menu

BLOG

HOME

I cimiteri più belli del mondo

Data: 09/02/2016 ARMENIA - BOSNIA AND HERZEGOVINA - REPUBBLICA CECA - FRANCIA - ITALIA - MESSICO - ROMANIA - STATI UNITI (USA) Categoria: Curiosità

Chi andrebbe mai in un cimitero mentre è in vacanza? Molti più turisti di quanti potreste immaginare. Perché alcuni di essi sono delle vere attrazioni turistiche e, se siete dei viaggiatori che non si limitano alle spiagge, è probabile qualcuno l'abbiate già visitato. Ci sono diversi tipi di cimiteri, da quelli monumentali tipicamente europei a quelli essenziali come quelli di guerra, da quelli che fanno spavento a quelli che, per assurdo, fanno sorridere. C'è addirittura un sito specializzato in cimiteri da visitare: www.cemeterytravel.com. Quella che segue è la nostra classifica.

 

La tomba di Oscar Wilde al cimitero Père Lachaise di Parigi

 

1. Père-Lachaise, Parigi, Francia

Probabilmente il cimitero più famoso del mondo, al punto da essere il quinto sito più visitato di una città che pullula di attrazioni turistiche, si stima riceva circa un milione e mezzo di visitatori. Le tombe più famose sono quella Jim Morrison e Oscar Wilde, curiosamente non due francesi.

 

 

Le lapidi sconnesse del cimitero ebreo di Praga

 

2. Cimitero Ebreo, Praga, Repubblica Ceca

Questo cimitero particolarmente fascinoso, dalle antiche lapidi storte sulle quali i visitatori usano mettere dei sassolini e foglietti con dei desideri, è famoso anche per ospitare la tomba del rabbino Jehuda Loew, che secondo la leggenda, avrebbe creato il Golem, un gigante di argilla, per difendere il popolo ebraico dai suoi persecutori.

 

 

Una delle targhe sulla tomba di Evita Peron al cimitero della Recoleta di Buenos Aires

 

3. Cimitero della Recoleta, Buenos Aires, Argentina

È il più famoso cimitero della capitale argentina, e prende il nome dall'omonimo quartiere in cui si trova. Ospita le spoglie di diversi ex-presidenti della nazione sudamericana ma la tomba di gran lunga più visitata è quella di chi un presidente lo sposò: Maria Eva Duarte, più nota come Evita Peron.

 

 

Le colorate lapidi con poesie umoristiche del cimitero di Sapanta, Romania

 

4. Sapanta, Romania

Questo atipico camposanto nel distretto romeno del Maramures viene chiamato “Cimitero Allegro” perché le lapidi, scolpite in legno e verniciate con colori vivaci, rappresentano scene di vita dei defunti che sono accompagnate da poesie umoristiche. Tutto ebbe inizio nel 1934, quando uno scultore locale fece la prima lapide di questo tipo che piacque talmente che venne imitato sempre più spesso.

 

 

Il cimitero di Arlington, uno dei simboli del patriottismo americano

 

5. Cimitero Nazionale di Arlington, Stati Uniti

È un cimitero militare, creato per i caduti durante la Guerra di Secessione ma da allora in poi utilizzato anche per i morti delle guerre successivo, dalla Guerra del Vietnam fino agli attentati dell'11 settembre 2001. Ospita più di 300.000 tombe, fra cui i fratelli Kennedy e la ex-first lady Jacqueline, e le sue interminabili file di lapidi bianche, tutte delle stesse dimensioni e allineate, lo rendono il luogo sacro per eccellenza del patriottismo americano.

 

 

I macabri corridoi delle "Catacombe" dei Cappuccini di Palermo

 

6. Catacombe dei Cappuccini, Palermo

Erroneamente chiamate “catacombe”, si tratta in realtà di un cimitero vero e proprio. Il convento che le ospita, già meta di turisti (fra cui Guy De Maupassant) ai tempi del Gran Tour, ospita nei suoi vasti sotterranei circa 8000 cadaveri, vestiti di tutto punto e con diversi gradi di mummificazione, fra cui spicca la salma di Rosalia Lombardo, talmente ben conservata da sembrare solamente assopita, al punto da essere soprannominata la Bella Addormentata.

 

 

Le khachkar del cimitero di Noratus, Armenia - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

7. Cimitero di Noratus, Armenia

Si tratta del più importante cimitero dell'Armenia, il primo stato al mondo a eleggere il Cristianesimo come religione di stato, e spicca per i circa 800 khachkar, i cippi funerari in pietra finemente scolpiti che rappresentano o hanno la forma di una croce, espressione artistica tipicamente armena.

 

 

La selva di piccoli obelischi bianchi del memoriale di Srebrenica, Bosnia - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

8. Srebrenica, Bosnia e Erzegovina

È il cimitero-memoriale eretto per ricordare le vittime del massacro compiuto nel 1995 nella cittadina dove i bosniaci si erano rifugiati perché pensavano che le forze NATO, costituite da militari olandesi, le avrebbero protette. Le 6.838 vittime sono ricordate con un monumento di forma circolare con tutti i nomi e lunghe file simmetriche di cippi bianchi dalla forma di piccoli obelischi.

 

 

Uno degli eleganti corridoi del cimitero monumentale di Staglieno, Genova - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

9. Cimitero Monumentale di Staglieno, Genova

È uno dei cimiteri monumentali più importanti d'Europa, una specie di museo a cielo aperto, corredato com'è da statue funeree e cappelle opere prevalentemente di scultori genovesi. Visitato da Mark Twain ed Ernest Hemingway, che lo definì una delle meraviglie del mondo, ospita numerosi personaggi celebri quali Giuseppe Mazzini, Nino Bixio, Fabrizio De André e Fernanda Pivano.

 

 

Musica e festeggiamenti per il Giorno dei Morti al cimitero di Xoxocotlan

 

10. Cimitero di Xoxocotlan, Messico

Santa Cruz Xoxocotlàn è una città nel Sud del Messico. A prima vista il suo cimitero non è così diverso dagli altri ma, in coincidenza con la molto sentita festa del Giorno dei Morti, il paese e il suo cimitero prendono vita, grazie a tutti i locali che, indipendentemente dal reddito, fanno di tutto per abbellire la tombe dei propri cari con fiori, sigarette, cioccolato e altre offerte. La scena è talmente pittoresca che i turisti corrono a frotte, alcuni anni fa ne sono stati stimati 30.000.

 



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up