menu

BLOG

HOME

Corpi come tele

Data: 11/04/2014 AUSTRALIA - BRASILE - ETIOPIA - NIGER - PAPUA NUOVA GUINEA - PERU Categoria: Pillole di viaggio

 

Dopo aver visto come diversi popoli usano decorare volto e corpo coi tatuaggi, ora gettiamo uno sguardo sul mondo del body painting, anch'esso divenuto popolare, come il tatuaggio, nella cultura attuale del mondo occidentale.

 

Di tutti i modi per decorare il corpo. il meno definitivo e allo stesso tempo più vivace è il body painting, la tecnica di colorazione del volto e del corpo. I primi a dipingere il proprio corpo si ritiene sia stati gli Aborigeni australiani, ritenuti il ceppo etnico più antico esistente, essendovi prove della loro esistenza che risalgono a circa 60.000 anni fa. Ma anche l'uomo primitivo, circa 30.000 ani fa, dipingeva il proprio corpo, oltre alle caverne, così come le antiche civiltà egizie e sumere, e nel Giappone feudale, vietato solo dalla restaurazione Meiji del 1800, prima di essere di nuovo reso legale dopo la II GM.

 

Danza aborigena

Danza aborigena

 

Uno dei popoli che ne fa ampio uso è quello dei Surma, costituito dai Mursi, i Suri e i Bodi, che vivono nella parte superiore del fiume Omo, nell'Etiopia meridionale.

 

Ragazzino Suri/Surma, dal volto dipinto di bianco (e piercing all

Ragazzino Suri/Surma, dal volto dipinto di bianco (e piercing all'orecchio) - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

Ragazzini Suri/Surma, ognuno dipinto con stili diversi - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Ragazzini Suri/Surma, ognuno dipinto con stili diversi - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 

La pittura corporale avviene al fiume, dove ci si dipinge, usando le mani ma anche bacchetti o fiori, con fanghi colorati che poi si asciugheranno - Archvio Fotografico Pianeta Gaia

La pittura corporale avviene al fiume, dove ci si dipinge, usando le mani ma anche bacchetti o fiori, con fanghi colorati che poi si asciugheranno - Archvio Fotografico Pianeta Gaia

 

Anche l'Amazzonia è una regione dove molti popoli praticano il body painting, praticamente tutti quelli che seguono lo stile di vita tradizionale. Qui ne riporto solo alcuni, fra i più spettacolari.

 

Bimbo Bora, dipinto per una danza - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Bimbo Bora, dipinto per una danza - Archivio Fotografico Pianeta Gaia


Ragazzina Kayapò. Oltre alla vivace pittura corporale, si nota anche il classico taglio dei capelli che disegna una V rovesciata in mezzo alla testa.

Ragazzina Kayapò. Oltre alla vivace pittura corporale, si nota anche il classico taglio dei capelli che disegna una V rovesciata in mezzo alla testa.


Donne Matsés del Perù - Foto Alicia Fox

Donne Matsés del Perù - Foto Alicia Fox

 

Cambiando completamente area, ma non tipo di ambientazione, ci spostiamo nella foresta pluviale della Papua Nuova Guinea. È a Goroka che ogni anno, alcune delle frammentatissime popolazioni (quasi 400 lingue diverse, alcune parlate da poche centinaia di persone) di questa terra, si trovano per il Sing Sing.

 

Volti dipinti durante il Sing Sing di Goroka, Papua Nuova Guinea

Volti dipinti durante il Sing Sing di Goroka, Papua Nuova Guinea


Colori brillantissimi al Sing Sing di Goroka.

Colori brillantissimi al Sing Sing di Goroka.


Non sempre lo scopo delle pitture corporali è la bellezza: gli Omo Masilai si dipingono da scheletri

Non sempre lo scopo delle pitture corporali è la bellezza: gli Omo Masilai si dipingono da scheletri

 

Torniamo in Africa, questa volta nel secco Sahel, dove non è un vago senso estetico quello che motiva i Wodaabe. Quando partecipano al Gerewol, la festa che si tiene ogni anno a settembre dopo la stagione delle piogge e prima di spargersi nelle aride terre del Niger, nulla è lasciato al caso perché è dalla loro bellezza che dipenderà il trovare una sposa. I giovani dovranno danzare e cantare per ore, allineati uno a fianco dell'altro, cercando di mettere in mostra tutta la loro avvenenza, vestendo gli abiti più sgargianti e truccandosi. Si truccano labbra e occhi di nero, poi sorridono per sfoggiare la dentatura e fanno roteare gli occhi.

 

Un giovane Wodaabe si mette in mostra - Foto Timothy Allen

Un giovane Wodaabe si mette in mostra - Foto Timothy Allen


Ore di danza sotto il sole, il trucco va rifatto più volte - foto National Geographic

Ore di danza sotto il sole, il trucco va rifatto più volte - foto National Geographic

 

L'usanza di dipingere il corpo l'umanità la pratica da millenni. Un'usanza che va sempre più sparendo, e in alcuni casi è già sparita.

 

Questi inquietanti figuri sono due Ona, una popolazione aborigena della Terra del Fuoco estintasi con l

Questi inquietanti figuri sono due Ona, una popolazione aborigena della Terra del Fuoco estintasi con l'arrivo dei missionari e coloni bianchi

 

 



Roberto è un grande appassionato di minoranze, arti e culture extraeuropee e una prolifica penna. Si diverte a raccontare le sue avventure in giro per il mondo su libri autoprodotti e sul nostro blog, arricchendo il tutto con scatti che immortalano volti e posti unici.

Lascia un commento - Richiedi informazioni



Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up