci accoglie un collaboratore locale, Rocky, che ci seguirà per tutto il viaggio nello Zimbabwe.  I primi in   Leggi ►

La Costa Atlantica della Spagna - III

Data: 15/01/2013 SPAGNA Categoria: Diari di Viaggio
La Costa Atlantica della Spagna - III
Cattedrale di Leon, Castilla y Leon

17° giorno Colazione nel bar sotto a Casa Alice: alle 8 di mattina è quasi tutto chiuso, anche i forni tendono ad aprire verso le 10… Poi in autostrada ci dirigiamo a Porto, passando un confine ormai inesistente, con unica accortezza quella di mettere indietro l’orologio di un’ora. Troviamo da dormire nel centrale Residencial Belo Suenho e recuperiamo un po’ di informazioni sulla città dal gestore del posto. Pranziamo in un cafè accorgendoci da subito che in Portogallo, gasolio a parte, i prezzi sono bassissimi. Scendiamo a piedi verso la Ribeira e sempre a piedi attraversiamo il ponte in ferro Don Luis, simbolo della città, nella parte inferiore per andare nella zona delle celeberrime cantine che poi non è più Por   Leggi ►

Lungo la Carretera Austral - Parte I

Data: 11/01/2013 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Lungo la Carretera Austral - Parte I
Golfo di Ancud, quando le nubi si alzano

 1° giorno Con un volo Iberia da Bologna raggiungo in perfetta puntualità Madrid. Sul volo viene servito un sostanzioso spuntino compreso nel prezzo del biglietto. Arrivo al terminal 4 e con la metro interna raggiungo il terminal 4S, quello da dove partono i voli intercontinentali senza più bisogno di ulteriori controlli doganali. La brutta notizia è che il volo per Santiago risulta in ritardo senza che ne sia specificato il tempo. L’ufficio info non sa dire nulla di più che nei monitor al momento giusto verrà riportata la nuova ora di partenza. Con 3 ore di ritardo l’airbus A340 decolla da Madrid per Santiago, ma ci annunciano subito che nessun minuto verrà recuperato. Al mio fianco siede Camila, una ragazza norvegese che   Leggi ►

Messico con Rebi, e non solo...

Data: 03/01/2013 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico con Rebi, e non solo...
Uno dei cenote tipici dello Yucatan

 Più che un resoconto dettagliato di un viaggio suggestivo e fascinoso tra il 2 e il 13 febbraio 2013 in Messico, queste sono riflessioni su un'esperienza particolare. “Messico ad hoc” era il titolo del nostro programma di viaggio per 15 persone legate tutte da vincoli di parentela voluto e organizzato da Elisa, dello staff di Pianeta Gaia, capogruppo, sorella, nipote, cugina, moglie o nuora di tutti gli altri. In 13 adulti tra i 20 e i 60 anni e due bambini di 3 e 8 anni ci siamo avventurati per 13 giorni in posti lontani e entusiasmanti: dalle città coloniali di Mexico City,  San Cristobal de Las Casas, Campeche e Merida ai siti archeologici pre aztechi e maya di Teothiuacan, Palenque, Uxmal, Chichen-Itza e Tulum; dalle impervie e maestose gol   Leggi ►

Nella morsa del Mare del Nord

Data: 05/12/2012 GRAN BRETAGNA Categoria: Diari di Viaggio
Nella morsa del Mare del Nord
Faro e pascolo

 A due passi dal faro di John O’ Groats trascorrerò in auto l’ultima notte prima di imbarcarmi per le Isole Orcadi e più avanti per le remote Shetland. Il traghetto per raggiungere le Orcadi salpa di primo mattino. Durante la tratta godo di bellissimi scorci, il migliore è quello dell’Old Man of Hoy, un faraglione alto 147 metri che annuncia la ancor più imponente scogliera retrostante. Sbarco a Stromness, un paesino di pescatori. Giusto il tempo per una rapida e piacevole visita e poi via, alla scoperta delle Isole Orcadi, così poco menzionate nei libri di geografia e soprattutto di fotografia. È una poesia, mi trovo in una terra in cui gli animali pascolano sereni in prati bianchi di margherite, in cui l’Oceano f   Leggi ►

La Costa Atlantica della Spagna - II

Data: 01/12/2012 SPAGNA Categoria: Diari di Viaggio
La Costa Atlantica della Spagna - II
Triplicle scala a chiocciola, Santiago de Compostela, Galizia

 9° giorno Ancora colazione a Posada visto che a Playa Berri di mattina non c’è nulla, poi via verso Gijon. Ci sistemiamo al Hostal Plaza e pranziamo alla Cafeteria Bariloche prima di girarci una grigia e triste città. L’unica cosa veramente degna di nota è l’esposizione fotografica del National Geographic del fotografo iraniano Raze, maxifoto esposte sul molo del porto turistico. C’è anche un’altra esposizione delle donne reporter del 1900, questa nella costruzione prospicente al molo. Le foto di Raze lasciano esterefatti, momenti indelebili a descrivere attimi indimenticabili di dure vite. Quello che più impressiona è l’essere sempre al posto esatto nel momento giusto, un sesto senso degno dei mig   Leggi ►

Usa: i Parchi dell'Ovest & le Hawaii di Antonio e Francesca

Data: 28/11/2012 STATI UNITI (USA) Categoria: Gli Sposi Raccontano
Usa: i Parchi dell'Ovest & le Hawaii di Antonio e Francesca
Monument Valley

 Il nostro viaggio di nozze 5/08/2012 – 27/08/2012 Sognavo di visitare la California e i Parchi Nazionali americani da anni e per fortuna Antonio condivideva il mio desiderio. Ecco quindi che la scelta della destinazione per la luna di miele è stata abbastanza scontata, anche perché il periodo estivo era tutto sommato un buon momento per visitare quegli stati. Volevamo fare un viaggio che unisse natura spettacolare, mare, città e in effetti ci è sembrato di fare mille esperienze in una! Ci siamo affidati a Sara l'esperta americana della Pianeta Gaia (più di 50 viaggi negli USA) che ci ha guidati e consigliati al meglio nell’impostazione dell’itinerario e nella scelta dei pernottamenti. Trattandosi del viaggio di nozze volev   Leggi ►

Islanda, terra di contrasti

Data: 25/11/2012 ISLANDA Categoria: Diari di Viaggio
Islanda, terra di contrasti
L'area termale di Geysir - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Una destinazione a cui pensavo da  tempo, ma per motivi lavorativi avevo sempre dovuto accantonare: viaggiare a Giugno o Luglio col mio lavoro è difficile. Quest'anno finalmente ce l’ho fatta. È difficile descrivere questo paese se non con i soliti aggettivi triti e ritriti, per cui tralascio ogni introduzione e vi porto direttamente nel viaggio. I voli per il nostro gruppetto (dodici persone) sono stati prenotati con Pianeta Gaia con 10 mesi di anticipo. I collegamenti diretti con orari "umani" sono pochi e con prezzi elevati; bisogna quindi muoversi con grande tempismo. I servizi a terra invece, ci sono forniti dai nostri amici del Tucano Viaggi; dopo lunga contrattazione abbiamo avuto una tariffa ottima. Volo tranquillo e perfetto, dopo   Leggi ►

Il Nord Ovest Argentino - IV

Data: 20/09/2012 ARGENTINA Categoria: Diari di Viaggio
Il Nord Ovest Argentino - IV
La Laguna Rodeo

 19° giorno  Col colectivo raggiungiamo Ponte Negro, luogo ultimo dove arrivano i mezzi pubblici per las Lagunas de Yala. Sul chilometraggio da farsi a piedi in molti son stati vaghi, indicativamente sono sui 6 km, tutti rigorosamente in costante salita, ma si è sui 2000 m massimo, quindi non preoccupatevi dell’altura. La prima laguna, Desaguadero, è privata quindi non c’è accesso. Dopo 5’ si raggiunge la più grande, la Rodeo. Ci sarebbe anche un luogo di ristoro, ma al momento della nostra escursione era chiuso. Da qui si potrebbe intraprendere un trekking che oltrepassa la zona, ma comporta l’ascesa ad una montagna di 3700 m ed in seguito ad una di 5300 m. Decidiamo di continuare verso la terza laguna, Comedora. Prima di a   Leggi ►

Il Nord Ovest Argentino - III

Data: 31/08/2012 ARGENTINA Categoria: Diari di Viaggio
Il Nord Ovest Argentino - III
Il Cono de Arita emerge come un miraggio nel mezzo del Salar de Arizaro

13° giorno  Con un remis (in pratica un taxi) partiamo alle 7 per raggiungere Salta via Valle Calchaquies, Cachi ed il P.N. Los Cardones. Il tutto costa 260p che diviso per 2 diventa più economico di un tour proposto da un’agenzia (che comunque per oggi nessuna propone). Non ci sono mezzi pubblici che facciano tutto il percorso, la valle è veramente dimenticata da tutto e non se ne capisce il motivo visto lo spettacolare paesaggio in cui è incastrata. Qui un tempo c’era il mare, l’emergere delle terre che diede vita alle Ande lascia le formazioni in bella vista e quello che si può ammirare lungo il percorso è impressionante. Si incontrano piccoli paesini, Payagostilla, Angostaco, El Carmen, La Arcadia, Molinos e Seclantas, ricor   Leggi ►

Tra gli orsi del Katmai

Data: 20/08/2012 STATI UNITI (USA) Categoria: Diari di Viaggio
Tra gli orsi del Katmai
Un grizzly mentre aspetta il salto di un salmone

 Alaska, luglio 2010. Domani volerò al Katmai National Park, uno dei quei sogni che sembra difficile da realizzare. Mi addormento con la pioggia, sono nervoso, dormo male. Mi sveglio diverse volte nel cuore della notte, la pioggia non cessa ma nemmeno le mie speranze di raggiungere l'Alaska Peninsula. Sono il primo dell'equipaggio ad arrivare all'idrovolante, nel giro di mezz'ora ci siamo tutti e nove. Il tempo è brutto, il pilota dice che dobbiamo rinviare la partenza aspettando fino alle 10.00, più di un'ora quindi. Le mie speranze si stanno infrangendo contro un muro, attendo nervosamente in auto, sotto la pioggia. Alle 10.00 nuovo meeting, si volerà al Katmai anche se piove! Che felicità! La prima parte del volo è   Leggi ►

Il Nord Ovest Argentino - II

Data: 16/08/2012 ARGENTINA Categoria: Diari di Viaggio
Il Nord Ovest Argentino - II
Il Fungo, simbolo del P.N. Ischigualasto, conosciuto anche come Valle della Luna

 7° giorno  Visto che a causa delle condizioni atmosferiche non è ancora possibile fare il volo in parapente  decidiamo di lasciare la vivissima Cordoba, ma raggiungere il P.N. Las Quijadas pare complesso. Troviamo così uno spostamento per Villa Dolores con lo stesso autista del giorno precedente. Nella cittadina, incastonata tra la Sierra Centrale e le Ande, fa un caldo indescrivibile e visto che c’è ben poco da vedere decidiamo, come molti, di passare il tempo al bar del terminal dopo aver dibattuto col maletero della nuova situazione cilena. Lui è un cileno espatriato dopo il colpo di stato del 1973 ed ora, morto Pinochet, pensa di rientrare almeno in vacanza in quello che fu il suo paese. Da qui con un bus Tuc arriviamo a San Luis, q   Leggi ►

Il Nord Ovest Argentino - I

Data: 07/08/2012 ARGENTINA Categoria: Diari di Viaggio
Il Nord Ovest Argentino - I
La Cattedrale di Cordoba by night

 1° giorno  Dall’aereoporto di Bologna con volo Iberia raggiungiamo Madrid terminal T4, e visto che la coincidenza per Buenos Aires è per il giorno successivo il servizio Madrid Amigo ci trova una sistemazione con tanto di transfert per l’Hotel. Veniamo assegnati al Senator Espaňa, un favoloso hotel mille stelle in piena Gran Via dove immaginiamo una notte qui costerebbe più che tutte quelle che faremo in Argentina a nostre spese. Madrid è imballata di gente, Plaza Mayor, Puerta del Sol e vie limitrofe sono un pullulare di gente per via delle feste imminenti. Ci sono file alle fermate dei bus impressionanti, così ci giriamo tutto quello che possiamo a piedi alla ricerca di giochi di luci da immortalare fotograficamente che le numerosis   Leggi ►

Nuova Zelanda & Polinesia di Francesca e Camillo

Data: 08/07/2012 POLINESIA FRANCESE - NUOVA ZELANDA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Nuova Zelanda & Polinesia di Francesca e Camillo
Auckland

DESTINAZIONE: Nuova Zelanda e Polinesia DATA DEL VIAGGIO: 31 marzo - 24 aprile PERCHÉ QUESTA SCELTA: Volevamo isolarci dal mondo per 3 settimane... Andare il più lontano possibile, là dove se non fosse per le 3 settimane di viaggio di nozze difficilmente saremmo mai andati. In Australia io ero già stata, e allora ho proposto a Camillo la Nuova Zelanda, che ci era stata consigliata da amici, e che ci aveva affascinato nel Signore degli Anelli. Entrambi eravamo molto incuriositi da questo paese così lontano e cosi diverso... Dove gli uccelli autoctoni non sanno volare perché non essendoci mammiferi in origine non ne avevano bisogno! Naturalmente però non sarebbe stata una honeymoon come si deve senza un’estensione mare come si   Leggi ►

Isole ecologiche (in un altro senso)

Data: 02/07/2012 BOLIVIA - PERU Categoria: Pillole di viaggio
Isole ecologiche (in un altro senso)
L'ingresso in una delle isole - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 Una delle attrattive più interessanti del lago Titicaca, il più grande del Sud America e con i suoi 3800 mslm il più alto al mondo fra quelli navigabili con imbarcazioni che non siano delle semplici canoe, solo le cosiddette Isole Uros. Gli Uros sono un popolo pre-incaico che vive su una quarantina di isole artificiali che galleggiano sul citato lago, sulle cui sponde sventolano le bandiere peruviana e boliviana. L’insediamento su queste isole, che in caso di necessità possono essere spostate, è stato orginato per tentare di sfuggire all’aggressivo Impero Inca che li costringeva a pagare tributi e spesso li trasformava in schiavi. I rapporti coi vicini Aymara invece sono sempre stati pacifici e a forza di matrimoni misti ora gli Uro   Leggi ►

Messico, Guatemala e Belize

Data: 16/06/2012 BELIZE - GUATEMALA - MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico, Guatemala e Belize
Sito Maya di Uxmal, Yucatan, Messico

 1° giorno Dall’aereoporto di Bologna con volo Iberia raggiungiamo Madrid, e da lì con Iberworld (servizio molto più scarso, si pagano auricolari ed alcolici) arriviamo in anticipo all’aereoporto di Cancun. Verrete travolti da chi vi propone il taxi per la città, ma ad una cifra infinitamente più bassa c’è il bus per la stazione degli autobus (30 minuti). Da qui in taxi raggiungiamo in 5 minuti Puerto Juarez che è il luogo di partenza per raggiungere Isla del Las Mujeres in 30 minuti. Il centro abitato è attaccato all’attracco, ci sono molti posti dove dormire, noi troviamo posto presso Hotel Osorio che non ha aria condizionata ma le pale e acqua purificata gratis. L’abitato è tranquillo, pi   Leggi ►

Argentina e Cile - IV

Data: 09/06/2012 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Argentina e Cile - IV
Il Perito Moreno

 25° giorno Con Caltur andiamo a El Chalten, percorso prevalentemente su strada sterrata (ma stanno costruendo quella nuova presumibilmente asfaltata). Il viaggio dura sulle 5 ore. Prima di entrare in paese ci si ferma presso i guardiaparco per le istruzioni comportamentali. Il paesino è già all’interno del parco e bisogna atteneresi scrupolosamente al regolamento. El Chalten è sorto negli ultimi 15 anni, base privilegiata per le ascensioni al Fitz Roy e al Cerro Torre, le 2 montagne simbolo della Patagonia. Una volta lasciati gli zaini presso il nostro hostal ci dirigiamo verso la fine del paese dove parte il sentiero che porta verso il Fitz Roy. Un giro di 11km permette di arrivare ad uno splendido mirandor e di rientrare costeggiando la laguna Capri.   Leggi ►

Argentina e Cile - III

Data: 05/05/2012 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Argentina e Cile - III
Le Torri del Paine, simbolo della patagonia cilena

 17° giorno  Con JBA Trasportes partiamo per il P.N. Torres del Paine. Qui tutto costa come l’oro, dimenticate di essere in Sud America, vi fanno pagare anche le buste dello zucchero! Entrare al parco costa 10.000p, poi il bus vi può scaricare in tre punti: all’ingresso, all’imbarco del catamarano oppure al termine del percorso. Noi prendiamo il catamarano per attraversare il lago Pehoe e raggiungiamo il camping che si trova presso il rifugio. Avevamo prenotato le tende da Puerto Natales, così le troviamo già montate. Una doppia costa 6500p, il posto nel camping 3500p, poi se non avete sacco a pelo e materassino dovete aggiungere circa altri 5000p (noi ne eravamo provvisti, quindi non so il costo esatto). Da qui il percorso più be   Leggi ►

La Cina delle minoranze etniche - Parte I

Data: 02/05/2012 CINA Categoria: Diari di Viaggio
La Cina delle minoranze etniche - Parte I
L'antico villaggio di Xingping, con le rocce carsiche che imcombono - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 1° giorno - Variazione indolore Cominciamo subito bene:  è il 16 aprile e il vulcano islandese dall'inpronunciabile nome di Eyjafjallajökull è arrabbiato, erutta ceneri già da alcuni giorni ma solo da oggi gli aeroporti cominciano a chiudere anche nell'Europa continentale, come la lunga fila per il check in rivela prima ancora che riesca a parlare con un operatore. Viaggiando con la KLM avrei dovuto fare scalo ad Amsterdame e da lì ripartire verso Pechino, peccato solo che dalla capitale olandese si possa atterrare ma non decollare. Alla fine però non pago dazio: vengo dirottato su Francoforte, in pratica accorciando sia il primo volo che il secondo. Morale: arrivo a Pechino un quarto d'ora prima di quanto sarei arriva   Leggi ►

Nella Valle dell'Omo, Etiopia - Parte I

Data: 02/04/2012 ETIOPIA Categoria: Diari di Viaggio
Nella Valle dell'Omo, Etiopia - Parte I
Al ritorno dal mercato - Archivio Fotografio Pianeta Gaia

 1° giorno Partenza il 16 ottobre 2010, voli Bologna-Francoforte e Francoforte-Addis Ababa, con decollo ritardato di mezz'ora perché, quando stavamo per imboccare la pista, una spia non si spegneva e i piloti hanno chiamato i tecnici per i controlli del caso al mezzo. Arrivo nella capitale etiope, so che l'aeroporto è ad appena 5 km dalla città e quindi il taxi non dovrebbe costare molto. Sbrigo le formalità (il visto si ottiene in entrata, pagando 17 euro) e prenoto il taxi, nell'apposito sportello, dove mi dicono che per andare al mio alberghetto si pagano 160 birr (al cambio circa 7 euro). Salgo sul taxi e dopo aver percorso circa 100 metri mi ricordo che la guida consigliava di mettersi d'accordo in anticipo, per evitare incompr   Leggi ►

Argentina e Cile - II

Data: 22/03/2012 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Argentina e Cile - II
Le abitazioni su palafitte di Castro, Isola di Chiloè

 9° giorno  Con l’organizzazione di Miguel “descansa”Angel procediamo ad un giro dell’isola verso il P.N. e presso alcune delle più antiche chiese in legno dell’isola (si parla siano 150, patrimonio mondiale decretato dall’Unesco). Prima tappa a Nercon, poi Chonchi dove possiamo fermarci anche al museo del paese (ricostruzione di una tipica casa chilote). Da qui partiamo per il parco con sosta a Cucao, ennesima chiesa in legno e visita al cimitero che è la riproduzione del paese, con vie, chiese e case, proprio come fosse luogo di vita. Il P.N. non è niente di più che un insieme di alberi ed erbacce, molto più spettacolare si rivela la spiaggia dei fossili con l’oceano che fa la voce grossa. Miguel h   Leggi ►

Argentina e Cile - I

Data: 12/03/2012 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Argentina e Cile - I
Il vulcano Osorno visto dai salti di Petrohuè

 Introduzione Il viaggio si è svolto tra dicembre 2005 e gennaio 2006, all’inizio dell’estate australe, il periodo migliore per visitare il sud del continente americano. Il tempo è al suo meglio e le vacanze dei cileni e degli argentini non sono ancora iniziate (vanno indicativamente da metà gennaio a fine febbraio). In entrambi i paesi tutto è molto pratico, semplice e di facile accesso ai viaggiatori, purtroppo l’emergente e rampante economia cilena fa sì che i prezzi si stiano alzando in maniera spaventosa (in un anno il peso si è rivalutato del 25% sull’euro), mentre in Argentina più si risale più i prezzi diventano bassi. I collegamenti sono sempre ottimi, ma per scendere il Cile (in corrisp   Leggi ►

Perché andare alle Maldive

Data: 26/02/2012 MALDIVE Categoria: Dove e Perché
Perché andare alle Maldive
L'idilliaca spiagga di Halaveli - Archivio Fotografico Pianeta gaia

 PERCHÉ ANDARE ALLE MALDIVELe Maldive rappresentano il sogno di una vacanza alla Robinson Crusoe, calati in mezzo all’Oceano Indiano su un atollo che si può percorrere a piedi in pochi minuti, circondati da un mare cristallino e dalla barriera corallina.  La differenza sostanziale è il comfort. Troveremo resort per tutte le esigenze e tutte le tasche. Senza paura di essere smentiti, possiamo definire le Maldive la “vacanza mare perfetta”, vediamo perché. Sarete calati in una realtà diversa da qualsiasi altro luogo; insomma un’esperienza che deve essere provata almeno una volta nella vita, perché le Maldive sono diverse da qualsiasi altro posto. Ideale per un Viaggio di Nozze di una o due settimane, eventualmen   Leggi ►

Dubai e Tanzania, di Michele e Francesca

Data: 23/02/2012 TANZANIA - EMIRATI ARABI Categoria: Diari di Viaggio
Dubai e Tanzania, di Michele e Francesca
Leonessa a stretto contatto

L’Africa è sempre nel nostro cuore, ci mancavano i parchi della Tanzania, che sono stati i più spettacolari di tutti quelli visti fin’ora. Dubai scelta approfittando dello scalo di connessione. Da vedere; sono sufficienti due giorni. L’organizzazione, con il supporto della gentilissima Lucia di Pianeta Gaia è personalizzabile a piacere. Perfetti gli appoggi agli aeroporti, soprattutto in partenza, dove abbiamo evitato tutte le code, passando per corsie preferenziali!! Dagli sfarzi e dal potere del petrolio di Dubai, veniamo catapultati nella natura incontaminata e selvaggia del Tarangire, il primo parco che visitiamo in Tanzania, in compagnia della nostra disponibilissima guida Naftal. Qui abbiamo un primo assaggio di tutto quello   Leggi ►

Polinesia e Nuova Zelanda, di Marco e Manuela

Data: 24/01/2012 POLINESIA FRANCESE - NUOVA ZELANDA Categoria: Gli Sposi Raccontano
Polinesia e Nuova Zelanda, di Marco e Manuela
Vista dalla hall

DESTINAZIONE: Polinesia e Nuova Zelanda NOME AUTORI: Marco e Manuela COME E PERCHÉ LA SCELTA DI QUESTO ITINERARIO PER IL VIAGGIO DI NOZZEAvevamo deciso che l’occasione di un bel viaggio, di quelli che raramente si rifanno, era da abbinare ai mondiali di canottaggio in Nuova Zelanda dove mio fratello avrebbe gareggiato. Abbiamo chiesto un po' in giro e ci hanno consigliato Pianeta Gaia per organizzare il viaggio che, essendo Luna di miele, avrebbe fatto anche da Lista Nozze. Ed allora eccoci che con gli amici di Pianeta Gaia organizziamo il tutto, con tutte le attenzioni del caso a location, voli e… budget.  Scegliamo di abbinare alla Nuova Zelanda la Polinesia; era la tappa ideale per ottimizzare voli e costi e, oltretutto, è un parad   Leggi ►

Perché andare in Romania

Data: 22/12/2011 ROMANIA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Romania
Monastero dipinto della Bucovina

 PERCHÉ ANDARE IN ROMANIALa Romania potrebbe inizialmente rievocare in noi diversi stereotipi tipici dei paesi dell’est-europa, sembrare quindi un posto, dal cielo grigio e montagne fredde, molto povero e senza storia. In realtà non è così. La storia della Romania è molto affascinante, vi conquisterà sotto ogni suo aspetto. È stato proprio il suo retaggio storico e culturale che ci ha lasciato quei misteriosi castelli in stile gotico come anche i famosi monasteri tuttora affrescati. È un viaggio “tra il sacro e il profano”, perché alla diavolesca figura del Conte Dracula si associano le chiese e i piccoli borghi medioevali della Transilvania nonché i magnifici Monasteri della Bucovina. A seguito di   Leggi ►

Bolivia, Cile e Argentina, di Tommaso e Valentina

Data: 21/12/2011 ARGENTINA - BOLIVIA - CILE Categoria: Gli Sposi Raccontano
Bolivia, Cile e Argentina, di Tommaso e Valentina
Ti schiaccio!

 DESTINAZIONE E DATE DEL VIAGGIO: Buenos Aires e le regioni del nord Argentina - Sud-ovest Bolivia - Nord del Cile. Partenza il 31-07-11 e rientro il 17-08-11. NOME AUTORI: Tommaso e Valentina COME E PERCHÉ LA SCELTAIn parte il ricordo di un precedente viaggio in Perù rimasto bene impresso nella mia memoria, più i racconti di chi in Argentina ci è già stato hanno fatto in modo che la scelta per il nostro viaggio di nozze ricadesse sul Sud America. Nello specifico la Bolivia, per certi versi simile al Perù, è in grado di farti assaporare appieno il vero sapore del Sud America... Tanto nelle sue meraviglie quanto nelle sue mille contraddizioni. Argentina e Cile invece rispettano appieno quelle che sono le aspettative di chi affr   Leggi ►

Cile e Argentina, di Ivette e Adriano

Data: 08/11/2011 ARGENTINA - CILE Categoria: Diari di Viaggio
Cile e Argentina, di Ivette e Adriano
Il fronte del ghiacciaio Perito Moreno

 DESTINAZIONE: Cile e Argentina DATA DEL VIAGGIO: dal 24/12/09 al 05/01/10 AUTORI: Ivette e Adriano COME E PERCHÈ LA SCELTALa scelta di fare questo viaggio è nata dal desiderio di visitare la Patagonia che ci ha sempre affascinato. L’agenzia Pianeta Gaia ha organizzato con un gruppo ristretto di persone questa esperienza in modo perfetto. LE PARTI PIÙ EMOZIONANTI DEL VIAGGIO... E EVENTUALI INTOPPILe parti più emozionanti sono state la visita al deserto di Atacama, visita ai ghiacciai Perito Moreno e Parco Torre del Paine, Geyser El Tatio, lago di montagna in Cile. Qui varrebbe la pena di fermarsi per qualche trekking in quanto con paesaggi mozzafiato. Comunque anche i trasferimenti sono stati molto interessanti, intoppi non ce ne s   Leggi ►

Polinesia e Stati Uniti, di Eva e Danilo

Data: 07/11/2011 POLINESIA FRANCESE - STATI UNITI (USA) Categoria: Gli Sposi Raccontano
Polinesia e Stati Uniti, di Eva e Danilo
San Francisco: il Golden Gate

 DESTINAZIONE: San Francisco - Bora Bora - Tahaa - Papeete - Los Angeles DATA DEL VIAGGIO: dal 12 settembre al 30 settembre 2011 AUTORI: Eva & Danilo COME E PERCHÈ LA SCELTALa California è stata scelta perché non siamo mai stati negli USA e per spezzare un po’ le ore di volo dall’Italia alla Polinesia. L’agenzia ci ha supportato molto in tutta la fase di organizzazione e preparativi della nostra luna di miele, consigliandoci anche su che cosa andare a vedere e fare durante il viaggio. Informazioni che ci sono state molto utili. San Francisco: il Golden Gate LE PARTI PIÙ EMOZIONANTI DEL VIAGGIO... ED EVENTUALI INTOPPILa parte più emozionante del viaggio è certamente la Polinesia, oltre a Bora Bora   Leggi ►

Perché andare in Giappone

Data: 07/11/2011 GIAPPONE Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Giappone
Mastodontici lottatori di sumo

 PERCHÉ ANDARE IN GIAPPONESe gli Stati Uniti sono i protagonisti indiscussi del continente americano per mille motivi, possiamo tranquillamente sostenere che il Giappone ne è il corrispettivo per l’Asia. Il Giappone è un mix unico di tecnologia e tradizioni millenarie. Dalla tecnologia e sfrenata modernità e design di Tokyo alla calma dei giardini zen, il rito della cerimonia del tè, l’architettura templare-feudale di Kyoto e Nara, il sapore del sushi e del sashimi ed il crogiuolo di filosofie e religioni che vanno dal buddismo allo shintoismo. E che dire delle arti marziali antichissime come il judo, il karate o il sumo. Un mix del genere è davvero impressionante. DIFFICOLTÀ DEL VIAGGIOLa difficoltà maggiore &eg   Leggi ►

Perché andare in Australia

Data: 21/10/2011 AUSTRALIA Categoria: Dove e Perché
Perché andare in Australia
Il Teatro dell'Opera nel porto di Sydney

 PERCHÉ ANDARE IN AUSTRALIAIniziamo col dire che l’Australia non è solo uno stato ma in sostanza è un continente e come tale difficilmente vi basterà un viaggio solo per vederla tutta. D’altra parte però vi posso tranquillamente dire che almeno una volta nella vita dovete assolutamente venirci. L’Australia infatti è un’amalgama straordinaria di paesaggi, città, animali e genti diverse. Basti pensare che la stragrande maggioranza di animali e piante sono autoctone e vi sembrerà davvero di aver viaggiato in un altro mondo. DIFFICOLTÀ DEL VIAGGIO VERSO L'AUSTRALIATra le difficoltà maggiori vi sono sicuramente la durata ed il costo del volo, il costo dei servizi e della vita che è   Leggi ►

Sud Africa e Zimbabwe, di Stefania e Luca

Data: 21/10/2011 SUDAFRICA - ZIMBABWE Categoria: Gli Sposi Raccontano
Sud Africa e Zimbabwe, di Stefania e Luca

DESTINAZIONE: Sud Africa e Zimbabwe DATA DEL VIAGGIO: 07/21 settembre 2011 AUTORI: Stefania&Luca COME E PERCHÉ LA SCELTA:“Chi segue gli altri non arriva mai primo” – scritta sulla lattina del Chinotto. La maggior parte dei viaggi di nozze sono a New York, in Australia o in qualche paradiso tropicale. Noi siamo una coppia un po’ atipica. Quello che fanno tutti… noi lo evitiamo come la peste bubbonica. Volevamo vedere l’Africa, non ci eravamo mai stati, avevamo sempre visto foto bellissime. Nella nostra vita di coppia c’è il fotografo [Luca] e l’assistente fotografa [Stefania] che con la scusa di aiutarlo con l’attrezzatura ne approfitta per seguirlo in capo al mondo. E questa volta possiamo veramente dir   Leggi ►

Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up