menu

BLOG

HOME

La paradossale Transnistria - II Il Conflitto

Data: 17/06/2017 MOLDAVIA Categoria: Diari di Viaggio
La paradossale Transnistria - II Il Conflitto
Militari nella zona cuscinetto tra le due frontiere - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

... segue L'area moldava al di là del fiume Nistro divenne una delle zone in cui l'opera di “russificazione” dell'URSS venne spinta maggiormente grazie all'apertura della maggior parte dell'industrie della repubblica e, conseguentemente, con la maggior immigrazione di dirigenti e maestranze di origine russa. A completare il quadro vi è il fatto che a Tiraspol aveva sede la 14a armata dell'esercito russo. Quando Gorbachov aprì la porta alla liberalizzazione politica, la Moldavia, sulla scia della corsa al nazionalismo tipico di quel momento storico, decise di abbandonare il russo e l'alfabeto cirillico come lingue ufficiali in favore del moldavo/romeno scritto con caratteri latini, cosa che sollevò le proteste della mi   Leggi ►

La paradossale Transnistria - I La Storia

Data: 03/06/2017 MOLDAVIA Categoria: Diari di Viaggio
La paradossale Transnistria - I La Storia
Un carrarmato come monumento - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

Sono sempre stato incuriosito dalle situazioni atipiche e quindi, quasi automaticamente, sono attirato da quei paesi i cui confini sono recenti, poco conosciuti o addirittura discussi. Uno di questi è la Transnistria, e le condizioni in cui versa dà un'idea di a quale paradossi si può giungere quando si vuol perseguire a tutti i costi la strada dell'indipendenza, una percorso che molti partiti - quasi in ogni paese ce n'è uno - dicono di voler intraprendere ma di cui forse non conoscono gli effetti pratici. Un carrarmato come monumento - Archivio Fotografico Pianeta Gaia La Transnistria, parola che significa “al di là del fiume Nistro (o Dnestr)”, è un territorio precedentemente parte della Repubblica Sovietica del   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - VIII

Data: 12/11/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - VIII
Il Palacio Nacional de Bellas Artes, Città del Messico

29° giornoArriviamo a Morelia dopo 12:45 di viaggio, oltre ad un’ora recuperata di fuso, con un bus andiamo in centro, ma è una soluzione che sconsiglio perché i bus girano sulle direttive prossime al centro senza entrarci, a differenza dei piccoli combi che vanno ovunque e costano uguale. Dopo un lungo girare a piedi, troviamo da dormire allo storico Hotel Señorial, storico in tutto perché sembra uscire dritto dritto dagli anni '40 senza nessuna variazione, né alle camere né al patio su cui queste danno. Nei dintorni è pieno di comedor, ne scegliamo uno a caso lunga la Jimenez angolo Tapia (sono senza nome) dove cadiamo sulla specialità locale, gigantesche quesadillas preparate al momento e fritte, ripiene, ol   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - VII

Data: 29/10/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - VII
Non è Baja California senza cactus

25° giornoColazione in uno di quei simpatici ristorantini indigeni pieni di locali e vuoti di turisti, l’ideale per partire di slancio andando a noleggiare prima ancora che aprano una Jeep Wrangler. Partiamo immediatamente seguendo gli itinerari che hanno fatto la storia della mitica Baja 1000, alcuni dei quali riproposti anche dalla Lonely Planet in un capitoletto a parte, così da percorrere gli sterrati lungo la costa verso est, attraversare il cabo e scendere poi giù a Cabo San Lucas dal versante ovest. Non c’è un’indicazione che sia una, nonostante Cabo Pulmo sia una delle più grandi attrattive per gli amanti delle immersioni della zona, dalla Mijares occorre prendere la Suarez e andare a sentimento lungo la costa. In una   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - VI

Data: 15/10/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - VI
L'Arco di Cabo San Lucas, il punto in cui l'Oceano Pacifico e il Mar di Cortez s'incontrano

21° giornoColazione alla frutteria di fronte all’hotel, poi ci dirigiamo da Mario’s per il tour delle balene. Partiamo in camioneta con un clima pessimo, nuvole ovunque, qualche rara goccia di pioggia e un vento assassino, ma alternative non ci sono. Per arrivare al luogo dell’imbarco si passa per le saline che stanno tra Guerrero Negro e la laguna Ojo de Liebre, zona paradiso per gli amanti del birdwatching. Si sale su di una lancia ovviamente tutta aperta, vista la giornata i barcaioli ci prestano robuste cerate fatte a poncho da mettere sotto ai giubbotti di salvataggio, poi partenza sprint per attraversare la laguna alla ricerca delle grandiose balene grigie che migrano in inverno da queste parti per partorire i piccoli e per dimorare in un luogo meno freddo dell&   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - V

Data: 24/09/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - V
Una veduta della Barranca del Cobre

 17° giorno Un cielo splendente ci accoglie di prima mattina, facciamo colazione da Cabaña e vedendo com’è la situazione facciamo saltare tutti i programmi e decidiamo di visitare i canyon andando a El Divisadero. Sempre grazie a Mario, che ci organizza la spedizione con alla guida suo cugino, molto più pratico della zona e conoscitore di chiunque si aggiri da queste parti (non certo come lo zio del giorno precedente, mezzo sordo e ben poco pratico) facciamo la prima tappa al cañon su Rio Otorro (1.600 m di dislivello) e iniziamo a prender gusto alle celebri vedute della zona, fino a prima nascoste dalle nuvole. Arrivati a El Divisadero ci addentriamo al recentissimo Parque Adventuras da dove poter scegliere tra varie alternative. Arrivi   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - IV

Data: 10/09/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - IV
Bimba Tarahumara

 13° giorno Ovvia colazione presso la panificadora S. Cruz (il miglior posto per far colazione del viaggio, oltre ad essere nettamente il migliore per qualità/prezzo) e poi visita della città, partendo dalla Mina Eden, la maggior fonte di ricchezza della città. Si trova a fianco della funicolare sul Cerro del Grillo, ma si può accedere anche dall’entrata a sud-ovest, apre alle 9:30, e infilati cuffia igenica e caschetto parte la ricognizione a una vena aurea che ha fatto la fortuna soprattutto della Spagna, per i messicani è stata più una forma di morte precoce di tanti lavoratori che un reale guadagno, anche se la ricchezza portata alla città è sotto gli occhi di tutti. Si scende in ascensore per 40 m poi tra ponti e p   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - III

Data: 27/08/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - III
Come si viaggia su una Ford Willy, Real de Catorce

9° giornoColazione con la solita (per il posto) barbacoa, poi raggiunta la central camionera con un bus locale prendiamo un pulmann Sendor per Matehuala fermata intermedia per raggiungere Real de Catorce. Il pueblo magico di R14 sarà ai più famoso perché è il luogo magico del peyote, quello che si vedeva nel film Puerto Escondido di Salvatores, raggiungibile con un lungo e stretto tunnel nel mezzo della desertica sierra. Lasciata la statale si inizia a salire su di una strada acciottolata e il bus si rompe, un problema alla trasmissione lo mette fuori uso, ne attendiamo un altro più stretto che sarebbe poi quello adatto a passare il tunnel Ogarrio che immette a R14. Attendiamo circa 90’ , poi saliamo sul bus per arrivare in quota ed en   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - II

Data: 13/08/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - II
Paesaggi della Sierra Gorda

5° giornoPartenza alle ore 7 per la Reserva de la Biosfera Sierra Gorda con Rogelio, guida della Sierradventuras. La Reserva si trova nel mezzo di una zona aspra ma è verdissima e coperta di foreste, il viaggio da Querétaro necessita di 3 ore per arrivare a Pinal. Prima però passiamo da Bernal dove ammirare la Peña, il terzo monolite al mondo, che domina il tranquillo pueblo dall’alto di oltre 350 m. Sosta a La Estacion per una ricca colazione a base di gorditas, che sono tacos molto spessi riempiti a piacimento con uova, salsiccia, barbacoa, stufati vari o verdure di ogni tipo, sembra un qualcosa di pesante ma qui tutti fanno una colazione nutrientissima. Prima di Pinal carichiamo un campesino amico di Roge   Leggi ►

Messico del Nord e Bassa California - I

Data: 30/07/2016 MESSICO Categoria: Diari di Viaggio
Messico del Nord e Bassa California - I
El Zocalo con la grande bandiera messicana, Città del Messico

1° giornoVolo Iberia da Bologna, ma al check-in qualcosa non va, siamo fermi e veniamo a sapere che ci sono problemi ai macchinari dei raggi X, così partiamo con 2 ore di ritardo, mantenendole tutte all’arrivo a Madrid. La coincidenza non la perdiamo viste le 4 ore a disposizione, anche se lo spostamento dal terminal dei voli europei (4) a quello degli intercontinentali (4S) richiede circa 30’ , ma sempre con un volo Iberia arriviamo a Ciudad de Mexico (per tutti DF) senza bagagli. Lasciamo come tanti le identificazioni degli zaini e ci avvisano che ci avrebbero ricontattati per segnalare il posto dove farceli consegnare (chi avesse già una prenotazione può lasciarla subito). Le procedure per uscire dall’aereoporto senza bagagli son velo   Leggi ►

Montenegro e Albania - IV (fine)

Data: 02/07/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - IV (fine)
Berat, la città delle mille finestre - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

13° giornoColazione in hotel, dove alcuni presentano i primi segni di malattia, così in due gatti andiamo a visitare Berat, altra città patrimonio mondiale dell’UNESCO, e conservata come un museo durante il regime di Hoxha. Saliamo dalla Kala per iniziare la visita, una vecchia cittadella fortificata ancora abitata, quindi tra le sue strette viuzze mentre si cercano le viste più sorprendenti ci si imbatte negli abitanti, solitamente tutti piuttosto anziani come le loro auto almeno Euro-10! Praticamente ogni singola casa meriterebbe la visita, da non perdere la vista su Gorica e per comprendere bene le pitture e le icone che decorano in lungo e largo l’Albania il museo Onufri, dal cui nome deriva una colorazione del rosso. Scendendo attraversiamo il pont   Leggi ►

Montenegro e Albania - III

Data: 10/06/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - III
Un incrocio di Argirocastro - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

9° giornoColazione casalinga e poi partenza per il monastero di Ardenica, a un’ora di distanza da Durazzo, lasciata la quale le strade peggiorano. Qui la vista cade sovente sui celeberrimi bunker che Enver Hoxha fece edificare in ogni dove, valli, montagne e anche spiagge ne son piene. Il monastero è un angolo di quiete dimenticato dal tempo, all’interno nella parte posteriore si possono ammirare icone di notevole fattezza, dove spicca un rosso intenso di cui più avanti capiremo l’origine. Per arrivare ad Apollonia il percorso è breve, ma la visita che tanto dovrebbe incantare per quanto mi riguarda lascia molto a desiderare. È rimasto poco da ammirare, o meglio tanto è ancora da scavare, è più l’importanza del lu   Leggi ►

Montenegro e Albania - II

Data: 28/05/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - II
La lussuosa Sveti Stefan - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

5° giornoStesso giro del giorno precedente per colazione, cambiando solo il bar, poi prendiamo la via del PN Skadar passando per la strada di montagna da dove la vista sul lago spazia nelle montagne a forma di draghi coperte dalla folta vegetazione. Dopo questo bel biglietto da visita veloce sosta a Rijeka Crnjrvića, dove svetta un ponte in pietra a quattro archi che si specchia placido nelle acque del fiume. Da qui raggiungiamo Virpazar, lasciando il pulman al di qua delle linea ferroviaria perché le stanghe non si alzano. Da Virpazar partono i battelli per la visita al lago, ma per arrivare alle isole dei monasteri nella stagione estiva è un problema perché l’acqua è bassa ed occorre trovare una “coincidenza” con un barca di piccole dime   Leggi ►

Montenegro e Albania - I

Data: 06/05/2016 ALBANIA - MONTENEGRO Categoria: Diari di Viaggio
Montenegro e Albania - I
Le mura della Fortezza di Dubrovnik - Archivio Fotografico Pianeta Gaia

 1° giorno Di prima mattina, con un treno regionale da Bologna raggiungo Milano, poi col Malpensa Shuttle l’aereoporto dove dal terminal n° 1 ho il volo per Dubrovnik. L’aereoporto della cittadina croata (in un specie di enclave tra la Bosnia ed il Montenegro) si trova quasi 20 km a sud della città, le formalità sono ridotte al minimo e col pulmino già pronto ad attenderci, nel mezzo di maxibus ipermoderni, andiamo verso la città. Su di una collinetta a sinistra della strada si erge un enorme cartellone pubblicitario che ringrazia il generale Ante Gotovina. Sarà anche stato consegnato dalle autorità croate al tribunale internazionale dell’Aja, ma vedere cose del genere incute un certo timore, come se sotto alla p   Leggi ►

Sahara algerino - IV (fine)

Data: 23/04/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - IV (fine)
L'alba sull'Assekrem

14° giorno Siam tutti svegli ben prima dell’alba alla ricerca di un caffè caldo, il freddo è stato molto intenso e non si vede l’ora di muoversi. Prima di riattraversare Mertoutek, sulla destra dello uadi principale un chilometro fuori del paese ci sono interessanti pitture rupestri, per trovarle ci aiutano ovviamente gli autisti perché stanno all’interno di ripari naturali dove chi soffre di claustrofobia farà meglio a non entrare, però ci sono alcuni passaggi tra fori e crepe che sono proprio belli da percorrere. In paese facciamo nuovamente scorta di acqua a fianco dell’ufficio del parco e ci dicono che oggi ci sarà un matrimonio tra una ragazza del posto e un ricco cittadino di Tam. Se vogliamo fermarci siamo ospiti   Leggi ►

Sahara algerino - III

Data: 02/04/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - III
Il paesaggio di Tikobaouin

9° giorno Siam sempre i primi a far colazione in hotel, poi partiamo passando da Djanet solo per far gasolio prendendo la strada in direzione Illizi. Visitiamo Tikobauin, luogo superbo all’interno dello uadi Asasu, un canyon tra enormi rocce lavorate dal vento in forme incredibili, attraversate da dune che cambiano colore nelle varie illuminazioni del sole. La chicca del luogo è un arco doppio, anzi quasi triplo visto che al di sopra dei due archi c’è una piccola spaccatura che potrebbe essere venduta come il terzo. Qui però par di essere in centro a Londra, c’è gente ovunque, molti han passato qui la fine dell’anno e devono ancora smontare i campi, quindi certi passaggi perdono un po’ di magnificenza. Ma il passaggio di alcuni   Leggi ►

Sahara algerino - II

Data: 19/03/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - II
I colori dell'alba a Tinakacheker

5° giorno Lo spettacolo dell’alba sulle montagne di fronte è splendido anche se non vale la magnificenza di Tinakacheker. Consumata colazione e caricate le jeep, occorre dar una mano a una jeep nei paraggi che non riesce a partire. L’autista è un amico dei nostri due autisti (ovvio, si conoscono tutti tra di loro) e sta trasportando due ragazzi francesi preoccupati per le prossime partenze nel deserto, visto che gli incontri sono saltuari. Scendiamo a malincuore dall’altipiano affiancando un’enorme roccia a forma di cammello per percorrere svariati uadi dovendo rientrare lungo il percorso nei paraggi di Tadant. Dallo uadi di Telonfasa si passa per quello di Afalarfal, poi Tihinarar dove incontriamo un ragazzo con al seguito due dromedari (con lui u   Leggi ►

Sahara algerino - I

Data: 27/02/2016 ALGERIA Categoria: Diari di Viaggio
Sahara algerino - I
El Ghessour

1° giornoParto di primissima mattina da Bologna in un giorno di grandi difficoltà di trasporti, così in stazione apprendo che il treno che avevo prenotato arriverà chissà quando. Devo comprarmi un nuovo biglietto (di prima mattina le biglietterie sono chiuse) alle biglietterie automatiche non potendo così sfruttare quella già pagato e salgo sul primo treno per Roma, un Freccia Rossa che nasce a Bologna e quindi non porta ritardo. Arrivo comunque a Roma con 70’ di ritardo, ma al volo prendo il Leonardo Express e in 30’ sono a Fiumicino. La coda per il check-in della Air Algeria è corta, e non ci fanno nemmeno problemi a imbarcare bagagli pesanti (cioè gli zaini son leggeri ma le vettovaglie più tutto il cibo &ldq   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - VI

Data: 19/02/2016 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
 Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - VI
Lo Spituk Gompa di Leh

14 agostoUltimo giorno! Nel pomeriggio nessuno vuole andare a fare il rafting previsto dal programma, perciò al mattino visita agli ultimi due templi e poi pomeriggio libero.Dovrei ripetere le solite cose sui monasteri: un po' di saturazione, ma riescono ancora ad avere spunti interessanti. Tutti i particolari iconografici della religione mi sembrano molto naif, e forse apprezzati esclusivamente dai fedeli. Mi interessano di più i dettagli della tecnica costruttiva, l'uso dei materiali locali, ecc.I monasteri sono quasi sempre in posizioni eccezionali, sicuri perché in alto sulla roccia, anche se sospesi su mari di fango. Lo Spituk Gompa dall'alto della sua posizione gode di un panorama vastissimo. All'interno ritroviamo l'immagine del bambino futur   Leggi ►

Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - V

Data: 06/02/2016 INDIA Categoria: Diari di Viaggio
Kashmir e Ladakh, di Angelo e Mariangiola - V
Foto di gruppo coi monaci al monastero di Samthaling

12 agostoColazione fuori, al sole, anche per evitare i cattivi odori di cucina e gasolio. Partiamo per la Nubra Valley “di destra”, ma sappiamo già che dovremo fermarci prima di Panamik - l'ultimo villaggio dell'estremo Nord dell'India - perché la strada è stata portata via dalla pioggia e dalle frane del 3 agosto. All'indietro, la strada che avevamo già fatta all'arrivo ci riappare tosta e pericolosa: passa sopra zone di scarico delle pietre e della sabbia che viene giù dai monti, sabbia finissima che non capisco da dove venga.Il fiume è larghissimo, un continuo susseguirsi di isole di sabbia, lagunette, oasi. Continuiamo in questa spettacolare vallata, tra zone felici di oasi verdissime e fiorite: casette, orti, al   Leggi ►

Mappa Climatica

ad ogni stagione il suo viaggio

archivio articoli

arrow_drop_up