menu

BLOG

HOME

Maldive: Piccole curiosità

Quello che ancora non conosciamo
Data: 10/11/2014 MALDIVE Categoria: Curiosità

 

Le Maldive rappresentano la vacanza per eccellenza: poste a Sud-Ovest dell'India sono un insieme di piccole isole di origine corallina, considerate uno dei luoghi più belli e magici al mondo. Eppure delle tradizioni e delle curiosità di questi luoghi si conosce sempre troppo poco. Qui di seguito troverete qualche piccola curiosità delle Maldive, meta ambita per chi ama la tranquillità e la bellezza che la natura può regalare.

 

Abito Tradizionale

L'abito tradizionale viene utlizzato oramai raramente a Malè, viene indossato solamente nelle parate ufficiali e nelle isole dei pescatori in special modo dalle donne anziane. L'abito tradizionale si chiama dhigu hedhun, mentre l'abito da cerimonia, bellissimo abito con un ricamo che appoggia sulle spalle e gira intorno al collo e si impreziosisce di una laccio di filigrana d'oro che si chiama dhivehi libaas. Abiti realizzati in un'ampia varietà di colori e di tagli diversi, corto, medio e lungo e a volte ha applicata una tasca interna segreta per nascondere le mani.

 

Dhevi - Lo spirito maldiviano

I maldiviani sono molto superstiziosi e credono in creature soprannaturali chiamate dhevi in grado di muoversi in mare aperto, sulla terra e addirittura di transitare attraverso le barriere, di essere di aiuto o di arrecare danni. La tradizione vuole che molti pescatori credano ancora in un dhevi, chiamato Odivaru Ressi che raramente si mostra benevolo e che di solito danneggia i pescherecci, il pesce e la stessa incolumità dei pescatori. Ed infine anche esiste anche Buddevi, capo spirituale di tutti i dhevi, che compare dopo ogni temporale, quando l'acqua sgocciola lungo le foglie delle palme da cocco e assume le sembianze di un gatto o di un uomo dalla robusta corporatura. Si dice che chiunque lo veda cada vittima di una terribile malattia.

 

I numeri delle strade

A Malè i numeri delle strade si usano raramente, quindi case ed edifici hanno quasi tutti un nome che permette di distinguerli, in genere scritto in un pittoresco inglese o nell'alfabeto thaana locale. Alcuni maldiviani prediligono nomi rustici, come Crabtree (melo selvatico) o Oasis View (vista oasi), ma si possono incontrare anche Sweet Rose, Luxury Garden, Carrot Street, Sea Speed (velocità del mare) o Marine Dream. Nota anche la casa chiamata Aston Villa, in onore alla squadra di calcio inglese.

 

Kandu, Thila e Giri 

La natura alle Maldive è padrona, la bellezza di queste isole è dovuta anche ai kandu, ovvero canali fra le isole. Questi canali sono soggetti a correnti che creano gli ambienti adatti per i coralli molli. Le acque interne dell'atollo sono un habitat ideale per la produzione di plancton, che attraversa le kandu verso il mare aperto, attirando pesci di grosse dimensioni come mante e squali balena. I thila invece sono formazioni coralline che si ergono dal fondale dell'atollo fino a 5/15 metri dalla superficie dell'acqua, spesso si tratta di montagne sottomarine. La cima del thila è spesso ricoperta da coralli e frequentata da numerose specie ittiche. Infine, i giri sono formazioni coralline che arrivano fino a pochi metri dalla superficie dell'acqua. 
 



 

Pianeta Gaia - Viaggiatori per Passione

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

viaggi legati all'articolo

arrow_drop_up